User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Thumbs up Notizia Se Si Avverrera' A Dir Poco Straordinaria

    ELEZIONI PROVINCIALI. Salta il tavolo per trovare l'accordo su un nome unico nella Casa delle libertà
    Zaia corre da solo a presidente
    La Lega rompe con gli alleati, il Polo cerca un candidato


    --------------------------------------------------------------------------------
    Alla fine il tavolo è saltato. Nella Marca la costruzione della Casa delle Libertà è nuovamente rinviata. All'appuntamento con le elezioni provinciali del 26 maggio Polo e Lega si presenteranno nuovamente divisi come accadde nel '98. In quattro anni è successo di tutto. La Casa delle Libertà ha conquistato Roma è rimasta saldamente in sella al governo veneto, ma nella Marca non riesce a decollare.
    La rottura definitiva è avvenuta a Roma martedì scorso nel cuore della notte, come in ogni trattativa che si rispetti. Di fronte c'erano Berlusconi, Bossi e tutti gli altri leader di Polo e Lega: il tempo stringe, il 26 aprile scade il termine ultimo per la presentazione delle candidature ed era giunto il momento di chiudere tutte le partite rimaste aperte, compreso il caso Treviso.
    Nel Veneto, uno alla volta, sono stati sciolti i nodi di Verona (Comunali), di Vicenza (Provinciali), dove la Casa delle Libertà ha preso faticosamente forma, ma non quello di Treviso. Troppo forte la spinta della Lega a correre da sola e troppo freddi i rapporti tra Carroccio e Polo. Freddezza, ma anche pochissima fiducia reciproca. Un cocktail sufficiente a far saltare tutto. A Bossi e Berlusconi non è restato altro da fare che prendere atto dello strappo. E pensare che un paio di settimane fa l'intesa sembrava raggiunta, attorno alla ricandidatura di Zaia.
    Ma in politica mai dire mai.
    Non è un mistero che fin dall'inizio la Lega avesse in animo di correre da sola: dove, se non nella Marca, gli uomini di Bossi, possono sfidare il Polo? Dove, se non nella Marca, i leghisti possono mostrare i muscoli?
    Ma se il candidato della Casa delle Libertà avrebbe probabilmente vinto le elezioni a mani basse, la partita ora è aperta. La Lega conosce il rischio, ma è decisa ad andare fino in fondo, nella consapevolezza che, anche se fosse riuscita ad aggregare attorno a Zaia tutta la casa delle Libertà, avrebbe dovuto pagare un prezzo troppo elevato. Un prezzo che, giorno dopo giorno, avrebbe comportato la rinuncia a spazi e a fette di potere vitali per la sopravvivenza della Lega, uscita con le ossa rotte dalle politiche 2001.
    Fino all'ultimo pareva che «la ragion di Stato» prevalesse sulle ragioni di partito, e la Lega finisse in braccio al Polo anche a Treviso, ma è andata diversamente. La Lega ha tirato la corda più che poteva, mollando gli ormeggi, quando Zaia aveva già tirato la volata. Adesso il Polo è costretto ad inseguire. Deve trovare un candidato in fretta e furia, sapendo che Zaia parte con un buon margine di vantaggio.
    Chapeau alla Lega in tema di tattica, ora la parola passa al Polo.
    Già oggi sarà annunciato il nome dello sfidante, del candidato alla presidenza sostenuto da Forza Italia, An, Ccd e Cdu. Ieri è stata una giornata frenetica, scandita da riunioni, incontri e telefonate. Cornette roventi, ma ancora nessuna decisione finale, che è attesa per oggi.
    In mattinata, confessa Carlo Manfrenuzzi, da Roma era partita l'offerta di un candidato alla presidenza in quota An. Circolavano i nomi dello stesso Manfrenuzzi o in alternativa di Stefano Campoccia, ma l'offerta è stata rispedita al mittente, anche se l'ipotesi Campoccia, genero di Luciano Benetton, potrebbe tornare in campo incontrando il consenso di una buona fetta di Fi. Ma Manfrenuzzi getta acqua sul fuoco: «Inaccettabile ad otto giorni dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste. An non è l'ultima spiaggia». E chi lo sarà? Tutto è nelle mani di Forza Italia, il partito di maggioranza relativa. E in particolare di Giancarlo Galan e del coordinatore regionale Giorgio Carollo.
    La coppia azzurra ha accolto molto male la rottura del tavolo, sembrava che Carollo avesse addirittura rimesso il mandato. Ma lui smentisce: «Io dimissionario? Non mi risulta. Possibile che ogni volta che mi chiudo in cambusa a pensare dicono che mi sono dimesso?»
    Silenzio, Carollo sta pensando. A cosa? «A risolvere il problema. Proporremo agli alleati una rosa di candidati possibilmente, anche di non iscritti a Forza Italia». I nomi? Si chiede troppo, ma riprende a circolare con insistenza quello di Francesco Giacomin, trevigiano, segretario generale della Confartigianato nazionale. Ma lui frena: «Nessuno mi ha proposto nulla. Se circola il mio nome non posso farci niente. Continuo a fare il mio lavoro e non penso alla Provincia. Non sono interessato». E se la proposta dovesse farsi concreta? «Per metodo non escluso mai nulla a priori. E' da idioti. Quanto meno per buona educazione prenderei in considerazione l'offerta. Francamente faccio fatica ad orientarmi in mezzo a tanta confusione». Giacomin lascia una porta aperta, ma oltre al suo circolano i nomi dei consiglieri regionali, qualora si scelga di percorrere una strada che Aldo Baruffi chiama «istituzionale». In quel caso la scelta cadrebbe probabilmente su Lucio Pasqualetto. Ma non è escluso che si punti anche su un parlamentare perché, se non si trovasse un «indipendente» di qualità, è intenzione di Forza Italia d'investire su uno dei big locali del partito. In questa ipotesi non è escluso che si scommetta su un uomo d'esperienza come Giampietro Favaro. In ogni caso i tempi saranno molto stretti. Dice Baruffi: «Entro domani (oggi) il nome del candidato alla presidenza, nel giro di 72 ore la formazione della squadra che lo affiancherà».


