User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Jun 2002
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    14
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elettrosmog: un’emergenza creata ad arte

    Giugno 2002 - Un fantasma si aggira per l’Italia. E’ lo spettro dell’elettrosmog. Invisibile, impalpabile e inafferrabile, penetra nelle case, si aggira per strada, allunga le sue eteree mani ossute su giovani e vecchi. Così, almeno, vorrebbe il refrain ambientalista. Invece, sconfiggere questo evanescente nemico è molto più facile di quanto si creda. E’ come il babau della nostra gioventù: puoi cercarlo sotto il letto o dentro l’armadio, perfino negli angoli più reconditi e bui della camera, ma non lo troverai. Per la semplice ragione che non esiste. Lo sostiene Franco Battaglia, docente di chimica fisica alla Terza Università di Roma, nel suo ultimo libro: Elettrosmog: un’emergenza creata ad arte. Si tratta di una raccolta commentata degli articoli che lo scienziato ha pubblicato su diverse riviste e quotidiani per dimostrare che, dietro lo spauracchio dell’inquinamento elettromagnetico, si nascondono in realtà sordidi obiettivi politici e concreti interessi economici.
    "Non è stato difficile scoprire la verità – spiega Battaglia a La Provincia – Dopo un primo sommario esame dei rapporti dell'Organizzazione mondiale della sanità era chiaro che vi era un abisso tra le conoscenze in possesso dalla comunità scientifica e le notizie propagandate dai media, da alcune associazioni ambientaliste e da alcune associazioni sedicenti per la difesa dei consumatori. Ogni studio più attento di quei rapporti dell'OMS e di quelli di altre istituzioni (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti, American Physical Society, etc.) avvalorava il sospetto che in Italia l'elettrosmog fosse un problema inventato da mercanti di terrore per tornaconto personale". Il professore non è certo tenero con gli ecologisti: ma non si può esserlo con persone che, andando contro il parere unanime della comunità scientifica, inventano di sana pianta un problema, lo spacciano per tragedia e si propongono come salvatori della patria – al non modico prezzo di un business (quello della misura dei campi e dell’interramento dei cavi) del valore di un centinaio di migliaia di miliardi di vecchie lire, cinquanta milioni di euro se preferite. Mica bruscolini.

    "E' molto comodo prevedere rischi – prosegue Battaglia – Se dicessi: chiudiamo le ferrovie perché i treni possono deragliare, sarei sempre in una posizione di "avere ragione": basta attendere il primo incidente. Naturalmente, le mie avvertenze non avrebbero alcun effetto sulla diminuzione degli incidenti, ma per l'uomo della strada io sarei uno che intende "proteggere" i cittadini e mi voterebbe. Finché l'uomo della strada rimane ignorante: e infatti, non a caso, i vertici ambientalisti non perdono occasione per denigrare gli scienziati. Basti pensare che Pecoraro Scanio, Grazia Francescato, Bordon, i vertici del Codacons (che sono avvocati), i vertici di Legambiente e WWF hanno provato a dare lezioni di oncologia a Umberto Veronesi quando questi correttamente informava che i cavi dell'Enel sono innocui e non han fatto venire la leucemia a nessuno".

    Non stupisce, allora, che l’ex Ministro della salute firmi la presentazione al libro. "E’ umanitarismo, o non piuttosto paura irrazionale – egli si chiede – quella che spingerebbe ad abbattere una selva di tralicci innocui, mentre sui gradini di tante chiese io vedo accovacciati i rappresentanti di quel mezzo milione di schizofrenici che non abbiamo i soldi per curare?".

    In effetti, il vero problema è una questione di priorità. Poiché viviamo in un mondo di risorse scarse, i fondi disponibili vanno indirizzati alla soluzione di problemi certi e gravi, non a una faccenda come l’elettrosmog che, nella peggiore delle ipotesi, potrebbe forse essere responsabile in Italia di un solo caso di leucemia infantile all’anno. Per contro, le campagne ecologiste, quando hanno avuto successo, hanno prodotto mali ben più gravi di quelli che intendevano curare. Una vicenda eclatante è quella del DDT. Il bando di questa sostanza può aver salvaguardato lo spessore del guscio delle uova di alcuni uccelli; ma senza dubbio ha anche protetto le zanzare della malaria, rivestendo così una responsabilità precisa e diretta per i milioni di persone che, ogni anno, non riescono a sopravvivere a tale tremenda malattia.

    "Come tutti gli italiani – conclude Battaglia – sono un cittadino che paga tasse eccessive (da cittadino svedese) con un ritorno in servizi pessimo (paragonabili a quelli della Romania di Ceausescu). Perché? Perché le mie tasse devono foraggiare una pletora insopportabilmente numerosa di personaggi dediti alle attività quaternarie". Cosa cavolo sono le attività quaternarie, professore?, gli chiedo. Risponde: "Sappiamo cosa sono le attività primarie (agricoltura), secondarie (artigianato e industria) e terziarie (servizi). Le quaternarie sono le attività di chi è dedito a distruggere tutte le altre: esse sono massimamente rappresentate dalle associazioni cosiddette ambientaliste e da quelle cosiddette in difesa dei consumatori". In fin dei conti, la via dell’Inferno è lastricata di buone intenzioni.

    forcescampania@forceitaly.org

    In allestimento: www.forcesitaly.org/italy/campania/index2.htm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La recensione del libro l'avevo postata subito dopo l'uscita.
    Credo (non l'ho letto, ma probabilmente lo farò presto) che sia un ottima lettura per i pappagalli politically correct.

  3. #3
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per evitare di poggiare il ragionamento su basi che a me parrebbero instabili, occorrerebbe fare maggiore attenzione alle cifre e ai studi scientifici... Cordialità
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

 

 

Discussioni Simili

  1. Elettrosmog, sei informato?
    Di Akarat nel forum Destra Radicale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 11-04-06, 00:57
  2. Elettrosmog
    Di Amati75 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-02-06, 17:42
  3. Elettrosmog o Elettroshock!
    Di Germinal* nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-01-06, 19:52
  4. Medici e ricercatori contro l'elettrosmog
    Di Politikon nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-03, 17:02
  5. Elettrosmog - Funerali di Stato per il CC morto
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-05-02, 12:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226