User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 43

Discussione: Day for Israel

  1. #1
    Nihil.
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    Ulandia
    Messaggi
    823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Day for Israel

    Signor Direttore,

    a maggior ragione dopo la sequenza di orrori delle ultime settimane, mi sembra chiaro che lo strumento più efficace oggi disponibile per difendere e potenziare la democrazia israeliana, accerchiata da Stati e forze violente e antidemocratiche (e insieme insidiata dal fondamentalismo dei suoi partiti nazionalisti e confessionali), è rappresentato dal suo immediato ingresso nell’Unione Europea.

    Israele rappresenta una vera e propria testa di ponte della democrazia liberale e delle stesse istituzioni democratiche in quell’area. Occorre, ora, che divenga a tutti gli effetti uno degli Stati dell’Unione: che il suo territorio sia considerato territorio europeo, e che le norme europee siano considerate, anche, norme israeliane, cioè norme vigenti anche in quel paese.

    E’ la soluzione che, inascoltato, Marco Pannella propose sin dall’inizio degli anni ’80 sia per Israele che per la Jugoslavia di allora. L’ha riproposta in questi mesi, con il sostegno di molte decine di parlamentari europei (tra i quali lo stesso Vicepresidente del Consiglio italiano Gianfranco Fini) e l’adesione del Presidente israeliano Moshé Katzav e del Ministro degli Esteri Shimon Peres.

    E’ una battaglia che va rilanciata, in tutte le sedi nazionali e internazionali, insieme a quella volta a garantire la conquista della libertà e della democrazia per il popolo palestinese, interrompendo la tradizione disumana che rende donne, uomini e bambini arabi degni di essere presi in considerazione soltanto se e quando siano oggetto di maltrattamenti, ingiustizie o pallottole di parte israeliana. Quelle donne, quegli uomini e quei bambini, in realtà, sono massacrati nei loro diritti fondamentali proprio dalle loro leadership, dalle forze che li hanno privati e continuano a privarli della libertà e della democrazia, e li trascinano nella spirale della guerra, della violenza, del terrorismo e della morte.

    Occorre ribadire con chiarezza che Israele -piaccia o no- è l’unica democrazia di quell’area. Il governo Sharon e la sua politica sono stati scelti dalle donne e dagli uomini israeliani, che potranno capovolgere la propria decisione alla prossima occasione elettorale: opportunità strutturalmente preclusa a tutti gli altri cittadini del Medio Oriente.

    E sarebbe bene che tutto questo non fosse dimenticato neanche nelle più alte sedi internazionali. L’aggressione dell’estate scorsa a Durban non rappresenta un episodio isolato: al contrario, si situa in un contesto nel quale, in particolare presso le Nazioni Unite, rischia di affermarsi una vera e propria “monocultura” anti-israeliana, che peraltro non si limita alle parole, ma comincia pericolosamente a “passare ai fatti”. Quasi nessuno sa, ad esempio, che, dall’aprile scorso, presso la Commissione diritti umani dell’Onu, si susseguono votazioni e prese di posizione antiisraeliane, “affinché cessi -si dice- la violazione dei diritti umani dei palestinesi”, i quali sono invece assolti da ogni accusa. In aprile, uno di quei voti ha visto gli Stati Uniti soli e soccombenti rispetto al consueto “cartello” dei rappresentanti delle dittature (e, va detto, in primo luogo delle dittature comuniste); e per giunta, a seguito di quello scontro, gli Usa non sono stati più designati a far parte della Commissione, che, quindi, per essere chiari, continua a discutere di diritti umani con una maggioranza politica guidata da Cuba e dalla Cina.

    Bisogna iniziare ad opporsi a tutto questo, e occorre iniziare a chiedere qualcosa di concreto all’Europa: la proposta radicale c’è, ed è per subito. Occorre una risposta. E occorrerebbe, anche, chiedere conto all’Europa dei finanziamenti concessi in questi anni ad Arafat: se oggi -ed è solo un esempio- le donne palestinesi devono spesso andare a partorire altrove, “dall’altra parte della barricata”, è perché il loro capo si è molto poco preoccupato di usare quei denari per costruire ospedali.

    Per queste ragioni, sarò con Lei, lunedì prossimo. E grazie, intanto, a “Il Foglio” che ha consentito, come si dice, “la riapertura del caso”.

    Daniele Capezzone
    Segretario Radicali italiani

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io ci sarò quella sera, sperando che si svolga in territorio neutro; nel senso che non gradirei vicinanze tipo Sinagoga di Roma o l'ex ghetto romano. Dev'essere una manifestazione pro Israele, non pro religione ebrea.

    Detto questo spero anche di non sentire, per lameno quella sera, pronunciare la parola "ma".
    Sono qui per Israele "ma".
    Israele ha ragione "ma".

    Noi, persone ragionevoli, sappiamo tutti che Israele non ha tutte le ragioni e che i palestinesi non hanno tutti i torti.
    Quindi, per una volta, scegliamo.

    Infine, sull'idea di Pannella di "cooptare" Israele nell'Eu.
    E' una grande idea, pallennianamente parlando, una grande, utopica idea. Avvicinerebbe la fine e la distruzione di Israele.

    Qualcuno di voi vede la nostra ricca e pavida e egoista e sinistrorsa e corrotta e sindacalmente "scorretta" EUROPA rischiare di perdere un barile di pertrolio, non oso dire un soldato francese, tedesco o italiano, per difendere Israele?

    Ma non mi fate ridere...direbbeTotò.
    saluti

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Messaggi
    127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Marciamo con israeliano e palestinesi.

    Daccordo con la manifestazione..mancano solo i palestinesi, innocenti e colpevoli quanto gli israeliani.
    Coordinatore Gruppo Scuola "CsL"
    Militante in Azione Giovani

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Marciamo con israeliano e palestinesi.

