Germania, bufera sui vescovi: "Nascondono le entrate dell' otto per mille"

Germania, bufera sui vescovi: "Nascondono le entrate dell' otto per mille".

AMBURGO (GERMANIA) - Bufera sulla Chiesa in Germania.

I vescovi tedeschi hanno fornito dati parziali sul patrimonio delle loro diocesi. Lo rivela lo Spiegel, che da sue ricerche ha scoperto rilevanti omissioni riguardanti sia le entrate dell' 8 per mille che il patrimonio immobiliare di molte diocesi.

Il vescovato di Limburgo, gia' nella bufera per il costo astronomico della nuova sede, che il vescovo Franz-Peter Tebartz-van Elst ha quasi sestuplicato da 5,5 milioni di euro iniziali a 31 milioni, avrebbe celato in un fondo segreto entrate dell' 8 per mille stimate a 300 milioni di euro dal 1948 ad oggi.

Ad Amburgo un portavoce ha ammesso che 150 milioni di euro sono finiti in accantonamenti dell' arcidiocesi, mentre la settimana scorsa il patrimonio disponibile era stato indicato in 35 milioni di euro.

Solo una settimana fa la diocesi di Muenster aveva comunicato di avere in cassa 2,37 milioni di euro, tacendo pero' la proprieta' di 38 immobili con una superficie di 17.322 mq, come pure foreste e latifondi per una superficie di 3,1 milioni di mq.

Da Colonia il prevosto del Duomo, Norbert Feldhoff, ha dichiarato al settimanale di non essere in grado di fornire cifre esatte, dato che, aveva detto, "nemmeno io conosco l' ammontare esatto del patrimonio".

L' arcivescovato di Monaco di Baviera e Freising ha comunicato che prima di fornire cifre è necessario modernizzare il sistema di contabilita' , un processo che richiedera' dai tre ai quattro anni.


Germania, bufera sui vescovi: "Nascondono le entrate dell'otto per mille"