User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Un Gran Lombardo troppo trascurato su questo Forum

    Raramente, anzi mai se la memoria non mi inganna, ho sentito il nome Brera in questo Forum, peccato perchè credo che egli possa essere considerato per molti versi uno dei maitre a penser del padanismo. La colpa sicuramente è da ricercare nella pseudo-cultura ufficiale italiota, che lo aveva relegato al "semplice" ruolo di giornalista (ma che giornalista!) sportivo, e alla (ancor più) pseudo-cultura leghista, ma in questo caso rallegriamocene perchè purtroppo quasi tutto quello che la Lega ha toccato in questi anni si è trasformato in merda (Padania in primis). Recentemente il Comune di Milano (non su proposta leghista) ne ha onorato la memoria intitolandogli l'ormai ex Arena civica, che ora si chiama Arena "Gianni Brera".

    Riporto qui alcune delle sue "perle" tratte dal Sitt del Gioann Brera :

    MILANESI (Generosità)
    " La loro generosità è proverbiale. Alla cultura tributano omaggi che gli altri, invidiosi e malevoli, considerano beceramente alla stregua di una vieta espiazione: gestiscono giornali e case editrici i cui collaboratori sono i primi a incoraggiare i luoghi comuni avversi a Milano".
    La Pac.p.37.

    MILANO
    " Milano è la sola città europea d'Italia. Ricostruita molte volte, dopo la guerra si è uniformata allo stile architettonico dominante, ma possiede tuttora insigni monumenti e vie di ogni era civilmente vissuta in Europa".
    La Pac.p.37

    LOMBARDI (unità etnica)
    "Oggi i lombardi sono amministrativamente divisi ma consistono tuttora come popolo e sul piano etnico presentano una omogeneità etnica molto rara negli stessi paesi di antica unità nazionale".
    La Pac.p.40

    PADANI (terra)
    "Non madre è la terra per i Padani, ma padri sono i Padani della loro terra, cui aggiunsero per millenni la propria carne e le proprie ossa (sui tozzi campanili lombardi, al tramonto, voi vedrete rosseggiare ancora oggi quel sangue tenace)".
    La Pac.p.23

    PELLAGRA
    "Non più di tre generazioni addietro, la mia parte di Padania - la Bassa Lombarda - era afflitta dalla pellagra, che è una malattia causata dalle insufficienze nutritive e vitaminiche del granoturco. Ancora peggio dei Lombardi stavano i Veneti, etnicamente cosî affini, che ne condividevano la triste decadenza politico-economica, né stavano meglio i Piemontesi, in gran parte di ceppo lombardo, che scontavano l'arretratezza sociale del loro ordinamento politico".
    La Pac.p.32.

    ROMANI (razza)
    "I primi Romani non hanno razza: qualcuno sostiene che potevano essere Ebrei o Fenici, altri che fossero una masnada di nordici insinuatisi in tempi oscuri nelle pieghe dell'etnos etrusco e proto-italico. Catone garantiva che discendevano da Venere, madre di Enea troiano".
    La Pac.p.24.

    STRABONE
    "Strabone ha visitato la Padania, e in particolare la parte delle Langhe e dell'Oltrepo' pavese, affermando che vi abitavano i migliori dei Romani, alti, operosi, abili nel produrre ottimo vino, che allogavano in botti grandi come case".
    La Pac.p.26.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Un Gran Lombardo troppo trascurato su questo Forum

    Originally posted by asburgico
    Raramente, anzi mai se la memoria non mi inganna, ho sentito il nome Brera in questo Forum, peccato perchè credo che egli possa essere considerato per molti versi uno dei maitre a penser del padanismo. La colpa sicuramente è da ricercare nella pseudo-cultura ufficiale italiota, che lo aveva relegato al "semplice" ruolo di giornalista (ma che giornalista!) sportivo, e alla (ancor più) pseudo-cultura leghista, ma in questo caso rallegriamocene perchè purtroppo quasi tutto quello che la Lega ha toccato in questi anni si è trasformato in merda (Padania in primis). Recentemente il Comune di Milano (non su proposta leghista) ne ha onorato la memoria intitolandogli l'ormai ex Arena civica, che ora si chiama Arena "Gianni Brera".

