User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La Moratti è impazzita!!!

    Guardate che razza di tema "storico" è stato scelto per la maturità:


    Il pontificato di Giovanni XXIII (1958-1963) costituì una svolta nella linea della Chiesa cattolica rispetto alla prima metà del Novecento. Il suo predecessore, Pio XII, aveva retto la Chiesa durante il ventennio fascista e, soprattutto, durante la Seconda guerra mondiale. In una Italia debole e povera l'autorità religiosa (che grazie al concordato firmato nel 1929 era andata assumendo un ruolo politico più rilevante ed era stata ufficialmente riconosciuta come religione di Stato) era sempre più un punto di riferimento per un popolo che voleva risollevarsi dalle macerie. La Chiesa di Pio XII mostrava una linea intransigente nei confronti della politica, tanto da porsi in netta contrapposizione con i comunisti e favorendo l'ascesa della Democrazia Cristiana.
    Gli anni Cinquanta, in Europa, costituirono il momento di massima tensione tra il blocco occidentale e quello sovietico. La guerra fredda testimoniava una conflittualità fortissima che poteva portare, in ogni momento, al ritormo alle armi per affermare il predomio di uno dei due schieramenti. La Chiesa di quegli anni fronteggiò con il blocco occidentale i paesi comunisti, portatori di una dottrina "blasfema" perché fondata sull'ateismo e sul materialismo, quindi antitetica al cristianesimo.

    Giovanni XXIII, dopo un avvio di pontificato all'insegna della continuità con il suo predecessore, avviò un processo di modernizzazione della Chiesa, ossia introdusse una linea più morbida nei confronti dei soggetti laici o comunque non cattolici: una linea improntata al dialogo e al generale rinnovamento delle istituzioni da lui presiedute. Gli anni Sessanta, nel panorama internazionale, si presentavano come anni di transizione e di cambiamento, i venti di guerrra si erano ammorbiditi e soprattutto le nuove generazioni si facevano portatrici di nuovi ideali di libertà e di emanciazione da ogni autorità oppressiva e fin troppo invadente. Kennedy era il primo presidente cattolico della storia degli Usa (questo favorì la legittimazione della Chiesa anche all'estero), mentre dall'altra parte Krusciov, dopo il terribile Stalin, cercava di porre fine alla guerra fredda attuando una strategia politica improntata ad una maggiore apertura nei confronti dell'Occidente. Giovanni XXIII colse in pieno lo spirito dei tempi e diventò il collettore del dialogo tra i popoli. Suo l'appello agli "uomini di buona volontà" per la costruzione della pace nel mondo, suoi gli incontri diretti con Kennedy da una parte e dall'altra con la figlia di Krusciov. Per il Papa il dialogo con chi era di idee anche religiose diverse non solo era possibile, ma era un dovere.
    La stategia politicoculturale di Giovanni XXIII culminò nel 1962 con l'istituzione del Concilio Vaticano II, 400 anni dopo il Concilio di Trento, all'indomani della Riforma protestante, creato per definire la dottrina cattolica in contrasto con quella protestante.
    Il Concilio II, durato tre anni, cercò di "ringiovanire" la Chiesa, eliminandone la struttura chiusa e autoreferenziale che fino a quel momento aveva fatto solo i conti con la sua tradizione. L'ordine del giorno fu proprio la necessità di dare risposte alle novità del secolo, partendo dalla condizione degli uomini e dai loro bisogni reali, materiali ed etici. La "nuova Chiesa" si fece portabandiera del rispetto della dignità, della libertà e dei diritti delle persone di ogni popolo, religione, estrazione sociale e culturale. Con un occhio di particolare riguardo ai giovani e alla loro connaturata energia, esortandoli a costruire una società più giusta e umana.
    Un processo talmente innovativo e rivoluzionario, purtroppo, non potè essere seguito interamente da Giovanni XXIII, che dovette abbandonare stroncato da una malattia che lo uccise un anno dopo l'inizio dei lavori del Concilio.


    tratto da studenti.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: La Moratti è impazzita!!!

