Denuncia alla Commissione Europea


Signor Commissario,
io sono un grappolo d'uva e avendo raggiunto a maturazione
il peso di 145 grammi il mio destino era segnato.
Nella cassetta di legno mi trovavo con altri venti grappoli
nelle mie stesse condizioni. Eravamo rassegnati
ma coscienti di servire il bene, l'immagine, i pesi e le misure
dell'Unione Europea.
Ebbene, con la prime ombre della sera si avvicinò
il mio padrone e con la colla , ad ogni grappolo, unì
5 o 6 chicchi in modo tale da raggiungere il peso ( 150 grammi) consentito per
la commercializzazione.
Il mio padrone di chiama Erminio Boso ed abita lungo la Valsugana.
La truffa fu organizzata e pensata dal suo degno compare
tale Mario Borghezio di Torino ( già schedato nei vostri uffici)
Spero che fatti del genere non abbiano a ripetersi.
in fede