User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    29 May 2002
    Messaggi
    648
     Likes dati
    0
     Like avuti
    1
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ex partigiano: "Ne ho uccisi centinaia e sono contento"


    "Ne ho uccisi centinaia e sono contento"
    Un partigiano racconta gli eccidi di fine guerra: "Nessun rimorso, il comunismo è una religione"

    STEFANO ZURLO nostro inviato a Bertinoro (Forli)
    I fascisti, i tedeschi, e tutti gli altri uomini, popolano le sue notti. Danzano come fantasmi intorno al suo letto. Ma non lo inquietano. Anzi, lo rassicurano e gli conciliano il sonno del giusto. "Provo a contare tutti quelli che ho ucciso con le mie mani, ma non riesco a ricordarmeli tutti e allora mi addormento tranquillo". Dice proprio così Umberto Fusaroli Casadei, romagnolo sanguigno, classe 1926, avvocato e partigiano permanente che non ha mai messo via il moschetto. "Per primi ho abbattuto due tedeschi il 30 aprile 44 a Bertinoro, il mio paese, e ho continuato a regolare i conti con i mostri anche dopo la fine del conflitto". Esecuzioni sommarie nella sua terra, una puntata a Schio nella terribile notte del 6 luglio 1945, 3 ferite sul capo, 6 anni in carcere per due delitti - due fra i tanti commessi - poi la partecipazione ai gap di Feltrinelli, altri omicidi non meglio specificati in Europa fino agli anni Sessanta e ancora, in un periodo più vicino, la lotta in Mozambico a fianco dei rivoluzionari del Frelimo contro gli odiati portoghesi.
    [...]
    E lei non si commosse mai? Mai un momento di esitazione?
    "Mai. Nemmeno davanti alle donne".
    Le donne?
    "A Schio morirono molte donne" e nel dirlo questa volta un'ombra di turbamento attraversa gli occhi.
    A Schio? Lei partecipò all'eccidio che avvenne nel carcere della città veneta la notte fra il 6 e il 17 luglio 1945?
    "Certo che ci partecipai".
    Quella notte furono trucidate 53 persone. Gli alleati imbastirono un primo processo, altri imputati furono condannati dalla Corte d'assise di Milano, il suo nome non risulta.
    "C'ero". E si autodenuncia?
    "No, rivendico quel che ho fatto". Fusaroli Casadei si alza di nuovo, va al computer, lo accende, stampa alcuni fogli, pescandoli dalle chilometriche memorie, un migliaio di pagine, scritte negli anni della pensione e affidate per la pubblicazione - probabilmente l'anno prossimo - alla Bietti. "Ecco, questo è il resoconto delle gesta di Rumba, il mio nome di battaglia, scritto in terza persona "A Schio Rumba aveva conosciuto un comandante di brigata, ex garibaldino di Spagna, ...dal quale... ricevette la proposta di partecipare all'eliminazione di tutti quei repubblichini". Per la verità, la Corte d'assise di Milano scrive che quello "fu uno dei più orrendi misfatti dei dopoguerra italiano". E aggiunge: "Fra i prigionieri, solo 27 erano iscritti al Partito fascista repubblicano, gli altri erano in maggior parte ex fascisti ante luglio, '43 e, nella restante maggior parte, persone estranee alla politica".
    "Illazioni di giudici fascisti".
    No, è il testo della sentenza del 13 novembre 1952. Non solo. La corte aggiunge: "Non è vero che il delitto sia stato ideato e voluto per dare soddisfazione alla popolazione di Schio che voleva vendicati i morti di Mauthausen. Secondo i giudici, si trattò di una rappresaglia per vendicare il potere perduto".
    "Illazioni. Io fui invitato da quel comandante partigiano...".
    Il nome?
    "Aveva i gradi di colonnello, indossava la sahariana, ricopriva un incarico istituzionale in città. Mi disse che si dovevano vendicare i morti di Mauthausen e questo mi bastò".
    Vada avanti.
    "Lasciai il compagno Piastrina a custodia del camion, fuori mano, e raggiunsi il carcere. Portavo una giacca con i gradi da colonnello, prestatami dal comandante che era rimasto altrove, per precostituirsi un alibi. Per rendermi meno riconoscibile mi ero oscurato la faccia con una speciale tinta usata dagli inglesi della Popski Private Army nelle operazioni notturne. Indossavo inoltre un copricapo e un fazzoletto rosso al viso".
    Poi?
    "Mi accorsi che gli altri erano già entrati, in anticipo sui tempi stabiliti. Così penetrai all'interno: c'era il caos. Partigiani che vagavano senza sapere bene cosa fare, i prigionieri radunati in uno stanzone. Occorreva accelerare i tempi, c'era il rischio che qualcuno desse l'allarme. Allora mi rivolsi a quelle persone ammassate: "C'è qualche prigioniero comune?"
    Nessuno rispose. Diedi l'ordine di aprire il fuoco. Svuotai tre caricatori sparando con uno Sten in una babele di urla, strepiti, lacrime. I proiettili saettavano da tutte le parti, rimbalzavano sul pavimento, tornavano indietro. Fui colpito più volte di rimbalzo alle gambe, senza altro danno che leggere striature rossastre, larghe come una moneta d'argento del tempo. La permanenza si faceva troppo pericolosa e altri partigiani entravano sparando raffiche all'impazzata. Era saltata la luce, non si distinguevano nemmeno più le vittime da noi che le colpivamo.[...]".
    [...]
    Da IL GIORNALE - "La Storia" - Domenica 13 maggio 2001


