User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Le fondamenta di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    5,374
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ida Magli sulla morte di Pim Fortuyn

    L'uccisione di Pim Fortuyn, esponente del partito olandese di destra, che aveva già raccolto alle amministrative più del 33% dei voti e che si preparava a raccoglierne anche di più alle prossime elezioni politiche, mi addolora profondamente e credo di poter esprimere qui, insieme al mio, anche il dolore di tutti gli Italiani Liberi.
    No, non vogliamo che, dopo tanta retorica sparsa a piene mani sulla democrazia che gronderebbe dall'Europa, si debba accettare che venga ucciso chi esprime la propria opinione, contraria alle strategie dei costruttori dell'Impero Europeo, e in difesa della libertà della Patria.
    Bisogna però gridare ad alta voce che questa uccisione è la conseguenza della violenta reazione delle sinistre che in Francia hanno già distrutto il sistema democratico votando per Chirac soltanto in odio a Le Pen. Quando salta la guida della "ragione" (povera Francia! Madre della Ragione...) il terrorismo, di qualsiasi religione sia, si scatena senza argini.
    Cari, carissimi Italiani Liberi, vi ringrazio di poter parlare almeno con voi, di poter piangere la morte di un uomo libero, di un amico delle nostre idee, insieme a voi.
    Ida Magli

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bisogna però gridare ad alta voce che questa uccisione è la conseguenza della violenta reazione delle sinistre che in Francia hanno già distrutto il sistema democratico votando per Chirac soltanto in odio a Le Pen.
    Trovo schifoso speculare politicamente sulla morte di un uomo politico, di qualsiasi ideologia sia... Semplicemente vergognoso!
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  3. #3
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Le Morti sono tutti uguali e mi piace ricordare con questo articolo l'uomo Fortuyn.

    HANNO ucciso il Le Pen olandese. Hanno ammazzato l'Haider di Rotterdam. Così dicono le televisioni e i giornali di un'Europa incredula, lacerata all'improvviso da un conflitto etnico e culturale portato fino all'estremo del delitto politico, percorsa da tutti gli odii anti-qualcuno che si possano immaginare, avvelenata dall'anti-semitismo, dall'anti-islamismo, e ora insanguinata dalla mano fanatica o pazza di un giustiziere del "politicamente corretto".

    L'assassinio di Pim Fortuyn ad Amsterdam è il secondo capitolo europeo della storia cominciata l'11 settembre a New York e inoculatasi nello psicodramma del voto francese: il conflitto di civiltà, la rivolta dei bianchi contro gli immigrati, la resurrezione della destra xenofoba e ora la ricomparsa dei suoi nemici armati.

    Eppure Pim Fortuyn non era Le Pen, nè Haider. Non era antisemita. Non era nazista. Non irrideva l'Olocausto. A sentir lui, il suo modello era piuttosto Silvio Berlusconi. Ma era anche tutto ciò che Berlusconi non potrebbe mai essere: gay dichiarato, testa rasata, camicia a scacchi e pochette nel taschino, un passato da marxista, illustrato da una cattedra di sociologia all'Università di Groningen.

    Del nostro fenomeno politico condivideva semmai la elettrica capacità di "bucare" il video, la infaticabile attività mediatica (è morto all'uscita dall'ennesima intervista) e la stupefacente capacità di costruire un partito in pochi mesi, farlo trionfare alle elezioni comunali di Rotterdam (35% alla prima uscita) e lanciarlo verso un clamoroso successo su scala nazionale alle prossime politiche, previste tra appena nove giorni.

    Avrei dovuto incontrarlo domani in Olanda, per un'intervista. Il circo dei giornalisti europei, lasciata Parigi, stava già convergendo su Rotterdam, per ascoltare dall'"enfant terrible" della un tempo noiosissima politica olandese il nuovo sberleffo vincente della xenofobia e dell'antieuropeismo.

    Sapevamo già che cosa ci avrebbe detto. L'ha scritto in un libro, "Contro l'islamizzazione della nostra cultura", che è anche troppo fedele al titolo, e va a ruba nelle librerie di Amsterdam, una delle città più multirazziali d'Europa, dove un cittadino su tre non ha la pelle bianca.

    La sua parola d'ordine era: "L'Olanda è al completo, sedici milioni di olandesi sono già abbastanza". Ma la sua xenofobia non era stata incubata nell'uovo del serpente nazista, non veniva dai bassifondi dell'antisemitismo. Incredibile per quanto possa sembrare, si appellava invece ai vertici di tolleranza raggiunti dalla civiltà europea. Odiava i musulmani perché non rispettavano i gay come lui, specialmente da quando l'imam di una moschea di Rotterdam li aveva paragonati ai maiali.

