User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pavia
    Messaggi
    28,940
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito No all'effetto soglia nel Job act, l'intervista a Ichino

    Professor Ichino, si riconosce nel piano di Renzi per il lavoro?
    Prima di riconoscermici vorrei vederlo in una versione definitiva. In seno al PD sono in atto tensioni forti su questo progetto. Rispetto questo travaglio politico, che conosco bene per esserne stato parte attiva per lungo tempo; ma proprio perché lo conosco bene, non ne do per scontato l’esito. Certo, se il risultato corrisponderà a quanto riportato oggi da diversi giornali, sarà un passo avanti importante.
    Cesare Damiano sostiene che in fondo il contratto unico di Renzi è simile al “contratto unico di inserimento formativo” proposto dal Pd la scorsa legislatura. Anche lei vede similitudini?
    Non parlerei di “contratto unico”: penso proprio che il progetto renziano conserverà l’articolazione attuale dei tipi contrattuali, i quali svolgono tutti una funzione non eliminabile. Però il progetto – se non ci saranno dei bruschi ritorni indietro – interverrà a rendere più flessibile il tipo contrattuale principale nella sua fase iniziale, probabilmente secondo il modello delineato nel progetto Boeri-Garibaldi. Una cosa, dunque, molto diversa dal CUIF a cui si riferisce Damiano.
    Dove sta, essenzialmente, la differenza?
    Sta in questo: che il “contratto unico di inserimento formativo” configurava un ennesimo caso di contratto a termine. Nella passata legislatura il PD lo preferiva perché gli consentiva di non toccare il contratto a tempo indeterminato, considerato tabù. Però in questo modo, a furia di allargare le possibilità di contratto a termine per evitare di toccare il tabù, siamo arrivati al punto che cinque assunzioni su sei avvengono con contratti a termine. Il PD questa cosa sembra finalmente averla capita. Resta il fatto che occorrerebbe trarne fino in fondo le conseguenze.
    Che cosa intende dire?
    Il progetto Boeri-Garibaldi prevede che, al termine del primo triennio, se il rapporto prosegue torni ad applicarsi l’articolo 18. In questo modo si determina una “soglia” che può risultare difficile da superare. Il rischio è che la paura di quella soglia spinga ancora le imprese a preferire il contratto a termine. Per questo preferisco la proposta di Scelta Civica, nel senso di sperimentare per un biennio la possibilità per imprese e lavoratori di optare per un rapporto a tempo indeterminato nel quale il costo di separazione cresca gradualmente, senza scalini o scaloni che producano quell’“effetto soglia”.
    Circola l’idea che il Job Act di Renzi cancella cig e disoccupazione, introducendo il sussidio unico per tutti i lavoratori.
    Mi sento di escluderlo recisamente. Ciò di cui si parla in questi giorni, molto più correttamente, è di ricondurre la Cassa integrazione alla sua funzione originaria, escludendo il suo uso nei casi in cui non c’è ragionevole prospettiva di ripresa del lavoro. In questi casi deve entrare in funzione il trattamento di disoccupazione universale, che oggi è l’ASpI, già istituita dalla legge Fornero. Semmai si tratterà di rafforzarla con un trattamento complementare, a carico dell’impresa che licenzia. In cambio dell’esenzione dal controllo giudiziale.
    L’articolo 18 è stato riformato, ma la disoccupazione non è mai stata alta come in questo momento. Allora la battaglia era davvero ideologica o qualcosa non sta funzionando?
    La disoccupazione attuale costituisce l’effetto della crisi economica globale più grave degli ultimi ottant’anni, combinata con una crisi della finanza statale senza precedenti. D’altra parte, la modifica dell’articolo 18 recata dalla legge Fornero, pur costituendo un passo avanti molto importante, ha sostituito la reintegrazione nel posto di lavoro con una indennità che resta la più alta in Europa.
    Per far fronte alla disoccupazione giovanile, mai così alta in Italia, è sufficiente riscrivere le regole del lavoro se non ripartono gli investimenti?
    La differenza del tasso di disoccupazione giovanile rispetto a quello generale non è dovuta alla disciplina generale del rapporto di lavoro. È dovuta al grave difetto di un servizio di orientamento scolastico e professionale capillare ed efficace; a un sistema di formazione professionale per la maggior parte incentrato sugli interessi degli addetti e non su quelli degli utenti; a un sistema scolastico che sperimenta ancora in modo del tutto insufficiente i programmi di alternanza scuola-lavoro.
    Renzi parla di contratto unico a tempo indeterminato, ma alle aziende che chiedono finanziamenti le banche continuano a chiedere il taglio netto del costo fisso del lavoro. Che fare?
    Le Banche temono la rigidità dei costi di lavoro, determinata dalla difficoltà di aggiustamento degli organici quando le cose vanno male per l’azienda debitrice. Ma se l’aggiustamento degli organici a tempo indeterminato diventa più fluido, potendo avvenire con un costo di separazione ragionevole e predeterminabile, a quel punto le banche non avranno più ragione di incoraggiare le aziende a optare per i rapporti precari. In ogni caso, la sicurezza economica e professionale dei lavoratori da qui in avanti non potrà più essere garantita da un ingessamento del rapporto: dovrà essere garantita nel passaggio da un’azienda a un’altra, in termini di sostegno robusto del reddito e servizi di assistenza intensiva per la ricerca della nuova occupazione e la necessaria riqualificazione.
    Against all odds

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SuperMod
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Torino
    Messaggi
    12,616
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: No all'effetto soglia nel Job act, l'intervista a Ichino

    Pensavo alla disoccupazione giovanile... recentemente in piu interviste ho sentito parlare di una forte percentuale di giovani stranieri non professionalizzati in quella che si definisce disoccupazione giovanile... mi piacerebbe quantomeno sapere quanta di questa disoccupazione si puo' considerare davvero italiana... peccato che non si trovino i dati da nessuna parte...
    Matsudaira Izu no Kami disse al Maestro Mizuno Kenmotsu: "Voi siete un uomo di grande valore, peccato siate così basso".

    Kenmotsu gli rispose: "E' vero. A volte in questo mondo non tutto va come si desidera. Ora, se io vi tagliassi la testa e l'attaccassi sotto i miei piedi, sarei più alto. Ma è qualcosa che non si potrebbe fare".

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pavia
    Messaggi
    28,940
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: No all'effetto soglia nel Job act, l'intervista a Ichino

    Guarda, se parliamo di 15-24 anni credo sia difficile siano immigrati, o se lo sono, sono di seconda generazione. Può essere che ce ne siano di più tra i 25-34enni, che è anche la fascia con più disoccupati tra l'altro.
    Against all odds

 

 

Discussioni Simili

  1. chi è pietro ichino?
    Di stefaboy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 01-01-12, 19:37
  2. Proposta Ichino
    Di Airbus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-12-11, 11:52
  3. Effetto brunetta, o effetto Carfagna?
    Di libpensatore nel forum Fondoscala
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-09-08, 18:27
  4. Forza Ichino.
    Di King Z. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-12-06, 14:11
  5. Sulla soglia dei 30.000
    Di Mappo nel forum Cattolici
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-05-05, 13:21

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225