User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Jul 2012
    Messaggi
    8,634
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La montatura della "proposta di pace" saudita

    Saturday, March 09, 2002 Adar 25, 5762 Israel Time: 00:19 (GMT+2)

    PA: Saudi plan includes right of return, east Jerusalem

    By News Agencies


    A draft of the new Saudi peace initiative, to be presented at the Arab League summit at the end of March, is much more specific in its demands of Israel than the proposal put forward last month by Saudi Crown Prince Abdullah, a senior Palestinian official said Friday.

    The emerging draft stipulates that a peace deal must resolve points of dispute according to UN resolutions, said Palestinian Authority Planning Minister Nabil Sha'ath, who has been meeting with Abdullah and other Arab leaders in recent days.

    Unlike the initial Saudi proposal, the draft specifically mentions Palestinian refugees and an Israeli withdrawal from Arab east Jerusalem.

    Abdullah's idea, first aired in an interview with The New York Times last month, was to offer peace and pan-Arab recognition of Israel in exchange for withdrawal from all Arab lands conquered in the 1967 Six-Day War. Details, such as the exact borders, the status of Jerusalem and the return of Palestinian refugees, would be left to later negotiations.

    Sha'ath said there would be more discussions about the draft when he meets with several Arab foreign ministers in Cairo on Saturday in preparation for the Arab League summit, which is to be held March 27-28 in Beirut, Lebanon.

    Palestinian Authority Chairman Yasser Arafat has been confined to the West Bank town of Ramallah since December, and Israel has said it would only lift the travel plan if Arafat tried to curb attacks by Palestinian militants on Israeli civilians.

    Sha'ath said Arab foreign ministers told him that, based on their talks with U.S. officials, they were optimistic Arafat would be able to attend the gathering.

    Saudi officials have told the Palestinians that the peace initiative would only be presented at the Arab summit if Arafat was present. The initiative won a major boost earlier this week when Syria, a leading hard-line state, came on board.

    Palestinian officials said Syria and the Palestinians requested the specific mention of Palestinian refugees in the peace proposal, and that Syria also asked for a reference to UN resolution 194, which says refugees should be allowed to return to their homes or receive compensation for their losses.

    Reading from the draft, Sha'ath said it calls for a "total Israeli withdrawal from all the Arab lands occupied in 1967 and withdrawal to the borders of the 4th of June 1967, including Arab Jerusalem."

    A peace agreement would "solve the outstanding problems according to UN resolutions, including the issue of refugees, based on UN resolution 194, in return for full Arab peace with Israel," Sha'ath said, quoting from the draft.

    Danny Ayalon, an adviser to Prime Minister Ariel Sharon, said he could not comment until a peace initiative had been presented to the government.

    "We will be happy to talk any Saudi representative or any other Arab representative," Ayalon said.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ospite

    Predefinito Che fosse una proposta fasulla era...

    Originally posted by Jan Hus
    Saturday, March 09, 2002 Adar 25, 5762 Israel Time: 00:19 (GMT+2)

    PA: Saudi plan includes right of return, east Jerusalem

    By News Agencies


    A draft of the new Saudi peace initiative, to be presented at the Arab League summit at the end of March, is much more specific in its demands of Israel than the proposal put forward last month by Saudi Crown Prince Abdullah, a senior Palestinian official said Friday.

    The emerging draft stipulates that a peace deal must resolve points of dispute according to UN resolutions, said Palestinian Authority Planning Minister Nabil Sha'ath, who has been meeting with Abdullah and other Arab leaders in recent days.

    Unlike the initial Saudi proposal, the draft specifically mentions Palestinian refugees and an Israeli withdrawal from Arab east Jerusalem.

    Abdullah's idea, first aired in an interview with The New York Times last month, was to offer peace and pan-Arab recognition of Israel in exchange for withdrawal from all Arab lands conquered in the 1967 Six-Day War. Details, such as the exact borders, the status of Jerusalem and the return of Palestinian refugees, would be left to later negotiations.

