User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
Like Tree8Likes

Discussione: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Dec 2013
    Messaggi
    1,495
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Murray N. Rothbard: guida alla lettura



    Murray N. Rothbard (1926-1995) è stato il maggior esponente del pensiero anarco-capitalista americano. Economista di scuola austriaca, allievo del grande Ludwig von Mises, la sua immensa opera spazia anche nella filosofia, nella storia, nella politica, e ha come filo conduttore la riflessione sulla libertà individuale.


    Molti oggi ritengono che Rothbard sia da annoverare tra i massimi pensatori sociali del XX secolo. Del tutto meritatamente il giornalista francese Guy Sorman lo colloca tra I veri pensatori del nostro tempo nella sua raccolta di interviste uscita nel 1990. La bellissima intervista a Rothbard qui contenuta, intitolata "Lo Stato è un furto!", permette di farsi una prima idea della radicalità del pensiero di Rothbard.


    Leggere Rothbard è infatti un'esperienza emozionante che può cambiare per sempre il modo di vedere il mondo. Oggi studiare le sue opere è diventato molto più facile rispetto all'epoca in cui era ancora in vita, grazie alla grande reperibilità di libri in italiano e in inglese, e ai numerosi scritti presenti in rete. Da dove cominciare, però?



    Il testo fondamentale è Per una nuova libertà. Il manifesto libertario, nel quale Rothbard espone nella maniera più completa l'idea libertaria, applicandola in ogni campo: la sicurezza, la giustizia, l'economia, la scuola, le libertà civili, l'assistenza, l'ambiente, la politica estera. Si tratta di un libro per molti versi pionieristico, che nei primi anni Settanta ha posto le basi dell'idea anarco-capitalista.


    L'approfondimento delle basi filosofiche della dottrina libertaria sono contenute invece in quello che è forse il testo più importante di Rothbard, L'etica della libertà. Qui Rothbard presenta la sua concezione dei diritti naturali ricollegandosi alla filosofia di San Tommaso e di John Locke, e la applica alle relazioni tra gli individui e ai rapporti con lo Stato. Quest'ultimo viene definito, senza mezzi termini, "una vasta organizzazione criminale, di gran lunga più fortunata e formidabile di qualsiasi mafia privata apparsa nella storia".


    Il saggio più completo in cui Rothbard analizza la natura dello Stato è però L'anatomia dello Stato, contenuto nell'antologia "La società senza Stato". Rothbard spiega quello che lo Stato non è, quello che lo Stato è, come lo Stato preserva se stesso, come lo Stato trascende i suoi limiti, ciò che lo Stato teme, in quale relazione stanno gli Stati l'uno con l'altro, la storia come gara tra potere statale e potere sociale.



    La sua analisi del diritto di proprietà come diritto naturale si trova invece nell'articolo Giustizia e diritti di proprietà, contenuto nel volume "Il diritto dei proprietari. Una concezione liberale della giustizia".


    Vi sono poi altre raccolte di saggi in cui il pensatore americano approfondisce specifiche tematiche economiche, politiche e filosofiche.


    La raccolta La libertà dei libertari contiene alcuni articoli di Rothbard su diversi argomenti: 1) Come smantellare il socialismo; 2) Società senza Stato; 3) La fallacia del settore pubblico; 4) Capitalismo contro statalismo; 5) Protezionismo e distruzione della prosperità.


    Il saggio Sinistra e Destra: l'avvenire della libertà, scritto nel 1965 durante la guerra del Vietnam, offre invece la sua visione della politica estera ostile a ogni intervento militare.



    Lo scritto Nazioni per consenso: superare lo Stato nazionale, contenuto nel volume "Nazione cos'è", offre un'originale applicazione della teoria libertaria al concetto di nazione. Rothbard si rivela, su questo punto, favorevole alle forme più spinte di secessione territoriale.


    Diritto, natura, ragione contiene una serie di recensioni critiche, uscite tra il 1948 e il 1961, riguardanti libri di Robbins, Hayek, Polanyi, Strauss.


    Vi sono inoltre le opere più specialistiche di Rothbard, nelle quali affronta i temi dell'economia con una chiarezza e facilità di scrittura esemplari.


    Un testo notevolissimo, breve ma fondamentale, è Lo Stato falsario. Ecco cosa i governi fanno ai nostri soldi. Si tratta della migliore introduzione disponibile allo studio delle questioni monetarie. In un centinaio di pagine Rothbard spiega cos'è il denaro, come è sorto, come i governi sono riusciti a monopolizzarne la produzione, e come questo abbia portato alle più gravi forme di manipolazione, inflazione e distorsione monetaria.


