User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Vittime e boia

  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Vittime e boia

    ricevo ed inoltro:
    VITTIME E BOIA

    di: Alberto B. Mariantoni

    E' possibile che il mio punto di vista sull'annoso e luttuoso conflitto Israelo-Palestinese non sia molto oggettivo. Come diceva Bachelard, "L'esprit scientifique n'est jamais jeune car il a l'âge de ses préjugés. " ("lo spirito scientifico non è mai giovane, poiché ha l'età dei suoi pregiudizi"). Resta comunque il fatto che avendo fortunatamente o sfortunatamente passato qualche anno della mia vita e della mia attività professionale nel Medioriente (all'incirca 29 anni.), credo mi spetti in qualche modo il diritto di porre in proposito qualche domanda. Indiscreta, naturalmente, e "politically incorrect", com’è mio costume:

    1. Per quale ragione - ad esempio - le specifiche "rappresaglie" SS di "Oradour-sur-Glâne" (F), di "Marzabotto", delle "Ardeatine" (I), ecc., continuerebbero ad essere un crimine di guerra e/o un crimine contro l’umanità; mentre quelle che da più di mezzo secolo vengono quotidianamente praticate dall'esercito israeliano, dall’"Unità 101", dallo Shin-Bet (Sherutei Bittahon) a discapito dei civili palestinesi, sono semplicemente degli atti di banale "legittima difesa" e/o di "normale belligeranza", oppure semplici "provvedimenti di polizia", contro il "terrorismo" palestinese?

    2. Per quale motivo, la figura del "partigiano" resistente all'occupazione militare Germanica dell'Europa durante la Seconda guerra mondiale, equivarrebbe a quella di un patriota e di un eroe, mentre quella
    incarnata dai membri della resistenza palestinese (Hamas, Gihad, FPLP, Fatah, ecc.) all'occupazione militare Israeliana, coinciderebbe con quella di semplici assassini, vili delinquenti, pazzi furiosi e/o terroristi
    sanguinari che metterebbero in pericolo la sicurezza di quella "povera comunità indifesa" che risponde al nome di Stato d'Israele?

    3. Per quale ragione, l'autorizzazione ad esercitare un Governo Autonomo Israelita all'interno del "Ghetto di Varsavia" nel contesto del III Reich sarebbe degradante ed inaccettabile per la dignità degli Israeliti che vi
    erano racchiusi, mentre l'analoga situazione vigente all'interno dei cosiddetti "Territori Autonomi" gentilmente concessi (e, per di più, costantemente rimessi in discussione da Tel Aviv) alla Palestinian National Authority, nel contesto della sovranità territoriale israeliana, è senz'altro magnificante e accettabile?

    4. Per quale motivo, l'annessione di Danzica, dei Sudeti e/o dell'Austria da parte di Hitler, sarebbe inaccettabile da un punto di vista del Diritto Internazionale, mentre le annessioni di Gerusalemme e del Golan da parte del Governo israeliano non evocano nessuna violazione dello stesso diritto e non suscitano nessuna levata di scudi né da parte dell’ONU, né da parte degli Stati Uniti, né da parte dell'Unione Europea?

    5. Per quale ragione, da un punto di vista dei "Diritti dell'Uomo", sarebbe razzista ed inaccettabile apporre sul petto degli israeliti sotto occupazione Germanica il segno distintivo della "stella di David", mentre
    invece è senz'altro ammissibile e comprensibile che il Governo israeliano imponga dal 1967 alle popolazioni dei territori occupati la targa di colore verde per i veicoli dei cittadini palestinesi, in contrapposizione a quelle
    di colore giallo riservate ai cittadini israeliani?

    6. Lo stesso dicasi per le "torture" e le "umiliazioni corporee" imposte ai prigionieri politici, "gli arresti indiscriminati", le "deportazioni e le espulsioni di popolazioni civili", "le detenzioni arbitrarie e senza
    processo", i "documenti" ed i "titoli di viaggio selettivi e discriminanti" (simili a quelli praticati da Berlino negli anni '30 con l'apposizione nei confronti degli Israeliti della famigerata "J" = Juden) imposti ai Drusi, ai
    Circassi, ai Cristiani ed ai Musulmani di nazionalità israeliana in Israele, ecc.