    Sha'ath said there would be more discussions about the draft when he meets with several Arab foreign ministers in Cairo on Saturday in preparation for the Arab League summit, which is to be held March 27-28 in Beirut, Lebanon.

    Palestinian Authority Chairman Yasser Arafat has been confined to the West Bank town of Ramallah since December, and Israel has said it would only lift the travel plan if Arafat tried to curb attacks by Palestinian militants on Israeli civilians.

    Sha'ath said Arab foreign ministers told him that, based on their talks with U.S. officials, they were optimistic Arafat would be able to attend the gathering.

    Saudi officials have told the Palestinians that the peace initiative would only be presented at the Arab summit if Arafat was present. The initiative won a major boost earlier this week when Syria, a leading hard-line state, came on board.

    Palestinian officials said Syria and the Palestinians requested the specific mention of Palestinian refugees in the peace proposal, and that Syria also asked for a reference to UN resolution 194, which says refugees should be allowed to return to their homes or receive compensation for their losses.

    Reading from the draft, Sha'ath said it calls for a "total Israeli withdrawal from all the Arab lands occupied in 1967 and withdrawal to the borders of the 4th of June 1967, including Arab Jerusalem."

    A peace agreement would "solve the outstanding problems according to UN resolutions, including the issue of refugees, based on UN resolution 194, in return for full Arab peace with Israel," Sha'ath said, quoting from the draft.

    Danny Ayalon, an adviser to Prime Minister Ariel Sharon, said he could not comment until a peace initiative had been presented to the government.

    "We will be happy to talk any Saudi representative or any other Arab representative," Ayalon said.
    ___________________________________________

    ...facilmente intuibile già dal suo carattere di indeterminatezzal "ritorno ai confini del '67" infatti,a rigor di logica avrebbe dovuto comportare la cessione della sovranità (da parte di Israele) su tutta Gerusalemme Est:e se il Muro Occidentale ri-tornasse agli Arabi...avete presente il devastante saccheggio della Tomba di Giuseppe a Nablus?

    Tanto più che la storia recente ci offre innumerevoli esempi di mancato rispetto (eufemismo) da parte degli arabomusulmani del pluralismo religioso.

    Cordiali saluti

  3. #3
    Cavaliere
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    5,062
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Anche secondo me niente pace con il Muro Occidentale agli arabi.
    Incredibile che i cristiani non si rendano conto del pericolo di consegnare agli islamici i luoghi santi del Cristianesimo.
    Anche se non gliene frega niente degli ebrei, anche solo per amor proprio non dovrebbero essere così menefreghisti o addirittura favorevoli alla cessione ai musulmani della Città Vecchia.
    Pazzesco che non bastino i pogrom di cristiani in Sudan e Indinesia, le statue del Budda di Bamyan, la Tomba di Giuseppe, l' amministrazione giordana 1948-1967. Più di così che ci vuole, l' atomica firmata Bin Laden su San Pietro?
    Potenza dell' antisemitismo: i cristiani pur di fregare gli ebrei, si fanno fregare loro stessi!

  4. #4
    Estremista del Welfare
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    4,314
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by gribisi
    Anche secondo me niente pace con il Muro Occidentale agli arabi.
    Incredibile che i cristiani non si rendano conto del pericolo di consegnare agli islamici i luoghi santi del Cristianesimo.
    Anche se non gliene frega niente degli ebrei, anche solo per amor proprio non dovrebbero essere così menefreghisti o addirittura favorevoli alla cessione ai musulmani della Città Vecchia.
    Pazzesco che non bastino i pogrom di cristiani in Sudan e Indinesia, le statue del Budda di Bamyan, la Tomba di Giuseppe, l' amministrazione giordana 1948-1967. Più di così che ci vuole, l' atomica firmata Bin Laden su San Pietro?
    Potenza dell' antisemitismo: i cristiani pur di fregare gli ebrei, si fanno fregare loro stessi!
    Dove tu con cristiani intendi anche le gerarchie cattoliche?
    Hanno quindi ancora la ambizione di "fregare gli ebrei"?