    --------------------------------------------------------------------------------


    Se la notizia trovasse conferma, penso sia una cosa a dir poco strordinaria.....ragazzi...mi vengono i brividi.....di piacere però...
    ----pensiero-----------

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    TREVISO




    L'anomalia della Marca
    Così la Lega ha beffato
    gli amici del centrodestra


    Fino all'ultimo, ha forzato la mano. Gli alleati erano ormai placati, attendevano solo di sedersi al tavolo e ragionare. Numeri, poltrone comuni. Ma la Lega ha implorato a Bossi una deroga alla regola della Casa delle Libertà: il Carroccio trevigiano preferiva il miniappartamento dell'autonomia, quello su cui a Treviso e nella Marca ha costruito otto anni di potere quasi assoluto.
    L'accordo era indigesto, dalla base ai vertici, eccezione fatta per Bossi. Sentito come la fine di un'éra politica, non più garantita nemmeno dalla presidenza bis di Zaia. Dialogare e dividere, dopo anni di dominio incontrastato?
    Per il Parlamento si può, per gli enti locali...no.
    Ma intanto, in questi due mesi di attesa, di faticoso parto della casa delle Libertà, di laboriosissima composizione del puzzle di province, capoluoghi, altri comuni, la Lega non è stata a guardare. Si è mossa. Comunque. Zaia è stata lanciato in larghissimo anticipo, gli spot - istituzionali e non - hanno condito le tivù, i manifesti già decorano i muri (con il simbolo della Lega), e mentre il presidente uscente tagliava nastri, partecipava a convegni da mane a sera, riempiva le cassette postali del suo «quaderno-spot», la Provincia erogava migliaia di euro a pioggia.
    Tatticamente, un lavoro perfetto. Ora si profila il grande duello all'Ok Corral di via Battisti? Bene, Zaia e la Lega hanno la Colt già caricata, il Polo non sa nemmeno chi mandare avanti con la pistola. In questi due mesi, pro bono pacis, Forza Italia e An sono stati a guardare, hanno placato le opposizioni a Zaia e Gentilini, per costruire ponti e avvicinamento, e disciplinatamemnte non sono nemmno usciti allo scoperto.
    Due mesi di cortesie, non esattamente ricambiate.
    Dalla Lega, politicamente, è arrivato uno «schiaffone». Il Carroccio ha scelto la scommessa più ardua, alzando la posta al massimo. La resa dei conti, specie con Forza Italia. Vincere o morire, si diceva in guerra. Lascia o raddoppia, recitava meno drammaticamente Mike Bongiorno. Gobbo, Zaia & Co. sono convinti di arrivare comunque al ballottaggio, e correndo da soli di recuperare i voti dei duri e puri, disamorati dal patto con il «diavolo» di Arcore. E poi, fra primo e secondo turno, di contare sul sostegno del centrosinistra, in caso di scontro fratricida con Forza Italia; o dell'elettorato moderato di centrodestra contro l'Ulivo, come accadde a Zaia nel 1998, e nel 1998 e nel 1994 a Treviso per Gentilini.
    Azzardo puro? Alle urne l'ardua sentenza: in caso di sconfitta, capolinea della Lega. La palla è tutta a Forza Italia, o meglio su: deve organizzarsi in pochi giorni, superare le litigiosità interne, i fermenti troppo vivi a livello regionale, un panorama che in alto loco desterebbe parecchi malumori.
    Prova di forza, prova di forza..Italia, cvon i fedeli alleati An e Udc. La Marca, intanto, resta l'ultima incredibile oasi del panda che è la Lega prima maniera, doc, indipendente. L'eccezione che conferma la regola di Roma, di Venezia, della Rai. A proposito di poltrone: l'agenda trevigiana parla di Fondazione Cassamarca e Usl 9, destinate a essere preda del vincitore. E le comunali del 2003 a Treviso? Difficile in un anno smaltire tossine. tutti contro tutti, ancora.
    Fra schiaffi, incognite, scommesse, chi si rasserena è certamente l'Ulivo: di là duellano all'ultimo sangue. Bottacin può giocarsi le chance di ballottaggio più rinfrancato. Il 27 maggio, si vedrà.

