User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito "Miracolo economico" in Calabria:i laboratori d'analisi sorgono come funghi

    I conti delle Regioni
    L’oro della Calabria? Le analisi (uno strano miracolo economico)
    di GIAN ANTONIO STELLA


    Fallita la siderurgia, avvelenata la chimica, rottamata la metalmeccanica, fiorisce finalmente in Calabria un piccolo miracolo economico: quello dei laboratori d'analisi. Ne nasce uno il lunedì, uno il martedì, uno il mercoledì... Un boom mai visto, soprattutto nell'area di Paola. Tanto da spingere il colonnello della Finanza Umberto Selvaggi a dire ironicamente che per la prima volta al mondo «è l'offerta a creare la domanda». Al prodigio imprenditoriale infatti non sarebbe estraneo un dettaglio: la Regione calabrese paga le analisi convenzionate anche il 754 per cento in più della media nazionale. Eppure, non è che sguazzi nell’oro. Mancato l'aggancio al patto di stabilità (con la Campania: uno pari tra destra e sinistra) ha accumulato nel 2001 un extra-deficit sanitario proprio, oltre l'abisso statale, di 153 milioni di euro. Per capirci: 74 euro di buco in più pro capite.
    Inferiore a quello stratosferico del Lazio (167) ma comunque spropositato rispetto allo zero dell'Abruzzo o della Basilicata o ai 17,2 euro di Bolzano, dove però i medici sono tutti a tempo pieno e i reparti sembrano hotel di lusso. Tanto che la Corte dei Conti di Catanzaro ha scavalcato la sorella maggiore romana. Per i giudici contabili capitolini il quadro italiano è «allarmante»? Quello calabrese è «devastante».
    La devastazione sulle prestazioni convenzionate, va detto, è frutto di una dissennata delibera sulle tariffe rimborsabili solo ereditata dalla giunta attuale polista. Fu emessa nel 1999 da un governo regionale ulivista: presidente era il popolare Luigi Meduri, al bilancio c'era il diessino Giuseppe Bova e alla sanità l'udeurrino Giuseppe Torchia. Saranno loro a rispondere del baratro aperto nelle pubbliche casse? Lo dirà la seconda parte dell'inchiesta.
    Ciò che è certo è che per il procuratore regionale della Corte dei Conti Nicola Leone e la Finanza, quella delibera era illegittima e ha causato in tre anni un danno erariale di almeno 83 milioni di euro. Pari a oltre la metà dell'extra-deficit marcato mediamente ogni anno.
    Deciso a fermare l'andazzo che vedeva ogni prestazione sanitaria convenzionata, dalla Tac alle analisi delle urine, essere rimborsata in maniera schizofrenica in questa o quella Regione, questa o quella Asl, l'allora ministro della Sanità Rosy Bindi aveva infatti steso nel 1997 un tariffario nazionale preciso in ogni dettaglio. Le Regioni che ancora non avevano il loro erano obbligate ad adottare quello nazionale. Unici ritocchi consentiti: quelli al ribasso. Ma non più del 20 per cento per evitare che facessero irruzioni, strappando gli appalti con offerte stracciate, aziende poco affidabili.
    Tutto chiaro? No. Due anni dopo, nonostante fosse stata da poco scottata dallo scandalo d'un primario reggino inquisito perché il laboratorio pubblico che dirigeva andava malissimo e lui era costretto a passare il lavoro a due laboratori esterni che (coincidenza!) erano intestati a parenti suoi, la giunta regionale calabrese emanava un «suo» tariffario. Molto ma molto più generoso verso le strutture convenzionate.
    Qualche esempio? Per la «radiografia completa del lattante» la somma ministeriale fissata è di 22 euro e 46 centesimi, quella calabrese 60,78. Per la «magnetoterapia» di 1,34 e di 3,71 euro. Per l'analisi del gruppo sanguigno di 5,16 e di 10,12. E così via. Con un paio di punte incredibili: lo Stato riconosce 3 euro e 20 centesimi per l'«emocromo»? La Calabria ne riconosce 10,59. Lo Stato paga il conteggio delle piastrine un euro e 24 centesimi? La Calabria 10,59: otto volte e mezzo di più. Con un omaggio ai laboratori del 754%.
    Risultato: la Asl di Palmi, che già ha l'acqua alla gola, ha buttato via da sola in tre anni 9,6 milioni di euro, quella di Cosenza 12,6, quella di Reggio Calabria 22,7... Il tutto senza che la nuova giunta di centrodestra trovasse in due anni il tempo per correggere gli errori con un nuovo tariffario. Per non parlar dell'Azienda sanitaria di Locri dove lo spreco, proporzionalmente, è stato ancora più assurdo: quasi 11 milioni di euro.
    In un'area dove quelli totalmente esenti dal ticket (per dare due esempi opposti: il 15% in Veneto, il 30,5% in Alto Adige) si issano fino a uno svettante 95%. Possibile? Sì, risponde la Finanza: «Con un'autocertificazione dove si dichiari la disoccupazione o un basso reddito...». Non ci sarà mica il sospetto di autocertificazioni false? Sorrisi.
    Le carte calabresi del resto, come ricorda lo scandalo dei 17 mila morti che continuavano a esser amorevolmente assistiti dai loro medici, ricambiati per tanta dedizione con 70 mila lire all’anno ogni paziente zombi, non mancano mai di rivelare sorprese.
    Proprio oggi, infatti, il Quotidiano di Catanzaro esce con uno scoop piccolo ma divertente. Il procuratore Mario Spagnuolo ha mandato i finanzieri a sequestrare un po' di documenti in Comune per accertare un mistero: come mai alcuni consiglieri sono impegnati ore e ore, di giorno e di notte, in interminabili sedute di commissione? Non c'entrerà per caso il fatto che poi chiedono al Municipio di essere rimborsati per il lavoro perso? La cosa curiosa infatti è questa: in una città dove la paga media è intorno ai due milioni di vecchie lire (se va bene) al mese, alcuni avrebbero in tasca contratti, talora in aziende di parenti e amici, da dodici, tredici, quattordici milioni. Che disdetta, dover far politica.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non stiamo a sottilizzare, l'importante e'
    che abbiano tutti i crocifissi sui muri di quegli ospedali...

 

 

Discussioni Simili

  1. Rom, gruppo Everyone: "A Roma sorgono i ghetti"
    Di _Riccardo_ nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-01-10, 12:21
  2. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 12-12-08, 20:31
  3. Fine del "miracolo economico irlandese"
    Di oggettivista nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 03-03-08, 13:54
  4. Miracolo economico nell' Afghanistan "liberato"
    Di Catilina nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-02-03, 23:08
  5. Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 03-06-02, 18:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226