    Riporto qui alcune delle sue "perle" tratte dal Sitt del Gioann Brera :

    MILANESI (Generosità)
    " La loro generosità è proverbiale. Alla cultura tributano omaggi che gli altri, invidiosi e malevoli, considerano beceramente alla stregua di una vieta espiazione: gestiscono giornali e case editrici i cui collaboratori sono i primi a incoraggiare i luoghi comuni avversi a Milano".
    La Pac.p.37.

    MILANO
    " Milano è la sola città europea d'Italia. Ricostruita molte volte, dopo la guerra si è uniformata allo stile architettonico dominante, ma possiede tuttora insigni monumenti e vie di ogni era civilmente vissuta in Europa".
    La Pac.p.37

    LOMBARDI (unità etnica)
    "Oggi i lombardi sono amministrativamente divisi ma consistono tuttora come popolo e sul piano etnico presentano una omogeneità etnica molto rara negli stessi paesi di antica unità nazionale".
    La Pac.p.40

    PADANI (terra)
    "Non madre è la terra per i Padani, ma padri sono i Padani della loro terra, cui aggiunsero per millenni la propria carne e le proprie ossa (sui tozzi campanili lombardi, al tramonto, voi vedrete rosseggiare ancora oggi quel sangue tenace)".
    La Pac.p.23

    PELLAGRA
    "Non più di tre generazioni addietro, la mia parte di Padania - la Bassa Lombarda - era afflitta dalla pellagra, che è una malattia causata dalle insufficienze nutritive e vitaminiche del granoturco. Ancora peggio dei Lombardi stavano i Veneti, etnicamente cosî affini, che ne condividevano la triste decadenza politico-economica, né stavano meglio i Piemontesi, in gran parte di ceppo lombardo, che scontavano l'arretratezza sociale del loro ordinamento politico".
    La Pac.p.32.

    ROMANI (razza)
    "I primi Romani non hanno razza: qualcuno sostiene che potevano essere Ebrei o Fenici, altri che fossero una masnada di nordici insinuatisi in tempi oscuri nelle pieghe dell'etnos etrusco e proto-italico. Catone garantiva che discendevano da Venere, madre di Enea troiano".
    La Pac.p.24.

    STRABONE
    "Strabone ha visitato la Padania, e in particolare la parte delle Langhe e dell'Oltrepo' pavese, affermando che vi abitavano i migliori dei Romani, alti, operosi, abili nel produrre ottimo vino, che allogavano in botti grandi come case".
    La Pac.p.26.

    Bravo Andrea, hai fatto proprio bene a ricordarlo, oltretutto ho letto con piacere questi scritti, grande, veramente grande
    Gianni Brera......

    -----pensiero-----

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tempo addietro avevo postato la sua "invettiva al padre Po", tratta proprio dal sito. Eccezionale in effetti, val la pena di riportarla un'altra volta.

  4. #4
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Rilancio con questo brano che avevo preso (grazie amico scanner) dal mitico, insuperabile "Storie dei Lombardi" (ed. Baldini&Castoldi). Tra l'altro contiene anche un attualissimo riferimento alla super-natalità dei Paesi "sottosviluppati".
    Il titolo, adesso non ho il libro sottomano, dovrebbe essere "I Napoletani".

