User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
  1. #1
    Roderigo
    Ospite

    Predefinito Jospin contro Sharon - Distrugge la speranza e non garantisce la sicurezza

    Jospin: "Sharon, un fallimento che distrugge la speranza e non riesce nemmeno ad assicurare la sicurezza degli israeliani"

    ROMA

    Il premier francese Lionel Jospin ieri ha criticato aspramente la politica del Premier israeliano Ariel Sharon, definendola «un fallimento che distrugge la speranza e non riesce nemmeno ad assicurare la sicurezza degli israeliani». Intervistato da radio «France Inter», Jospin ha detto che «Sharon è in gran parte responsabile» per l'aumento di atti di violenza tra israeliani e palestinesi poiché la sua politica di rappresaglia «ha messo fine a ogni speranza» di una soluzione pacifica del conflitto. «La situazione dei palestinesi è di totale disperazione», ha aggiunto Jospin. «Siamo tutti drammaticamente sconvolti da quanto succede in Medio Oriente. Ci sentiamo impotenti a raggiungere l'obiettivo che tutti vogliamo: quello di far tornare al dialogo le due parti». Lo ha sottolineato a Roma il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ricevendo nella Sala degli Specchi al Quirinale le rappresentanti dell'assemblea generale dell'Associazione donne ebree d'Italia. Fermare la spirale di «violenza crescente e terribile» fra israeliani e palestinesi è la priorità in Medio Oriente, perché «in questo momento non esiste la possibilità di una trattativa, almeno a breve termine»: lo ha detto Josep Piquè, ministro sapgnolo egli Esteri e presidente di turno del Consiglio Europeo. Parlando con la stampa al margine di una riunione di presidenti delle comissioni parlamentari europee degli Affari Esteri, Piquè ha sottolineato che «non avrebbe molto senso» nel momento attuale ricercare un rilancio della trattativa, se prima non si ferma la violenza. Il principe Abdullah, erede al trono saudita e autore dell´importante iniziativa di pace in Medio Oriente, ha affermato che sarebbe «catastrofica» un'eventuale assenza del presidente palestinese, Yasser Arafat, al vertice della Lega Araba del 27 e 28 marzo a Beirut. E secondo padre Pasquale Borgomeo, direttore generale della Radio Vaticana, Onu, Stati Uniti ed Europa sono colpevoli di «omissione di soccorso» di fronte a una situazione mediorientale che «Arafat e Sharon non controllano più». Lo ha affermato ieri nel corso di un programma dedicato alla crisi mediorentale. «La Santa Sede - ha sostenuto il gesuita - si è espressa sulla necessità di una istanza di mediazione per risolvere il conflitto. Ma di fronte a questo orrore quotidiano dove sono le Nazioni Unite, gli Stati Uniti e l'Europa?». «In tutti i Paesi civili - ha rilevato padre Borgomeo - l'omissione di soccorso è un reato. Come possono dimenticarlo quei Paesi che rivendicano i valori delle loro civiltà e che per salvaguardare quei valori si proclamano in lotta contro il terrorismo?».

    e. st.
    La Stampa 06 marzo 2002

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Jospin dovrebbe piuttosto preoccuparsi dei diplomatici del suo paese....che si lasciano soprendere mentre pronunciano espressioni...poco brillanti....sugli ebrei.

    Shalom!

  3. #3
    Roderigo
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Pieffebi
    Jospin dovrebbe piuttosto preoccuparsi dei diplomatici del suo paese....che si lasciano soprendere mentre pronunciano espressioni...poco brillanti....sugli ebrei.
    Shalom!
    Una cosa non esclude l'altra.
    Non vuoi dirci qualcosa di più sull'argomento?

    R.

  4. #4
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Pieffebi
    Jospin dovrebbe piuttosto preoccuparsi dei diplomatici del suo paese....che si lasciano soprendere mentre pronunciano espressioni...poco brillanti....sugli ebrei.

    Shalom!
    In questo puoi avere anche ragione, caro Pieffebi. Ma le cose che dice Jospin sono sacrosante: criticare Sharon NON E' ANTISEMITISMO, no? E Sharon espone abbondantemente il fianco alle critiche. Per quanto mi riguarda, però, anche Arafat non è esattamente immune da comportamenti criticabili.

  5. #5
    Estremista del Welfare
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    4,314
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Roderigo

    Una cosa non esclude l'altra.
    Non vuoi dirci qualcosa di più sull'argomento?