    Il giorno che mi saranno chiaramente ed onestamente spiegate le differenze, cambierò senz'altro la mia opinione sul conflitto Israelo-Palestinese. Fino a quel giorno, invece, scusatemi ma continuerò imperterrito a credere che nessuno, in nessuna parte del mondo, è l'esclusivo depositario del "male assoluto".
    Nemmeno il tanto deprecato regime di Hitler che ci hanno descritto negli ultimi 56 anni..
    Come ebbe a dire Jean-Paul Sartre, nel 1958, L'occasion décide seule: selon l'occasion, n'importe qui, n'importe quand, deviendra victime ou bourreau". ("E' l'occasione che decide da sola: secondo l'occasione, chiunque, in qualunque momento, diventerà vittima o boia"). Anche Israele, mi permetto di costatare!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Cavaliere
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    5,062
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gira e rigira, si comincia con la polemica antisraeliana e si finisce con Hitler, la Shoah, Marzabotto, ecc...
    Chissà perchè?
    Sarà che la lingua batte dove il dente duole?

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    1,130
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by gribisi
    Gira e rigira, si comincia con la polemica antisraeliana e si finisce con Hitler, la Shoah, Marzabotto, ecc...
    Chissà perchè?
    Sarà che la lingua batte dove il dente duole?
    Certo! Rimane da stabilire a chi duole il dente!

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Vittime e boia

    Originally posted by Harm Wulf
    ricevo ed inoltro:
    VITTIME E BOIA

    di: Alberto B. Mariantoni

    E' possibile che il mio punto di vista sull'annoso e luttuoso conflitto Israelo-Palestinese non sia molto oggettivo. Come diceva Bachelard, "L'esprit scientifique n'est jamais jeune car il a l'âge de ses préjugés. " ("lo spirito scientifico non è mai giovane, poiché ha l'età dei suoi pregiudizi"). Resta comunque il fatto che avendo fortunatamente o sfortunatamente passato qualche anno della mia vita e della mia attività professionale nel Medioriente (all'incirca 29 anni.), credo mi spetti in qualche modo il diritto di porre in proposito qualche domanda. Indiscreta, naturalmente, e "politically incorrect", com’è mio costume:

    1. Per quale ragione - ad esempio - le specifiche "rappresaglie" SS di "Oradour-sur-Glâne" (F), di "Marzabotto", delle "Ardeatine" (I), ecc., continuerebbero ad essere un crimine di guerra e/o un crimine contro l’umanità; mentre quelle che da più di mezzo secolo vengono quotidianamente praticate dall'esercito israeliano, dall’"Unità 101", dallo Shin-Bet (Sherutei Bittahon) a discapito dei civili palestinesi, sono semplicemente degli atti di banale "legittima difesa" e/o di "normale belligeranza", oppure semplici "provvedimenti di polizia", contro il "terrorismo" palestinese?

    2. Per quale motivo, la figura del "partigiano" resistente all'occupazione militare Germanica dell'Europa durante la Seconda guerra mondiale, equivarrebbe a quella di un patriota e di un eroe, mentre quella
    incarnata dai membri della resistenza palestinese (Hamas, Gihad, FPLP, Fatah, ecc.) all'occupazione militare Israeliana, coinciderebbe con quella di semplici assassini, vili delinquenti, pazzi furiosi e/o terroristi
    sanguinari che metterebbero in pericolo la sicurezza di quella "povera comunità indifesa" che risponde al nome di Stato d'Israele?

    3. Per quale ragione, l'autorizzazione ad esercitare un Governo Autonomo Israelita all'interno del "Ghetto di Varsavia" nel contesto del III Reich sarebbe degradante ed inaccettabile per la dignità degli Israeliti che vi
    erano racchiusi, mentre l'analoga situazione vigente all'interno dei cosiddetti "Territori Autonomi" gentilmente concessi (e, per di più, costantemente rimessi in discussione da Tel Aviv) alla Palestinian National Authority, nel contesto della sovranità territoriale israeliana, è senz'altro magnificante e accettabile?

    4. Per quale motivo, l'annessione di Danzica, dei Sudeti e/o dell'Austria da parte di Hitler, sarebbe inaccettabile da un punto di vista del Diritto Internazionale, mentre le annessioni di Gerusalemme e del Golan da parte del Governo israeliano non evocano nessuna violazione dello stesso diritto e non suscitano nessuna levata di scudi né da parte dell’ONU, né da parte degli Stati Uniti, né da parte dell'Unione Europea?

    5. Per quale ragione, da un punto di vista dei "Diritti dell'Uomo", sarebbe razzista ed inaccettabile apporre sul petto degli israeliti sotto occupazione Germanica il segno distintivo della "stella di David", mentre
    invece è senz'altro ammissibile e comprensibile che il Governo israeliano imponga dal 1967 alle popolazioni dei territori occupati la targa di colore verde per i veicoli dei cittadini palestinesi, in contrapposizione a quelle
    di colore giallo riservate ai cittadini israeliani?

