User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
Like Tree2Likes

Discussione: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

  1. #1
    Auto-cancellato
    Data Registrazione
    08 Nov 2013
    Messaggi
    6,050
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Negli ultimi mesi del 2013 l'Europa è attraversata da rivolte di notevole portata, contrassegnate da violenze e tensioni politico-sociali. Il fulcro di questa instabilità è la Grecia, in cui, dopo settimane di proteste del partito Alba Dorata contro le vessazioni subite dalle autorità, si è giunti, nella seconda parte del mese di novembre, alla formazione di gruppi armati fra loro avversi ideologicamente, che si contendono il potere della penisola ellenica. La situazione presto degenera, ed in seguito bombardamento del palazzo del Parlamento a colpi di mortaio, all'arresto e all'uccisione dei componenti del governo, scoppia una guerra civile fra gruppi armati affiliati ad Alba Dorata e gruppi armati comunisti.
    Il leader del Partito di Alba Dorata, Michaloliakis, viene liberato dai suoi fedelissimi, e in un memorabile discorso pronunciato sull'Acropoli, dichiara la costituzione della Repubblica Sociale Greca. I comunisti reagiscono proclamando piccoli stati limitati alle città controllate.
    Dopo mesi di scontri, nel febbraio 2014 le forze neofasciste della Repubblica Sociale prevalgono, occupando tutto il territorio ellenico e obbligando i comunisti, oramai relegati ai confini settentrionali del paese, a riparare in Albania e in Macedonia.
    La NATO vede la situazione greca con molta preoccupazione, e si accinge ad invadere il paese con una coalizione composta da Stati Uniti, Francia e Regno Unito. Tuttavia, la Russia vanifica questo proposito, minacciando ritorsioni contro le basi americane dell'Est Europa in caso di un attacco. La NATO pertanto desiste, ma gli USA decidono comunque di indebolire la Repubblica Sociale Greca con varie sanzioni di ordine economico.
    Il successo della Rivoluzione Greca ha alimentato un risveglio delle forze neofasciste europee, che hanno preso le redini dell'opposizione anticapitalista europea, organizzando manifestazioni e rivolte continue e frequenti in Spagna, Italia, Albania, Macedonia e Bulgaria. Le forze neofasciste di questi ultimi tre paesi, in particolare, formano un alleanza con la Repubblica Sociale Greca, che li sostiene economicamente, nella speranza di esportare la Rivoluzione Fascista anche nei paesi limitrofi, aspirando all'egemonia dell'area balcanica. Ciononostante, il teatro rivoluzionario albanese si rivela estremamente difficile, in quanto le forze neofasciste devono fronteggiare un'opposizione decisa da parte, oltre che dalle forze comuniste nazionali, anche dai rifugiati comunisti greci e dalla nutrita comunità musulmana, che dispone di armate jihadiste salafite sorte con l'appoggio dei servizi segreti americani e britannici. Analoga situazione, seppur meno complessa e pericolosa, anche in Bulgaria e Macedonia. Questi tre paesi sono afflitti quindi da scontri violentissimi con migliaia di morti e crimini di guerra commessi da tutte le fazioni. In Albania, al fianco dei fascisti, intervengono truppe di volontari provenienti dalla Repubblica Sociale Greca, la quale contribuisce anche con lanci di missili contro le postazioni comuniste e salafite. Dopo un anno, nell'aprile del 2015, vengono proclamate la Repubblica Sociale Albanese, la Repubblica Sociale Bulgara e la Repubblica Sociale Macedone.
    In uno storico incontro, tenuto a Tirana, fra i delegati dei partiti fascisti dei tre paesi, viene proposta da parte greca la costituzione di una Federazione delle Repubbliche Sociali Corporative, alla quale aderiscono la Bulgaria e l'Albania, con l'esclusione della Macedonia, che preferisce proseguire il proprio cammino rivoluzionario in maniera autonoma.
    A distanza di pochi mesi, nel giugno 2014, si tiene ad Atene un incontro segreto fra i capi rivoluzionari della neonata Federazione e alcuni delegati delle Forze Armate Russe, i quali chiedono e ottengono il permesso di costruire basi militari (navali e missilistiche) sulla costa albanese, a Creta e nelle Isole Cicladi, in cambio di aiuto nella repressione di movimenti sovversivi di matrice salafita sorti nell'area albanese e bulgara.



