TRENTO. «Per imbonirsi il mondo cooperativo vuole entrare nel capitale della Cassa Centrale. Gli manca solo di acquistarsi un giornale e poi sarebbe a posto». Sergio Divina, capogruppo della Lega Nord, punta il dito sul metodo-Dellai: «Una volta si diceva che c'era la tendenza a mettere le mani sulla città. Dellai ci sta mettendo anche i piedi. Controllo del sistema creditizio, assistenza alla sanità pubblica: in questo modo sta rendendo la Provincia di Trento come la più sovietica delle regioni italiani». Non solo. Divina critica la dispersione e l'impiego dei soldi dei trentini: «Spende per ostentare magnificenza, non bada a risparmi». E critica la spesa di 36 milioni di lire per la cucina del seminterrato di Palazzo: «Non so quanti di noi abbiano una cucina di questo pregio. Ma cosa ci farà poi? Il caffè per gli ospiti con l'argenteria e le tazze da thé avute in eredità da Malossini?».