    Originally posted by Marshall
    Daccordo con la manifestazione..mancano solo i palestinesi, innocenti e colpevoli quanto gli israeliani.
    -------------------------------------------
    Siamo in Italia, una democrazia; qui mica comandono loro.
    Possono venire, tranquillamente, purchè lascino a casa le bombe.
    mustang

  5. #5
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by mustang
    Io ci sarò quella sera, sperando che si svolga in territorio neutro; nel senso che non gradirei vicinanze tipo Sinagoga di Roma o l'ex ghetto romano. Dev'essere una manifestazione pro Israele, non pro religione ebrea.

    Detto questo spero anche di non sentire, per lameno quella sera, pronunciare la parola "ma".
    Sono qui per Israele "ma".
    Israele ha ragione "ma".

    Noi, persone ragionevoli, sappiamo tutti che Israele non ha tutte le ragioni e che i palestinesi non hanno tutti i torti.
    Quindi, per una volta, scegliamo.

    Infine, sull'idea di Pannella di "cooptare" Israele nell'Eu.
    E' una grande idea, pallennianamente parlando, una grande, utopica idea. Avvicinerebbe la fine e la distruzione di Israele.

    Qualcuno di voi vede la nostra ricca e pavida e egoista e sinistrorsa e corrotta e sindacalmente "scorretta" EUROPA rischiare di perdere un barile di pertrolio, non oso dire un soldato francese, tedesco o italiano, per difendere Israele?

    Ma non mi fate ridere...direbbeTotò.
    saluti
    Concordo pienamente con te Mustang!

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Jul 2012
    Messaggi
    8,634
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ero venuto su questo forum, io che sono di sinistra, per portare a conoscenza dei suoi frequentatori l'iniziativa del Foglio.

    Mi fa piacere constatare che ci aveva già pensato Allanim.

    Sono molto d'accordo con quanto ha scritto mustang: per una volta, non cachiamo dubbi. Non mi pare che i calunniatori di professione che dicono di essere dalla parte degli arabi lo facciano, neanche quando sarebbe doveroso.

    Ancora due cose.

    Primo: è importante sapere che anche chi, come me, non potrà essere a Roma il 15, può comunque sostenere l'appello promosso dal Foglio aderendovi nelle modalità descritte dal giornale.

    Secondo: è importante che sia un'iniziativa trasversale.


    Saluti sionisti.


  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Messaggi
    127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito PROPOSTE PER LA PALESTINA

    La Pace per entrambe i popoli è il solo obiettivo da raggiungere: Arafat a mio parere, se pur eletto democraticamente dal suo popolo, non riuscirà mai a bloccare i terroristi e perciò credo che la Palestina, con le premesse che questa terra sia LIBERA e INDIPENDENTE, debba avere un nuovo capo di governo forte che si sappia imporre sui terroristi e che cominci una campagna di anti-odio nei confronti di Israele.
    Da parte sua Israele, deve lasciare tutti i territori Palestinesi e lasciare loro la piena autonomia, deve aiutare economicamente e politicamente il governo palestinese a combattere il terrorismo e la criminalità; Israele deve smettere di tenere il fucile puntato sulla Palestina, poichè da un popolo continuamente minacciato, non ci si può certo aspettare che rimanga sempre servizievole e passivo. Ogni popolo ha il suo orgoglio, questo non deve mai essere violato.
    Coordinatore Gruppo Scuola "CsL"
    Militante in Azione Giovani

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Jul 2012
    Messaggi
    8,634
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: PROPOSTE PER LA PALESTINA

    Originally posted by Marshall
    Arafat a mio parere, se pur eletto democraticamente dal suo popolo, non riuscirà mai a bloccare i terroristi
    Qui non stiamo parlando di un leader che "vorrebbe, ma non può" bloccare i terroristi.

    Stiamo parlando di un politico che il terrorismo, come arma per distruggere lo stato d'Israele, l'ha fomentato e l'ha scientemente utilizzato.

    L'altra sera, al TG1, è stato intervistato un esponente dello Hamas che approvava l'attentato suicida ad un autobus.

    Questa persona è stata intervistata per strada, in completa, assoluta libertà.

    E l'ultimo attentato, come molti altri, è stato rivendicato dalle Brigate di Al-Aqsa, che fanno parte del Fatah, la fazione di Arafat.

    Ai palestinesi va detto con chiarezza che alcuni loro obiettivi non sono condivisibili, e che altri possono e devono essere raggiunti soltanto con il negoziato e la trattativa.

    Solo a quel punto diventano lecite le pressioni su Israele perché abbandoni la Cisgiordania e la Striscia di Gaza.

    Vorrei ricordare che mai, nella storia d'Israele, ci sono stati tanti attentati terroristici come negli anni che hanno fatto seguito agli accordi di Oslo, i quali hanno comportato la consegna di parte dei territori occupati all'ANP.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Perchè non ricordare anche che nei lunghi anni di travagliati raporti fra israeliani e palestinesi mai i primi hanno attaccato aerei o navi civili di altri Stati uccidendo solo per creare terrore e ricattare minacciandolo?
    saluti

  10. #10
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E neanche si sono impadroniti di navi altrui, assassinando barbaramente ebrei-americani costretti in sedia a rotelle.

    Shalom!

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. E-Israel
    Di amerigodumini nel forum Destra Radicale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 01-06-13, 18:38
  2. The other Israel
    Di Malaparte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-12-11, 00:31
  3. Long live Israel! Vive Israel!
    Di Monsieur nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 65
    Ultimo Messaggio: 21-11-07, 19:10
  4. B&H Israel
    Di Spartacus74 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 18-03-06, 21:17
  5. Israel
    Di Pedro (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 18-01-04, 19:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226