    (CONTINUA)
    Maestrale likes this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    L'idea non è male, però mi sa che gli USA interverrebbero prima che Alba Dorata prendesse il potere.

  3. #3
    Non è mai stato facile
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    28,937
    Mentioned
    1182 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Anche a me piace.

    Da conoscitore e appassionato della penisola balcanica però mi sembra difficile che forze sia di estrema sx che di estrema dx possano prevalere in Albania, mentre è una situazione che ritengo più verosimile negli altri paesi coinvolti nella tua dissertazione (Macedonia e Bulgaria ad esempio, oltre alla Grecia naturalmente).

    Devi considerare che l'Albania è di gran lunga il paese più filo-americano e filo-occidentale della penisola, per vari motivi storici, che ti elenco sommariamente: un radicato anti-comunismo dell'opinione pubblica, dovuto a decenni di dittatura repressiva, che aveva portato il paese ad essere il più povero del mondo, addirittura con un reddito pro-capite inferiore a quello dei peggiori stati africani. In più ci sono le continue guerre e inimicizie con tutti i paesi filo-serbi confinanti (Montenegro, Serbia, Macedonia e gli ortodossi del Kosovo, abitato comunque prevalentemente da albanesi), differenti per cultura, religione ed etnia. Inoltre le religione islamica non è così radicata in Albania da poter facilitare la formazione o la permanenza di gruppi terroristici di matrice salafita, dopo diversi decenni di ateismo imposto dall'URSS.

    Discorso opposto per iutti gli altri paesi dell'ex Jugoslavia, dove è ancora alta la percentuale di nostalgici del vecchio regime di Tito, non solo fra gli ortodossi, ma anche fra i cattolici e perfino fra qualche musulmano, in quanto in quel periodo il reddito pro capite era molto più alto di quello attuale e la Jugoslavia era molto più ricca e potente dei vari paesi che ora si sono formati in seguito alle guerre che hanno portato alla sua frammentazione. Stesso discorso per la Bulgaria. Questi sono paesi dove il sentimento anti-occidentale e anti-europeista è di gran lunga più comune. Ma se scoppiassero i tumulti che hai prospettato tu, è facilmente prevedibile anche una recrudescenza dei vecchi rancori fra i nazionalisti religiosi (come nella guerra di Bosnia), altrettanto numerosi rispetto ai nostalgici jugoslavi. In sostanza la penisola balcanica è una polveriera, da sempre. Quindi qualsiasi salita al potere di forze rivoluzionarie (evento che comunque è verosimile secondo me, tranne che per l'Albania) avrebbe anche come conseguenza probabile una nuova guerra civile.
    Ultima modifica di Maestrale; 21-11-13 alle 00:16
    FrancoAntonio likes this.

  4. #4
    Auto-cancellato
    Data Registrazione
    08 Nov 2013
    Messaggi
    6,050
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Gli anni successivi sono caratterizzati da un inesorabile consolidamento della FRSC e, conseguentemente, anche dell'antagonismo fascista dell'Europa intera. I problemi interni alla Federazione vengono risolti, oltre che grazie all'aiuto russo, anche attraverso una feroce politica di ellenizzazione dell'Albania, attuata ricorrendo a rastrellamenti dei villaggi e imposizioni culturali.
    Nel 2030, l'Albania è completamente ellenizzata e cristianizzata e la Bulgaria è abbandonata dalle comunità musulmane, rifugiatesi prevalentemente in Turchia e nell'Europa Occidentale.
    Nel frattempo, la costruzione delle basi missilistiche e navali russe è stata completata, con molte proteste, ma vane, della comunità internazionale.
    Nel 2025, inoltre, un Congresso del Partito Fascista della Federazione delle Repubbliche Sociali Corporative ha decretato la formazione dell'Organizzazione Internazionale Fascista, un'organizzazione volta a coordinare e sostenere la lotta dei movimenti neofascisti europei. Alla neonata Organizzazione aderiscono presto i movimenti neofascisti italiani, spagnoli, portoghesi, serbi e croati.
    Per quanto concerne la situazione italiana, in particolare, già da qualche decennio l'Italia è una Repubblica Presidenziale. Nel Meridione, i movimenti secessionisti neoborbonici hanno raccolto un seguito notevole, nonostante l'illegalità alla quale sono costretti, e si defila il profilo di futuri sconvolgimenti politico-territoriali del paese.