    6. Lo stesso dicasi per le "torture" e le "umiliazioni corporee" imposte ai prigionieri politici, "gli arresti indiscriminati", le "deportazioni e le espulsioni di popolazioni civili", "le detenzioni arbitrarie e senza
    processo", i "documenti" ed i "titoli di viaggio selettivi e discriminanti" (simili a quelli praticati da Berlino negli anni '30 con l'apposizione nei confronti degli Israeliti della famigerata "J" = Juden) imposti ai Drusi, ai
    Circassi, ai Cristiani ed ai Musulmani di nazionalità israeliana in Israele, ecc.


    Il giorno che mi saranno chiaramente ed onestamente spiegate le differenze, cambierò senz'altro la mia opinione sul conflitto Israelo-Palestinese. Fino a quel giorno, invece, scusatemi ma continuerò imperterrito a credere che nessuno, in nessuna parte del mondo, è l'esclusivo depositario del "male assoluto".
    Nemmeno il tanto deprecato regime di Hitler che ci hanno descritto negli ultimi 56 anni..
    Come ebbe a dire Jean-Paul Sartre, nel 1958, L'occasion décide seule: selon l'occasion, n'importe qui, n'importe quand, deviendra victime ou bourreau". ("E' l'occasione che decide da sola: secondo l'occasione, chiunque, in qualunque momento, diventerà vittima o boia"). Anche Israele, mi permetto di costatare!

    hitler ha ammazzato sei milioni di ebrei, quelli tedeschi compresi perche` ( non c`e` un perche` secondo me) era solo parecchio stronzo, poiche` neanche il razzismo puo` giustificare tanto orrore.
    gli israeliani invece sono un paese che deve fronteggiare un nemico. il governo israeliano puo` fare cose giuste o sbagliate, ma non ha mai neanche lontanamente sfiorato i livelli di barbarie dei nazisti.
    ci sono situazioni nelle quali gli americani gli hanno protetto le spalle, ma non meno di quanto abbiano fatto con altri paesi strategicamente importanti come Turchia e Corea del sud.
    la soluzione del problema palestinese non e` quello di discutere per i prossimi 2500 anni sulla leggittimita` dello stato di Israele, ma solo permttendo la creazione di uno stato palestinese che pero` RISPETTI il proprio vicino. tutta qui la soluzione, la chiave di volta.

  5. #5
    Cavaliere
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    5,062
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Forse inizi anche tu a renderti conto che il vero stato minacciato è Israele, e da 50 anni.
    Magari in 2-3 anni guarisci dall' antisionismo.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Vittime e boia

    Originally posted by KLASSENKAMPF

    ----------------------------------------------------------------------------
    1- Questa chi te l'ha passata: "I martiri della Notte dei Lunghi Coltelli" o Fait?
    2- analisi psycho-storico-politica di raffinato spessore.
    3- chiedi un po' ai Palestinesi!
    4- ci manca un'altra "g".
    5- Anche l'ONU stanotte ha approvato qcs di simile. Ma secondo me sta soluzione è peggio della situazione attuale. Con uno statarello povero e indifeso ai confini l'entità tsionista si troverebbe nelle condizioni del Lesotho accanto al Sudafrika di Pik Botha. L'unica soluzione è l'abbattimento dell'entità tsionista e la fondazione di una Repubblica Palestinese, laica, democratica e multiethnica ( e, magari, perche no?, rossa).
    Ciao! (le mie obiezioni ai punti (2) e (4) sono solo battute amichevoli per sdrammatizzare il clima).
    1- i libri di storia. legggili sono utili.
    2- non serve il raffinato spessore con i pazzi scatenati bastano le bombe e poi un po` di comprensione umana per i posteri che li seguono.
    3- i palestinesi sono, per ora dalla parte sbagliata del fucile. hanno pero` scatenato una bella guerra nel `48 per rimandare gli israeliani a mare. hanno perso. tutto qui.
    4- scusaaaaaa. ho fatto tre volte la prima elementare.
    5- e` l`unica strada da seguire il resto sono lo ribadisco sinceramente masturbazioni per la mente.

 

 

Discussioni Simili

  1. Antifascisti vittime dei boia comunisti
    Di Pieffebi nel forum Storia
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 29-03-07, 14:24
  2. Vittime E Boia
    Di cornelio nel forum Politica Estera
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 06-08-03, 11:35
  3. Vittime e boia
    Di Harm Wulf nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-03-02, 15:56
  4. Vittime e boia
    Di Harm Wulf nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-02, 15:26
  5. Vittime e boia
    Di Harm Wulf nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-02, 15:25

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226