User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Dalla Svizzera,lezioni di democrazia all'UE antidemocratica

    Da un articolo del Il giorno di un' po di tempo fa:

    La Svizzera dice no al referendum 'contro' l'immigrazione
    Bocciata dall'elettorato la richiesta di fissare una quota massima di stranieri del 18%

    GINEVRA, 24 SETTEMBRE - La maggioranza degli svizzeri ha detto no all'ennesimo tentativo di limitare il numero degli stranieri nel paese: con il 63% circa (i dati definitivi non sono ancora noti) dei voti contrari, gli elettori elvetici hanno oggi bocciato un referendum che voleva fissare al 18% la quota massima di stranieri nella ricca Confederazione.

    Promossa dal deputato conservatore Philipp Mueller, l'iniziativa intendeva in primo luogo denunciare l'attuale politica d'immigrazione, giudicata troppo generosa e quindi pericolosa per l'identità del paese. Per i suoi fautori, che rifiutano l'etichetta di 'xenofobi', «meno immigrati ci sono, più è facile integrarli». Il mondo economico, allarmato per l'effetto che un sì all'inizitiva avrebbe avuto sulla disponibilità di manodopera, aveva attivamente fatto campagna contro la proposta. Insieme ai numerosi avversari, tra cui il governo, ne aveva denunciato il carattere «arbitrario e inapplicabile».

    Attualmente la quota di stranieri in Svizzera è del 19,3 % (1,3 milioni per 7 milioni di abitanti). Se accettato, il testo avrebbe richiesto la partenza di 120.000 persone, oltre che severe misure per ridurre la concessione di permessi di soggiorno e di lavoro ai non elvetici. Ma la maggioranza degli svizzeri non ha voluto imboccare questa strada.

    Non è la prima volta. Negli ultimi trent'anni, gli svizzeri si sono pronunciati sei volte su referendum 'anti-stranierì, bocciandoli uno dopo l'altro. Anche per il voto odierno i sondaggi avevano previsto la vittoria dei 'no'. Ma avevano anche evidenziato una novità, il cosidetto 'partito delle mammè: per la prima volta nella storia - rivelavano - un testo anti-stranieri seduceva più le donne (42%) degli uomini (37%). Il cambiamento - secondo gli analisti - sarebbe in primo luogo legato al malessere delle madri di fronte alla presenza di bambini stranieri nelle scuole.

    In Europa, la Svizzera è tra i paesi che accolgono più stranieri, e nelle scuole circa un quarto degli allievi è di origine straniera. Nelle zone urbane la quota supera il 50% e in alcune classi del cantone Ginevra può raggiungere l'80%. Molte sono le mamme che temono per la qualità dell'insegnamento.
    E lo stesso governo svizzero ammette che tali preoccupazioni devono essere prese in considerazione. Ma - ha affermato più volte durante al campagna contro l'iniziativa - limitare al 18% la quota di stranieri non è la soluzione.
    Secondo il governo, un sì all'iniziativa avrebbe inoltre messo in pericolo gli accordi tra la Svizzera e l'Ue che prevedono, tra l'altro, l'introduzione a tappe della libera circolazione delle persone. Per non parlare dei danni, gravissimi, all'immagine del paese.

    Gli svizzeri si sono pronunciati, bocciandoli, su altri tre referendum: un'inizitiva per l'introduzione del referendum propositivo e due iniziative 'energetichè sull'introduzione di tasse ecologiche (di un totale massimo di 2 centesimi al kilowattora) sulle energie non rinnovabili.


    Ora,a parte il risultato dei referendum:qualcuno si puo' lontanamente immaginare che nella "democratica" Europa delle burocrazie e "illuminate sinistre",possano,non dico tenere,ma persino proporre simili referendum???
    Bene,nella democraticissima Svizzera,il Popolo e' molto spesso consultato tramite referendum:e ATTENZIONE!Un referendum,di solito,per passare ha bisogno SIA della maggioranza dei votanti,SIA della maggioranza dei cantoni.
    Bene,e invece nella "democratica" UE che succede invece?
    Scusate,ma qualcuno s'e' accorto forse se s'e' tenuto,ad esempio,qualche referendum sull'€?
    Qualcuno sa quali poteri ha la commisione €uropea e quali il parlamento €uropeo?
    Qualcuno sa per quale motivo alcuni tizi a Bruxelles decidono quali poteri gli Stati devono dare all'UE e quali rimarranno?
    E le regioni che finiranno?
    Per concludere:
    QUALCUNO PER CASO SA SE FORSE NON SAREBBE OPPORTUNO E NECESSARIO CONSULTARE IL POPOLO PRIMA DI FIRMARE TRATTATI SU QUESTIONI IMPORTANTISSIME?

