User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
Like Tree5Likes

Discussione: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Yahoo Notizie - Ultime Notizie dall'Italia e dal Mondo

    Roma, 5 nov. (LaPresse) - Il governo ha deciso di vietare il traffico delle navi da crociera nel Canale di Giudecca a Venezia e prevede la costruzione di "una nuova via di accesso alla Stazione marittima, individuata nel canale Contorta Sant'Angelo, come diramazione del Canale Malamocco-Marghera". La decisione di realizzare un nuovo canale non ha però mancato di sollevare delle critiche. Il senatore di Sel Giulio Marcon usa parole dure. "E' assolutamente inaccettabile - ha detto - che la riunione di oggi abbia dato il via all'ipotesi di un altro canale, la Contorta Sant'Angelo, il cui scavo avrebbe un effetto drammatico sull'ecosistema della laguna".
    "In considerazione delle prospettive di sviluppo del porto di Venezia, centrate sulla piattaforma d'altura e sulla bonifica e riconversione del porto di Marghera - annuncia Palazzo Chigi - si è deciso di promuovere una revisione del Piano regolatore portuale con l'obiettivo, tra l'altro, di definire e realizzare a Marghera siti alternativi rispetto all'attuale terminal crocieristico".
    Questi i tempi dell'applicazione delle restizioni al traffico nel Canale. "Dal 1° gennaio 2014 dovrà essere vietato il passaggio nello stesso Canale dei traghetti, con conseguente riduzione del 25% dei transiti davanti a San Marco e del 50% delle emissioni inquinanti; dal 1° gennaio 2014 dovrà essere ridotto fino al 20% (rispetto al 2012) il numero delle navi da crociera di stazza superiore alle 40.000 tonnellate abilitate a transitare per il Canale della Giudecca; dal 1° novembre 2014 dovrà essere definitivamente precluso il transito delle navi crocieristiche superiori a 96.000 tonnellate di stazza lorda". "Andranno, infine, assicurate - si legge nella nota di Palazzo Chigi - una riduzione dello stazionamento giornaliero massimo (non superiore a 5 navi da crociera di stazza superiore alle 40.000 tonnellate) e una contrazione dei passaggi residui nelle ore centrali della giornata, con concentrazione delle partenze e arrivi all'alba e al tramonto".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,392
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    sono riusciti a fare di venezia e della sua laguna,
    il più abominevole di tutti gli scempi ambientali.

    mestre-marghera, il porto commerciale e il più
    grande polo chimico d'europa, il tutto realizzato
    a qualche chilometro da piazza san marco,
    nel contesto di una penisola che ha migliaia
    di kilometri di coste utilizzabili a tale scopo.

    verrebbe da dire che tutto questo è stato fatto
    di proposito, in linea con il pensiero dei nemici
    delle tradizioni e delle identità.

    vero è, che il veneto è sotto attacco come nessuna
    altra regione dal punto di vista ambientale e
    dalla pressione immigratoria, che in alcune aree
    ha superato nei numeri, quelli degli autoctoni.
    Alexramones likes this.

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,743
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Amico, non credere che non ci sia di peggio al Nord.
    Siamo tutti, salvo FORSE qualche isoletta un po' meno distrutta, in una situazione terribile.
    Per questo occorre essere almeno uniti il più possibile, da ovest ad est tutti contro Roma e contro l'itaglia.
    Eridano likes this.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  4. #4
    Alleanza Ribelle
    Data Registrazione
    19 Oct 2012
    Località
    Shanghai, RPC
    Messaggi
    6,222
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    vero è, che il veneto è sotto attacco come nessuna
    altra regione dal punto di vista ambientale e
    dalla pressione immigratoria, che in alcune aree
    ha superato nei numeri, quelli degli autoctoni.
    Padova ormai dopo le 20 diventa pericolosa. Puoi vedere prostitute e spacciatori quasi in pieno centro.
    TIOCFAIDH ÁR LÁ
    ╾━╤デ╦︻

    革命无罪,造反有理

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,392
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    lo so benissimo,
    ma nel caso del veneto, tanta è stata la rapidità
    del processo di devastazione ambientale e della
    destrutturazione della società, che le reazioni
    degli autoctoni, sono di incredulità, sgomento,
    e magari di esagerazione nel raffronto tra
    le altre regioni del nord.

    d'accordo con il contro roma e contro una unità
    imposta e fittizia che danneggia tutti i popoli della
    penisola, ma va ripensato il "cosa fare", nel progetto
    di indipendenza dopo il crollo della baracca.

    se il nuovo deve seguire gli stessi percorsi dello
    "sviluppo ed espansione sempre e comunque",
    fin qui realizzati, non credo ci siano grandi
    opportunità di un reale miglioramento della
    qualità di vita collettiva per gli autoctoni.

    ho sempre creduto che il progetto di indipendenza,
    vada associato a un cambiamento radicale, rispetto al
    paradigma fin qui imperante.

    del resto la nostra "bravura" nel lavorare e produrre,
    ci ha procurato sicuramente qualche benessere,
    ma il prezzo è stato tale, da farci rimpiangere
    i tempi in cui i nostri territori, erano per lo più
    una unica, immensa distesa, di aree verdi, vocate
    all'agricoltura.
    Alexramones and Luis Molina like this.

