User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,550
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Molise. Gruppo UDEUR (2 membri) assume 16 dipendenti. Mastella scomunica dissidente

    La scomunicata consigliera Lattanzio





    http://www.agenparl.it/articoli/news...fratto-bulgaro

    Martedì 22 Ottobre 2013 10:27 UDEUR MOLISE: LATTANZIO, SFRATTO BULGARO

    (AGENPARL) – Campobasso, 22 – “Clemente Mastella appone oggi sul mio petto una nuova medaglia, riconoscendomi libertà e coraggio, doti da egli evidentemente molto apprezzate. L’onorificenza giunge da lontano, dalla calda Terra campana di Ceppaloni. Il già Guardasigilli Mastella, nel rispetto di ogni più turpe democrazia, mi rivolge, a dire di qualcuno, avviso di ‘sfratto’ (che chiaramente non sortirà effetto alcuno) esprimendo, senza giusto contraddittorio e confronto, valutazioni e giudizi, ricordando, in tal guisa, alla mia persona ed ai Cittadini tutti le note pagine buie dei regimi antidemocratici e totalitari. L’accaduto non può che inorgoglirmi e rafforzare il mio slancio libero, poiché trasparenza ed onestà sono valori irrinunciabili, che mi appartengono, e che non mi consentono alcun margine di compromesso. Mi sia consentito, il comunicato dell’ex Ministro ricorda tanto l’’editto bulgaro’ di qualche giorno fa, da cui mi sono già doverosamente dissociata, emesso e formulato dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale su indirizzo di Vincenzo Niro, fido ed autarchico esponente molisano del campanile, al quale, tra l’altro, lo stesso Clemente Mastella rinnova, per l’occasione, fiducia piena. Atti con contenuti diversi, ma con stile e finalità analoghi. Nessun confronto quindi, nessun esercizio e riconoscimento all’interlocutore di qualsivoglia diritto, ma formulazioni perentorie di esclusive richieste di silenzio, di assenso e di totale sottomissione. Pena, la scomunica e l’isolamento. Ho intrapreso da sempre la strada della chiarezza e del rispetto delle regole istituzionali, strada in molte circostanze violata proprio da chi dovrebbe difatti rappresentarci. L’accesso agli atti, la richiesta di condivisione di programmi, l’esercizio libero delle proprie funzioni istituzionali sono tutti elementi per Niro e Mastella di biasimo politico. Appaiono invece essere segnali di apprezzabile indirizzo amministrativo, per gli esponenti Udeur, la scarsa trasparenza, la compromissione dei diritti di un Consigliere regionale, l’assunzione di 16 unità lavorative -alcune mai incontrate presso la sede del Consiglio regionale (come nel caso della Dott.ssa A.S., residente a Napoli e corregionale dello stesso Mastella)- il diniego alla visione della documentazione contabile afferente il gruppo consiliare, i tentativi e le pressioni in corso sui funzionari e sul segretario generale del Consiglio finalizzate alla espressione di dichiarazione di inammissibilità della mozione consiliare a mia firma. Tutto questo, per gli esponenti dell’Udeur, è forse considerata buona pratica politico-amministrativa? Grazie, grazie di cuore all’ex Ministro della Repubblica italiana, grazie per l’alta lezione di democrazia partecipata che, ne sono certa, in tanti non dimenticheremo”. Così il consigliere regionale Nunzia Lattanzio in una nota.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,550
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Molise. Gruppo UDEUR (2 membri) assume 16 dipendenti. Mastella scomunica dissiden

    ARCHIVIO ARTICOLI
    Il caso Udeur
    Niro e la “raccomandata” di Mastella: "Co.co.co da 4 spicci che fa un lavoro prezioso"
    Il presidente del Consiglio difende la dottoressa che a detta del consigliere Lattanzio non va mai a lavorare ed è stata assunta dal Consiglio regionale solo perché corregionale del segretario nazionale dell’Udeur. Sulla presunta incompatibilità il capogruppo del Campanile precisa: “Agisco nel rispetto delle norme, ma se Nunzia non è d’accordo si rivolga all’autorità giudiziaria”. Infine, sulla cosiddetta delibera-bavaglio Niro spiega: “Monetine e lancio di pomodori non sono manifestazioni di dissenso civile. Ma se accade dopo che si è cercato di mostrare uno scandalo che non c’è diffondendo notizie false ho ancora di più il dovere di adottarla per tutelare il decoro della struttura e di chi ci lavora”
    di Assunta Domeneghetti
    Un’immagine della manifestazione del 1 ottobre. In home il presidente Niro
    Campobasso. Non vorrebbe farsi trascinare in questa polemica con l’ormai ex collega di partito,Nunzia Lattanzio. Ma per quanto si sforzi, la noia «di trovare ogni mattina sui giornali e sui social cattiverie, vomito e scelleratezze di ogni genere» sta avendo il sopravvento.
    E così,Vincenzo Niro, il presidente del Consiglio regionale nonché capogruppo Udeur a palazzo Moffa, risponde con toni altrettanto duri al consigliere Lattanzio che da settimane lo accusa di «incompatibilità tra i due ruoli che Niro riveste», di scialacquare soldi pubblici «con 16 assunzioni fatte anche a gente mai incontrata e costate già 100mila euro» e di aver preso a lavorare in Consiglio anche la “raccomandata” del segretario nazionale del Campanile,Clemente Mastella, dopo che questo è intervenuto nella querelle a difesa di Niro.