    R.
    Si riferisce ad una frase dell'ambasciatore francese in Gr. Bretagna che iniziava "quel paese di m***a".

    Almeno questo i pettegolezzi raccontano non credo sia una dichiarazione ufficiale.

    Il fatto è che si riferiva (sempre che sia vero) ad un Stato preciso, non agli ebrei.

  6. #6
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by gdr


    In questo puoi avere anche ragione, caro Pieffebi. Ma le cose che dice Jospin sono sacrosante: criticare Sharon NON E' ANTISEMITISMO, no? E Sharon espone abbondantemente il fianco alle critiche. Per quanto mi riguarda, però, anche Arafat non è esattamente immune da comportamenti criticabili.

    Ci mancherebbe altro. In ogni democrazia è lecito criticare le decisioni del governo, e ciò avviene anche in Israele, che è l'UNICA democrazia dell'area. Persino Perez, qualche volta, pur essendo prestigioso componente del medesimo governo di UNITA' NAZIONALE (grande coalizione) del presidente Sharon, prende le distanze da alcune prese di posizione e decisioni di questo ultimo o di suoi colleghi "oltranzisti"; ciò nondimeno Perez ha ancora recentemente ribadito il DIRITTO di Israele alla difesa dei propri confini, dei propri cittadini, difesa che si può e deve esercitare anche con la legittima azione militare di risposta nei confronti dei terroristi e di chi li protegge e sostiene.
    Le critiche di Perez a Sharon si riferiscono in sostanza alla preoccupazione di non usare SOLTANTO l'argomento della forza, e di non deligittimare più di tanto la leadership di Arafat (che pur è ritenuto da Perez ambiguo e sicuramente responsabile per aver riacceso la miccia della violenza dopo aver rifiutato la mano tesa di Barak) in quanto questi resta nonostante tutto.....l'unico possibile interlocutore per Israele in questa fase.
    Altre differenze attengono alla valutazione della questione dei tempi e modi della realizzazione del processo di formazione dello Stato Palestinese (diritto che Sharon riconosce apertamente ma certo non incondizionatamente), e al delicatissimo problema dei coloni ebrei nei "territori".
    E' da dire tuttavia che in questo momento l'unica alternativa al governo Sharon in Israele, come dice giustamente il Jerusalem Post....è un governo sbilanciato ancora più "a destra" (ossia del Likud con formazioni nazionaliste e religiose oltranziste) senza i laburisti. Ossia Sharon non è affatto "il demonio" e demonizzarlo eccessivamente.....potrebbe peggiorare fortemente la situazione (come del resto può avvenire, dall'altra parte, verso Arafat).

    Shalom!

  7. #7
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La questione Jospin e' diversa da come la interpretate voi:la particolarita' della Francia e' che SIA Jospin SIA Chirac,essendoci nel Paese circa 10 MILIONI di islamici DEVONO per forza schierarsi contro Sharon e/o Israele.Pena: possibli azioni terroriste in Francia e perdita di voti (che fanno gola entrambi gli schieramenti).
    Questa e' quella che io chiamo "democrazia truccata":e cioe' quando un gruppo compatto d'immigrazione riesce dal basso a modificare la linea del governo.
    Stessa cosa per Bush che a causa dell'alta presenza di votanti messicani ex-clandestini,anche se la maggioranza degli americani voleva imporre una linea di chiusura totale del confine col Messico,Bush non precludersi i voti messicano-americani,ha dovuto cedere.
    E' la democrazia truccata!

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Padova
    Messaggi
    40
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Dragonball
    Stessa cosa per Bush che a causa dell'alta presenza di votanti messicani ex-clandestini,anche se la maggioranza degli americani voleva imporre una linea di chiusura totale del confine col Messico,Bush non precludersi i voti messicano-americani,ha dovuto cedere.
    E' la democrazia truccata!
    Chiedo scusa ma l'argomento è nobile e meriterebbe di essere ampliato, peccato che ci troviamo nel forum mediorientale e non in quello Maya
    Effettivamente la regolarizzazione dei messicani mi ha sorpreso non poco, da notare che Bush è stato Governatore del Texas , Stato dell'Unione legato da vicende storiche e geografiche al Messico.
    Quanto ai voti questo è stato fatto credo in un'ottica futura, il voto dei latinos negli USA conta eccome, ma nel corso dell'ultima tornata elettorale è stato appannaggio dei democratici, con l'unica eccezione dei cubani ( brava gente) della Florida il cui voto compatto è stato decisivo per mandare Gore a casa.
    Non volendo andare eccessivamente fuori tema chiedo ai frequentatori del forum notizie in merito ai diritti elettorali dei cittadini Israeliani arrivati negli anni 90 e piu precisamente ai Russi e agli etiopi di cui alla famosa operazione umanitaria primi anni 90
    Hanno queste persone diritto di voto, chi votano abitualmente?
    Grazie per le eventuali risposte