    Non ho ben capito se il tuo è un appello per tutelare gli interessi cristiani o uno strumentale richiamo alla salvaguardia della cristianità in Gerusalemme (strumentale alla causa israeliana).

    La divisione di Gerusalemme la si discute nei suoi confini precisi, non la si cassa a prescindere, in funzione della salvaguardia del muro occidentale.

    Il muro occidentale certo pare giusto rimanga in mano ad Israele.

    Altro discorso è se tale problema investe non l'intero muro ma quel piccolo pezzo di muro che sta sulla spianata delle moschee (o monte del tempio).

    Non so voi ma io non mi entusiasmo per le guerre di religione.

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bisogna valutare attentamente tutto quanto. bisogna considerare ad esempio che neanche in altri paesi, e non solo in Arabia Saudita, come Tunisia e Marocco, ai pochi cristiani viene impedito l`esercizio del loro culto.
    bisogna considerare che tra i palestinesi mi sembra vi sia poco ricambio per quanto riguarda la leadership politica. che inoltre queste fantomatiche "masse arabe" sembrano sempre sul punto di esplodere e sembra che riescano a trovare come unico motivo di compattezza, l`odio verso il diverso.
    certo da noi la Fallaci ha fatto il botto con il suo libro dopo l`11 settembre, ma nei paesi arabi quante persone, in modo incrociato pensano le stesse cose??????
    percio`, che pur essendo contento che finalmente anche l`Arabia Saudita abbia rotto il suo silenzio, per quanto riguarda Gerusalemme ed i luoghi santi non bisognera` fidarsi della buona volonta` di qualche volenteroso, poiche` prima o poi la buona volonta` passa e resta solo l`odio.
    finora gli israeliani hanno concesso accesso a tutti o mi sbaglio????????

  6. #6
    Cavaliere
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    5,062
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by bom-bim-bom


    Dove tu con cristiani intendi anche le gerarchie cattoliche?
    Hanno quindi ancora la ambizione di "fregare gli ebrei"?

    Non ho ben capito se il tuo è un appello per tutelare gli interessi cristiani o uno strumentale richiamo alla salvaguardia della cristianità in Gerusalemme (strumentale alla causa israeliana).

    La divisione di Gerusalemme la si discute nei suoi confini precisi, non la si cassa a prescindere, in funzione della salvaguardia del muro occidentale.

    Il muro occidentale certo pare giusto rimanga in mano ad Israele.

    Altro discorso è se tale problema investe non l'intero muro ma quel piccolo pezzo di muro che sta sulla spianata delle moschee (o monte del tempio).

    Non so voi ma io non mi entusiasmo per le guerre di religione.
    Con la dizione "cristiani" mi riferisco sia alle gerarchie religiose che a molta parte dell' opinione pubblica.
    Io voglio tutelare la libertà di culto dei cristiani e degli ebrei (non a detrimento di quella dei musulmani) nonchè il patrimonio storico del cristianesimo, che è pur sempre la religione dei miei antenati.
    Ritengo che il patrimonio cristiano ed ebraico della Città Santa, Muro del Pianto compreso, andrebbe incluso in Israele, perchè è lo stato di cui c'è più da fidarsi in fatto di libertà di culto.
    Ai palestinesi vada quella parte di Gerusalemme Est in cui non ci sono monumenti importanti, tanto per mettere a Gerusalemme la loro capitale.
    Al limite si può fare della superficie della Spianata delle Moschee una enclave palestinese circondata dal territorio israeliano, ma nessun confine terrestre o possibile blocco deve tagliarci fuori dai luoghi santi delle 2 religioni non islamiche.
    Le guerre di religione non piacciono neanche a me, ma non mi va nemmeno di svendere il nostro patrimonio storico a degli intolleranti iconoclasti, solo perchè io sono agnostico.

