User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 84
  1. #1
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Cari amici col vostro aiuto vorrei puntare i riflettori su questo popolo, attore della transizione dalla tarda antichità al medioevo, e mettere in luce come essi non siano stati deleteri solo per l'Italia ma anche per l'Europa pagana nel suo complesso.
    I motivi principali per cui li considero una sciagura sono:




    1) diventarono molto presto i picciotti del papa, il braccio armato della setta criminale cristiana, in cambio di due legittimazioni politicamente preziose ma fasulle.
    La prima fu il ribaltamento della dinastia merovingia (che conservava tracce di regalità pagano-germanica nelle modalità di elezione del re) a favore dei Pipinidi, la seconda la famosa incoronazione del delinquente Carlo "Magno”, con l'attribuzione del titolo di Imperatore Romano che il vescovo di Roma non aveva facoltà di trasmettere


    2) si devono alla loro aggressività militare le varie "crociate interne" o "crociate del Nord" che hanno estirpato con la violenza le religioni tradizionali in molte regioni dell'Europa centrale: Sassonia, Bavaria, Turingia etc...


    3) come aveva messo in luce G. Damiano, in uno scritto che ora non trovo più, il regno carolingio ha fornito un prototipo per l'occidente giudeo-cristiano, in quanto ha scelto di rifarsi al modello israelitico dell'elezione del re. Inoltre la concezione dei Franchi come popolo campione del cristianesimo, sintetizzato nella formula “Gesta Dei per Francos” ne faceva una sorta di nuovo popolo eletto.




    Dall'idea che mi sono fatto io, la causa principale di questa valenza negativa dei Franchi risiede nel fatto di non essere una vera etnia definita, ma piuttosto una accozzaglia di tribù aggregatesi durante le migrazioni.
    Il parallelo che il medievalista S. Gasparri fa con i Longobardi è illuminante: questi ultimi hanno una forte identità collettiva basata sui miti etnogenetici del culto di Odino e della sua imposizione del nuovo nome (e si sa che imporre il nome da parte di un Dio ha una portata sacrale, di determinazione dell'essenza); al contrario i Franchi, in quanto termine-ombrello che raccoglie svariate tribù, non hanno mai conservato forti ricordi di tradizioni etniche, per cui passano prima dal credersi discendenti dei Troiani, per cercare un legame con Roma, poi dopo la conversione passano disinvoltamente a sentirsi nuovi israeliti.


    Insomma, la religione si dimostra etno-genetica, modellatrice e garante delle stirpi. Parimenti, si dimostra che chi non ha una radicamento nella sua tradizione propria, sarà sempre disposto a scimmiottare quelle altrui.
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Le aggressioni di Carlo all'Europa:

    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  3. #3
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    " I Franchi non conoscevano con chiarezza le loro origini. A differenza di altri popoli germanici, infatti, essi non possedevano radicati miti ancestrali comuni a tutta la stirpe, tanto che dopo il loro stanziamento in Gallia, autori ecclesiastici come Gregorio di Tours nel VI sec e Fredegario nel VII si inventarono delle origini nobilitanti per i nuovi padroni del paese (...) origini troiane per il secondo, che in tal modo accomunava la stirpe franca a quella romana.
    In realtà, i Franchi non avevano antiche tradizioni di stirpe perchè erano un popolo nuovo."


    S. Gasparri, Prima delle nazioni. 1998 pg 84-85
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  4. #4
    Cancellato/a
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio

    1) diventarono molto presto i picciotti del papa, il braccio armato della setta criminale cristiana, in cambio di due legittimazioni politicamente preziose ma fasulle.
    La prima fu il ribaltamento della dinastia merovingia (che conservava tracce di regalità pagano-germanica nelle modalità di elezione del re) a favore dei Pipinidi,
    La dinastia merovingia, al tempo dell'ascesa dei pipinidi, era da tempo decaduta, era inevitabile che venisse eliminata prima o poi.


    2) si devono alla loro aggressività militare le varie "crociate interne" o "crociate del Nord" che hanno estirpato con la violenza le religioni tradizionali in molte regioni dell'Europa centrale: Sassonia, Bavaria, Turingia etc...
    Con tutta la simpatia per la resistenza questi popoli, le guerre furono condotte da Carlo Magno principalmente per porre fine alle continue razzie che essi conducevano nei territori imperiali.


    3) come aveva messo in luce G. Damiano, in uno scritto che ora non trovo più, il regno carolingio ha fornito un prototipo per l'occidente giudeo-cristiano, in quanto ha scelto di rifarsi al modello israelitico dell'elezione del re. Inoltre la concezione dei Franchi come popolo campione del cristianesimo, sintetizzato nella formula “Gesta Dei per Francos” ne faceva una sorta di nuovo popolo eletto.
    Mi sembrano eccessive queste considerazioni.
    L'Impero Carolingio era ben visto anche da Evola.


