Tanto per far sapere qualcosa agli ignoranti,coloro che ignorano cosa sia...


La stella a cinque punte o pentagramma è uno dei piu’ vecchi segni del mondo. Rappresenta, al di là dei vari significati, la magia stessa, il dominio dello spirito sopra i quattro elementi della creazione.



Il cerchio che la include, essendo senza fine e senza inizio, rappresenta l’infinito e l’eternità. Un altro significato del pentagramma è che contiene una rudimentale figura umana come se fosse in piedi con gambe e braccia aperte. Quindi il pentagramma nel circolo è il simbolo della natura umana in relazione con l’infinito.



La figura a otto braccia nel centro del pentagramma rappresenta le otto celebrazioni rituali dell’anno stregonesco, quattro Grandi Sabba e quattro Sabba Minori. Il numero otto di questo simbolo piu’ il numero cinque del pentagramma fanno tredici il numero della congrega delle streghe.



Le tre X attorno al pentagramma rappresentano i tre gradi delle cerimonie iniziatiche “due sopra e uno sotto”, due sopra la vita e uno sotto.



Le due S rappresentano l’antico simbolo dei serpenti gemelli, le forze positive e negative, yang e yin, maschile e femminile, che sottintendono a tutte le manifestazioni.



I simboli sulle tre punte superiori del pentagramma sono le due fasi crescente e decrescente della luna e al centro la luna piena. Assieme rappresentano la primordiale dea della natura, spesso raffigurata in triplice forma come ninfa, madre e vegliarda, le tre fasi della luna.



I due simboli sulle due punte inferiori del pentagramma rappresentano i due aspetti dell’antico dio delle streghe. Essi sono convenzionalmente disegnati come testa cornuta e teschio con le ossa incrociate. Il primo segno rappresenta il dio con le corna simbolo di vita e fertilità, l’ultimo il dio della morte e dell’Oltre.



Il pentagramma è uno dei simboli caratteristici delle streghe, e della Wicca. Quello che è rappresentato sopra andrà benissimo per gli usi rituali, potrete disegnarlo su cartoncino rigido in nero in questo caso vi consiglio di farne un piccolo “quadretto” oppure inciderlo su legno o su pietra a seconda della vostra abilità. L’importante è che la vostra realizzazione risulti abbastanza “solida”, potreste operare all’aperto qualche volta ed in qualunque caso è opportuno che il vostro pentagramma non voli via al primo soffio di vento.



Forme piu’ semplici della stella a cinque punte potranno essere portate come segno distintivo della vostra fede appese al collo come un monile, in qualsiasi materiale, meglio se d’argento che è il metallo sacro alla luna o d’oro, oppure anche incise in anelli, badate che la punta del pentagramma sia rivolta sempre verso l’alto.



Inoltre sarete per cosi’ dire “riconoscibili” e questa deve essere una scelta che deve essere fatta consapevolmente. Naturalmente non sono in molti a conoscere il significato della stella a cinque punte, ma preparatevi alle domande!