    Li voleva fermare alle frontiere perché la loro religione minacciava la libertà delle donne, il "freee speech", la tolleranza verso le droghe leggere e la pratica dell'eutanasia, tutto ciò che la liberale Olanda ha di più caro. Prendeva di petto il grande tabù della sinistra europea, l'illusione che la necessaria convivenza con gli inevitabili immigrati possa essere ammantata di multiculturalismo, esaltata come un "melting pot" americano, ignorando i dolorosi mal di pancia che essa provoca non tra le élite, ma tra i poveri, le "working class", la gente che vive porta a porta con "lo straniero": "La società multiculturale - aveva detto appena qualche giorno fa - non funziona, ci fa vivere sempre più separati, non più vicini. Dirlo non è razzismo". Per questo, a differenza di altri movimenti xenofobi europei, non aveva varcato la linea divisoria della "deportazione".

    Non chiedeva il reimpatrio degli immigrati che già vivono in Olanda (il 10%, più che in Francia o in Inghilterra, senza parlare dell'Italia). Ma la chiusura della frontiere ai nuovi arrivi, la denuncia degli accordi di Schengen, e l'"assimilazione" culturale degli stranieri: se volevano restare, che parlassero la lingua e rispettassero i costumi del paese che li ospitava. Per accentuare l'ambiguità del suo messaggio, si era scelto un vice originario di Capo Verde e numerosi candidati di pelle scura.

    Quest'impasto di idee ed emozioni, spesso generico e confuso, veniva distillato però in odio, in un linguaggio crudo, arrogante, e talvolta disgustoso: "Che cosa vogliono i tossicodipendenti? Ne vogliono di più? Una piccola overdose? Nessun problema". E presentato con lo charme di un originale, un "dandy", un dannunziano, uno Sgarbi che preferiva gli uomini, viveva in una pseudo-villa romana piena di opere d'arte battezzata "Casa di Pietro", e viaggiava in un'elegante Daimler con autista efebico e due cagnolini sempre in grembo, Kenneth e Carla.

    Dicendo senza vergogna quello che milioni di europei pensano e per nostra fortuna si vergognano ancora di dire, se non nel segreto dell'urna. Era un segno della sua contraddittoria natura che fosse stato espulso dal partito estremista cui aveva aderito, "Olanda vivibile", perché aveva proposto, proprio lui gay, la modifica dell'articolo 1 della Costituzione che proibisce ogni discriminazione. Si era così costruito la sua lista, e in due mesi aveva sfondato nella roccaforte di Rotterdam. Per il 15 maggio i sondaggi lo davano tra il 15% e il 20% su scala nazionale, in grado di conquistare 25 seggi su 150 in parlamento, e di essere così l'ago della bilancia della complicata politica olandese, basata sul proporzionale e sui governi di coalizione, e dunque estremamente vulnerabile agli estremismi. "Voglio fare il primo ministro", aveva detto nell'ultima intervista.

    "Nè destra nè sinistra, è l'epitome della Nuova Politica in Europa, populista e scandalosa", scriveva di lui un giornale di Londra. Che si stesse affermando proprio nell'Olanda tollerante nei secoli, la dice lunga sullo stato di confusione dell'opinione pubblica europea.

    Proprio nel paese di Anna Frank, nel paese da cui i nazisti avevano deportato i quattro quinti della comunità ebraica, nel paese in cui la "correttezza politica" censurava fino a qualche anno fa sui giornali il colore della pelle dei criminali, per non ingenerare razzismo. E nel paese il cui governo, diretto per otto anni dal socialdemocratico Wim Kok, si è dimesso di recente, unico in Europa, per la vergogna di non aver saputo fermare il massacro di musulmani a Srebenica, dove le truppe olandesi erano tra gli impotenti "peacekeeping".

    Chi sia stato il sanguinario assassino non lo sappiamo ancora: non sappiamo se al tramonto prega rivolto alla Mecca o se a sera legge i testi della guerriglia rivoluzionaria o se ce l'ha per qualche sua ragione personale con i gay. Sappiamo solo che il suo gesto ha precipitato nella tragedia il già grave dramma sociale e politico che stava scuotendo la civile Europa. Quella stessa Europa che ogni tanto pretende di dare lezioni di civiltà all'America, e poi si ritrova con gli anti-semiti in corteo, gli anti-islamici nelle urne, e il piombo dei proiettili nella testa di un leader politico. Di nuovo alle prese con l'odio e l'intolleranza, marchio di fabbrica della sua storia.

