User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Lo Stato taglia i pagamenti alla Provincia

    Preoccupazione a piazza Dante. E si ricorre alle anticipazioni della Tesoreria
    AUTONOMIA E RISORSE


    TRENTO. Da aprile lo Stato sta trattenendo parte dei trasferimenti dovuti alla Provincia autonoma di Trento. Anche quelli dei nove decimi delle tasse, che ci spettano in base allo Statuto. Preoccupazione a piazza Dante, dove si è costretti a ricorrere alle anticipazioni della Tesoreria provinciale per far fronte a tutti i pagamenti. Pagando però pesanti interessi.
    I tagli ai trasferimenti si sono registrati soprattutto ad aprile e a giugno e vengono confermati dalla Provincia, anche se si evita di fornire le cifre per non innescare un conflitto istituzionale con il governo Berlusconi che in questo momento nessuno a Trento, dal presidente Dellai in giù, ha intenzione di fomentare.
    Quello che è certo è che la Provincia è dovuta ricorrere alle anticipazioni della Tesoreria (un pool di banche la cui capofila è la Caritro). E che gli interessi passivi, nel secondo trimestre dell'anno, hanno superato quelli attivi, creando viva preoccupazione.
    La Provincia è dovuta correre ai ripari anche sul fronte della spesa con una serie di accorgimenti, come ritardare di qualche giorno i mandati di pagamento.
    Al Dipartimento Affari finanziari, la Ragioneria generale della Provincia, assicurano che da Roma il Tesoro avrebbe garantito che i pagamenti saranno sbloccati dal mese di luglio, quando lo Stato introiterà la massa del gettito fiscale (la scadenza del versamento delle imposte era il 20 giugno).
    Anche se i pagamenti dovessero restare bloccati, la Provincia avrebbe comunque la possibilità di farsi anticipare fino a 825 milioni di euro dalla Tesoreria provinciale. Una cifra enorme, che consentirebbe di pagare gli stipendi ai 6 mila dipendenti provinciali per un anno. Sborsando però 25 milioni di euro di soli interessi passivi, al tasso di interesse del 3 per cento praticato dalla Tesoreria. Un'eventualità che nessuno vuole nemmeno prendere in considerazione, perché costringerebbe a tagliare le spese in altri settori.
    Ma perché lo Stato non paga ciò che è dovuto alla Provincia, come i nove decimi delle tasse riscosse in Trentino? La spiegazione che forniscono gli uffici competenti della Provincia è che la stessa cosa si starebbe verificando con tutte le altre regioni, in particolare con quelle speciali, per una questione di cassa. Vuol dire che il Tesoro "chiude i rubinetti" per riuscire a restare nei parametri del Patto di stabilità e crescita (banalizzando, i parametri europei di Maastricht).
    Ciò non mette in dubbio che alla Provincia spettino (secondo il bilancio di competenza 2002) circa 2 miliardi e 700 milioni di euro di entrate da Roma, fra compartecipazione al gettito erariale e trasferimenti, compresi quelli dall'Unione europea, che passano per la capitale. L'unico problema è farseli dare concretamente, tutti questi soldi.
    E' la prima volta che il problema del blocco dei flussi dei trasferimenti si manifesta con una tale intensità, dai tempi dei primi anni Novanta e della crisi finanziaria dello Stato, quando si riuscì a evitare la bancarotta solo grazie a pesantissime manovre di risanamento da parte dei governi Amato, Ciampi e Dini.
    Negli anni scorsi Roma ha cominciato a restituire tutti quegli arretrati. E il bilancio della Provincia è salito fino ai 3.997 milioni di euro di quest'anno, senza contare il prossimo assestamento di bilancio, che sarà discusso in consiglio provinciale a partire da martedì prossimo.
    Anche stavolta Roma promette che gli arretrati di quest'anno saranno risarciti tutti quanti. A piazza Dante non possono che incrociare le dita.
    TRENTO. Su un bilancio provinciale 2002 che pareggia (in attesa dell'assestamento) a quota 3 miliardi e 997 milioni di euro (sarebbero 6780 miliardi di vecchie lire, cifra record nella storia dell'autonomia), i due terzi delle entrate, pari a 2 miliardi e 772 milioni di euro provengono dallo Stato, sottoforma di compartecipazione al gettito erariale (2 miliardi e 458 milioni di euro) e trasferimenti (313 milioni di euro, che comprendono però anche quelli dall'Unione europea e dalla Regione Trentino-Alto Adige).
    Le restanti entrate sono costituite da entrate proprie della Provincia (488 milioni di euro, suddivisi in 384 milioni di euro di tributi propri, come il bollo auto e 104 milioni di euro di entrate patrimoniali).
    L'assestamento di bilancio da 92,5 milioni di euro comincerà a essere discusso in consiglio provinciale a partire da martedì prossimo.


    --------------------------------------------------------------------------------

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Regione salta l'assestamento di bilancio
    Addio ai 26 milioni di euro che erano destinati alle case di riposo

    e.p.

    TRENTO. Addio assestamento di bilancio in Regione: ieri mattina è saltata la votazione del disegno di legge in commissione, a Bolzano. Non c'è più tempo per licenziare la manovra entro la seduta del consiglio regionale del 9 luglio. A questo punto il testo verrà accantonato. E il bilancio della Regione resterà quello della giunta dimissionaria presieduta da Atz, approvato dal consiglio regionale a metà marzo e decurtato delle spese giudicate superflue.
    A far mancare il numero legale, ieri mattina nella seconda commissione consiliare presieduta da Alessandro rzì (An) sono state le assenze di tre assessori provinciali del Trentino, Remo Andreolli, Silvano Grisenti e Dario Pallaoro, tutti e tre impossibilitati a partecipare per altri impegni. La riunione della commissione di ieri, infatti, non era prevista. Si era resa necessaria dopo che, la settimana scorsa, un'altra riunione non era bastata ad approvare l'assestamento a causa dell'ostruzionismo dell'opposizione.
    Morale: anche ieri, quando si sono accorti delle assenze nelle file della maggioranza, i consiglieri dell'opposizione trentina, Giovanazzi e Cominotti, hanno deciso di uscire per far saltare la seduta.
    L'assestamento presentato dalla giunta Andreotti prevedeva 40 milioni di euro che sarebbero andati per tre quarti alle due Province. I presidenti Dellai e Durnwalder avrebbero ricevuto 26 milioni di euro (13 a testa) per finanziare interventi in campo sociale ed in particolare nella ristrutturazione e arredamento di case di riposo di proprietà di Ipab, Comuni e Comprensori. Altri 4 milioni sarebbero serviti per finanziare i servizi antincendio delle due Province.
    Preso atto con fastidio della mancata approvazione dell'assestamento, la Svp, per bocca del capogruppo Herbert Denicolò, ha dichiarato che il 9 luglio, in aula, si tornerà a discutere di deleghe alle due Province.

    --------------------------------------------------------------------------------

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-06-13, 13:38
  2. Taglia di Stato sugli evasori fiscali
    Di Scarpon nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 27-04-12, 19:52
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-05-11, 10:39
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-12-06, 17:52
  5. Lo Stato taglia i pagamenti alla Provincia di Trento
    Di Shaytan (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-06-02, 13:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226