    Di odiare non sono mai stato capace, neanche quando avrei dovuto. I napoletani mi fanno pena e m'indispettiscono. Non me la cavo con il solo pietismo: troppo comodo, per me e per loro. Aggiungo che mi indispettiscono, perché mi pare che, quando si comportano male, essi nuociano anche al nostro prestigio, non soltanto al loro.
    Forse c'è in me un calvinismo che è un po' di tutti i lombardi, molto più vicini all'Europa seria che al Mediterraneo solare e sbrindellato: certo è che appioppare alla società le colpe dei singoli mi sembra una stortura abbastanza iniqua. Dice: ha dodici figli perché cattolico e ignorante! Alt!, guanta la maglia. Anch'io sono cattolico, ma come tale rifiuto di passare per ignorante. Dice: è povero e non gli resta che fare all'amore. Balle! Chi fa fare dei figli non è necessariamente un fruitore di eros: è un bipede poco superiore al cane, che procrea senza tener conto delle conseguenze.
    Dico io stesso: molti italiani nascono perché le loro future madri non hanno e non sanno come lavarsi: ma se una casa viene riempita di bocche fameliche, la sua povertà aumenta: il capofamiglia non avrà mai la possibilità di trasformarla in abitazione minimamente civile. Fare molti figli è idiota e lo sanno anche i preti: non è più neppure giusto chiamarli a responsabili. La colpa è di chi li fa (stavo per dire li perpetra) senza sapere come potrà allevarli, nutrirli e istruirli.
    Poi ci lamentiamo che il mondo ci tratti come cani da pagliaio: anche l'uomo, come ogni merce, sottostà alla domanda e all'offerta. Se è denutrito, brutto e incivile, nessuno lo desidera come concittadino o come connazionale. Mi sembra di dire cose ovvie, ancorché molto tristi com'è spesso triste la verità.
    A Napoli hanno sempre raccontato - da fuori - pie menzogne. La prima è che i napoletani siano intelligenti. Quando uno straniero mi dice che intelligenti sono gli italiani, io mi allarmo subito, e non va molto che capisco l'antifona. Dire a uno che è intelligente non costa proprio nulla: ma credere a chi lo dice è idiota. Io mi diverto spesso a dire - fra lombardi - che proprio noi siamo i meno intelligenti d'Italia; però - aggiungo subito - non cambiamo con nessun altro italiano. Che è la pura verità. Se noi siamo i meno intelligenti, cosa saranno gli altri che stanno peggio?
    Dice: voi avete le fabbriche. Grazie! Le ha seminate l'arcangelo Gabriele, al momento in cui sciamavano dall'Eden. Dice: avete buona terra fertile e irrigata. Ma sì: i nostri padri hanno scelto il meglio cacciandone altri che ci stavano prima (cioè, se la sono conquistata); inoltre, i canali glieli hanno scavati i bambini, per divertirsi, come usano sulle spiagge. La nostra terra era una palude e noi l'abbiamo fatta emergere drenandola assiduamente, aggiungendo per millenni le nostra ossa alle sue zolle fradicie e avare.
    Con tutto questo siamo stupidi e ce lo sentiamo dire a ogni occasione da gente che si ritiene più intelligente perché magari vive alle nostre spalle. Non solo: intelligente è il napoletano che però non sa come sbarcare il lunario, vive nei bassi e genera figli a frotte: gli stessi che si vedono in giro e che stringono la gola a chiunque, uscito dal popolo, senta amore e pena per i suoi simili meno fortunati.
    Io conosco benissimo i napoletani siano essi intellettuali o semplici camerieri. I napoletani intelligenti sono esattamente l'opposto del napoletano stereotipo e fumettato come tale. Sono tristi perché capiscono la vita, capiscono la storia e perfino l'avvenire (che si rifà immancabilmente al passato, cioè alla storia).
    A Napoli conto amici dei quali potrei vantarmi, tanto sono onesti nel proprio dolore di italiani, non dico soltanto di napoletani. Ma se quando uno di Napoli sgarra - e lo fa spesso - io risalgo ai viceré spagnoli, agli angioini, agli svevi, ai romani e greci per compatirlo, addio onestà critica, addio obiettività!
    Dice: l'Italia sabauda li ha sfruttati pure. Sarà. Ma a virare di bordo è stata la classe dirigente napoletana, corrotta fino al grottesco. I Borboni erano la negazione di dio - ha ringhiato Gladstone per dare addosso ai conservatori inglesi che li sostenevano - ma i Savoia erano come loro: basti vedere cos'hanno fatto in un secolo e mezzo di occupazione della Sardegna.
    Quanto ai lombardi, pur di poter esportare nel Sud hanno persino accettato di mettersi dietro ai piemontesi; e il popolo non c'entrava niente: non sapeva né capiva perchè i suoi figli dovessero perdere la vita nel tentativo di portare la civilità (ahimè sì) a quei "briganti" di meridionali.
    Sì, qui siamo giunti, siamo all'avvilente quia: e come uno del popolo più schietto sgattaiolo anch'io, alla meno peggio. Com'è triste tutto ciò. Almeno, mi si lasci bestemmiare: ma non si aspettino da me fumose promesse in un mondo migliore: anche visto sotto l'aspetto rivoluzionario, il popolone mio è quasi tutto da prendere a legnate, sia a Napoli sia a Soresina, perla di Lombardia.

