Centrostudi Giuseppe Federici - Per una nuova insorgenza


Comunicato n. 87/13 del 23 ottobre 2013, San Teodoro

Rassegna stampa del 23.10.2013

Francia: a scuola si vacol grembiulino…
10/09/2013 - Il ministrodell’educazione francese Vincent Peillon fa passi avanti nella costruzione diquella che secondo lui dovrebbe essere la nuova religione francese: la«religione repubblicana». Ieri ha presentato in un liceo della banlieueparigina la «Carta della laicità a scuola», che verrà affissa in tutti gliistituti scolastici della Francia. L’obiettivo dichiarato di Peillon, secondocui «non si potrà mai costruire un paese libero con la religione cattolica», èquello di «strappare il bambino da tutti i suoi legami pre-repubblicani per insegnarglia diventare un cittadino. È come una nuova nascita». Il primo strumento, oltreall’insegnamento obbligatorio di “morale laica“, è proprio la Carta dellalaicità. Nel documento si sottolinea che «nessuno potrà evidenziare la propriaappartenenza religiosa per rifiutare di conformarsi alle regole applicabilinella Scuola della Repubblica» e che «il personale [scolastico] ha un dovere distretta neutralità: non deve manifestare convinzioni politiche o religiosenell’esercizio delle proprie funzioni». (…)
Francia, a scuola la Carta della laicità antireligiosa

Cercasi macine da legare al collo
7/10/2013- In Argentina le autorità, sulla base di un disegno di legge sull’identità digenere approvato nel maggio 2012, hanno detto sì al cambiamento ufficiale disesso per un bambino di sei anni. La nuova legislazione argentina in materia digenere consente, infatti, il cambiamento del sesso e del nome sui documentiufficiali senza la necessità di alcuna approvazione da parte del tribunale. Ilgovernatore di Buenos Aires, Daniel Scioli, ha, dunque, approvato la richiestadi Manuel di cambiare il suo nome di battesimo in Lulu sulla carta d’identitàargentina e sul proprio certificato di nascita. I media locali, come riporta ilsito della “BBC”del 27 settembre, hanno messo in risalto come sia il primo caso al mondoin cui un bambino ottiene il cambiamento della propria identità attraverso unprocesso amministrativo senza ricorrere ai tribunali. Tale decisione è arrivatadopo mesi di tentativi da parte dei genitori di Manuel, che avevano visto laloro richiesta negata due volte a causa dell’età del bambino al di sotto dei 14anni e quindi non in grado di prendere consciamente una simile decisione. Ma lavicenda ha subito un improvviso cambiamento di rotta a seguito di una letterainviata dalla madre del bambino ad una agenzia nazionale per la protezionedell’infanzia. Tale organo federale ha, infatti, rilevato come negare albambino il cambiamento di genere fosse una violazione dei suoi diritti, in basealla “Convenzione sui diritti del fanciullo delle Nazioni Unite”. (…)
L?Argentina approva il cambiamento di sesso per un bambino di sei anni | No Cristianofobia - Osservatorio sulla Cristianofobia nel mondo

Chi sisomiglia si piglia
8/10/2013 - Il Gran Maestro,Gustavo Raffi, ha concesso la 'Galileo Galilei' al prof. Franco Cardini. Laconsegna della prestigiosa onorificenza è avvenuta al termine dellapresentazione del libro 'Metamorfosi del Graal', di Francesco Zambon, che si ètenuta il 7 ottobre al Teatro il Vascello, a Roma, a cura del ServizioBiblioteca del Grande Oriente. Questa la motivazione del riconoscimentoassegnato allo storico: "La memoria è radice per vivere il presente ecostruire il futuro. Franco Cardini ha creato ponti all'incontro delledifferenze, facendo conoscere con studi profondi la storia profonda di quelleCattedrali di pietra e sapienza che nell'Età di Mezzo videro l'Uomo lottarealla ricerca di senso. Accademico internazionale e maestro di pensiero pertanti giovani studiosi, ha fatto scoprire l'attualità del Medioevo, lo spiritodei Cavalieri, il sogno dei Templari di una pace religiosa tra Oriente eOccidente, Cristianesimo e Islam. Perché nulla è più vicino alla nostra sensibilitàodierna dello spirito medievale. Il Grande Oriente d'Italia è onorato diindicarlo come esempio di studio rigoroso e di verità storica. Passione eragione fanno di Cardini un interprete autentico del Medioevo, un confrontosicuro per ogni coscienza che voglia costruire su cultura e dialogo perabbattere i muri dell'intolleranza e dell'odio. Per noi un compagno di viaggioche si lega alla catena degli uomini del dubbio per costruire ancora incontri efare spazio alla pace". L'Onorificenza 'Galileo Galilei' è stata istituitanel 1995 dal Grande Oriente d'Italia, quale riconoscimento per i non massoniche si siano distinti "per l'impegno nella ricerca del vero e del giusto,nell'attuazione e nella difesa dei principi e degli ideali massonici, nelperseguimento dei valori tesi alla realizzazione di un'Umanità migliore escevra da pregiudizi".
Grande Oriente d'Italia - Sito Ufficiale

