User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Nihil.
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Località
    Ulandia
    Messaggi
    823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Otto poliziotti arrestati a Napoli

    I fatti contestati sono gravissimi anche se il provvedimento cautelare giunto ad indagine quasi conclusa, pare sicuramente esorbitante ed iniquo.
    Comunque ci sarà un processo, spero presto. Si vedrà.

    L'inchiesta di Napoli è però un ottimo punto di partenza anche per alcune considerazioni di carattere generale. Anzi, generalissimo.
    Un poliziotto o militare che picchia un prigioniero è professionalmente inetto ed umanamente spazzatura. E così ogni pubblico dipendente che abusi anche solo psicologicamente degli utenti.
    In Italia il settore pubblico è istituzionalmente abusivo verso il cittadino.
    Smettiamola con solidarietà tribali e colle teorie delle minoranze inette e corrotte. Ma che minoranze?!
    Se un mio collega è un corrotto sono io il primo ad insultarlo, altro che dargli solidarietà. Se invece non lo è, fa solo il suo mestiere, e la mia solidarietà non gli serve.
    E così se nelle burocrazie, anche poliziesche e militari, ci sono psicolabili e squilibrati che si accaniscono sui prigionieri e cittadini isolati ed inoffensivi, contro gli "utenti", NESSUNA SOLIDARIETA'!!
    Altro che logiche tribali e di cricca: noi-loro, comunistoidi-fascistoidi, meglio-peggio.
    Lo Stato deve servire il cittadino, non aggredirlo parassitariamente.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    52,732
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    58 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Otto poliziotti arrestati a Napoli

    Originally posted by Allanim
    I fatti contestati sono gravissimi anche se il provvedimento cautelare giunto ad indagine quasi conclusa, pare sicuramente esorbitante ed iniquo.
    Comunque ci sarà un processo, spero presto. Si vedrà.

    L'inchiesta di Napoli è però un ottimo punto di partenza anche per alcune considerazioni di carattere generale. Anzi, generalissimo.
    Un poliziotto o militare che picchia un prigioniero è professionalmente inetto ed umanamente spazzatura. E così ogni pubblico dipendente che abusi anche solo psicologicamente degli utenti.
    In Italia il settore pubblico è istituzionalmente abusivo verso il cittadino.
    Smettiamola con solidarietà tribali e colle teorie delle minoranze inette e corrotte. Ma che minoranze?!
    Se un mio collega è un corrotto sono io il primo ad insultarlo, altro che dargli solidarietà. Se invece non lo è, fa solo il suo mestiere, e la mia solidarietà non gli serve.
    E così se nelle burocrazie, anche poliziesche e militari, ci sono psicolabili e squilibrati che si accaniscono sui prigionieri e cittadini isolati ed inoffensivi, contro gli "utenti", NESSUNA SOLIDARIETA'!!
    Altro che logiche tribali e di cricca: noi-loro, comunistoidi-fascistoidi, meglio-peggio.
    Lo Stato deve servire il cittadino, non aggredirlo parassitariamente.
    ========
    congratulazioni!!!
    Allamin, stai maturando.
    Un altro opiccolo sforzo e la verità intera ti apparira in tutto il suo diabolico stridore.
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  3. #3
    Omo de Panza
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    1,902
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ottimamente, Allanim. Mi hai tolto le parole di bocca e le hai rese certamente migliori e meglio scritte. Salutoni.

  4. #4
    Nihil.
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Località
    Ulandia
    Messaggi
    823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Troppo buono, Pentothal.
    Di tutta la vicenda, la cosa più triste sono le visioni pseudo-etiche da chi si vorrebbe contro lo Stato Etico.
    Ci si raccoglie intorno a discorsi "etici" e solo "etici", molto poco liberali e molto poco da politica in società liberali in realtà.
    L'altro è sempre un mostro. "Noi" sempre perfetti. L'altro sempre illegalità e disordine [d'altronde è molto difficile liberare il proprio linguaggio dal giudizio morale che poi è sempre pre-giudizio, patologia, insulto].
    E intanto nel vastissimo e lurido settore pubblico il burocrate fa sempre ben attenzione ad essere ben coperto [magistrati compresi, sia chiaro: i procuratori si macchiano delle stesse percentuali di corruzione e di abusi degli altri impiegati dello Stato. Anzi, essendo loro proprio intoccabili (altro che gli "sbirri"!) sarebbe legittimo supporre che da quelle parti Abuso e Corruzione la facciano da padrone...]. Per fortuna che anche qualche burocrate ogni tanto resta inchiodato alle sue "leggerezze": come dimenticare ad es. le immagini nelle quali si vede il Vice Capo della Mobile, dott. Perugini, divertirsi a prendere a calci un manifestante giovanissimo, appena diciottenne, in quel momento sdraiato a terra, circondato da tre-quattro agenti e quindi completamente inerme ed inoffensivo?!
    Ma la cosa scandalosa è che mentre si decideva se sottoporre o meno sto Perugini a procedimento disciplinare, i suoi colleghi [evidentemente altri praticoni abili nelle corse all'arraffa-arraffa] hanno deciso di rilasciare un comunicato "collettivo" nel quale gli si manifestava tutta la loro solidarietà mafiosa!
    Puaahh.
    Civilizzazioni italiche.

