User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Neutrino NO-TUNNEL
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    35,811
     Likes dati
    372
     Like avuti
    1,153
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Angry Ondata di aggressioni omofobe in tutta Italia

    Il circolo Mario Mieli denuncia: "Nella notte del 19 agosto picchiato un cantautore gay"
    Inseguito e malmenato il cantautore Emilio Rez

    Emilio RezUn altro atto di aggressione ai danni di un omosessuale nella capitale. Lo denuncia il circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli. I fatti si riferiscono a mercoledi' 19 agosto quando alla fine di una lunga giornata di lavoro Emilio Rez, gay e noto cantautore, piu' volte ospite del Maurizio Costanzo Show, viene fermato, mentre rientra a casa, da una persona che gli chiede indicazioni stradali.

    Dopo avergliele date, raccontano dal circolo, Emilio continua per la sua strada ma poco dopo viene raggiunto di nuovo dalla stessa persona che inveisce contro di lui e lo minaccia prima verbalmente. Poi, nonostante Emilio si sia prontamente rifugiato in un laboratorio di dolciumi nei pressi di Piazza Re di Roma ed abbia chiamato al telefono in sua difesa gli amici che aveva lasciato qualche minuto prima, viene seguito all'interno del locale e pesantemente malmenato. Emilio, racconta il circolo Mario Mieli, viene ricoperto di frasi ingiuriose del mentre solo un ragazzo di colore interviene in difesa di Emilio.

    Ad evita il peggio, il tempestivo intervento di due pattuglie della Guardia di Finanza parcheggiate proprio fuori dal laboratorio e di una volante della polizia accorsa sul posto, chiamata dagli amici di Emilio. L'aggressore scompare e a nulla valgono le ricerche delle tre macchine delle forze dell'ordine. Dopo varie peripezie Emilio Rez si reca al Pronto Soccorso dell'Ospedale San Giovanni dove gli viene rilasciato un referto con una prognosi di 5 giorni per traumi cranio- facciale, alla spalla sinistra, alla schiena e alla gamba sinistra ed una ipoacusia.

    ''Si tratta - commentano dal circolo - di un ulteriore gesto che si inserisce in questo gravissimo clima di continua intimidazione contro i gay, le lesbiche e le persone transessuali della capitale''. ''Le telecamere che sorvegliano i punti di aggregazione omosessuale rappresentano un piccolo e temporaneo deterrente ma risulta lampante che una risposta in termini esclusivamente securitari non offre garanzie di successo - concludono annunciando la presenza del Mario Mieli alla fiaccolata antiomofoba - ed e', invece, sempre piu' urgente ripensare una politica di intervento complessiva e a lungo termine''.

    Questo il commento di Rez sull'accaduto: "Non è la prima volta che vengo aggredito, ma la quinta volta in quattro anni e mezzo che mi sono trasferito a Roma da Torre Annunziata". "Questa esperienza però non mi farà cambiare il mio modo di vivere o di vestire - ha aggiunto il cantautore - Certo la sera quando torno a casa ho paura, ma non ho alcuna intenzione di cambiare le mie abitudini: intendo difendere il mio modo di vivere anche per chi è più debole. In questi anni Roma è diventata meno sicura, è regredita". (28 agosto 2009)
    Il circolo Mario Mieli denuncia: "Nella notte del 19 agosto picchiato un cantautore gay" | Roma la Repubblica.it

    Turisti gay aggrediti in centro storico
    Insultati e picchiati da un gruppo di giovani
    L'episodio risale al 26 agosto. Le vittime sono due turisti, un ragazzo armeno di 25 anni e uno svizzero di 30
    Una coppia gay di turisti è stata aggredita da un branco di ragazzi a piazza Dante, nel centro storico di Napoli. Vittime dell'episodio di violenza a sfondo omofobo sono un armeno di 25 anni e uno svizzero di 30, che hanno denunciato alla polizia l'attacco.

    Il fatto è avvenuto la sera del 26 agosto. Un branco di ragazzi ha prima insultato la coppia, e poi ha inseguito i due uomini, che avevano provato ad allontanarsi, e li ha malmenati. I due sono stati soccorsi da una pattuglia della polizia

    Il venticinquenne si è fatto medicare al pronto soccorso del Vecchio Pellegrini, dove i medici hanno riscontrato delle contusioni e uno stato d'ansia: è stato dimesso con una prognosi di guarigione di 5 giorni. Il compagno, invece, non si è sottoposto ad alcun soccorso. Sul fatto indaga la polizia, che ha confermato la dinamica dell'episodio, di cui ha dato notizia il presidente dell'associazione I Ken onlus, Carlo Cremona.

    Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino ha fermamente condannato l'aggressione: "E' un fatto gravissimo e inaccettabile - ha spiegato - che una coppia di turisti stranieri, solo perchè gay, venga aggredita da un gruppo di ragazzi. La nostra città non può accettare comportamenti simili. E' necessario ribadire con forza, così come detta la nostra Costituzione, l'uguale dignità di ogni essere umano indipendentemente dai suoi orientamenti sessuali. Come Istituzione non possiamo rimanere indifferenti e il Comune certamente si farà carico, così come chiede il presidente del'associazione I-Ken, di intensificare ogni azione educativa, sociale e repressiva affinchè episodi del genere non abbiano più a ripetersi"

    Per l'assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli Giulio Riccio "siamo di fronte in tutta Italia ad una vera escalation di violenza omofobica frutto del clima di paura che il governo alimenta nel paese. Nei prossimi giorni - annuncia Riccio - chiederò al movimento glbt e alle associazioni omosessuali un incontro, per valutare insieme i contenuti di una campagna contro la discriminazione, le violenze e l'omofobia". (28 agosto 2009)
    Turisti gay aggrediti in centro storico Insultati e picchiati da un gruppo di giovani | Napoli la Repubblica.it
    Nè DAVANTI Nè DI DIETRO, MA DI LATO

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    59,694
     Likes dati
    2,751
     Like avuti
    7,849
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ondata di aggressioni omofobe in tutta Italia

    Citazione Originariamente Scritto da matrix Visualizza Messaggio
    Il circolo Mario Mieli denuncia: "Nella notte del 19 agosto picchiato un cantautore gay"
    Inseguito e malmenato il cantautore Emilio Rez

    Emilio RezUn altro atto di aggressione ai danni di un omosessuale nella capitale. Lo denuncia il circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli. I fatti si riferiscono a mercoledi' 19 agosto quando alla fine di una lunga giornata di lavoro Emilio Rez, gay e noto cantautore, piu' volte ospite del Maurizio Costanzo Show, viene fermato, mentre rientra a casa, da una persona che gli chiede indicazioni stradali.

    Dopo avergliele date, raccontano dal circolo, Emilio continua per la sua strada ma poco dopo viene raggiunto di nuovo dalla stessa persona che inveisce contro di lui e lo minaccia prima verbalmente. Poi, nonostante Emilio si sia prontamente rifugiato in un laboratorio di dolciumi nei pressi di Piazza Re di Roma ed abbia chiamato al telefono in sua difesa gli amici che aveva lasciato qualche minuto prima, viene seguito all'interno del locale e pesantemente malmenato. Emilio, racconta il circolo Mario Mieli, viene ricoperto di frasi ingiuriose del mentre solo un ragazzo di colore interviene in difesa di Emilio.

    Ad evita il peggio, il tempestivo intervento di due pattuglie della Guardia di Finanza parcheggiate proprio fuori dal laboratorio e di una volante della polizia accorsa sul posto, chiamata dagli amici di Emilio. L'aggressore scompare e a nulla valgono le ricerche delle tre macchine delle forze dell'ordine. Dopo varie peripezie Emilio Rez si reca al Pronto Soccorso dell'Ospedale San Giovanni dove gli viene rilasciato un referto con una prognosi di 5 giorni per traumi cranio- facciale, alla spalla sinistra, alla schiena e alla gamba sinistra ed una ipoacusia.

    ''Si tratta - commentano dal circolo - di un ulteriore gesto che si inserisce in questo gravissimo clima di continua intimidazione contro i gay, le lesbiche e le persone transessuali della capitale''. ''Le telecamere che sorvegliano i punti di aggregazione omosessuale rappresentano un piccolo e temporaneo deterrente ma risulta lampante che una risposta in termini esclusivamente securitari non offre garanzie di successo - concludono annunciando la presenza del Mario Mieli alla fiaccolata antiomofoba - ed e', invece, sempre piu' urgente ripensare una politica di intervento complessiva e a lungo termine''.