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    israele
    Messaggi
    602
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by benny3
    bisogna valutare attentamente tutto quanto. bisogna considerare ad esempio che neanche in altri paesi, e non solo in Arabia Saudita, come Tunisia e Marocco, ai pochi cristiani viene impedito l`esercizio del loro culto.
    bisogna considerare che tra i palestinesi mi sembra vi sia poco ricambio per quanto riguarda la leadership politica. che inoltre queste fantomatiche "masse arabe" sembrano sempre sul punto di esplodere e sembra che riescano a trovare come unico motivo di compattezza, l`odio verso il diverso.
    certo da noi la Fallaci ha fatto il botto con il suo libro dopo l`11 settembre, ma nei paesi arabi quante persone, in modo incrociato pensano le stesse cose??????
    percio`, che pur essendo contento che finalmente anche l`Arabia Saudita abbia rotto il suo silenzio, per quanto riguarda Gerusalemme ed i luoghi santi non bisognera` fidarsi della buona volonta` di qualche volenteroso, poiche` prima o poi la buona volonta` passa e resta solo l`odio.
    finora gli israeliani hanno concesso accesso a tutti o mi sbaglio????????


    Hanno concesso e concesso ma pare non basti.
    Gli arabi hanno il coltello dalla parte del manico: la loro violenza e aggressivita'.
    Tengono tutti i mano come e' accaduto per la partita Hapoel-Milan: mentre la UEFA trattava col nostro ministro gli uomini di Arafat hanno mandato a dire che se il Milan venisse a giocare in Israele correrebbe seri pericoli. E con questo hanno tagliato la testa al toro, giocheranno a Cipro.
    La UEFA come tutti in Europa hanno ceduto al ricatto.

  8. #8
    Estremista del Welfare
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    4,314
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by gribisi
    Con la dizione "cristiani" mi riferisco sia alle gerarchie religiose che a molta parte dell' opinione pubblica.
    Io voglio tutelare la libertà di culto dei cristiani e degli ebrei (non a detrimento di quella dei musulmani) nonchè il patrimonio storico del cristianesimo, che è pur sempre la religione dei miei antenati.
    Ritengo che il patrimonio cristiano ed ebraico della Città Santa, Muro del Pianto compreso, andrebbe incluso in Israele, perchè è lo stato di cui c'è più da fidarsi in fatto di libertà di culto.
    Ai palestinesi vada quella parte di Gerusalemme Est in cui non ci sono monumenti importanti, tanto per mettere a Gerusalemme la loro capitale.
    Al limite si può fare della superficie della Spianata delle Moschee una enclave palestinese circondata dal territorio israeliano, ma nessun confine terrestre o possibile blocco deve tagliarci fuori dai luoghi santi delle 2 religioni non islamiche.
    Mah... non mi pare che le gerarchie cristiane siano ancora antisemite (basta ricordare il viaggio del Papa) nè che i cristiani abbiano avuto ed abbiano grossi problemi in Gerusalemme e mi riferisco ai cristiani palestinesi e a quelli internazionali (compresi i limitrofi Libanesi e Siriani -10% della popolazione siriana-).
    Già il fatto che nella zona siano da sempre rimasti ingenti minoranze cristiane la dice lunga.
    Certo che la crescita dell'integralismo islamico (ma anche ebraico anche se si guardano bene dal polemizzare con i cristiani) aggiunge preoccupazione.

    Cmq attenzione a non risvegliare il "can che dorme" (la cristianità che si sentisse eventualmente attaccata in Terra Santa).
    Saranno forti le lobbies delle altre religioni ma temo che il mondo che comanda sia eminentemente cristiano, di cultura se non di fede.
    Secondo me in e per la Terra Santa il rischio di "crociate" è ancora possibile, sarebbe una crociata moderna, condotta presumibilmente da noi UE e dagli USA in primis.
    Vorrei evitare di vedere una cosa simile.

