AVELLINO, MENO TASSE A CHI ADOTTA UN CANE

Scritto da Chiara Amendola 30 ottobre 201




AVELLINO, MENO TASSE A CHI ADOTTA UN CANE
Scritto da Chiara Amendola 30 ottobre 2013

canile_setterNiente tassa sui rifiuti per chi adotta un cane, l’iniziativa, che segue altre nate sulla stessa scia, arriva da Avellino dove la giunta del Comune ha approvato la concessione di incentivi a chi adotta un cane ospite del canile. Si tratta di un contributo pari alla quota Tares della famiglia per un massimo di 700 euro l’anno.


Il provvedimento, ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Ruberto, mira a ottenere “un maggiore coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni nel contrasto al fenomeno del randagismo. Siamo infatti fermamente convinti che favorire iniziative di ‘cittadinanza attiva’ sia indispensabile per un’efficace gestione dei sevizi di pubblico interesse”, pensando anche alla creazione di “una struttura recettiva che non abbia le caratteristiche di un luogo di reclusione, ma nella quale gli animali possano interagire costantemente con le persone e con l’ambiente che li circonda”.


Non solo il comune irpino ma tante le città italiane che hanno adottato provvedimenti del genere per combattere il fenomeno del randagismo. A Lecce la Tares per chi accoglie in casa un cane viene scontata di 300 euro, a Solarino il contributo arriva ad un messimo di 750 euro l’anno, a Bondeno, nel Ferrarese, vige l’esenzione totale per chi adotta uno dei 23 cani ancora ospiti nella struttura della Lega nazionale del cane.


Una bella Italia da “leggere”, di cui vorremmo sentir parlare tutti i giorni