  6. #6
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,372
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    lo so benissimo,
    ma nel caso del veneto, tanta è stata la rapidità
    del processo di devastazione ambientale e della
    destrutturazione della società, che le reazioni
    degli autoctoni, sono di incredulità, sgomento,
    e magari di esagerazione nel raffronto tra
    le altre regioni del nord.

    d'accordo con il contro roma e contro una unità
    imposta e fittizia che danneggia tutti i popoli della
    penisola, ma va ripensato il "cosa fare", nel progetto
    di indipendenza dopo il crollo della baracca.

    se il nuovo deve seguire gli stessi percorsi dello
    "sviluppo ed espansione sempre e comunque",
    fin qui realizzati, non credo ci siano grandi
    opportunità di un reale miglioramento della
    qualità di vita collettiva per gli autoctoni.

    ho sempre creduto che il progetto di indipendenza,
    vada associato a un cambiamento radicale, rispetto al
    paradigma fin qui imperante.

    del resto la nostra "bravura" nel lavorare e produrre,
    ci ha procurato sicuramente qualche benessere,
    ma il prezzo è stato tale, da farci rimpiangere
    i tempi in cui i nostri territori, erano per lo più
    una unica, immensa distesa, di aree verdi, vocate
    all'agricoltura.
    Il lavoro dell'Oneto serve proprio per il dopo, oltre che per attrezzare di cultura identitaria i beoti polentoni e, in particolare, i loro peggiori esponenti: politici, intellettuali e imprenditori.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,743
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Citazione Originariamente Scritto da RibelleInEsilio Visualizza Messaggio
    Padova ormai dopo le 20 diventa pericolosa. Puoi vedere prostitute e spacciatori quasi in pieno centro.
    Se vuoi possiamo far cambio con Torino.
    Io ci sto di corsa.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,743
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Il lavoro dell'Oneto serve proprio per il dopo, oltre che per attrezzare di cultura identitaria i beoti polentoni e, in particolare, i loro peggiori esponenti: politici, intellettuali e imprenditori.
    Sei un amico.
    Preferisco non commentare.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #9
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,743
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    Caro Max,
    mi sembra che ci siano già tanti ma tanti di quei problemi per il "prima", che fare discussioni che possono solo disperderci sul "dopo" sia deleterio.
    E' sul "prima" che oggi dobbiamo lavorare.
    Ho sempre sostenuto che dovremmo almeno un minimo organizzarci, proprio perchè se no, capitasse mai che si realizzi il sogno, saremmo preda della LN e di tutti i suoi scagnozzi, compresi quelli che preparano il "dopo" senza mai dire e fare un cazzo per il "prima" e che sicuramente rivedremmo in quel momento finalmente ricompattati nella loro vera identità.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,392
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Roma ordina, che per il bene di Venezia, dal 2014...

    guarda che il "prima" si integra perfettamente
    con il "dopo", perché non è pensabile costruire
    e aderire a un progetto identitario, che deve superare
    gli attuali dogmi dello sviluppo infinito, e delle relative
    conseguenze sulla produzione, lavoro, finanza, etc.
    senza prima aver sviscerato ogni suo aspetto sul
    nuovo che si andrà a realizzare.

    ricordo come nella lega della prima ora, moltissimi
    furono attratti dall'idea di maggiore equità ed efficenza
    di un sistema federale, ma in cuor loro erano altrettanto
    convinti che tali virtù andassero applicate a una legislazione,
    volta a favorire e incentivare l'espansione economica,
    senza considerare i micidiali effetti su aree già
    altamente industrializzate e antropizzate.

    in pratica la loro idea politica, non andava più in la
    di una "efficenza" amministrativa, che doveva varare
    piani regolatori a tutto spiano, in tempi quanto
    più brevi possibili.

    quando nel mio piccolo tentai di spiegare, che la lega
    doveva guardare oltre le contingenze del breve periodo,
    per lanciarsi con audacia a prospettare cambi
    epocali di un insostenibile paradigma, e che governare
    il territorio doveva significare dire NO a ulteriori
    "valorizzazioni" delle aree, non ti dico quale accoglienza
    ebbero tali idee.

    a distanze siderali di tempo e di eventi accaduti, mi
    convinco sempre di più, che solo la dura realtà
    potrà imporre ciò che non si è avuto il coraggio di
    dire allora con assoluta onestà.

    il "cambiamento" avverrà, ma nelle condizioni di caos e
    decadenza generalizzati, imprimendo svolte autoritarie
    che andranno a collocarsi politicamente e culturalmente,
    agli antipodi dell'idea confederale e dell'autogoverno
    dei popoli.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-11-13, 08:42
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-10-13, 14:13
  3. Roma o Venezia?
    Di Venom nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 30-10-12, 07:58
  4. candidatura per le olimpiadi, roma o venezia?
    Di Noir nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 20-05-10, 23:03
  5. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 24-05-05, 20:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226