User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Talking Solidarietà agli alberi usati per stampare La Repubblica.

    Ezio Mauro paga la casa in nero
    Un altro finto moralista


    Sono passati otto anni ma non è cambiato niente. La signora Dima Girardi è di quei trentini dalla memoria lunga, la schiena dritta e la voglia di verità. Così ancora oggi, a quasi 95 anni, il cruccio si ripete ogni volta che l’arzilla vecchietta alza gli occhi al cielo su Roma. «Chissà se prima di morire verranno individuati gli autori della truffa. Di chi ha rubato i miei risparmi». Sarebbe una truffa come mille altre, ai danni di anziani se non fosse per i nomi che la signora chiama in causa. La storia è divisa in due vicende contigue con altrettanti protagonisti. La signora infatti ce l’ha sia con il direttore de La Repubblica, Ezio Mauro, che accusa di averle pagato in nero addirittura 830 milioni di vecchie lirette per aggiudicarsi il super attico ai Parioli dove ora vive, sia con il professionista che avrebbe dovuto gestire questo gruzzolo di denaro fuori busta e che, invece, sarebbe sparito con la cassa.

    Ma andiamo con ordine.

    Casa da favola
    La signora conta diverse proprietà immobiliari nella capitale e per questo da anni ha incaricato una persona di fiducia, il commercialista romano Bernardo Cerrone, di seguire e gestire le sue proprietà. Ma il rapporto si è infranto quando la donna si è sentita gabbata dal professionista. Per andare poi in procura e presentare una denuncia che coinvolge, seppur indirettamente ma con interessanti risvolti, anche chi avrebbe dato i soldi sottobanco, appunto il direttore di piazza Indipendenza. «Nei primi mesi del 2000 – ricostruisce la signora negli atti giudiziari – il Cerrone mi disse che aveva trovato un acquirente per l’appartamento di mia proprietà in via Ceracchi 29 a Roma e che ero intenzionata a vendere. Condusse lui stesso le trattative e poco tempo prima della stipula mi comunicò che l’acquirente era disposto a pagare un prezzo di due miliardi e 150 milioni». Si dirà, un prezzo salato ma la casa è di quelle da favola: al quarto piano c’è un ampio salone, cucina e diverse camere circondate da uno splendido terrazzo che si affaccia sui Parioli. Rampa di scale e al quinto piano troviamo un’altra camera, un soggiorno veranda e alcuni appartamenti che corrono lungo tutto l’appartamento. Un affare?

    Due testimoni
    La signora Girardi è furente: «Il giorno in cui venne stipulato il contratto definitivo – si sostiene nella querela – il Cerrone mi disse che una parte del prezzo (830 milioni) sarebbe stata versata “in nero”. Espressi alcune perplessità, ma quest’ultimo mi disse di non preoccuparmi poiché si trattava di una prassi costante nelle vendite immobiliari e che comunque era una condizione a cui l’acquirente non voleva rinunciare, aggiungendo che, trattandosi del noto giornalista Ezio Mauro, era persona assolutamente affidabile». Vero o falso?

    La versione di Dima Girardi, circostanziata alla provvista in nero per comprare la casa (e non tanto l’aspetto della truffa che il tribunale ha archiviato) trova conferme in due testimoni rintracciati da Libero e che hanno seguito la vicenda in quelle settimane di passione finanziaria. «Feci l’operazione – dice il testimone T.A. – con i protagonisti che mi dicevano che la casa era stata pagata in parte in nero». Da parte sua, Girardi continua: «Ricevuti gli 830 milioni in assegni – sottolinea la signora – li consegnai al dottor Tommaso l’Aurora persona di mia fiducia, affinché li custodisse in attesa di utilizzarli per l’acquisto di altro appartamento per mio nipote». Passa qualche giorno, siamo a fine giugno del 2000, e «L’Aurora mi chiamò dicendomi che il Cerrone gli aveva richiesto la consegna degli assegni affermando che, per accordi presi con l’acquirente, e per evitare di andare incontro a grane di natura fiscale, avrebbe dovuto “far girare” la somma percepita “in nero” su alcuni conti correnti in sua disponibilità in modo da impedirne la riconducibilità al Mauro. Solo al termine di questa operazione, definita dal Cerrone “di pulizia” avrebbe provveduto a versare la somma sul mio conto corrente. Avendo allora piena fiducia nel Cerrone autorizzai il dottor L’Aurora ad aderire alla richiesta».

    Libero è riuscito a rintracciare anche i documenti dell’operazione finanziaria. Vediamoli. Il primo documento è del 23 febbraio del 2000. Si tratta del contratto preliminare d’acquisto, firmato nello studio legale Ripa di Meana dalle parti: Ezio Mauro e la moglie Elena Girardi, come acquirenti, e Luigi Meneghini, cognato della venditrice, appunto la signora Dima Girardi. Vi è poi un secondo atto, l’atto definitivo di compravendita dell’appartamento che viene firmato quattro mesi dopo, il 26 giugno, davanti al notaio Carlo Giubbini Ferroni. Ebbene, nell’atto preliminare si legge che «il prezzo di vendita viene stabilito ed accettato di comune accordo tra le parti in due miliardi e 150 milioni». Ma nel rogito notarile di giugno, la somma scende precipitosamente a «un miliardo e 300 milioni». Ottocentocinquanta milioni di vecchie lire in meno. Una somma assai vicina a quei 830 milioni indicati come “nero” versati da Mauro secondo la Girardi. Uno sconto? La vicenda non è chiara, visto che nella sua denuncia la signora allega in copia numerosi assegni che proprio Mauro avrebbe firmato e che andavano a costituire l’extra.

