User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: preti da combattimento

  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito preti da combattimento

    Don Vitaliano, un Guevara fuori tempo massimo


    di Diego Gabutti

    Martire dei no global, è un sacerdote felice
    Una "piazzata" vivente che sguazza nei tumulti
    E che cerca il suo quarto d'ora di celebrità
    Un consiglio: se lo goda, finché dura...

    Don Vitaliano Della Sala, sacerdote no-globalista, parroco di Sant'Angelo a Scala nei paraggi d'Avellino, probabilmente non diventerà mai santo, a differenza del beato Monsignor Escrivà de Balaguer, fondatore dell'Opus Dei, che s'accinge ad entrare nel calendario dei santi cattolici dopo aver azzeccato ben due miracoli due. Ma un'aureola o almeno un passamontagna possono sempre avvitarglielo sulla testa i ragazzi dei centri sociali e i portavoce dei social forum. Di questa chiesa primitiva, che ha dichiarato guerra per mare e per terra al gran satanasso mondialista, Don Vitaliano è diventato uno dei martiri.

    Dei martiri (sbranati dai leoni, mazzolati dai poliziotti napoletani, crocifissi e spellati vivi, financo cacciati in malo modo dall'aeroporto di Tel Aviv) Don Vitaliano dovrebbe avere l'aspetto afflitto e sofferente. Non è così. Indagato dalla magistratura per istigazione a delinquere, sempre meno simpatico alle autorità ecclesiastiche che gli vorrebbero portar via la parrocchia per darla a un prete anemico, nemico numero uno (o due, facciamo tre) del nuovo ordine mondiale, il Don ha l'aria di non essere mai stato tanto felice. Sorride alle telecamere, tiene sermoni ai giornalisti, gli brillano gli occhi e la sua barba è ormai decisamente la barba d'un filosofo.

    Bisogna capirlo, d'altra parte. Anche la persecuzione ha il suo fascino. Molti nemici molto onore, diceva del resto la buonanima, alla cui scuola l'Italia intera continua a ispirarsi, qualunque cosa se ne dica. Ma alla chiesa cattolico-romana, già piena di problemi fino alla tonsura, dalla crisi delle vocazioni allo scandalo dei preti pedofili, le mattane tardosessantottesche di Don Vitaliano non rendono particolare onore. Universale in fatto d'evangelizzazione, ma assai poco tenera col mondialismo che ha il torto di globalizzare la modernità, la chiesa bersaglia d'anatemi il consumismo, il liberismo, la genetica hard, la libertà sessuale e tutto ciò che insomma rende più varia e più godibile la vita, ma lo fa con intelligenza, privilegiando l'alta politica, evitando le piazzate. Don Vitaliano, invece, è una piazzata vivente, che soltanto nei tumulti, quando la polizia carica e i no global rispondono a dir poco per le rime, comunica con l'Onnipotente. Di questi vecchie glorie la chiesa non sa più che farsene.

    Seguace fuori tempo massimo della teologia della liberazione, prete pasionario e pauperista, vicino agli ultimi e agli umili, nemico degli epuloni imperialisti, Don Vitaliano non è nemmeno un fantasma degli anni sessanta e settanta, quando gli opuscoli sulle imprese dei preti guerriglieri inondavano le librerie Feltrinelli. Non è e non sarà mai (come forse gli piacerebbe, e come certamente piacerebbe ai suoi amici dei social forum) un avatar o una reincarnazione dei sacerdoti guevaristi che imbracciavano il mitra e via, verso il Regno di Dio, compañeros.

    Come il movimento no-globalista, che a sua volta dei sessantotti e delle guerriglie urbane è soltanto la caricatura, anche la parabola giudiziario-televisiva di Don Vitaliano non è che l'ombra dell'ombra d'una stagione per fortuna irripetibile, quella della chiesa rivoluzionaria e assatanata, che giocò tutte le sue carte e perse la partita prima che Giovanni Paolo II salisse al Sacro Soglio e prendesse il timone della nave in tempesta. All'apparenza, più che un prete cattolico, il Don è una specie di mullah islamico, che evangelizza la società egoista e caotica al grido di "Yahweh Akbar!" In realtà, come i portavoce dei no global, Don Vitaliano è soltanto uno di noi. Uno di quelli che, come diceva Andy Wahrol, aspirano a un passaggio televisivo e, per questa via, a un quarto d'ora di celebrità. Se lo goda, finché dura.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un po' troppo duro come giudizio... Credo che anche un prete abbia il diritto di avere le idee politiche che crede, purchè manifestate in modo pacifico.

    L'intero articolo è fazioso...
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    e` sicuramente un articolo fazioso.
    solo che mi sembra difficile in Italia riuscire a trovare un articolo che in un senso o nell`altro non lo sia......

    comunque e` giusto che "anche" un prete puo` avere delle idee politiche, anche di quelle non pienamente allineate, altro conto secondo me e` fare comunella, a quanto pare, con le frange piu` decise e violente del mondo no-global. e` un movimento composito quello no-global, per stessa ammissione dei propri promotori e Don Vitaliano poteva scegliersi, quindi, delle compagnie decisamente piu` tranquille............ come dimostrano Don Mazzi o don Ciotti che pur essendo sicuramente schierati politicamente sullo stesso versante del prete campano, sembra abbiano dato maggiore spessore alle loro battaglie.

  4. #4
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se ha responsabilità nelle azioni dei manifestanti più violenti, ha tutto il mio disprezzo, altrimenti, anche se no-global, per me è un prete come un altro...

    Ciao.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

 

 

Discussioni Simili

  1. FOTO DI JET DA COMBATTIMENTO
    Di occidentale nel forum Tecnologia militare
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 07-07-10, 04:51
  2. Risposte: 88
    Ultimo Messaggio: 12-07-08, 01:54
  3. I politici fanno i preti e i preti la politica!
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-05-07, 07:58
  4. Vescovo spagnolo: preti, vestitevi da preti!
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 12-06-05, 20:28
  5. Preti da combattimento
    Di benny3 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-05-02, 14:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226