    La teoria austriaca del ciclo economico, sviluppata inizialmente da Mises e Hayek, è tornata recentemente in auge per spiegare le frequenti fasi cicliche di boom e di crisi dell'economia. Il saggio di Rothbard Le depressioni economiche: cause e rimedi, contenuto nell'antologia "Governi distruttori di ricchezza. La teoria austriaca del ciclo economico", secondo il professor Sergio Ricossa "merita il titolo di capolavoro di divulgazione e costituisce un modello di come gli economisti dovrebbero scrivere".


    Il libro La grande depressione, uscito nel 1963, rappresenta ancora oggi la miglior applicazione della teoria austriaca del ciclo economico alla crisi americana del 1929. Rothbard dimostra che la grande depressione non fu causata dal capitalismo, ma della politica monetaria troppo espaniva della Federal Reserve negli anni Venti, e dai gravissimi errori insiti nella politica economica interventista dei presidenti Hoover e Roosevelt, che hanno finito per aggravare e prolungare la crisi.


    Il mistero dell'attività bancaria è invece il trattato sistematico di Rothbard sui temi della banca e della moneta.


    Chi volesse approfondire il pensiero economico di Rothbard in lingua inglese può affrontare la lettura del capolavoro Man, Economy and State + Power and Market, un trattato di economia austriaca che rappresenta l'ideale continuazione de "L'azione umana" di Ludwig von Mises.


    Un'altra opera monumentale di Rothbard disponibile in inglese è An Austrian Perspective on the History of the Economic Thought, in due volumi. Si tratta di una vasta analisi della storia del pensiero economico, ricca di concezioni originali. Rothbard, ad esempio, è fortemente critico verso la scuola economica classica inglese che inizia con da Adam Smith. I capitoli dedicati a Smith sono gli unici tradotti in italiano nel libro Contro Adam Smith.


    Infine, numerosi articoli in italiano di Rothbard e su Rothbard si possono trovare nell'eccellente sito Rothbardiana curato da Piero Vernaglione.


    Guglielmo Piombini

    (tratto dal sito Libreria del Ponte - Bologna)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Ottimo, ho letto molto di Rothbard, mi manca molto il poter leggere Man, economy and state e Power and market in Italiano. Qualcuno li traduca accidenti!!
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Dec 2013
    Messaggi
    1,495
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Citazione Originariamente Scritto da John Orr Visualizza Messaggio
    Ottimo, ho letto molto di Rothbard, mi manca molto il poter leggere Man, economy and state e Power and market in Italiano. Qualcuno li traduca accidenti!!

    Purtroppo non c'è nessuna traduzione in programma di questo testo straordinario, anche perché la sua mole (più di 1400 pagine) richiede un notevole investimento editoriale. Ci vorrebbe un editore universitario.

  4. #4
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Mr lib sei un vecchio utente con un nuovo nick? O proprio un nuovo utente?

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Dec 2013
    Messaggi
    1,495
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Citazione Originariamente Scritto da John Orr Visualizza Messaggio
    Mr lib sei un vecchio utente con un nuovo nick? O proprio un nuovo utente?
    Nuovo
    John Orr likes this.

  6. #6
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Citazione Originariamente Scritto da Mister Libertarian Visualizza Messaggio
    Nuovo
    Sono contento vi sia un nuovo Anarcocapitalista nel forum.
    Proprio oggi leggevo due articoli di Rothbard nel quale spiegava delle differenze tra Anarchismo e Libertarismo in uno e dell'origine Cattolica del Capitalismo nell'altro.

    Sempre bello e chiaro, anche se discussioni in merito sarebbero belle da portare avanti.
    Sempre grande Rothbard.
    Heß likes this.
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Dec 2013
    Messaggi
    1,495
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Nell’intervista a Guy Sorman, che uscì in originale con delle belle foto sulla rivista Le Figaro, Murray Rothbard sembrava molto ottimista sul futuro della libertà, forse perché il regimi socialisti erano sul punto di crollare miseramente.
    Diceva: “Lo Stato sta per scomparire a causa delle sue contraddizioni. L’umanità ha rotto definitivamente, sul finire del XIX secolo, con il vecchio ordine della penuria e della schiavitù. Da allora lotta per la sua illimitata aspirazione a una maggiore libertà individuale e a un maggior benessere individuale. E ormai solo lo Stato ostacola l’avanzata. Ciò è evidente nel mondo socialista, dove si assiste a una quasi abdicazione dei governi di fronte all’economia e alle forze del mercato. Ciò risulta lampante anche nel mondo capitalista, dove il dirigismo è in rotta. Ovunque le forze del mercato vincono e portano in piena luce il conflitto tra lo Stato e l’aspirazione al benessere”.
    Effettivamente questa era la sensazione che si aveva negli anni ’90, anche da noi.
    Poi qualcosa è andato storto.
    Oggi forse anche Rothbard sarebbe un po’ meno ottimista.