Terra Santa - Il patriarca latino contro la"giudaizzazione di Gerusalemme", cristiani sempre più in difficoltà.
9/10/2013 -(...) In Terra Santa, a Gerusalemme in particolare, dove continua il processodi giudaizzazione, come anche la costruzione di agglomerati, dobbiamo segnalarecon dolore che la nostra catastrofica situazione non preoccupa più né lacomunità internazionale, né i paesi arabi islamici, perché adesso l’attenzioneè rivolta al penoso conflitto siriano o alla problematica situazione in Egitto.Discorsi e promesse non sono affatto sufficienti, sia che provengano dallaparte araba, islamica o dalla parte occidentale. La gente, avendo perso lapropria fiducia in queste promesse, sogna di emigrare all’estero, per scapparead una situazione che non può più sopportare. Più rimorsi nel caso di venditadi abitazioni, di proprietà, ereditate dai nostri antenati, un mezzo perassicurare il processo di emigrazione, fuggendo dal paese verso altriorizzonti. L’Oriente arabo, privo dei cristiani, non è l’Oriente che noiconosciamo, che noi amiamo.(...)
?L?Oriente arabo, privo di cristiani, non è l?Oriente? S.B. Twal | Patriarcato latino di Gerusalemme

Bergoglio:le ingiustizie della Chiesa contro gli ebrei!
11/10/2013 - “Da molti secoli la Comunità ebraica ela Chiesa di Roma convivono in questa nostra città, con una storia che è stataspesso attraversata da incomprensioni e anche da autentiche ingiustizie".Lo ha detto papa Francesco ricevendo in udienza in Vaticano una delegazionedella Comunità ebraica romana.(…)
Il Papa chiede scusa agli ebrei: "Ingiustizie dalla Chiesa" - Tgcom24

Rabbinipoco pacifici
11/10/2013 - In cambio di migliaia di dollari,avrebbero fatto sequestrare e torturare degli ebrei ortosoii spostai percostringerli a divorziare. Dieci persone, tra cui due rabbini, sono statearrestate.
20 minutes - Des rabbins kidnappeurs à New York - Monde

Funerali
17/10/2013 -In Israele folla oceanica al funerale del rabbino che predicava odio erazzismo:
EBREI CONTRO - ABRAHAM YEHOSHUA ROMPE LE OVADIA NEL PANIERE: “IL RABBINO OVADIA YOSEF

Diversamenteandreottiano
17/10/2013 - Il caso diRafael Correa ricorda quello del suo omologo dell’Uruguay Tabaré Vazquez chenel 2008 vietò la legge che depenalizzava l’aborto in Uruguay dopo essere stataapprovata di stretta misura dal parlamento e fu costretto alle dimissioni.Adesso il presidente ecuadoriano, socialista come il collega dell’America delSud, minaccia di fare la stessa cosa se l’Assemblea Nazionale del suo paeseapproverà la proposta di legge che vorrebbe introdurre norme per ladepenalizzazione dell’aborto, pratica che attualmente il codice penale delpaese andino vieta severamente. (…)
SOCIALISTA, RIVOLUZIONARIO, CONTRO L?ABORTO. Il Presidente dell?Ecuador Rafael Correa pronto a lasciare se il suo partito approverà la depenalizzazione dell'aborto | Terre d'America di Alver Metalli

Prefetti
17/10/2013 - Ci siamo, o meglio ci risiamo. Il Prefetto di Vicenza taleMelchiorre Fallica, ha bloccato l’iniziativa del Comune di Rosà,piccolo centro vicentino, che aveva deciso di intitolare una via cittadina alPatriota veneto e studioso di storia locale Bepin Segato. Come si evince dai giornali,la scelta del Prefetto è stata motivata dal fatto che Segato ful’ideologo dei Serenissimi e quindi si macchiò di un reato. In questa Italia dove ancora esiste, senzamotivo, l’istituzione prefettizia di napeoleonica memoria si intitolanoaule parlamentari a criminali oppure vie a decantati fatti di sangue quali“via Tito”, “via Garibaldi” o “piazza Risorgimento”. Ma si nega di intitolareuna via ad un uomo pacifico, studioso che non si è macchiato nemmeno di unagoccia di sangue. L’unica sua colpa fu, pacificamente, quella di volere lalibertà per la propria nazione veneta. (…)
Il prefetto vieta che una strada sia intitolata a Bepin Segato | L'Indipendenza

Taci,il nemico ti ascolta
17/10/2013- Cinque anni. E’ la durata del Daspo (Divieto di accesso alle manifestazionisportive) emesso a carico di Peppino Baldassarre, medico, giornalista e notoopinionista sportivo di Foggia, che domenica 6 ottobre, nel minuto diraccoglimento di Foggia-Martina in memoria delle vittime di Lampedusa si eraespresso così: “Fossero rimasti a casa sarebbero ancora vivi”, giustificandolacome una frase alla Catalano. Il caso aveva suscitato profonda indignazione daparte del gruppo consiliare di Sel - che aveva invitato l’Ordine deiGiornalisti ad indagare o a sanzionare Baldassarre, del vicepresidentedell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, Natale Labia (che aveva assicurato chesarebbe stato oggetto di un esposto) e anche dell’Assostampa e Ussi Puglia, chein una nota congiunta avevano manifestato “indignazione per la qualunquisticaspudoratezza con cui il soggetto ha manifestato la sua libera opinione,giustificandola poi come una “battuta alla Catalano”. Ieri anche il Consigliodell’Ordine dei Giornalisti aveva espresso un giudizio negativo su quanto accaduto,stigmatizzando il comportamento del collega e segnalando i fatti al Consigliodi disciplina territoriale per verificare se per il collega Baldassarre siprefigurasse una violazione delle regole deontologiche e nello specificodell'articolo 2 della legge istitutiva n. 69 del 1963”.
Foggia, Daspo giornalista Peppino Baldassarre

_____________________________

Federici Blog | 
:: Centro Studi Giuseppe Federici - Per una nuova Insorgenza ::