    La telefonata
    Sta di fatto che quando Cerrone chiede gli assegni di Mauro, stando sempre alla versione della donna, la signora Girardi si fida e glieli fa consegnare. E iniziano i pasticci: Cerrone trova la casa per il nipote della signora e le dice che oltre agli 830 milioni ricevuti da Mauro ne servono altri 300 per comprare il nuovo appartamento, per alcune spese e per il suo onorario. Lei si fida ancora e firma il modulo bancario per ritirare la somma. Cerrone paga la casa e tutto sembra filare via liscia. Ma nel marzo del 2001 la Girardi riceve una preoccupante telefonata dalla sua banca, il Credito bergamasco: non possono onorare un assegno per mancanza di fondi. Lei casca dalle nuvole: «I miei estratti conto, su consiglio del Cerrone, erano domiciliati presso lo studio dello stesso». La donna scopre quella che vive come una truffa: «Cerrone aveva ritirato gli 830 milioni, il 6 luglio è inspiegabilmente riuscito a ottenere altri 685 milioni in assegni circolari addebitandone l’importo sul mio conto corrente». Su quest’ultimo aspetto il mistero si fa più fitto. E vale la pena di raccontarlo anche se ci allontana per un attimo dall’argomento centrale ovvero dalla provvista in nero per la casa ai Parioli. Alla banca infatti si mostrano tranquilli e mostrano una copia di un fax con in calce l’autorizzazione firmata dalla donna e la richiesta all’emissione degli assegni circolari, «ma la firma non è la mia».

    gianluigi.nuzzi@libero-news.eu


    E il direttore di Repubblica comprò casa in nero
    di Redazione

    aiuto Franco Bechis
    su fbechis.blogspot.com
    Mi ha telefonato Giancarlo Perna, firma di punta de il Giornale. Deve fare un ritratto di Ezio Mauro, direttore di Repubblica con una speciale inclinazione alla indignazione. Perna si ricordava di un articolo uscito su Il Tempo quando io ne ero direttore, che riguardava l'acquisto da parte di Mauro di un casa dal valore di 2,150 miliardi di vecchie lire (era il 2000, l’euro ancora ai nastri partenza), ma con 850 milioni non dichiarati negli atti ufficiali e pagati con una serie di assegni da 20 milioni ciascuno (uno da 10) firmati da Mauro. Sì, quell’articolo uscì dopo lunghi giorni di gestazione. Anche se tutto era documentato (ne ho ancora copia io, perfino degli assegni) all’unghia, chiesi di pazientare e insistere con Mauro per avere una sua versione dei fatti. Lui prima si negò. Poi dopo dieci giorni rispose che non conosceva chi fosse il proprietario della casa e che le modalità con cui l’aveva acquistata erano fatti suoi. A quel punto feci pubblicare l’articolo, virgolettando quella dichiarazione.
    Non volevo attacchi personali, per cui solo la cronaca dei fatti e nessun commento su quegli assegni che certo fecero risparmiare un po’ di tasse. D’altra parte la storia era davvero divertente, per le clamorose coincidenze dovute al sorriso beffardo del destino... Eccola in sintesi. Nel filmato (audio trascritto a fianco ndr.) potrete invece ascoltare i principali passaggi del racconto fatto dal venditore di quella casa...
    Alberto Grotti era vicepresidente dell’Eni. Finì nei guai con Enimont. Pagò con il carcere. Uscito un giorno lesse un articolo di Repubblica che riteneva diffamatorio. Volle fare causa, ma non aveva più soldi per le spese legali. Allora Grotti si rivolse alla anziana madre. Che decise di vendere una casa a Roma. La comprò Ezio Mauro, direttore di Repubblica...

    E il direttore di Repubblica comprò casa in nero - Interni - ilGiornale.it del 29-08-2009


    SEMPRE PIU' FIERO DI NON LEGGERE LA REPUBBLICA!
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Ma Ezio Mauro circola ancora?
    Dopo l'estate delle spallate non l'hanno ancora silurato?
    D'altronde è l'ideale per il target dei lettori, che come dicevi tu corrisponde grosso modo a quello dei semi-analfabeti.
    Del resto, con il trombone di regime Scalfari ancora a capo non ci si può aspettare di meglio...

    iaociao:
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,352
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Mauro, Scalfari, D'Avanzo... giacobini giustizialisti di infimo ordine e di una bassezza morale unica; personaggi falsi, contraddittori, mossi da il più becero rancore livoroso, dall'astio più acido, che non hanno alcuna patente per scagliare pietre.