    (CONTINUA).
    Ultima modifica di von Dekken; 21-11-13 alle 18:35 Motivo: modifica effettuata su richiesta dell'autore

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    47,756
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Napolitano vivo nel 2030? e fino a quanto lo vuoi far vivere? nel 2030 avrebbe 105 anni. E perchè no Berlusconi che grazie alle nuove tecnologie vuole arrivare fino a 120, cioè fino al 2056?
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 21-11-13 alle 16:35
    Scommetti su Dio. Se Lui esiste hai fatto un buon affare; se non esiste non hai perso niente (Pascal)

  6. #6
    Auto-cancellato
    Data Registrazione
    08 Nov 2013
    Messaggi
    6,050
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Citazione Originariamente Scritto da Candido Visualizza Messaggio
    Napolitano vivo nel 2030? e fino a quanto lo vuoi far vivere? nel 2030 avrebbe 105 anni. E perchè no Berlusconi che grazie alle nuove tecnologie vuole arrivare fino a 120, cioè fino al 2056?
    [Chiedo al moderatore Von Dekken di rettificare, rimuovendo la frase "in cui il potere è accentrato nelle mani di Giorgio Napolitano, che è di fatto il dittatore del paese."]

  7. #7
    Auto-cancellato
    Data Registrazione
    08 Nov 2013
    Messaggi
    6,050
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Il 14 agosto del 2037, in occasione dell'Anniversario del Massacro di Casalduni e Pontelandolfo compiuto dalle truppe piemontesi nel 1861, i movimenti secessionisti neoborbonici organizzano a Napoli un'imponente manifestazione che sfocia presto prima in tafferugli, poi in una guerriglia urbana destinata, nel giro di una settimana, ad estendersi all'intera regione della Campania, con la formazione di gruppi armati secessionisti. Nel settembre dello stesso anno, lo Stato Maggiore delle Forze Armate Italiane dichiara lo stato di allerta nazionale, mobilitando le truppe nel Meridione.
    Inizia dunque la Guerra di Secessione Neoborbonica, che vede schierati il governo centrale italiano insieme agli alleati americani, francesi e britannici contro il Movimento Secessionista, supportato dalla FRSC, che ha inviato truppe di militi volontari e alcune divisioni corazzate, e dalla Russia, che ha messo a disposizione dei secessionisti le sue portaerei nel Mediterraneo.
    Dopo circa due anni di sanguinosi scontri nella Penisola, una Risoluzione delle Nazioni Unite, sostenuta tenacemente dalla diplomazia russa, dichiara la costituzione dello Stato neoborbonico, comprendente le regioni di Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.
    Tuttavia, ben presto sorgono dissidi all'interno del movimento secessionista stesso, dovuto alla formazione di due fazioni: una fazione monarchica, filo-occidentale; ed una fazione repubblicana, filo-fascista e filo-russa, che mira alla costruzione di una Repubblica Sociale su modello greco.