    C'e' poco da dire:ha perfettamente ragione Bossi:questa e' un Europa antidemocratica,sovietica e burocratica dove pochi "eletti"(non si sa bene da chi) decidono per TUTTI,e le popolazione europee devono stare MUTE.
    Vergogna!

    P.S.
    Un caloroso consiglio agli svizzeri:Statevene ben lontani dall'Europa!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Spirito inquieto
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Paleo-capanna canavesana
    Messaggi
    476
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Dalla Svizzera,lezioni di democrazia all'UE antidemocratica

    Originally posted by Dragonball
    Da un articolo del Il giorno di un' po di tempo fa:

    La Svizzera dice no al referendum 'contro' l'immigrazione
    Bocciata dall'elettorato la richiesta di fissare una quota massima di stranieri del 18%

    GINEVRA, 24 SETTEMBRE - La maggioranza degli svizzeri ha detto no all'ennesimo tentativo di limitare il numero degli stranieri nel paese: con il 63% circa (i dati definitivi non sono ancora noti) dei voti contrari, gli elettori elvetici hanno oggi bocciato un referendum che voleva fissare al 18% la quota massima di stranieri nella ricca Confederazione.

    Promossa dal deputato conservatore Philipp Mueller, l'iniziativa intendeva in primo luogo denunciare l'attuale politica d'immigrazione, giudicata troppo generosa e quindi pericolosa per l'identità del paese. Per i suoi fautori, che rifiutano l'etichetta di 'xenofobi', «meno immigrati ci sono, più è facile integrarli». Il mondo economico, allarmato per l'effetto che un sì all'inizitiva avrebbe avuto sulla disponibilità di manodopera, aveva attivamente fatto campagna contro la proposta. Insieme ai numerosi avversari, tra cui il governo, ne aveva denunciato il carattere «arbitrario e inapplicabile».

    Attualmente la quota di stranieri in Svizzera è del 19,3 % (1,3 milioni per 7 milioni di abitanti). Se accettato, il testo avrebbe richiesto la partenza di 120.000 persone, oltre che severe misure per ridurre la concessione di permessi di soggiorno e di lavoro ai non elvetici. Ma la maggioranza degli svizzeri non ha voluto imboccare questa strada.

    Non è la prima volta. Negli ultimi trent'anni, gli svizzeri si sono pronunciati sei volte su referendum 'anti-stranierì, bocciandoli uno dopo l'altro. Anche per il voto odierno i sondaggi avevano previsto la vittoria dei 'no'. Ma avevano anche evidenziato una novità, il cosidetto 'partito delle mammè: per la prima volta nella storia - rivelavano - un testo anti-stranieri seduceva più le donne (42%) degli uomini (37%). Il cambiamento - secondo gli analisti - sarebbe in primo luogo legato al malessere delle madri di fronte alla presenza di bambini stranieri nelle scuole.

    In Europa, la Svizzera è tra i paesi che accolgono più stranieri, e nelle scuole circa un quarto degli allievi è di origine straniera. Nelle zone urbane la quota supera il 50% e in alcune classi del cantone Ginevra può raggiungere l'80%. Molte sono le mamme che temono per la qualità dell'insegnamento.
    E lo stesso governo svizzero ammette che tali preoccupazioni devono essere prese in considerazione. Ma - ha affermato più volte durante al campagna contro l'iniziativa - limitare al 18% la quota di stranieri non è la soluzione.
    Secondo il governo, un sì all'iniziativa avrebbe inoltre messo in pericolo gli accordi tra la Svizzera e l'Ue che prevedono, tra l'altro, l'introduzione a tappe della libera circolazione delle persone. Per non parlare dei danni, gravissimi, all'immagine del paese.

    Gli svizzeri si sono pronunciati, bocciandoli, su altri tre referendum: un'inizitiva per l'introduzione del referendum propositivo e due iniziative 'energetichè sull'introduzione di tasse ecologiche (di un totale massimo di 2 centesimi al kilowattora) sulle energie non rinnovabili.