    Lui, il presidente, questa mattina passa al contrattacco, dicendo «che se Lattanzio ritiene che ci sia qualcuno che sta commettendo reati vada a denunciarlo all’autorità giudiziaria, invece di alimentare questa polemica sui giornali. Io vado avanti nel rispetto delle leggi, delle norme del nostro regolamento e dello statuto, ma ci sono i giudici e tanti bravi avvocati che lei conosce in Molise come in Puglia, se Lattanzio vuole lamentarsi si rivolga a loro. Trovo davvero incredibile che adesso si proponga addirittura di rinunciare a 15, e non 16, contratti di collaborazione. E ancora più incredibile è quando lascia intendere cose davvero molto spiacevoli su dei professionisti».
    La dottoressa che Lattanzio dice di non aver mai visto in Consiglio (lei come altri) e che ha tirato in ballo ieri, martedì 22 ottobre, risiede a Napoli, ma proviene dallo stesso comune dell’ex Guardasigilli, Ceppaloni.
    «Ma che significa? - s’inalbera Niro – allora se io ho un professionista di Genova non posso prenderlo a lavorare perché non è molisano? La dottoressa additata dalla Lattanzio è una persona che ha un incarico di collaborazione a quattro spiccioli. E’ quella che ha lavorato all’ordine del giorno approvato all’unanimità dalla Conferenza dei presidenti di cui mi onoro di far parte per superare il vincolo del Patto di stabilità sui fondi destinati al superamento degli stati di emergenza determinati da catastrofi naturali e alle successive opere di ricostruzione. Quindi la sua è una collaborazione preziosa, altro che raccomandata!
    Voi giornalisti una domanda dovreste porvela: come mai, se il gruppo Udeur si è costituito il 9 aprile, tutto è scattato a fine giugno? Siccome io conosco il progetto della Lattanzio tiro dritto anche perché ci sono problemi ben più gravi di cui occuparsi ma, ripeto, se lei si sente danneggiata si rivolga all’autorità giudiziaria».

    Il presidente del Consiglio interviene anche sulla cosiddetta delibera-bavaglio per spiegare come mai l’Ufficio di presidenza l’ha adottata: «Con quell’atto non si vuole assolutamente disperdere l’autonomia del Consiglio, infatti non c’è scritto da nessuna parte, non si parla di vilipendio e so benissimo anche io che se un consigliere si sente offeso può querelare.



    L’abbiamo adottata solo per tutelare il decoro dell’assemblea regionale e di chi ci lavora dentro. Sollevare scandali quando lo scandalo non c’è e ritrovarsi cittadini sotto i cancelli che lanciano monetine e pomodori non sono una manifestazione civile. E se fosse successo qualcosa? Se qualcuno di quei manifestanti si fosse ferito sui cancelli di palazzo Moffa chi ne rispondeva? Sicuramente non chi diffonde notizie false. Quindi non si tratta di imbavagliare la stampa, noi accettiamo tutto ma quella delibera è solo una raccomandazione per tutelare la struttura e di chi c’è dentro».

    LINK
    Le 10 domande di Nunzia Lattanzio

    (Pubblicato il 23/10/2013)

    Campobasso - Niro e la “raccomandata” di Mastella: "Co.co.co da 4 spicci che fa un lavoro prezioso" - Primonumero.it
    Ultima modifica di ConteMax; 23-10-13 alle 23:55

 

 

Discussioni Simili

  1. La Rai coi conti in rosso assume altri 200 dipendenti
    Di orpheus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-06-13, 17:37
  2. Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 11-10-11, 21:03
  3. Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 11-05-10, 00:19
  4. allucinante alitaglia assume 1000 dipendenti
    Di novis nel forum Padania!
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 13-03-08, 19:40
  5. [Musica] Membri gruppo punk hc
    Di Fed nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 04-11-06, 23:22

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226