    ------------------------------------------------------------------------------------


    Non potevo non postare anche questo, sono sicura che sarà musica alle orecchie di qualcuno....che Dio ce la mandi buona....
    ---pensiero-------

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Mar 2002
    Località
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Bello.

    Bello. Se poi al ballottaggio finiscono Polo-Lega contro Lega-Polo? Che gli spieghi agli elettori? In chiave nazionale(italica) come spieghi alla gente questa anomalia? Sarà un esperimento, un litigio passeggero, un incrinatura del Polo, una carnevalata fuori stagione, un estemporaneo moto libertario?
    Il popolo mica capisce per intuizioni, bisogna spiegarsi. C' é una strategia precisa di Bossi dietro tutto ciò? eccola la domanda chiave
    Wotan

  4. #4
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Bello.

    Originally posted by Wotan
    Bello. Se poi al ballottaggio finiscono Polo-Lega contro Lega-Polo? Che gli spieghi agli elettori? In chiave nazionale(italica) come spieghi alla gente questa anomalia? Sarà un esperimento, un litigio passeggero, un incrinatura del Polo, una carnevalata fuori stagione, un estemporaneo moto libertario?
    Il popolo mica capisce per intuizioni, bisogna spiegarsi. C' é una strategia precisa di Bossi dietro tutto ciò? eccola la domanda chiave
    Wotan
    Paolo, ma veramente stavolta non ti capisco, siamo qui che ci lamentiamo perchè a Roma non va bene niente,perchè sti alleati sono filo-sudde, ma cazzarola, gli enti locali sono una cosa a parte, ....spiegheranno questo ai loro elettori i candidati consiglieri provinciali, Zaia ha fatto benissimo a Treviso, non meritava di finire succube del Polo, a questo punto se la gente capirà, bene...altrimenti si votino pure polo-ulivo, Zaia non avrebbe nulla da rimproverarsi.
    Potrebbe essere anche utile come esperimento, e se andasse bene, sai che fifa prenderebbero?
    Sarebbe cmq decisamente un peccato perdere un Presidente così, però io a questo punto lo apprezzo doppiamente, anxichè finire ricattato, preferisce rischiare, bravo Zaia, complimenti per la tua onestà.
    Paolo dimmi una parola di conforto cazzo...., almeno questa volta, mi riempi sempre di tristezza ogni volta posti, dacci un pò di incoraggiamento, altrimenti è meglio che chiudiamo baracca e burattini e pensiamo ad altro.
    ----pensiero---------

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Mar 2002
    Località
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La cosa é positiva!