  5. #5
    Omo de Panza
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    1,902
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Parli del manifestone del sindacato della polizia diretto al pres. della rep. vero? Quantomeno fuori luogo, quantomeno, ma dici meglio tu. E' certamente vero che qui, e solo qui, si scava il solco di credibilità, perchè, al di là delle affermazioni, quel che resta è la solita paura, magari immotivata ma ancestrale, del potere esercitato come sopraffazione. Salutoni.

  6. #6
    Claude74
    Ospite

    Predefinito

    Mi ricordo le immagini di Genova. E' giusto che la polizia, ove si trovi in situazione di violenza, agisca con la violenza. Ma che senso ha andare in 5 o 6 minimo contro ragazzetti, fermarli, cacciarli a terra con i manganelli e pestarli a calci in faccia!? No, dico.....anche solo da un punto di vista organizzativo. Che senso ha 5 o 6 contro uno? Solo il sadismo può spiegare questi fatti. Eppoi vabbene la violenza, ma deve essere commisurata alle azioni che si devono effettivamente impedire. Anche ammettendo che tutti coloro che sono stati pestati dai poliziotti fossero teppisti, e non ci giurerei affatto, che senso ha il pestaggio? Hai un teppista davanti a te? Ok, gli assesti un bel colpo, lo immobilizzi, se strattona gliene dai un altro, lo ammanetti e lo arresti. Punto. Andare oltre è crimine. Tu, in quanto poliziotto, puoi usare la violenza solo e soltanto per impedire crimini e nella misura in cui questa ti serva per arrestare il criminale. Uso della violenza e uso arbitrario della violenza sono due cose molto differenti. Ossia il poliziotto ha il dovere di tutelare anche l'incolumità fisica del delinquente, non solo di chi subisce o sta per subire un crimine. Paradossalmente, l'omicidio di Giuliani è, da questo punto di vista, mille volte più giustificabile di quei pestaggi che hanno avuto conseguenze sicuramente meno gravi.

  7. #7
    Nihil.
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Località
    Ulandia
    Messaggi
    823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In parte riguarda pure l'argomento di questo trhead.

    Radicali: Noi, l'alternativa al nuovo fascio di Borrelli e Cofferati

    Dalla vicenda della Consulta allo scontro a Napoli tra polizia e magistratura, tutto è frutto di un 'regime anti-legale', di 'corpi traditori dello Stato di diritto'. E contro il 'nuovo fascio' di Cofferati e Borrelli, 'occorre dare molta più forza all'alternativa radicale'

    Marco Pannella

    Roma, 29 aprile 2002 - Marco Pannella, in collegamento telefonico con gli studi di Radio Radicale ha ribadito la necessità della crescita del satyagraha radicale. Per contrastare quel "partito dei giudici, di Borrelli, eversore e corrotto, traditore del diritto" e il 'blocco sociale' del regime che, per cacciare Berlusconi, si sta riorganizzando in un 'nuovo fascio' intorno a Cofferati e Borrelli, l'unico modo è "dare molta più forza all'alternativa radicale".

    Duro il giudizio di Pannella sugli arresti a Napoli di poliziotti accusati di aver compiuto abusi e violenze su alcuni giovani manifestanti no-global: "Il corpo eversore e corrotto del partito dei giudici di Borrelli - definito dal leader radicale l''erede di Carmelo Spagnolo' - e dei 'caselliani' di Palermo è distruttore dello stato di diritto. Di che ci si meraviglia, quando questo accade in un altro corpo, un corpo massacrato dalla magistratura, a cui è stata tolta la cultura delle indagini, della ricerca?".

    I corpi traditori dello stato di diritto

    Quindi, secondo Pannella, "i corpi traditori dello stato di diritto hanno in mano la situazione e la mandano in malora, lo Stato è impazzito. Il centrosinistra - ha ricordato - non disse nulla degli eventi di Napoli, né come crimine organizzato di piazza, né come crimime della polizia; e adesso danno la colpa a Berlusconi".

    "Io - ha affermato - sono con la base della polizia rispetto a Borrelli e a Cordova, dal punto di vista sociale, perché il processo di proletarizzazione gli ha tolto le funzioni, la cultura e si tratta di una rivolta, non neofascista del Csm, di Caselli e Borrelli, ma popolare. Ma - ha avvertito Pannella - occorre mutare questa realtà non contemplarla, occorre una rivoluzione liberale, passare (il partito Radicali italiani, ndr) dai mille a decine di migliaia di iscritti, perché significa poter essere raggiunti da informazioni essenziali".

    Il prodotto della procura del caso Tortora

    "La situazione dei poliziotti, con le loro solidarietà criminali, sono il prodotto della magistratura napoletana del tempo di Tortora di prima e di dopo, del giornalismo napoletano di prima e di dopo. Nella procura, nella polizia, regna sovrano il disfacimento borbonico".

    Un nuovo 'fascio di forze intorno a Cofferati e Borrelli'

    Il leader radicale ha quindi descritto lo scenario politico di questo periodo: "Il regime, salvato da Berlusconi, uomo della provvidenza, torna a preparare la vittoria interna contro Berlusconi stesso. E' sempre più probabile - ha spiegato - che un nuovo fascio di forze si stia organizzando, trovando in Cofferati e Borrelli due connotati di classe, conservatori, giacobini, in linea con uno Stato partitocratico antilegale. Forze più egemoni rispetto a quelle berlusconiane, il blocco storico dominante da 80 anni, sta cercando di protrarsi".

    "E' probabile - ha aggiunto - che forze economiche e sociali burocratiche" formino "un possentissimo schieramento", "rappresentano forze sociali profondamente antidemocratiche e rischiano di stare al futuro, al nuovo ordine italiano, come nel '13 e '14 c'era il socialista Benito Mussolini, con gli stessi tipi di aggregazione di classi, cultura e retrocultura. Questo sarà battuto solo se si organizza con grande forza l'alternativa radicalemnte liberale".

    L'alternativa radicale ha bisogno di molta più forza

    "Da un lato, Berlusconi, salvatore del regime, dalla gestione velleitaria, un elemento interno che non garantisce quote adeguate nella spartizione" a "questa mafia di potere che si sta ricreando: Romiti, l'editoria, i sindacati, la Rai di Biagi e Santoro, Borrelli. L'alternativa nostra avrebbe bisogno di molta più forza, non so se l'avremo, ma non vedo alternativa".

    Pannella ha sottolineato le "capacità goebbelsiane" di questo "esercito", "impossessandosi il venerdì delle battaglie radicali". Quando protestano per la libertà dell'informazione, "i girotontisti, brave persone, sono cieche e incapaci di intendere e volere, che la corrazzata regime c'è da 40 anni e continua proprio con gli 'Sciuscià' e i Biagi". "Uomini e donne di questo paese - ha ribadito - hanno bisogno della nostra alternativa radicale".

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Apr 2002
    Messaggi
    191
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Li chiamavano i paladini della giustizia, io ne ho conosciuti due o tre , neanche ricordo, in riviera. Le pantere d’Italia, pigri pantofolai tenuti all’ingrasso per la maggior parte, in più qualche ragazzoccio con disturbi e deliri di onnipotenza; in fondo controbilanciano bene i carabinieri.
    A letto poi uno strazio, non generalizzo ma complessati sì, quelli lo erano e si proclamavano di destra, brutalmente, pensando che destra fosse un insieme di valori imprecisati che vagamente coincidevano con la loro nebulosa morale ostrogota. Ma come, destra non è solo un modo elegante per nascondere egoismo, non un velo di Maya ma solo un po’ di zucchero su una spietata verità umana, quella della disinibita autoconservazione.
    Io non discuto i benefici che ne derivano, non ne faccio una discussione economica (la destra è anche potere, in fondo è tutto ciò che soddisfa le apparenti necessità dell’ego, anche la voluta povertà), destra non è libertà, mi vedo bene dal dire che lo sia la sinistra, la nostra è una sinistra di destra, ma piuttosto abile sofisma della libertà, ne parla e non la vuole conoscere, come le suocere con le future nuore.
    Però destra dovrebbe essere meritocratica, per lo meno là dove il merito non rema contro e asseconda le necessità dell’egoista; invece vedo la piccola Italia popolarsi di metre-a-penser ignoranti che solleticano il pancino dei potenti (per carità i ruffiani sì, ma un passo indietro).
    Vedo una destra che alleva un mare di impotenti intelletti, partorisce mosche noiose che ripercorreranno,ignare, percorsi già battuti, che noia!!!! E’ chiaro che questa destra non sa ciò che vuole, è chiaro che questa destra è una destra di poliziotti e carabinieri, bene facevano a riconoscervi quei celerini inberbi.

    (Ps: difenderli?? Difenderli se hanno sbagliato??? Non ci si può certo fidare di certa gente, licenzirli tutti, politici compresi che non comprendono che loro sono servi e come tali vanno trattati)

    Questa destra mi ha già stancato

    Paolone l’ultimo dei dittatori

  9. #9
    Omo de Panza
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    1,902
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi ero ripromesso di scrivere qualcosa qui sotto, direi che è tutto molto denso e piacevole e direi che sottoscrivo, più per una stanca noia che per profondissima convinzione (che infatti vorrebbe un po' di "ma" in più), tranne che (quello si, evidente) un moto di stizza per l'ultima frase, quella del populismo astioso e "grifagno" (così facciamo contento l'amatissimo cciappas) dell'andate a lavurà, licenziateli tutti, che mi sembra detto dalla vecchina con la sportina che sputacchia.
    Ma mo' vediamo: magari quanche ma mi esce.
    Salutoni.

 

 

Discussioni Simili

  1. Droga: arrestati a Napoli 8 poliziotti
    Di Razionalista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-09-10, 15:33
  2. Arrestati poliziotti a Napoli!
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 12-05-02, 06:26
  3. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 07-05-02, 10:13
  4. Poliziotti arrestati a Napoli
    Di Il Condor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-04-02, 01:47
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-04-02, 23:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226