    Dall'idea che mi sono fatto io, la causa principale di questa valenza negativa dei Franchi risiede nel fatto di non essere una vera etnia definita,ma piuttosto una accozzaglia di tribù aggregatesi durante le migrazioni.
    Anche i longobardi includevano le più svariate etnie.

    Il parallelo che il medievalista S. Gasparri fa con i Longobardi è illuminante: questi ultimi hanno una forte identità collettiva basata sui miti etnogenetici del culto di Odino e della sua imposizione del nuovo nome (e si sa che imporre il nome da parte di un Dio ha una portata sacrale, di determinazione dell'essenza); al contrario i Franchi, in quanto termine-ombrello che raccoglie svariate tribù, non hanno mai conservato forti ricordi di tradizioni etniche,
    Guarda che anche i longobardi erano cristiani.

    per cui passano prima dal credersi discendenti dei Troiani, per cercare un legame con Roma,
    Alcuni re longobardi fecero risalire la loro origine alla dinastia Flavia.

  5. #5
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Citazione Originariamente Scritto da DuxLupus Visualizza Messaggio
    La dinastia merovingia, al tempo dell'ascesa dei pipinidi, era da tempo decaduta, era inevitabile che venisse eliminata prima o poi.

    Non è questo il punto, ma è che il papato ha fornito una copertura ideologica a quella che non fu altro che una usurpazione.


    Con tutta la simpatia per la resistenza questi popoli, le guerre furono condotte da Carlo Magno principalmente per porre fine alle continue razzie che essi conducevano nei territori imperiali.
    Non è così. Oltre a questo ordine di motivi, da parte franca c'era proprio il sentimento messianico di dover espandere la nuova fede. Basta vedere il Prologo della Legge Salica, è evidente.




    Mi sembrano eccessive queste considerazioni.
    L'Impero Carolingio era ben visto anche da Evola.
    A volte anche lui si sbagliava. Le considerazioni sono di Giovanni Damiano, il suo scritto si intitolava Roma tradìta. Note sulla regalità carolingia ma non lo trovo più.




    Anche i longobardi includevano le più svariate etnie.
    Falso, includevano solo una piccola percentuale di Sassoni che si erano uniti a loro invece di prendere la via della Britannia. Erano comunque due popoli molto affini, non una accozzaglia come i Franchi.



    Guarda che anche i longobardi erano cristiani.
    Molto superficialmente, comunque fino alla fine non ebbero mai i toni messianici dei Franchi.

    Alcuni re longobardi fecero risalire la loro origine alla dinastia Flavia.
    No, Autari prese il nome di "Flavio" per omaggio alla romanità ma non pretesero mai di discendere da Roma, anche perchè il mito etnogenetico era ormai stato messo per iscritto da Paolo Diacono e quindi non si poteva far finta di niente.
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  6. #6
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Non è così. Oltre a questo ordine di motivi, da parte franca c'era proprio il sentimento messianico di dover espandere la nuova fede. Basta vedere il Prologo della Legge Salica, è evidente.
    (...) il cosiddetto "prologo lungo" della Legge salica, l'antica legge
    dei Franchi del vi secolo. Il prologo fu aggiunto al testo della legge
    intorno alla metà del secolo VIII, all'età di Pipino il Breve, il padre di
    Carlo Magno, il primo della famiglia che assunse il titolo di re, sbal-
    zando definitivamente dal trono franco l'antica dinastia merovingia:



    " L'illustre popolo dei Franchi, creato da Dio stesso, forte in guerra, costante
    nei patti di pace, profondo nel giudizio, nel corpo nobile, intatto nel cando-
    re, illustre nelle forme, audace, impetuoso e fiero, [da poco] convertito alla
    fede cattolica, immune dall'eresia; quando ancora era invischiato nel rito
    barbarico, per ispirazione di Dio ricercava la chiave della sapienza, per la
    qualità dei suoi costumi desiderava la giustizia, custodiva la pietà. [...] Viva
    chi ama i Franchi, Cristo custodisca il loro regno, riempia del lume della
    grazia i loro corpi, protegga il loro esercito, dia [ad esso] le difese della
    fede; il signore Gesù Cristo, che propizia la pietà, conceda le gioie della
    pace e il tempo della felicità ai loro signori. È questo il popolo che, essendo
    forte e valoroso, ha scosso combattendo il giogo durissimo dei Romani e
    dopo il riconoscimento del battesimo ha ornato d'oro e di pietre preziose i
    corpi dei santi martiri, che i Romani avevano bruciato con il fuoco, mutilato
    con il ferro o gettato alle fiere perché li lacerassero."