  9. #9
    Roderigo
    Ospite

    Predefinito Israele difende le sue colonie

    Originally posted by Pieffebi
    Ci mancherebbe altro. In ogni democrazia è lecito criticare le decisioni del governo, e ciò avviene anche in Israele, che è l'UNICA democrazia dell'area. Persino Perez, qualche volta, pur essendo prestigioso componente del medesimo governo di UNITA' NAZIONALE (grande coalizione) del presidente Sharon, prende le distanze da alcune prese di posizione e decisioni di questo ultimo o di suoi colleghi "oltranzisti"; ciò nondimeno Perez ha ancora recentemente ribadito il DIRITTO di Israele alla difesa dei propri confini, dei propri cittadini, difesa che si può e deve esercitare anche con la legittima azione militare di risposta nei confronti dei terroristi e di chi li protegge e sostiene.
    Le critiche di Perez a Sharon si riferiscono in sostanza alla preoccupazione di non usare SOLTANTO l'argomento della forza, e di non deligittimare più di tanto la leadership di Arafat (che pur è ritenuto da Perez ambiguo e sicuramente responsabile per aver riacceso la miccia della violenza dopo aver rifiutato la mano tesa di Barak) in quanto questi resta nonostante tutto.....l'unico possibile interlocutore per Israele in questa fase.
    Altre differenze attengono alla valutazione della questione dei tempi e modi della realizzazione del processo di formazione dello Stato Palestinese (diritto che Sharon riconosce apertamente ma certo non incondizionatamente), e al delicatissimo problema dei coloni ebrei nei "territori".
    E' da dire tuttavia che in questo momento l'unica alternativa al governo Sharon in Israele, come dice giustamente il Jerusalem Post....è un governo sbilanciato ancora più "a destra" (ossia del Likud con formazioni nazionaliste e religiose oltranziste) senza i laburisti. Ossia Sharon non è affatto "il demonio" e demonizzarlo eccessivamente.....potrebbe peggiorare fortemente la situazione (come del resto può avvenire, dall'altra parte, verso Arafat).
    Shalom!
    Le critiche di Jospin non dipendono dalle generose concessioni della democrazia israeliana. Jospin è il primo ministro della Francia. Ed il merito della sua critica riguarda prima di tutto un criterio di efficacia. Perseguendo la soluzione militare, non solo Sharon provoca costi umani e grandi sofferenze tra la popolazione palestinese, ma neppure risolve il conflitto e soprattutto non garantisce la sicurezza degli israeliani. Se lo scopo proclamato della politica del governo Sharon è la difesa di Israele e la sicurezza dei cittadini israeliani, il fallimento di questa politica è evidente. Ormai lo dicono anche i sondaggi, che vedono il premier per la prima volta in minoranza.
    Se questo è il bilancio, perchè Sharon non cambia politica? Solo per suoi limiti personali? Perchè è ancora fissato con l'idea di completare l'opera iniziata in Libano nel 1982? Può darsi. Però, la politica di un governo, soprattutto una politica di guerra, non può giudicarsi solo in base agli obiettivi ufficiali e dichiarati. Israele, in verità, non difende se stessa ed i suoi cittadini, bensì le sue colonie nei territori che occupa illegalmente dal 1967: Gaza, Cisgiordania e Gerusalemme Est. Colonie che continuano ad espandersi, negando ai palestinesi il diritto ad uno Stato indipendente e sovrano, ed alla stessa democrazia. La democrazia israeliana vale solo per gli israeliani. Tre milioni di palestinesi, ne sono esclusi.

    R.

  10. #10
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sì, ne sono esclusi. Da Arafat e dai "poveri" miliziani palestinesi che sognano di cacciare gli ebrei in mare.

    Shalom!

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Contro il cancro una speranza
    Di Gioa nel forum Sicilia
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 01-04-08, 01:03
  2. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 14-12-07, 15:47
  3. Sharon contro Putin
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-04-05, 17:47
  4. Sciopero contro Sharon
    Di Roderigo nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-08-02, 11:16
  5. Il Consiglio di Sicurezza a Sharon: non toccate Arafat
    Di Roderigo nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-04-02, 21:48

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226