    Originally posted by Shaytan
    Guardate che razza di tema "storico" è stato scelto per la maturità:


    Il pontificato di Giovanni XXIII (1958-1963) costituì una svolta nella linea della Chiesa cattolica rispetto alla prima metà del Novecento. Il suo predecessore, Pio XII, aveva retto la Chiesa durante il ventennio fascista e, soprattutto, durante la Seconda guerra mondiale. In una Italia debole e povera l'autorità religiosa (che grazie al concordato firmato nel 1929 era andata assumendo un ruolo politico più rilevante ed era stata ufficialmente riconosciuta come religione di Stato) era sempre più un punto di riferimento per un popolo che voleva risollevarsi dalle macerie. La Chiesa di Pio XII mostrava una linea intransigente nei confronti della politica, tanto da porsi in netta contrapposizione con i comunisti e favorendo l'ascesa della Democrazia Cristiana.
    Gli anni Cinquanta, in Europa, costituirono il momento di massima tensione tra il blocco occidentale e quello sovietico. La guerra fredda testimoniava una conflittualità fortissima che poteva portare, in ogni momento, al ritormo alle armi per affermare il predomio di uno dei due schieramenti. La Chiesa di quegli anni fronteggiò con il blocco occidentale i paesi comunisti, portatori di una dottrina "blasfema" perché fondata sull'ateismo e sul materialismo, quindi antitetica al cristianesimo.

    Giovanni XXIII, dopo un avvio di pontificato all'insegna della continuità con il suo predecessore, avviò un processo di modernizzazione della Chiesa, ossia introdusse una linea più morbida nei confronti dei soggetti laici o comunque non cattolici: una linea improntata al dialogo e al generale rinnovamento delle istituzioni da lui presiedute. Gli anni Sessanta, nel panorama internazionale, si presentavano come anni di transizione e di cambiamento, i venti di guerrra si erano ammorbiditi e soprattutto le nuove generazioni si facevano portatrici di nuovi ideali di libertà e di emanciazione da ogni autorità oppressiva e fin troppo invadente. Kennedy era il primo presidente cattolico della storia degli Usa (questo favorì la legittimazione della Chiesa anche all'estero), mentre dall'altra parte Krusciov, dopo il terribile Stalin, cercava di porre fine alla guerra fredda attuando una strategia politica improntata ad una maggiore apertura nei confronti dell'Occidente. Giovanni XXIII colse in pieno lo spirito dei tempi e diventò il collettore del dialogo tra i popoli. Suo l'appello agli "uomini di buona volontà" per la costruzione della pace nel mondo, suoi gli incontri diretti con Kennedy da una parte e dall'altra con la figlia di Krusciov. Per il Papa il dialogo con chi era di idee anche religiose diverse non solo era possibile, ma era un dovere.
    La stategia politicoculturale di Giovanni XXIII culminò nel 1962 con l'istituzione del Concilio Vaticano II, 400 anni dopo il Concilio di Trento, all'indomani della Riforma protestante, creato per definire la dottrina cattolica in contrasto con quella protestante.
    Il Concilio II, durato tre anni, cercò di "ringiovanire" la Chiesa, eliminandone la struttura chiusa e autoreferenziale che fino a quel momento aveva fatto solo i conti con la sua tradizione. L'ordine del giorno fu proprio la necessità di dare risposte alle novità del secolo, partendo dalla condizione degli uomini e dai loro bisogni reali, materiali ed etici. La "nuova Chiesa" si fece portabandiera del rispetto della dignità, della libertà e dei diritti delle persone di ogni popolo, religione, estrazione sociale e culturale. Con un occhio di particolare riguardo ai giovani e alla loro connaturata energia, esortandoli a costruire una società più giusta e umana.
    Un processo talmente innovativo e rivoluzionario, purtroppo, non potè essere seguito interamente da Giovanni XXIII, che dovette abbandonare stroncato da una malattia che lo uccise un anno dopo l'inizio dei lavori del Concilio.


    tratto da studenti.it

    Ma dai.....se tutti sono contenti perchè la commissione è composta tutta da professori interni e solo da un esterno?
    Certo che il tema effettivamente fa caxxre!!!!!