  5. #5
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fantastico e piacevolissimo da leggere.

    Serenissimi padani saluti

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gioann, vunn de noalter, semper de men...

  7. #7
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    mi sono sempre chiesto come si sarebbe collocato OGGI brera , nel mezzo dei suoi ' colleghi' al processo di Biscardi ...
    ... probabilmente fasciato di triculore anche lui perche' , come ci insegna bocca ( un altro 'padano' ..)....
    ....tutti i 'giornalisti' ' hanno a campa' 'a jurnata .'..

  8. #8
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by larth
    mi sono sempre chiesto come si sarebbe collocato OGGI brera , nel mezzo dei suoi ' colleghi' al processo di Biscardi ...
    ... probabilmente fasciato di triculore anche lui perche' , come ci insegna bocca ( un altro 'padano' ..)....
    ....tutti i 'giornalisti' ' hanno a campa' 'a jurnata .'..
    Io non ne sarei così sicuro, certo che grazie all'ottimo lavoro svolto dalla Lega sicuramente Brera non avrebbe più potuto dichiararsi Padano tanto a cuor leggero.

  9. #9
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by asburgico


    Io non ne sarei così sicuro, certo che grazie all'ottimo lavoro svolto dalla Lega sicuramente Brera non avrebbe più potuto dichiararsi Padano tanto a cuor leggero.
    mah ! siamo pieni nello sport di 'grandi padani' che sventolano il tricolore .
    .Non ho verso queste persone molta stima ma comprendo le loro personali ' ragioni' ..
    ...ma da un punto di vista padanista non capisco perche' i padanisti si ostinino a considerarali ' propri' visto che questi ' eroi' nulla fanno per l' idea di padania , anzi se non ci fossero e ' l' onore' della bandiera dei massoni italiani fosse affidato alle sole etnie che gestiscono lo stata italiano sarebbe assai meglio ,perche' l' italia avrebbe un peso sportivo pressoche' nullo e ci eviteremmo le sceneggiate nazionalterrontricolorute

  10. #10
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questo thread è dedicato a un Gran Lombardo che negli anni settanta parlava di Padania e dileggiava i più noti stereotipi italici. Purtroppo Brera è deceduto precocemente nel 1992 e sottoporlo ad un processo alle intenzioni post-mortem mi sembra eccessivo. Possiamo solo giudicarlo per quello che ci ha lasciato. Onoriamone la memoria.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Questo era un gran bel thread.
    Di Gerry nel forum Fondoscala
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09-11-09, 23:44
  2. Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 22-01-09, 21:01
  3. nuovo Forum bresciano e lombardo orientale
    Di Birrafondaio nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-06-07, 14:22
  4. c'à troppo poca serenità su questo forum
    Di brunik nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-05-06, 23:27
  5. Questo è un gran coglione....
    Di alexeievic nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 03-05-06, 14:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226