    Ora,a parte il risultato dei referendum:qualcuno si puo' lontanamente immaginare che nella "democratica" Europa delle burocrazie e "illuminate sinistre",possano,non dico tenere,ma persino proporre simili referendum???
    Bene,nella democraticissima Svizzera,il Popolo e' molto spesso consultato tramite referendum:e ATTENZIONE!Un referendum,di solito,per passare ha bisogno SIA della maggioranza dei votanti,SIA della maggioranza dei cantoni.
    Bene,e invece nella "democratica" UE che succede invece?
    Scusate,ma qualcuno s'e' accorto forse se s'e' tenuto,ad esempio,qualche referendum sull'€?
    Qualcuno sa quali poteri ha la commisione €uropea e quali il parlamento €uropeo?
    Qualcuno sa per quale motivo alcuni tizi a Bruxelles decidono quali poteri gli Stati devono dare all'UE e quali rimarranno?
    E le regioni che finiranno?
    Per concludere:
    QUALCUNO PER CASO SA SE FORSE NON SAREBBE OPPORTUNO E NECESSARIO CONSULTARE IL POPOLO PRIMA DI FIRMARE TRATTATI SU QUESTIONI IMPORTANTISSIME?

    C'e' poco da dire:ha perfettamente ragione Bossi:questa e' un Europa antidemocratica,sovietica e burocratica dove pochi "eletti"(non si sa bene da chi) decidono per TUTTI,e le popolazione europee devono stare MUTE.
    Vergogna!

    P.S.
    Un caloroso consiglio agli svizzeri:Statevene ben lontani dall'Europa!

    E intanto a risicata maggioranza la svizzera entra nell'ONU. Il primo passo verso l'UE è compiuto, il conformismo è un morbo che scavalca le montagne.

    Cerea!

  3. #3
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Dalla Svizzera,lezioni di democrazia all'UE antidemocratica

    Originally posted by Gianduiotto



    E intanto a risicata maggioranza la svizzera entra nell'ONU. Il primo passo verso l'UE è compiuto, il conformismo è un morbo che scavalca le montagne.

    Cerea!

    Gia',ma non so se gli svizzeri,nel loro caso,hanno capito il grave errore che hanno fatto.
    La Svizzera e' una piccola nazione di 8 milioni di persone(meno della sola Lombardia!),ora:se la Svizzera procedesse nel suo INSANO cammino ed entrasse nell'UE e abolisse,per esempio,il segreto bancario:non diventerebbe la Svizzera "un Paese come gli altri"?
    Heheheheh...ocio svizzeri che il vostro benessere dipende dal fatto che di Svizzera,con le sue peculiari caratteristiche,c'e' n'e' SOLA.Ma se diventasse come gli altri....

  4. #4
    Spirito inquieto
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Paleo-capanna canavesana
    Messaggi
    476
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Dalla Svizzera,lezioni di democrazia all'UE antidemocratica

    Originally posted by Dragonball



    Gia',ma non so se gli svizzeri,nel loro caso,hanno capito il grave errore che hanno fatto.
    La Svizzera e' una piccola nazione di 8 milioni di persone(meno della sola Lombardia!),ora:se la Svizzera procedesse nel suo INSANO cammino ed entrasse nell'UE e abolisse,per esempio,il segreto bancario:non diventerebbe la Svizzera "un Paese come gli altri"?
    Heheheheh...ocio svizzeri che il vostro benessere dipende dal fatto che di Svizzera,con le sue peculiari caratteristiche,c'e' n'e' SOLA.Ma se diventasse come gli altri....
    L'infame mortadella che siede a Bruxelles già si arrota le unghie, bravo ad incantare i coglioni con la predica "non siamo egoisti, bisogna superare gli egoismi per entrare in Europa", ma chi cazzo l'ha detto? Devo sacrificarmi anche per i turchi, dopo che questi venivano a fare scorribande piratesche sulle mie coste? Prepariamoci che al prossimo terremoto in Anatolia la ricostruzione la paga Pantalone Europeista, finalmente l'€uropa farà le cose in grande...

    Cerea!!

 

 

Discussioni Simili

  1. Lezioni di democrazia in casa PDL
    Di Serendipity nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 08-05-11, 20:10
  2. Da Fini niente lezioni di democrazia.
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-06-10, 09:57
  3. inattendibili lezioni di democrazia.
    Di olivianì nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 14-12-09, 11:31
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-02-03, 01:32
  5. Lezioni di Democrazia:
    Di MrBojangles nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-04-02, 19:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226