User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,743
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Consiglio regionale: altri 4 consiglieri presto a giudizio per lo scandalo rimborsi


    Quattro politici a rischio processo e uno spaccato di malapolitica che fa salire il sangue alla testa: l’avviso di conclusione indagine notificato dai magistrati accende di nuovo i riflettori sullo scandalo dei rimborsi elettorali che ha travolto la Regione Lazio nel 2012, negli anni della consiliatura targata Renata Polverini.
    Tutto era cominciato con Franco Fiorito detto Batman. Ora altri quattro ex consiglieri del Pdl rischiano il processo. E i magistrati continuano ad indagare.
    C’è Stefano Galetto, che tra il febbraio 2010 e il luglio 2012 coi soldi dei rimborsi elettorali ci avrebbe finanziato la sua associazione rugbistica: secondo i magistrati il denaro sarebbe partito dal conto corrente del gruppo consigliare del Pdl e sarebbe arrivato all’associazione sportiva. Per Galetto l’accusa è peculato.

    C’è Lidia Nobili, che dovrà rispondere di fatture false. Parte del denaro (139mila euro) destinato all’evento “La Regione incontra Rieti” sarebbe stato utilizzato per la promozione della sua candidatura a sindaco di Rieti, sostengono i magistrati.
    C’è Romolo Del Balzo, che avrebbe presentato “generiche richieste di rimborso per spese anticipate risultate false, perché di valore notevolmente inferiore alla documentazione prodotta”.
    C’è Carlo De Romanis, noto per aver organizzato la festa dove alcuni indossavano maschere da maiale. Secondo i magistrati mancano le documentazioni di molte spese. La Procura contesta la truffa. I legali di De Romanis sostengono che la non colpevolezza del loro assistito verrà provata facilmente e anche lui ci tiene a precisare che “non sono indagato per peculato, per cui è ufficialmente dimostrato che il sottoscritto non si è mai appropriato in alcun modo, né direttamente né indirettamente, di denaro pubblico”.
    Ma non finisce qui. La notizia era stata anticipata qualche giorno fa da Il Tempo, ora lo scrive anche il Corriere della Sera: nel registro degli indagati della Procura di Rieti figurerebbero i nomi di Mario Perilli, ex vicepresidente della Regione, dell’ex consigliere Giuseppe Parroncini, di Esterino Montino, ex capogruppo Pd alla Pisana e attualmente sindaco di Fiumicino, e di Enzo Foschi, ex consigliere regionale e oggi uomo forte del sindaco Marino, per il quale dirige la segreteria.
    La Procura di Rieti vuole vederci chiaro. I riflettori degli inquirenti sono puntati sui due milioni di spese documentate che il Pd avrebbe sostenuto nella passata consiliatura. Qualcosa infatti sembra non tornare, come le date su alcune ricevute di alberghi. Scrive il Corriere della Sera che il Nucleo tributario di Rieti sta indagando su mandato del procuratore Giuseppe Saieva per falso e peculato.


    Scritto da: Antonio Scafati
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli di attualità|

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    24 Aug 2011
    Messaggi
    57,321
    Mentioned
    263 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Si allarga lo scandalo rimborsi alla Regione Lazio

    Tutta colpa dei comunisti.
    "I carnefici hanno bisogno di urlare per imporre le proprie menzogne!
    Alle vittime basta il silenzio perchè ad esse apprtiene la verità!"

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2012
    Messaggi
    8,720
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Si allarga lo scandalo rimborsi alla Regione Lazio

    Citazione Originariamente Scritto da fiume sand creek Visualizza Messaggio
    Tutta colpa dei comunisti.
    In effetti non esserci più è una colpa. Ci fossero ancora i comunisti queste robe in giro non si vedrebbero:

    art 54 dello statuto del PCI:
    "ogni membro del Partito comunista deve comprendere che a lui guardano i compagni di lavoro e di studio, i vicini di casa, i conoscenti ed i parenti, come ad un combattente per un mondo migliore, per una società piu' giusta e piu' sana. Egli deve percio' preoccuparsi di essere di esempio con la sua vita privata, con la condotta verso la propria famiglia, i vicini, i compagni di lavoro, con il comportamento morale , con l'onestà, lo spirtito di solidarietà umana e sociale di cui dà prova. Cio' è tanto piu' necessario quanto piu' il compagno è conosciuto per l'attività che svolge e per le cariche che ricopre nel partito e nella vita sociale e politica"



  4. #4
    pervicaci plebicola
    Data Registrazione
    23 May 2009
    Località
    URBE
    Messaggi
    3,162
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Si allarga lo scandalo rimborsi alla Regione Lazio

    Citazione Originariamente Scritto da seven77 Visualizza Messaggio
    In effetti non esserci più è una colpa. Ci fossero ancora i comunisti queste robe in giro non si vedrebbero:

    art 54 dello statuto del PCI:
    "ogni membro del Partito comunista deve comprendere che a lui guardano i compagni di lavoro e di studio, i vicini di casa, i conoscenti ed i parenti, come ad un combattente per un mondo migliore, per una società piu' giusta e piu' sana. Egli deve percio' preoccuparsi di essere di esempio con la sua vita privata, con la condotta verso la propria famiglia, i vicini, i compagni di lavoro, con il comportamento morale , con l'onestà, lo spirtito di solidarietà umana e sociale di cui dà prova. Cio' è tanto piu' necessario quanto piu' il compagno è conosciuto per l'attività che svolge e per le cariche che ricopre nel partito e nella vita sociale e politica"

    Quelli che stavano all'opposizione intanto dovrebbero controllare e far emergere le incongruenze. Dovrebbero fare il loro lavoro di oppositori. Non lo fanno perchè sono collusi e certo non hanno le mani pulite. E, nello specifico, sto parlando di Esterino Montino, all'epoca capo del PD nella giunta Polverini. Non so se sia sporcato le mani ma certo il suo lavoro di oppositore controllante non l'ha fatto.

    Se, negli organi elettivi e in quelli nominati, ognuno rispettasse almeno il proprio ruolo, cominciando a non demandare alla magistratura il controllo (per poi alzarsi indignitati per le invasioni di campo), molte cose non succederebbero.
    Amico inimicoque bonum semper praebe consilium, quia amicus accepit, inimicus spernit
    All'amico e al nemico dà sempre buoni consigli, perchè l'amico li accetta il nemico li rifiuta

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-11-13, 14:40
  2. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 01-07-13, 09:33
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-03-13, 10:05
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-09-12, 13:58
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-09-12, 18:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226