    Essere ucciso per un'idea politica, per quanto ingiusta si possa ritenere, non deve essere tollerabile, Mai!
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  4. #4
    Le fondamenta di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    5,374
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Sir Demos


    Trovo schifoso speculare politicamente sulla morte di un uomo politico, di qualsiasi ideologia sia... Semplicemente vergognoso!
    Qui non si tratta di speculare, ma di parlare in modo CHIARO e FORTE e dare nome e cognome alle cose!
    A furia di non speculare e tollerare manifestazioni, aggressioni e disobbedienze civili, si stanno uccidendo politici e professionisti.

  5. #5
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A furia di non speculare e tollerare manifestazioni, aggressioni e disobbedienze civili, si stanno uccidendo politici e professionisti.
    I professionisti di cui parli erano d'Antona e Biagi e non credo che in nessuno dei due casi, si possa parlare di uccisione di un uomo politico di destra, anzi...

    Rifletti, invece di fare propaganda, che tanto non ci guadagni nulla.

    Ciao.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  6. #6
    Le fondamenta di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    5,374
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Sir Demos


    I professionisti di cui parli erano d'Antona e Biagi e non credo che in nessuno dei due casi, si possa parlare di uccisione di un uomo politico di destra, anzi...

    Rifletti, invece di fare propaganda, che tanto non ci guadagni nulla.

    Ciao.
    Mi sa che quello che deve riflettere sei tu, perché io non ne ho fatto una questione di colore delle persone uccise! Anzi, è ancora più grave che vengano uccisi anche professionisti di sinistra, almeno d'estrazione. Marco Biagi veniva ormai definito un traditore..... solo perché ha mantenuto intatto il suo desiderio di riforme, espressione massima di coerenza intellettuale!

    Come vedi quello che è peggio è il tentativo di fare contropropaganda, laddove questo si poggia su basi insussistenti.

    Ciao

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è indubbio che ci sia un collegamento tra il clima isterico creato dai media e dall'establishment contro i presunti leaders di 'estrema destra', e l'uccisione di Fortuyn.
    La propaganda arma la mano degli assassini, se non direttamente, per effetto indotto.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    leggendo l`articolo di Demos devo dire che se le idee di Fortyuin sono quelle elencate sicuramente si tratta di un`altra pasta rispetto a Le Pen.

    non credo, poi, per rompere un tabu`, che sia scandaloso se un alcuni segmenti politici in un paese dalla lunga tradizione politica e sociale di tollerenza ed apertura pretendere che gli "ospiti" siano spinti ad integrarsi totalmente.
    la tradizione olandese di rispetto e tolleranza mi sembra piu` profonda, sinceramente, rispetto a quella islamica ( almeno della vulgata che ci viene continuamente proposta).

    bisogna anche poi cominciare a riflettere sul fatto che in una situazione di immigrazione indiscrminata non sono le culture di due popoli a venir a contatto, ma molto spesso le subculture. un po` come se due esseri umani decidessro, interagendo fra di loro, di mettere in evidenza la parte peggiore del loro carattere e delle loro abitudini. chiaro che i rapporti non sono facili.
    e` per questo che oltre che numericamente questi fenomeni imigratori sono differenti rispetto al passato anche a livello del livello culturale di coloro che si spostano. basti pensare alle frotte di controrivoluzionari russi in Francia o all`ospitalita` volontaria che gli stessi olandesi nel seicento diediero agli ugonotti ( che rappresentavano la parte piu` produttiva della civilta` francese.)

  9. #9
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come vedi quello che è peggio è il tentativo di fare contropropaganda, laddove questo si poggia su basi insussistenti.
    Hai ragione...

    A furia di non speculare e tollerare manifestazioni, aggressioni e disobbedienze civili, si stanno uccidendo politici e professionisti.
    Ma mi spieghi cosa centrano le manifestazioni o le disobbedienze civili, con l'uccisione di politici o professionisti inermi???
    Il problema sarebbe ben più grave se venissero represse le manifestazioni o le disobbedienze...

    Ah, la sociologia....
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  10. #10
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    i presunti leaders di 'estrema destra'
    Adesso Le Pen diventa un PRESUNTO LEADER DI ESTREMA DESTRA...

    Ma un minimo di coerenza....


    Posso essere d'accordo con il forte potere di condizonamento che oggi dispongono i media...

    Ciao.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

 

 

Discussioni Simili

  1. Sulla pena di morte...
    Di Giordi nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 19-08-10, 13:04
  2. Sulla vita e sulla morte
    Di Rick Hunter nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-06-07, 01:09
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 22-10-06, 15:06
  4. Sulla morte del Papa
    Di AIACE TELAMONIO nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-04-05, 18:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226