User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 49
  1. #1
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Internet: ai confini della legge

    Tim Koogle, l'ex presidente di Yahoo, dovrà rispondere in Francia dell'accusa di apologia di crimini di guerra, per aver messo all'asta oggetti e cimeli nazisti sul sito statunitense. Rischia fino a cinque anni di carcere e una multa di 45.731 euro. La versione francese di Yahoo non permette questo tipo di aste, ma qualsiasi internauta può accedere a quella statunitense con pochi clic. Nel novembre del 2000, un tribunale di Parigi ha ordinato a Yahoo, con una sentenza a dir poco polemica, di bloccare l'accesso ai navigatori francesi a queste aste.

    Il portale ha negato il blocco, mentre lo scorso novembre una sentenza di un tribunale di Los Angeles aveva affermato che Yahoo non è obbligato a rispettare le leggi francesi nel suo sito statunitense.

    Il processo, la cui data d'inizio sarà comunicata il prossimo 7 maggio, è importantissimo per la Rete: si tracceranno i confini tra il lecito e l'illecito in Internet. Un paese è autorizzato ad imporre leggi su un altro? Se la Francia condanna Yahoo e il suo presidente per non aver rispettato le sue leggi sui contenuti, allora la Cina potrebbe anche denunciare la pagina della CNN per aver ignorato le sue leggi sulla libertà di stampa. Che legislazione si deve applicare alle pagine web? Quella del paese dove risiede fisicamente il server o quella di qualunque altro che possa accedere al web? La risposta è complessa, soprattutto quando si giudica la situazione da un altro punto di vista. Che cosa succede quando la legislazione di un paese permette qualcosa che gli altri condannano? Recentemente abbiamo assistito ad un caso analogo.

    Fino a pochi giorni fa, la pagina di Taiwan www.movie88.com offriva la visione di film – quelli già nelle sale cinematografiche - per un solo dollaro. A questo prezzo, era possibile vedere qualsiasi film recente direttamente sul proprio computer. Dal canto suo, Movie88 stava erogando un servizio nel pieno rispetto della legislazione di Taiwan. Per gli studi cinematografici di Hollywood un grosso grattacapo. In questo caso, era possibile denunciare per presunta pirateria Taiwan, dato che proprio lì erano collocati i suoi server nonchè la sede dell'impresa.

    Questa settimana, la pagina di Movie88 è stata bloccata dal proprio provider di Internet con una strana operazione. Ma non ci sarebbe da stupirsi se nei prossimi giorni dovesse tornare in funzione visto che non è stata emessa alcuna sentenza del tribunale (visto che non esiste la legge per emetterla). In qualunque caso, tale conflitto dimostra ancora una volta i problemi a cui deve far fronte il diritto quando i 'reati' possono essere commessi contemporaneamente dappertutto e da nessuna parte.


    P.S. In attesa che Jaki, se vorrà, ricostituisca lo storico forum Internet a new world, vi comunci che potrete utilizzare questo forum per mettere a disposizione di tutti consigli, curiosità e informazioni sul mondo di Internet, sul nostro mondo.

    Buona Serata.

    So Long.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by Sir Demos
    Tim Koogle, l'ex presidente di Yahoo, dovrà rispondere in Francia dell'accusa di apologia di crimini di guerra, per aver messo all'asta oggetti e cimeli nazisti sul sito statunitense. Rischia fino a cinque anni di carcere e una multa di 45.731 euro. La versione francese di Yahoo non permette questo tipo di aste, ma qualsiasi internauta può accedere a quella statunitense con pochi clic. Nel novembre del 2000, un tribunale di Parigi ha ordinato a Yahoo, con una sentenza a dir poco polemica, di bloccare l'accesso ai navigatori francesi a queste aste.

    Il portale ha negato il blocco, mentre lo scorso novembre una sentenza di un tribunale di Los Angeles aveva affermato che Yahoo non è obbligato a rispettare le leggi francesi nel suo sito statunitense.

    Il processo, la cui data d'inizio sarà comunicata il prossimo 7 maggio, è importantissimo per la Rete: si tracceranno i confini tra il lecito e l'illecito in Internet. Un paese è autorizzato ad imporre leggi su un altro? Se la Francia condanna Yahoo e il suo presidente per non aver rispettato le sue leggi sui contenuti, allora la Cina potrebbe anche denunciare la pagina della CNN per aver ignorato le sue leggi sulla libertà di stampa. Che legislazione si deve applicare alle pagine web? Quella del paese dove risiede fisicamente il server o quella di qualunque altro che possa accedere al web? La risposta è complessa, soprattutto quando si giudica la situazione da un altro punto di vista. Che cosa succede quando la legislazione di un paese permette qualcosa che gli altri condannano? Recentemente abbiamo assistito ad un caso analogo.

    Fino a pochi giorni fa, la pagina di Taiwan www.movie88.com offriva la visione di film – quelli già nelle sale cinematografiche - per un solo dollaro. A questo prezzo, era possibile vedere qualsiasi film recente direttamente sul proprio computer. Dal canto suo, Movie88 stava erogando un servizio nel pieno rispetto della legislazione di Taiwan. Per gli studi cinematografici di Hollywood un grosso grattacapo. In questo caso, era possibile denunciare per presunta pirateria Taiwan, dato che proprio lì erano collocati i suoi server nonchè la sede dell'impresa.