    Le guerre di religione non piacciono neanche a me, ma non mi va nemmeno di svendere il nostro patrimonio storico a degli intolleranti iconoclasti, solo perchè io sono agnostico.
    Nessuno vuole svendere a nessuno.
    La divisione di Gerusalemme è tutta da discutere in concreto.
    E' già importante che si ammetta la possibilità di una divisione che a mio modo di vedere pare più corretto basare sulla nazionalità maggioritaria nei vari quartieri.
    Resta il nodo spianata delle moschee (monte del tempio)/muro del pianto.

    Io direi che i cristiani devono rimanere defilati (richiedere unicamente l'assicurazione di libero accesso e protezione dei propri luoghi santi) a meno che non si tratti di cristiani palestinesi che hanno ovviamente pieno diritto di agire in sintonia con i propri connazionali.

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Jul 2012
    Messaggi
    8,634
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scrive BBB:

    Mah... non mi pare che le gerarchie cristiane siano ancora antisemite (basta ricordare il viaggio del Papa) nè che i cristiani abbiano avuto ed abbiano grossi problemi in Gerusalemme e mi riferisco ai cristiani palestinesi e a quelli internazionali (compresi i limitrofi Libanesi e Siriani -10% della popolazione siriana-).
    Già il fatto che nella zona siano da sempre rimasti ingenti minoranze cristiane la dice lunga.
    Certo che la crescita dell'integralismo islamico (ma anche ebraico anche se si guardano bene dal polemizzare con i cristiani) aggiunge preoccupazione.


    Mi spiace BBB, ma le cose non stanno proprio come dici tu.

    I cristiani rappresentano ormai una piccolissima minoranza della popolazione della Cisgiordania: circa il 2 per cento. Persino a Betlemme sono minoranza.

    Invece, in Israele la proporzione dei cristiani è rimasta stabile.

    Recentemente mi pare che fu proprio il Vaticano ad esprimere la preoccupazione che la presenza cristiana nel Vicino Oriente stesse per scomparire.

    La stessa cosa vale per il Libano e per gli altri paesi arabi. Il numero e la proporzione dei cristiani sono in continua diminuzione, e non si può certo dire che, in tutto questo, l'atteggiamento dei musulmani e delle autorità politiche non abbia alcun peso.

    In molti paesi e territori arabi le minoranze cristiane si sentono in grande difficoltà (ad esempio: Egitto, Libano, Territori Occupati da Israele); in nessun paese arabo le minoranze cristiane godono neanche lontanamente di diritti pari a quelli dei musulmani; e la situazione è in corso di peggioramento.

    Tanto è vero che la maggior parte degli arabo-americani, non a caso, è formata da cristiani, in maggior parte di origine libanesi.

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    israele
    Messaggi
    602
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    BBB: Già il fatto che nella zona siano da sempre rimasti ingenti minoranze cristiane la dice lunga.


    ...cosa stai dicendo BBB? i cristiani se ne sono quasi tutti andati da anni. A Betlemme dal 90% sotto Israele, sono calati al 18%.
    Da Bet Jalla , doopo che i tanzim hanno occupato le loro case per bombardare Gilo' se ne sono andati quasdi tutti.

    ALTRO CHE INGENTI MINORANZE, ORMAI RISICATE MINORANZE.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 02-10-12, 22:43
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 17-03-11, 12:09
  3. Risposte: 94
    Ultimo Messaggio: 27-09-08, 11:58
  4. Roberto Fiore: "ASSOLTO CIAVARDINI, CROLLA LA MONTATURA"
    Di FN Marche nel forum Destra Radicale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 09-02-08, 02:35
  5. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 19-09-03, 20:48

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226