Lombardia,più residenti meno figli
E' il risultato dell'ultimo censimento Istat: nella regione aumentano gli abitanti dello 0,7 per cento rispetto al 1991. Eppure i lombardi fanno meno figli: i componenti dei nuclei familiari scendono da tre a 2,5.


MILANO - Aumenta il numero di residenti in Lombardia: gli abitanti sono lo 0,7 per cento in più rispetto al 1991. Il dato è in controtendenza con l'andamento nazionale: in tutta Italia la popolazione è diminuita dello 0,8 per cento.

La Lombardia conta così, secondo i dati Istat dell'ultimo censimento, 8 milioni e 922 mila abitanti, ma il dato positivo è attribuibile al maggior flusso di immigrati. Il tasso di natalità lombardo, infatti, rimane molto basso.

Spazio alla famiglia: aumentano i nuclei familiari del 9,3 per cento rispetto al censimento precedente che risale a dieci anni. Diminuisce, di contro, il numero dei componenti: la famiglia lombarda è formata da coniugi e, al massimo, da un figlio. Aumentano le persone che vivono da sole: non sono solo i single, ma anche gli anziani che non vivono in famiglia.

Le abitazioni in Lombardia sono tre milioni e 576 mila: l'aumento è in linea con la crescita della popolazione. Eppure c'è un dato in controtendenza: nonostante aumentino le famiglie e di consguenza il bisogno di case, la abitazioni inutilizzate rimangono il 13,3 per cento del totale.

(29 MARZO 2002, ORE 18:47)


Avanti cosi' lombardi...verso l'autodistruzione.