    (CONTINUA).
    Ultima modifica di - SAVONAROLA -; 21-11-13 alle 17:23

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Citazione Originariamente Scritto da - SAVONAROLA - Visualizza Messaggio
    [Chiedo al moderatore Von Dekken di rettificare, rimuovendo la frase "in cui il potere è accentrato nelle mani di Giorgio Napolitano, che è di fatto il dittatore del paese."]
    fatto

  9. #9
    Auto-cancellato
    Data Registrazione
    08 Nov 2013
    Messaggi
    6,050
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Il dissidio si risolve nella vittoria della fazione repubblicana, che nel Congresso Secessionista Neoborbonico di Crotone (maggio 2041) dichiara la costituzione della Repubblica Sociale Meridionale.
    L'Europa sembra quindi destinata al dominio geopolitico russo, per il quale gli eventi balcanici e la guerra secessionista in Italia si sono rivelati una manna dal cielo.
    Ciononostante, i decenni successivi alla guerra secessionista vedono violenti repressioni ai danni forze fasciste: numerosi circoli spagnoli e portoghesi dell'Internazionale Fascista vengono chiusi e i loro membri arrestati; a Londra e a Parigi molti cittadini spagnoli, portoghesi, italiani e greci vengono incarcerati con l'accusa di essere agenti dell'Interfascio.
    La FRSC, inoltre, in collaborazione con un team di scienziati russi, ha segretamente avviato un progetto di costruzione di un proprio arsenale nucleare, conducendo i lavori nei sotterranei delle basi russe in Albania, a Creta e nelle Cicladi, nonché in laboratori realizzati fra i monti nord-orientali.
    In seguito ai fatti italiani, la NATO ha intensificato l'attività militare in Sardegna, trasferendo anche ordigni strategici di carattere balistico (ICBM) e realizzando un' importante base navale a Cagliari, la cui costruzione viene ultimata nel giro di un decennio.
    Rimane l'ostilità fra il Blocco Fascista e il Blocco Plutocratico (in varie occasioni unità aerospaziali di ricognizione della NATO vengono intercettate dai radar della Repubblica Sociale Meridionale e della FRSC, e prontamente abbattute).
    La Russia si rivela un fattore importante nel potenziamento militare del Blocco Fascista: le forze armate meridionali e federative vengono ridimensionate grazie agli accordi con i leader russi.

    Nel frattempo, in Iran, delle fotografie scattate durante la parata tenuta annualmente in occasione dell'anniversario della fine della guerra contro l'Iraq, mostrano degli SS-9 e degli SS-18, ovvero Missili Balistici Intercontinentali di fabbricazione sovietica notoriamente dotati di testata nucleare. Le foto fanno il giro del mondo, e ovviamente non mancano di arrivare nelle stanze del Pentagono, il quale intuisce che è molto probabile che l'Iran possedesse ordigni nucleari da moltissimo tempo, da prima che avviasse il suo programma nucleare. A Washington si ipotizza dunque che tutto il clamore massmediatico in merito all'arricchimento dell'uranio sia stato soltanto una messinscena del governo iraniano volta a dissimulare la presenza degli ICBM sovietici sul territorio della Repubblica Islamica, missili ottenuti probabilmente verso la fine degli anni novanta dalla Russia.
    Ultima modifica di - SAVONAROLA -; 21-11-13 alle 18:58

  10. #10
    Alleanza Ribelle
    Data Registrazione
    19 Oct 2012
    Località
    Shanghai, RPC
    Messaggi
    5,548
    Mentioned
    30 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Rivoluzioni europee e Terza Guerra Mondiale.

    Napolitano dittatore del paese?

    Dove sarebbe l'ucronia?
    TIOCFAIDH ÁR LÁ
    ╾━╤デ╦︻

    革命无罪,造反有理

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La Terza Guerra Mondiale
    Di Cattivo nel forum FantaTermometro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-04-13, 19:59
  2. Terza Guerra Mondiale
    Di Cattivo nel forum FantaTermometro
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 04-05-12, 18:42
  3. La Terza Guerra Mondiale?
    Di Nando Biondini nel forum Repubblicani
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-02-08, 12:37
  4. Terza Guerra Mondiale
    Di R.Namaziano nel forum Politica Estera
    Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 21-07-07, 16:38
  5. E' scoppiata la Terza guerra mondiale
    Di Catilina nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 24-03-03, 17:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225