    La cosa é certamente positiva! Dico solo che é un anomalia, spiegarla non sarà semplice. Nel senso che le varie e cangianti posizioni di Bossi hanno spiazzato un po' tutti. Alleati in primis, credo. Io la vedo, o meglio, spero ancora più in là: ovvero che dietro ci possa essere un qualche disegno di Bossi...lo spero. Zaia mi piace, la sua determinazione. Che la Lega stavolta non abbia piegato la testa é un segno, e spero buono.Che non serva solo per ricatti "romani". Treviso non si merita di essere usata per fini di politica africana. Spero tanto che sia uno squarcio che si apre sulle nere nubi che intristiscono i padani. Erwache Treviso! Non sento ancora i brividi, ma forse se le foglie si muovono può essere che sia il vento del Nord.
    Wotan

    P.s. chiudere baracca e burattini? Mai!

  6. #6
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: La cosa é positiva!

    Originally posted by Wotan
    La cosa é certamente positiva! Dico solo che é un anomalia, spiegarla non sarà semplice. Nel senso che le varie e cangianti posizioni di Bossi hanno spiazzato un po' tutti. Alleati in primis, credo. Io la vedo, o meglio, spero ancora più in là: ovvero che dietro ci possa essere un qualche disegno di Bossi...lo spero. Zaia mi piace, la sua determinazione. Che la Lega stavolta non abbia piegato la testa é un segno, e spero buono.Che non serva solo per ricatti "romani". Treviso non si merita di essere usata per fini di politica africana. Spero tanto che sia uno squarcio che si apre sulle nere nubi che intristiscono i padani. Erwache Treviso! Non sento ancora i brividi, ma forse se le foglie si muovono può essere che sia il vento del Nord.
    Wotan

    P.s. chiudere baracca e burattini? Mai!

    Già meglio, questa risposta, Paolo, c'è solo da augurarsi che la gente comprenda e capisca, Zaia sa spiegarsi molto bene, è chiaro e non parla politichese, ieri sono stata proprio a Treviso per motivi familiari, io sono nata a tv, ho visto i muri tapezzati dai manifesti con la foto di Zaia e scritto in grande solo queste parole:

    "ZAIA PER CONTINUARE"
    la cosa mi aveva un pò meravigliata perchè avevo sentito dire dell'accordo con la cdl, oggi la sorpresa, amenochè , non cambino ancora le carte in tavola, ma oramai siamo agli sgoccioli, e la voglia di correre soli a treviso è grande.
    ciao------pensiero--------

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma scusa Wotan, a rifletterci non ti sembra il tuo un ragionamento romano-centrico? Ossia, dal tuo punto di vista le alleanze fatte a Roma dovrebbero diramarsi anche localmente senza alcun margine di autonomia in cui è possibile rivendicare una strategia amministrativa diversa, maggiormente rispondente alle esigenze provinciali,irriducibile? Io credo che fra Roma ed enti locali dovrebbe esserci uno scarto all'insegna dell'autonomia,del rispetto delle diverse sfere di competenza, del pluralismo all'interno delle stesse formazioni partitiche: la logica con cui si elegge un governo non può essere la stessa con la quale si eleggono sindaci e giunte. Ciò che in questo caso ha costituito un eccezione, dovrebbe essere la regola: le alleanze politiche devono rimettersi sempre in discussione quando le elezioni non sono romane. E' ora che le segreterie facciano un passo indietro e lascino al "territorio" una maggiore libertà da esercitarsi nell'interesse del territorio stesso, più volte messo a repentaglio dalla struttura totalizzante del classico partito italiano.
    Decentramento significa anche questo. E poi: più deboli sono le segreterie, più forte è il sentimento d'autonomia e il riconoscimento di una diversità e particolarità dei problemi, delle soluzioni,delle esigenze. Quindi della società.
    Saluti