    Queste parole lasciano trasparire l'idea - modellata negli ambienti vi-
    cini alla córte di Pipino all'inizio dell'età che noi chiamiamo carolin-
    gia — dei Franchi come popolo cattolico, anzi, per la precisione, come
    autentico nuovo popolo eletto. La purezza della fede del popolo
    neoconvertito si accompagna alla certezza dell'aiuto divino conferito
    al loro esercito, cioè alla sicurezza della vittoria sui nemici di oggi e domani.
    così come è avvenuto nei confronti di quelli di ieri, i Romani.
    Questi ultimi in realtà sono dei Romani mitici, un puro idolo polemico
    senza alcun particolare rapporto con i "Romani" del tempo:
    sono i Romani pagani, portatori, però dell'idea imperiale che
    i Franchi di lì a poco rivendicheranno per loro stessi.
    In quanto testo ideologico, il prologo può senza danni ignorare la
    storia (che ha visto i Franchi alleati e satelliti dei Romani) e persino
    precedenti elaborazioni ideologiche, che già avevano cercato di innal-
    zare i Franchi ad un livello molto alto (l'idea delle origini troiane del
    popolo franco, che li aveva resi parenti dei Romani). I Franchi dei
    Pipinidi-Arnolfingi-Carolingi sono il nuovo popolo eletto, portatori di
    una nuova idea di Impero universale, derivante da quello romano e
    da loro ereditato proprio grazie alla purezza della fede. E in questo
    senso i Franchi - e in primo luogo la loro aristocrazia, autentica ari-
    stocrazia imperiale - hanno diritto alla loro supremazia su tutti i po-
    poli dell'Impero, di cui rappresentano l'etnia dominante.

    Favoriti forse anche dalla stessa fragilità della loro memoria etnica, i Franchi erano ormai diventati una "nazione Imperiale".


    Gasparri, Ibidem, pg. 186-187

    Ma più che imperiale, il termine giusto è messianica.
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  7. #7
    Cancellato/a
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Non è questo il punto, ma è che il papato ha fornito una copertura ideologica a quella che non fu altro che una usurpazione.
    Anche io considero l'Impero Romano d'Oriente come l'unico legittimo continuatore dell'Impero Romano; tuttavia non disprezzo l'Impero Carolingio.



    Non è così. Oltre a questo ordine di motivi, da parte franca c'era proprio il sentimento messianico di dover espandere la nuova fede. Basta vedere il Prolodo della Legge Salica, è evidente.
    Cosa ci sarebbe scritto di così messianico?


    Falso, includevano solo una piccola percentuale di Sassoni che si erano uniti a loro invece di prendere la via della Britannia. Erano comunque due popoli molto affini, non una accozzaglia come i Franchi.
    I sassoni se ne partirono subito dopo; sarmati, bulgari, romani del norico e tutte le altre etnie(anche non indoeuropee come i bulgari) che componevano l'orda longobarda rimasero.
    La cultura longobarda stessa subì una certa influenza dei popoli delle steppe.

    Molto superficialmente, comunque fino alla fine non ebbero mai i toni messianici dei Franchi.
    I longobardi quando giunsero in Italia erano già cristianizzati.
    Che ci fossero dei gruppi più attaccati alla tradizione tribale è indubbio, ma quando giunse Carlo Magno non credo fossero tanto più ''pagani'' dei franchi.


    No, Autari prese il nome di "Flavio" per omaggio alla romanità ma non pretesero mai di discendere da Roma, anche perchè il mito etnogenetico era ormai stato messo per iscritto da Paolo Diacono e quindi non si poteva far finta di niente.
    Paolo Diacono scrive la sua storia quando Carlo Magno aveva già conquistato l'Italia.

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,494
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Personalmente propendo per le tesi di Iperboreus e vorrei aggiungere che Paolo Diacono tento un colpo di stato o quantomeno si alleò con coloro che volevano assassinare Carlo Magno e per questo motivo dovette fuggire da Aquisgrana e espiare in qualche convento il suo amore per la sua genia, si salvo anche perchè era uno degli uomini più colti del suo tempo e lo stesso Carlomagno lo stimava. Carlo Magno, come ben si sa, era figlio di un ciambellano di corte e anche sopratutto con l'aiuto, come al solito untuoso e vile della chiesa di Roma arrivò ad essere l'Imperatore di quel Sacro Romano Impero che era una truffa in grande stile. Sacro non lo era affatto quel regno e di romano aveva ancora meno e Impero manco a sognarselo dato che alla morte del truffaldino Carlo si sciose come neve al sole.
    Inoltre con l'aiuto del papa ripudio la moglie figlia di Desiderio, fece uccidere il fratello e si prese i territori che andavano per maggiorascarto ai figli di Carlomanno. Poteva dir messa nonostante avesse varii mogli ufficiali e vivesse con un gran numero di concubine che sostituiva costantemente.
    Queste sono le radici dell'Europa cristiana truffe solo truffe.

  9. #9
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Citazione Originariamente Scritto da DuxLupus Visualizza Messaggio
    Anche io considero l'Impero Romano d'Oriente come l'unico legittimo continuatore dell'Impero Romano; tuttavia non disprezzo l'Impero Carolingio.

    Io sì, per i motivi sopradetti.



    Cosa ci sarebbe scritto di così messianico?
    Lo spiega Gasparri nella citazione che ho riportato. Certo, sarebbe ancora più chiaro avendo a disposizione lo scritto di Damiano.




    I sassoni se ne partirono subito dopo; sarmati, bulgari, romani del norico e tutte le altre etnie(anche non indoeuropee come i bulgari) che componevano l'orda longobarda rimasero.
    La cultura longobarda stessa subì una certa influenza dei popoli delle steppe.
    I Longobardi entrati in Friuli erano al massimo 200.000, se ci fossero stati tutti questi popoli sarebbero stati 1 milione e alcuni di noi ora avrebbero gli occhi a mandorla ! I Longobardi erano noti da sempre per essere una popolazione esigua di numero ma molto bellicosa.
    L'influenza dei popoli delle steppe alla fine si riduce all'utilizzo del cavallo in guerra, si tratta di cultura materiale, poca roba.




    I longobardi quando giunsero in Italia erano già cristianizzati.
    Che ci fossero dei gruppi più attaccati alla tradizione tribale è indubbio, ma quando giunse Carlo Magno non credo fossero tanto più ''pagani'' dei franchi.
    Hai una visione molto superficiale della cosa. Ved. sempre Gasparri "La cultura tradizionale dei Longobardi". Comunque non furono mai cattolici esagitati come i Franchi, anzi per certi versi si possono considerare proto-ghibellini. Più di una volta i vescovi di Roma hanno tremato per paura che la tenaglia longobarda si stringesse da Nord e Sud.



    Paolo Diacono scrive la sua storia quando Carlo Magno aveva già conquistato l'Italia.
    E che vuol dire ? Il mito etnogenetico risale alla sede originaria, avendo il ricordo di una origine X, non puoi affermare disinvoltamente di discendere dai Troiani o dai Romani, questo è il punto.
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  10. #10
    Cancellato/a
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I Franchi come sciagura per l'Europa pagana

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio



    I Longobardi entrati in Friuli erano al massimo 200.000, se ci fossero stati tutti questi popoli sarebbero stati 1 milione e alcuni di noi ora avrebbero gli occhi a mandorla ! I Longobardi erano noti da sempre per essere una popolazione esigua di numero ma molto bellicosa.
    I longobardi si stima che fossero intorno alle 350.00 unità; tra quei 350.000 molti non erano di stirpe longobarda.



    Hai una visione molto superficiale della cosa. Ved. sempre Gasparri "La cultura tradizionale dei Longobardi". Comunque non furono mai cattolici esagitati come i Franchi,
    Non mi sembra che quel libro descriva i longobardi come una popolazione di burzum.
    Tra l'altro se l'avessi letto bene non avresti pronunciato questa frase:
    L'influenza dei popoli delle steppe alla fine si riduce all'utilizzo del cavallo in guerra, si tratta di cultura materiale, poca roba.
    Da come ne parli te sembra che i franchi fossero una manica di fanatici religiosi; in realtà erano soltanto dei barbari cristianizzati che costruirono un Impero col ferro e col sangue.
    Anche io avrei preferito che le cose andassero in maniera diversa, ma tutto questo livore non lo capisco.
    Tra l'altro se vogliamo essere pignoli, Carlo Magno proveniva dall'aristocrazia franca del nord, più rozza e barbara, quindi probabilmente meno cristianizzata.

    anzi per certi versi si possono considerare proto-ghibellini. Più di una volta i vescovi di Roma hanno tremato per paura che la tenaglia longobarda si stringesse da Nord e Sud.
    Cosa c'entrano i ghibellini??

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Come sarebbe un'Europa pagana oggi?
    Di Sorbomontano nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29-01-09, 22:50
  2. Sentieri nel cuore dell'Europa pagana
    Di Harm Wulf nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-01-03, 18:36
  3. Sentieri nel cuore dell'Europa pagana
    Di Harm Wulf nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-10-02, 14:38
  4. Sentieri nel cuore dell'Europa pagana
    Di Harm Wulf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-10-02, 14:32
  5. Sentieri nel cuore dell'Europa pagana
    Di Harm Wulf nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-10-02, 14:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226