    Questo il commento di Rez sull'accaduto: "Non è la prima volta che vengo aggredito, ma la quinta volta in quattro anni e mezzo che mi sono trasferito a Roma da Torre Annunziata". "Questa esperienza però non mi farà cambiare il mio modo di vivere o di vestire - ha aggiunto il cantautore - Certo la sera quando torno a casa ho paura, ma non ho alcuna intenzione di cambiare le mie abitudini: intendo difendere il mio modo di vivere anche per chi è più debole. In questi anni Roma è diventata meno sicura, è regredita". (28 agosto 2009)
    Il circolo Mario Mieli denuncia: "Nella notte del 19 agosto picchiato un cantautore gay" | Roma la Repubblica.it

    Turisti gay aggrediti in centro storico
    Insultati e picchiati da un gruppo di giovani
    L'episodio risale al 26 agosto. Le vittime sono due turisti, un ragazzo armeno di 25 anni e uno svizzero di 30
    Una coppia gay di turisti è stata aggredita da un branco di ragazzi a piazza Dante, nel centro storico di Napoli. Vittime dell'episodio di violenza a sfondo omofobo sono un armeno di 25 anni e uno svizzero di 30, che hanno denunciato alla polizia l'attacco.

    Il fatto è avvenuto la sera del 26 agosto. Un branco di ragazzi ha prima insultato la coppia, e poi ha inseguito i due uomini, che avevano provato ad allontanarsi, e li ha malmenati. I due sono stati soccorsi da una pattuglia della polizia

    Il venticinquenne si è fatto medicare al pronto soccorso del Vecchio Pellegrini, dove i medici hanno riscontrato delle contusioni e uno stato d'ansia: è stato dimesso con una prognosi di guarigione di 5 giorni. Il compagno, invece, non si è sottoposto ad alcun soccorso. Sul fatto indaga la polizia, che ha confermato la dinamica dell'episodio, di cui ha dato notizia il presidente dell'associazione I Ken onlus, Carlo Cremona.

    Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino ha fermamente condannato l'aggressione: "E' un fatto gravissimo e inaccettabile - ha spiegato - che una coppia di turisti stranieri, solo perchè gay, venga aggredita da un gruppo di ragazzi. La nostra città non può accettare comportamenti simili. E' necessario ribadire con forza, così come detta la nostra Costituzione, l'uguale dignità di ogni essere umano indipendentemente dai suoi orientamenti sessuali. Come Istituzione non possiamo rimanere indifferenti e il Comune certamente si farà carico, così come chiede il presidente del'associazione I-Ken, di intensificare ogni azione educativa, sociale e repressiva affinchè episodi del genere non abbiano più a ripetersi"

    Per l'assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli Giulio Riccio "siamo di fronte in tutta Italia ad una vera escalation di violenza omofobica frutto del clima di paura che il governo alimenta nel paese. Nei prossimi giorni - annuncia Riccio - chiederò al movimento glbt e alle associazioni omosessuali un incontro, per valutare insieme i contenuti di una campagna contro la discriminazione, le violenze e l'omofobia". (28 agosto 2009)
    Turisti gay aggrediti in centro storico Insultati e picchiati da un gruppo di giovani | Napoli la Repubblica.it
    roma, napoli: italia.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    ...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    24,379
     Likes dati
    3,529
     Like avuti
    3,695
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    6

    Predefinito Rif: Ondata di aggressioni omofobe in tutta Italia

    Perché, questa non è violenza?







    :mmm:
    Ultima modifica di Cuordy; 15-09-09 alle 16:31
    "Per tutto il pensiero occidentale, ignorare il suo Medioevo significa ignorare se stesso" - Étienne Gilson


    "Se commettiamo ingiustizia, Dio ci lascerà senza musica" - Cassiodoro.

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    58,208
     Likes dati
    1,043
     Like avuti
    7,672
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ondata di aggressioni omofobe in tutta Italia

    Vito Catozzo, noto personaggio di Giorgio Faletti aveva in bocca questa frase "tormentone":
    "se saprei che mio figlio Vito Oronzo Adriano Celentano mi diventa un culattone, tutto glielo faccio mangiare, mondo cano!"
    Ultima modifica di ugolupo; 15-09-09 alle 16:51

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-01-14, 16:42
  2. Siria: si prevede un’ondata di profughi verso l’Italia
    Di taxydriver nel forum Politica Estera
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 02-09-13, 21:49
  3. Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 29-01-10, 00:57
  4. Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 27-10-08, 19:50
  5. Nuova Ondata Di Attentati Terroristici In Italia
    Di GEORGE (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-03-05, 00:06

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •