User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Lo Stato vince: niente miliardi alla Sloi

    Respinte le richieste dell'azienda per la chiusura dello stabilimento
    GIUSTIZIA E AMBIENTE

    di Andrea Selva

    TRENTO. Lo Stato non pagherà nemmeno un euro alla Sloi. Lo ha deciso il giudice Dino Erlicher che ha respinto la richiesta di risarcimento danni miliardaria avanzata dall'azienda chimica al ministero dell'Interno. La controversia si riferiva all'ordinanza di chiusura dello stabilimento firmata dal sindaco Giorgio Tononi dopo la fuoriuscita della nube di gas. Era il luglio del 1978 e secondo il giudice quel provvedimento - annullato poi dal consiglio di Stato - non procurò alcun danno economico.
    Era il 14 luglio del 1978 quando alla Sloi - durante un forte temporale - un'infiltrazione d'acqua scatenò una serie di reazioni chimiche fino ad arrivare alla fuoriuscita di una nube di idrossido di sodio. L'incidente suscitò notevole allarme in città e il sindaco ordinò il sequestro dello stabilimento. Solo qualche tempo dopo si accertò che non c'erano stati pericoli per la popolazione. Ecco perché il consiglio di Stato annullò l'ordine firmato dal sindaco Tonioni.
    Per quell'episodio la Sloi chiese i danni: gli vennero negati in primo e secondo grado, mentre la corte d'appello di Brescia accolse - era il 1999 - le ragioni dell'industria chimica ormai in liquidazione, delegando però al tribunale di Trento la quantificazione del danno.
    Ora il danno è stato quantificato dal giudice civile Dino Erlicher che ha depositato nei giorni scorsi la sua sentenza. Quanti soldi sono? L'azienda aveva chiesto 20 miliardi in valuta del 1979, cifra che rivalutata al giorno d'oggi supera i 40 miliardi di lire. Il giudice non è stato d'accordo: zero lire. L'ordinanza era illegittima - è vero - ma per la Sloi non ci fu nessun danno. Anzi: i danni ci furono - eccome - ma non furono provocati dalla decisione del primo cittadino del tempo.
    Vediamo perché. Subito dopo la fuoriuscita dei gas lo stabilimento chimico venne sequestrato per ordine della procura, che aveva ipotizzato una serie di reati. Il provvedimento del sindaco arrivò dopo, in un certo senso era superfluo anche se aveva un forte significato politico. Revocato il sequestro penale - siamo arrivati intanto al febbraio del 1979, l'anno successivo - rimase in vigore l'ordinanza di Tononi ma nel frattempo la Soli era stata già sciolta e messa in liquidazione da tempo (nel settembre del 1978) dai consiglieri d'amministrazione che ritenevano non ci fossero più prospettive per la ripresa della produzione.
    I danni riportati dall'azienda si riferiscono - secondo il giudice Dino Erlicher - al primo periodo del sequestro, quello cioè stabilito dalla procura della Repubblica. Quando il sequestro penale venne revocato il danno ormai era già stato causato: si era avvantaggiata la concorrenza, erano stati persi clienti, gli impianti e le attrezzature avevano subito un rapido deterioramento. Ecco perché il giudice ha respinto la richiesta dell'azienda accogliendo le ragioni dell'Avvocatura di Stato. Inutile aggiungere che da allora la Sloi - società lavorazioni organiche inorganiche - non produsse più piombo nello stabilimento di Trento.
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito E ora il Comune batte cassa per l'inquinamento dei terreni

    Ma si tratta di una causa con poche speranze: l'azienda infatti è in liquidazione


    TRENTO. La Sloi chiedeva 40 miliardi allo Stato e il Comune - invece di stare a guardare - si fece avanti per rilanciare con una richiesta da 80 miliardi alla Sloi, come risarcimento dei danni ambientali provocati nelle aree inquinate di Trento Nord. L'azione civile dell'amministrazione comunale è stata formalizzata nel giugno dell'anno scorso, con un atto firmato dall'avvocato Vanni Ceola. Ma che senso aveva chiedere 80 miliardi a una società in liquidazione? Semplice: se l'azienda chimica avesse ricevuto un risarcimento dallo Stato (cosa che come spieghiamo nell'articolo principale di questa pagina non è avvenuta) ebbene il Comune avrebbe avuto titolo per far sequestrare preventivamente il denaro, con l'obiettivo poi di pretendere il risarcimento per l'inquinamento.
    Chiuse le aspettative della Sloi (sempre che gli avvocati dell'azienda, Aldo Formiggini e Filippo Valcanover non presentino un ricorso in appello) resta ancora da decidere la controversia che vede il Comune contro l'azienda.
    Ottanta miliardi, ma la richiesta più imbarazzante è quella di ripulire i terreni e le falde impregnati di piombo. La causa si riferisce all'inquinamento provocato dalla Sloi durante l'attività industriale condotta sull'area di Campotrentino dall'inizio del 1940 fino al 14 luglio del 1978, giorno dell'incendio. L'ultimo giorno di attività dell'azienda risale quindi ad oltre vent'anni fa. Fatti prescritti? «No» secondo l'avvocato del Comune Vanni Ceola, visto che l'inquinamento di Trento nord è un fatto dinamico, tuttora in evoluzione e quindi non passibile di prescrizione. Nella citazione a giudizio vengono citate tutte le analisi chimiche sui terreni: quelle del 1982, quelle successive del 1987 e 1990, le indagini del 1995 ed infine quelle del 1998 e 1999 che rivelarono una situazione preoccupante. I chimici trovarono piombo organico fino alla profondità di 16 metri.


    --------------------------------------------------------------------------------
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

 

 

Discussioni Simili

  1. Buco Previdenziale alla Ferrovie dello Stato: 4 miliardi l'anno
    Di Leviathan nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-01-14, 13:45
  2. L'ossequio dello Stato alla Chiesa ci costa 2 miliardi l'anno
    Di anticlericale nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 09-04-11, 23:42
  3. L'ossequio dello Stato alla Chiesa ci costa 2 miliardi l'anno
    Di anticlericale nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-10-10, 14:39
  4. Vince Berlusconi = niente brogli
    Di dannyeeee nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-04-08, 00:43
  5. a Venezia vince Cacciari..meglio di niente!
    Di The Kount nel forum Padania!
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 20-04-05, 15:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226