  8. #8
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ZENA
    Ma scusa Wotan, a rifletterci non ti sembra il tuo un ragionamento romano-centrico? Ossia, dal tuo punto di vista le alleanze fatte a Roma dovrebbero diramarsi anche localmente senza alcun margine di autonomia in cui è possibile rivendicare una strategia amministrativa diversa, maggiormente rispondente alle esigenze provinciali,irriducibile? Io credo che fra Roma ed enti locali dovrebbe esserci uno scarto all'insegna dell'autonomia,del rispetto delle diverse sfere di competenza, del pluralismo all'interno delle stesse formazioni partitiche: la logica con cui si elegge un governo non può essere la stessa con la quale si eleggono sindaci e giunte. Ciò che in questo caso ha costituito un eccezione, dovrebbe essere la regola: le alleanze politiche devono rimettersi sempre in discussione quando le elezioni non sono romane. E' ora che le segreterie facciano un passo indietro e lascino al "territorio" una maggiore libertà da esercitarsi nell'interesse del territorio stesso, più volte messo a repentaglio dalla struttura totalizzante del classico partito italiano.
    Decentramento significa anche questo. E poi: più deboli sono le segreterie, più forte è il sentimento d'autonomia e il riconoscimento di una diversità e particolarità dei problemi, delle soluzioni,delle esigenze. Quindi della società.
    Saluti
    Condivido in toto, Zena, c'hai azzeccato in pieno, complimenti!!!
    ----pensiero

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Mar 2002
    Località
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Condivido pure io ma...

    Posso condividere quasi tutto; le amministrazioni locali hanno ognuna le proprie esigenze. Ma Roma decide tutto, o quasi. Perché come fai a pigliartela da amministrazione locale con i lacci e lacciouli che la capitale ti impone se nlla capitale il tuo partito sta al governo? Te la pigli con il segretario del tuo partito, nel nostro caso Bossi? Sicuro, me li vedo...No, allora te la pigli col "sistema"(che potrebbe anche essere giusto)? Sì, e i trevisani o chi per essi ti dicono" a che ce li avete voi i ministri là!" e noi "sì, ma cambiare é dura, ci proviamo, sono gli altri che fanno resistenza..." e loro " ma per alleati ve li siete scelti...". La gente é pratica, ragiona in modo semplice e in molti casi in modo logico e quasi coerente. La mia risposta la sai. Anzi ti faccio un slogan sul momento: "A treviso come in tutta la padania: indipendenti". Via dai colli.
    Wotan

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Mar 2002
    Località
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Due precisazioni

    Due precisazioni:
    x ZENA: romanocentrico io? Sia mai, stavo cercando di seguire un ragionamento vagamente coerente con le scelte romane della Lega. Cioè è come con la morosa: non può andarti bene fin che tace e non rompe le palle e poi quando scassa i maroni non é più tua morosa, o smette di esserlo se vai in viaggio Praga. E' il discorso di sempre: "di lotta e di governo" non sta in piedi. La botte piena e la moglie ubriaca, magari. A treviso e dintorni faccio quello che voglio io poi a Roma é un' altra cosa...Bossi disse: "Non si possono raccontare balle alla gente". Ecco. Cosa facciamo: A Treviso chiediamo poteri autonomisti e a Roma andiamo a pietire qualcosa a Fini, che ci manda a cagare...torniamo dalla gente della Marca e ricominciamo: "Noi ci proviamo ma...". Dai, siamo seri.

    X pensiero: leggi sopra. Resta che é comunque un segnale, e può essere positivo. Basta che non diventi la rivolta dei peones. Sempre sperando che non cambino le carte in tavola. Attacchiamoci pure a questa, per ora, visto quel che passa il convento( de Cento celle o de la tibburtina). E' vero sono pessimista in tutti i post. Sto cercando di " migliorare". Oggi come oggi c' é più bisogno di capire e di non transigere più. Abbiamo delegato tutto e tutto si sono pigliati. Ben ci sta. Ma non che anche li applauda. Sopporta la mia "acidità", se Padania un dì sarà, si scioglierà come neve al sole. Io così caustico" mi sopporto ogni giorno i patetici toni trionfalistici de "La Padania"(ma la comprano almeno i dirigenti?)...uno degli ultimi sotto al titolo di prima pagina(3 o 4 giorni fa) "Dopo la devolution e la legge sull' immigrazione, la tv federalista...". Bravi, infatti semo pieni de devolution e legge sull' immigrazione...Ma ndo vivono? A Lugano...
    Wotan

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-06-13, 22:54
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-05-08, 20:40
  3. Notizia poco importante
    Di Neva nel forum Salute e Medicina
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 18-08-07, 20:11
  4. Notizia di poco fa: Gaza 9 palestinesi uccisi.
    Di kalashnikov47 nel forum Politica Estera
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 15-06-06, 00:37
  5. Notizia straordinaria
    Di Nirvana nel forum Fondoscala
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 20-01-04, 22:28

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226