  8. #8
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Citazione Originariamente Scritto da Mister Libertarian Visualizza Messaggio
    Nell’intervista a Guy Sorman, che uscì in originale con delle belle foto sulla rivista Le Figaro, Murray Rothbard sembrava molto ottimista sul futuro della libertà, forse perché il regimi socialisti erano sul punto di crollare miseramente.
    Diceva: “Lo Stato sta per scomparire a causa delle sue contraddizioni. L’umanità ha rotto definitivamente, sul finire del XIX secolo, con il vecchio ordine della penuria e della schiavitù. Da allora lotta per la sua illimitata aspirazione a una maggiore libertà individuale e a un maggior benessere individuale. E ormai solo lo Stato ostacola l’avanzata. Ciò è evidente nel mondo socialista, dove si assiste a una quasi abdicazione dei governi di fronte all’economia e alle forze del mercato. Ciò risulta lampante anche nel mondo capitalista, dove il dirigismo è in rotta. Ovunque le forze del mercato vincono e portano in piena luce il conflitto tra lo Stato e l’aspirazione al benessere”.
    Effettivamente questa era la sensazione che si aveva negli anni ’90, anche da noi.
    Poi qualcosa è andato storto.
    Oggi forse anche Rothbard sarebbe un po’ meno ottimista.
    Da mesi, se non da anni, rifletto su questa problematica: essere fiduciosi come Rothbard riguardo la Libertà, o più pessimista, un po' come Nock e Hoppe. La ragione mi dice che hanno ragione Hoppe e Nock, ma c'è qualcosa che forse mi sfugge e non riesco a capire cosa. Di certo Rothbard era tropo intelligente per dichiararsi ottimista senza aver avuto le sue ragioni. Ma allo stesso tempo, guardando la storia io vedo solo un eterna lotta tra bene e male, tra aggressori e scambisti(!!!!!!!), tra forse centripete e forze centrifughe, tra seccessionisti e unitaristi. Una lotta che non credo possa avere fine e che per il momento mi pare sia a favore del male, ma forse perchè sono un estremista e la vedo tropo sbilanciata da quella parte.

    Passo la palla.
    Steppenwolf and Heß like this.
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  9. #9
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,318
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    11

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Ho letto tutto e ,lo dico solo per vantarmi,tradotto varie cose al tempo inedite in Italia.
    Quando dico tutto intendo dire letteralmente tutto:

    Moda,cinema,costume,semantica,architettura,archeol ogia,arcani, archibugi,archetipi ed arcangeli,sceneggiature teatrali,romanticismi,decollete' e champagne.

    Ho letto anche cose scritte da lui ma "non si sa"che le ha scritte lui e vari "esperti" dicono di no...ma io so con assoluta certezza essere suoi:

    Molti articoli delle lettere di Ron Paul,tanto criticate durante l'ultima campagna primaria presidenziale repubblicana, tutti illuminanti,geniali e da leggere assolutamente, sono evidentemente suoi.
    Stile e messaggio sono inimitabili e li riconosco istantaneamente .
    Inoltre la testimonianza privata di circa 10-12 anni fa da parte di Rand Paul su come Rothbard fosse spesso a casa sua con suo padre e Lew Rockwell per preparare e coordinare le "Ron Paul newsletters" come strumento comunicativo ideale della "strategia populista di destra" e su come fosse lui,Rand appena patentato ad avere l'emozionato onore di portarlo ogni volta da e all'aeroporto.
    Ultima modifica di Steppenwolf; 08-01-14 alle 01:18
    Mister Libertarian likes this.
    "Tanti amici tanto amore!"

  10. #10
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Murray N. Rothbard: guida alla lettura

    Grande Step, grande. Ancora non ci si rende conto che del mostro intellettuale che è stato Rothbard e di quanto gli si debba. Grande.
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Perchè essere libertari, Murray Rothbard
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 06-07-08, 21:34
  2. Intervista a Murray N. Rothbard
    Di Abbott (POL) nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18-06-08, 00:31
  3. Un futuro di pace e capitalismo, di Murray N. Rothbard
    Di спартак nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 27-12-07, 11:36
  4. Murray Newton Rothbard
    Di JohnPollock nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-07-07, 13:16
  5. Life in the old right , di Murray N.Rothbard
    Di LIBERAMENTE nel forum Conservatorismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-02-05, 19:08

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225