  4. #4
    Individuo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    770
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Citazione Originariamente Scritto da FalcoConservatore Visualizza Messaggio
    Mauro, Scalfari, D'Avanzo... giacobini giustizialisti di infimo ordine e di una bassezza morale unica; personaggi falsi, contraddittori, mossi da il più becero rancore livoroso, dall'astio più acido, che non hanno alcuna patente per scagliare pietre.
    Questa è gente da mettere al bando..:gluglu:
    Me ne fregio !
    E.Petrolini

    Non mi dite che sono incoerente,perchè lo so già.

  5. #5
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    chi non paga parte della casa "a nero" in Italia?
    forse giusto chi fa il 95% di mutuo...

    la cosa è talmente usuale che all'università, al corso di estimo, la prima cosa che tutti i docenti dicono è: "non fate mai affidamento sui prezzi riportati negli atti notarili!!!"...

  6. #6
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Al mondo c'è un po' di Giustizia.

    Dopo il Consiglio di Stato che ha sbugiardato Gad Lerner, Moni Ovada e pseudo scrittori sulle impronte per i ROM.

    Dopo che il direttore dell'Avvenire è stato, lui si, protagonista di un vero scandalo sessuale.

    Adesso sbugiardato anche il direttore dei moralisti con la 5° elememtare di ritorno, incapaci anche solo di leggere e commentare un testo di legge, ma bravi solo a sparare storielle, condite dal loro credersi degli intellettuali.

    Che poi, il bello, è che si credono dei letterati dalla parte del bene, solo perchè se lo ripetono fra di loro come scimiette adoranti.
    Fuori dai loro circoletti, sono dei signori nessuno. :sofico:
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  7. #7
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Citazione Originariamente Scritto da codino Visualizza Messaggio
    chi non paga parte della casa "a nero" in Italia?
    forse giusto chi fa il 95% di mutuo...

    la cosa è talmente usuale che all'università, al corso di estimo, la prima cosa che tutti i docenti dicono è: "non fate mai affidamento sui prezzi riportati negli atti notarili!!!"...
    La mia famiglia l'ha pagata tutta in regola.

    Cmq penso che sarai d'accordo nel dire che il direttore di Repubblica ha un atteggiamento farisaico.
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

  8. #8
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Citazione Originariamente Scritto da Juv Visualizza Messaggio
    La mia famiglia l'ha pagata tutta in regola.

    Cmq penso che sarai d'accordo nel dire che il direttore di Repubblica ha un atteggiamento farisaico.
    bah, per me ognuno si trova una propria "ragione di vita"...

    per molti è l'odio anti-berlusconiano, che possiamo farci?

    di certo poi non diventano "virtuosi" per questo!

  9. #9
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Citazione Originariamente Scritto da FalcoConservatore Visualizza Messaggio
    Mauro, Scalfari, D'Avanzo... giacobini giustizialisti di infimo ordine e di una bassezza morale unica; personaggi falsi, contraddittori, mossi da il più becero rancore livoroso, dall'astio più acido, che non hanno alcuna patente per scagliare pietre.
    Eugenio Scalfari è uno dei personaggi più squallidi tra i moralisti senza morale nostrani, vecchio arnese del regime, radical-chic della peggior specie appollaiato su un trespolo di presunta intelligenza al cospetto di un popolino ritenuto da lui ignorante, voyeur frustato destinato ormai a veder dal buco della serratura le altrui avventure, padre spirituale di un giornalaccio di distrazione di massa, santone valvola di sfogo della partitocrazia e quindi primo difensore dello status quo (infatti partecipò alla fondazione del partito radicale, ossia le puttane del regime), uno che ha sempre servito qualcuno nell'obiettivo di proseguire nel tosare e mungere i sudditi, questo montanelli di tono minore anche lui nella schiera di coloro i quali devono farsi perdonare quelli che ritengono misfatti di gioventù (come il pedofilo di Fucecchio) e cominciano a servire il regime successivo al loro (falsamente demogratigo, ma profondamente centralista), un losco figuro ormai sempre in ogni articolo ai limiti del delirio con le solite manfrine, il berlusconismo, il leghismo, l'itaglia che si sfascia, le icone, i santi, la patria che piange e stronzate assortite. La spazzatura in persona.
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  10. #10
    Crociata Italica
    Data Registrazione
    19 Apr 2009
    Località
    Italica Trincea
    Messaggi
    206
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sempre più fiero di non leggere La Repubblica

    Ipocrisia puritana anti-italicoromana.
    Gesù Cristo Re d'Italia vince e impera.


    Siamo cattolici, apostolici, romani, figli devoti e membri vivi dell'unica Santa Chiesa e tali intendiamo restare, con la grazia di Dio, fino alla tomba, nell'eternità della Chiesa trionfante.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-01-14, 03:20
  2. Risposte: 201
    Ultimo Messaggio: 12-04-07, 14:23
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-01-07, 21:55
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-09-06, 15:23
  5. Fa sempre piacere leggere e rileggere...
    Di naglfar nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-08-02, 12:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226