    Questa settimana, la pagina di Movie88 è stata bloccata dal proprio provider di Internet con una strana operazione. Ma non ci sarebbe da stupirsi se nei prossimi giorni dovesse tornare in funzione visto che non è stata emessa alcuna sentenza del tribunale (visto che non esiste la legge per emetterla). In qualunque caso, tale conflitto dimostra ancora una volta i problemi a cui deve far fronte il diritto quando i 'reati' possono essere commessi contemporaneamente dappertutto e da nessuna parte.
    [/COLOR]

    Buona Serata.

    So Long.
    Internet non sarà mai fermata, per quanto i burocrati ci possano provare. E' una società libertaria, uno dei pochi esempi al mondo. E finchè esisterà, lo stato non sarà più l'unica voce nel coro, e perderà sempre più credito.

  3. #3
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by ARI6


    Internet non sarà mai fermata, per quanto i burocrati ci possano provare. E' una società libertaria, uno dei pochi esempi al mondo. E finchè esisterà lo stato sarà in costante pericolo.
    Mica tanto...che mi dici di tutte le migliaia di siti pedofili???
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  4. #4
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by Aug83


    Mica tanto...che mi dici di tutte le migliaia di siti pedofili???
    Che il reato sta nel commettere pedofilia, non nel pubblicare immagini su internet.

  5. #5
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by ARI6


    Che il reato sta nel commettere pedofilia, non nel pubblicare immagini su internet.
    Certo, su questo non ci piove.

    Comunque è vero anche che i siti internet sono continuamente sotto controllo. Dalla Polizia quelli ritenuti "pericolosi" (caro ARI6, noi ne sappiamo qualcosa...basta pensare ai siti ultras!), e da chi ti fornisce lo spazio web altre volte (è risuccesso che abbiano chiuso siti per delle immagini un po'...sconcie, anche se non troppo.)
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  6. #6
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by Aug83


    Certo, su questo non ci piove.

    Comunque è vero anche che i siti internet sono continuamente sotto controllo. Dalla Polizia quelli ritenuti "pericolosi" (caro ARI6, noi ne sappiamo qualcosa...basta pensare ai siti ultras!), e da chi ti fornisce lo spazio web altre volte (è risuccesso che abbiano chiuso siti per delle immagini un po'...sconcie, anche se non troppo.)
    La forza di internet sta nel non farsi ingabbiare.
    Chiudi un sito? ne riaprono altri cento uguali.
    E che sia sempre così, il grande fratello non può ingabbiarci.

  7. #7
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by ARI6


    La forza di internet sta nel non farsi ingabbiare.
    Chiudi un sito? ne riaprono altri cento uguali.
    E che sia sempre così, il grande fratello non può ingabbiarci.
    mah, guarda...conosco un ragazzo (di Firenze) che ha dovuto rinunciare al suo sito. Ovunque abbia preso lo spazio web, è stato censurato dopo poche settimane.

    E ti assicuro che i contenuti erano tollerabilissimi, dato che l'ho visitato.
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  8. #8
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by Aug83


    mah, guarda...conosco un ragazzo (di Firenze) che ha dovuto rinunciare al suo sito. Ovunque abbia preso lo spazio web, è stato censurato dopo poche settimane.

    E ti assicuro che i contenuti erano tollerabilissimi, dato che l'ho visitato.
    E che mi dici dei milioni di siti contenenti programmi illegali? o dei programmi di file sharing? chiuso napster ne sono fioccati a migliaia. Questo ragazzo ha avuto sfortuna, e forse non si è rivolto a gente coraggiosa. In ogni caso sta a noi non farsi impaurire dai Leviatani e organizzarsi sempre più per contrastare lo strapotere degli stati moderni.

  9. #9
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by Mr


    Non si può non punire anche la riproduzione di materiale per pedofili. Se non ci sono fumatori, non ci sono sigarette, e se non c'è diffusione di materiale pedofilo sicuramente meno gente si disturberà a produrlo.
    Chi consuma materiale pedofilo non è colpevole di nessun reato, non commettendo aggressione su nessuno.
    Restano persone moralmente disprezzabili (per la morale moderna) ma non punibili. Neanche se a causa della loro domanda alcuni bambini vengono violentati.

  10. #10
    Mr
    Mr è offline
    Pulchra Paucis
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Singapore
    Messaggi
    7,886
    Mentioned
    28 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: Re: Internet: ai confini della legge

    Originally posted by ARI6


    Chi consuma materiale pedofilo non è colpevole di nessun reato, non commettendo aggressione su nessuno.
    Restano persone moralmente disprezzabili (per la morale moderna) ma non punibili. Neanche se a causa della loro domanda alcuni bambini vengono violentati.
    Allora: è moralmente giusto punire un istinto che si manifesta spontaneamente in chiunque? No, particolarmente se non viene sfogato su delle persone.

    È pragmaticamente utile permettere che, in virtù di questo bisogno, si alimenti un mercato che si alimenta dalla violenza su dei bambini? Chiunque risponda come meglio crede.

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 16-08-09, 17:59
  2. I Confini Mobili Della Sovranità Lo Stato Della Globalizzazione -
    Di Muntzer (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-11-08, 19:41
  3. legge su internet
    Di heimdall nel forum Destra Radicale
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 31-10-07, 22:37
  4. superare i confini, internet offre l'ennesimo spunto
    Di Pippo1 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 10-07-07, 14:50
  5. Sorveglianza dei confini dei confini delle 2 germanie
    Di Poggetto nel forum Politica Estera
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 30-01-06, 03:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226