    ----pensiero----

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: La Moratti è impazzita!!!

    Originally posted by pensiero



    Ma dai.....se tutti sono contenti perchè la commissione è composta tutta da professori interni e solo da un esterno?
    Certo che il tema effettivamente fa caxxre!!!!!

    ----pensiero----
    No guarda la commissione non centra niente, i temi vengono da romma, dal ministero della distruzione della ministra moratti, quello che ho fatto io era meglio.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Apr 2002
    Messaggi
    191
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vogliamo parlare della commissione interna.....l'esame si trasforma in un compito in classe.....sempre più ridicolo sarebbe meno stupido toglierlo e diplomare gli studenti in base al profitto complessivo dei cinque anni e bona a lè.....questo esame è una pagliacciata

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by PAOLONE
    Vogliamo parlare della commissione interna.....l'esame si trasforma in un compito in classe.....sempre più ridicolo sarebbe meno stupido toglierlo e diplomare gli studenti in base al profitto complessivo dei cinque anni e bona a lè.....questo esame è una pagliacciata

    Sulla seconda parte sono d'accordo, meglio valutare lo studente per tutto il periodo dei 5 anni (o + per i pluribocciati), comunque la commissione interna fa risparmiare un sacco di soldi allo stato e cmq si mette a suo agio lo studente

  6. #6
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Finchè esisteranno le scuole al di sotto di Firenze sarà comunque una farsa, ho conosciuto un ragazzo praticamente analfabeta diplomato in un Liceo Scientifico in prov. di Catanzaro.

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    18 May 2002
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by PAOLONE
    Vogliamo parlare della commissione interna.....l'esame si trasforma in un compito in classe.....sempre più ridicolo sarebbe meno stupido toglierlo e diplomare gli studenti in base al profitto complessivo dei cinque anni e bona a lè.....questo esame è una pagliacciata
    Secondo me la commissione interna è un bene!
    Quando l'ho fatto io c'erano prof esterni incompetenti o troppo esigenti!
    Es. prof esterno di informatica che non ne sapeva una ceppa e prof esterna di inglese che pretendeva che noi dell'itis conoscessimo la storia inglese anche se aveva visto benissimo che non era in programma...
    Ecco, queste cose fanno solo stressare di + lo studente...

    Poi le scuole che fanno passare analfabeti ci sono sempre state... purtroppo


  8. #8
    ilariamaria
    Ospite

    Predefinito

    cavolo... deve essere impazzita sul serio

    oltre al titolo s'è fatta nache il tema.....

  9. #9
    PADANIA LIBERA!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    4,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by asburgico
    Finchè esisteranno le scuole al di sotto di Firenze sarà comunque una farsa, ho conosciuto un ragazzo praticamente analfabeta diplomato in un Liceo Scientifico in prov. di Catanzaro.
    Io conosco il caso di un ragazzo della provincia di napoli,che vive da una decina di anni qua in prov.di Torino.
    Bene,questo mi ha raccontato come ha fatto l'esame di quinta elementare(cominciano bene)....cioè a spasso in una bella gita vicino al suo paese,con tutta la classe con il maestro.Il finto "esame" l'avevano fatto giorni prima in classe,tutti assieme....maestri compresi!
    E questo ragazzo è nato nel 1974 0 75,non parlo di secoli fà!
    Saluti Padani

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    quando ho fatto il miltare di semianalfabeti o comletamente analfabeti (facevano fatica a scrivere il proprio nome) ne ho incontrati tantissimi, la quasi totalità dalla puglia o dalla campania.
    saluti padani

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. MORATTI contro Moratti: a MIlano anche Elio Veltri con Milly
    Di Max69 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-04-11, 07:04
  2. La casta è impazzita
    Di Rasputin nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 02-07-10, 17:44
  3. La casta è impazzita.
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 02-07-10, 09:27
  4. Ma la Bindi è impazzita?
    Di er uagh nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 11-10-07, 00:46
  5. La Lega è impazzita
    Di Paul Z. (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 04-03-07, 13:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226