    In seguito a quest'intervista, il Fusaroli Casadei verrà convocato dalla Procura di Vicenza.
    L'ex partigiano non si presenterà, mandando a dire che nei giorni della strage lui si trovava in un ospedale dell'Emilia-Romagna e di non avere mai detto all'inviato del Giornale di avere fatto parte del commando che nella notte tra il 6 e 7 luglio '45 trucidò 54 persone.
    Il 7 luglio, anniversario della strage di Schio, ci sarà una manifestazione per onorare le vittime dell’eccidio.
    I comunisti di Rifondazione hanno indetto una contromanifestazione ritenendo che “la provocatoria iniziativa fascista non debba passare senza una forte, civile e vibrante protesta”.
    Chissà se l'eroico "Rumba" manifesterà insieme ai compagni di Rifondazione?

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    1,665
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Umberto Fusaroli Casadei, dici? bene.
    Bertinoro, vicino a Predappio. bene.

    Ciao.


  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    26 Jun 2002
    Messaggi
    19
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    e poi c'è ancora chi condanna le ardeatine......

  4. #4
    disadattato
    Data Registrazione
    11 Jun 2002
    Messaggi
    1,343
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    maledetto assassino voglio un manganello per andarlo a trovare

  5. #5
    urban rebel
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Piacenza
    Messaggi
    757
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Informazioni preziosissime.
    Spero di vederlo prima che le fiamme dell'inferno lo avvolgano.
    Criminale...

  6. #6
    Enclave MUSSOLINISTA
    Data Registrazione
    30 Mar 2002
    Località
    Sono un uomo che ama il suo Popolo. "Chi fa del male al mio Popolo e' un mio nemico" "Regnum Italicum".
    Messaggi
    4,818
     Likes dati
    0
     Like avuti
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by angelo nero
    Umberto Fusaroli Casadei, dici? bene.
    Bertinoro, vicino a Predappio. bene.

    Ciao.

    ci siamo anche noi se servisse


    ciao

  7. #7
    Ospite

    Predefinito

    E Questa e giustizia, in questo mondo di impuniti, sono sempre gli stessi a pagare.
    Mi riferisco sopratutto alla vergognosa sentenza Engel

  8. #8
    Membro 88
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Lecco
    Messaggi
    146
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sarebbe bello fare una gita a Bertinoro a trovare questo simpatico partigiano per poi...

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    29 May 2002
    Messaggi
    648
     Likes dati
    0
     Like avuti
    1
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Perché i comunisti temono la manifestazione del 7 luglio?

    Il Prc chiede di vietare il corteo degli ex di Salò

    (m.sar.) Prima grana per il neo-ministro degli Interni, Beppe Pisanu. Gli arriva sotto forma di lettera di Rifondazione comunista, che chiede sia vietata la manifestazione di domenica degli ex combattenti della Repubblica di Salò.E Rifondazione organizza una contro-manifestazione, cui hanno aderito i centri sociali; mentre il centro-sinistra l’appoggia solo idealmente, e con un volantino congiunto, sottoscritto pure dalle organizzazioni sindacali. Prende corpo il programma della mattinata calda di Schio. Domenica alle 9.30 i rifondatori presidieranno piazzetta Garibaldi, che si trova opportunamente fuori dalla rotta del corteo dell’Unione nazionale combattenti Repubblica sociale italiana, il quale partirà alle 10.30 da via Dalla Costa per raggiungere il sacrario militare di Ss. Trinità.
    «Invitiamo iscritti, militanti e simpatizzanti vicentini, e quindi tutte le forze politiche, sindacali, sociali, civili, e gli antifascisti, a concorrere alla riuscita della nostra iniziativa - sostiene il rifondatore Ezio Simini. - Schio, medaglia d’argento al valor militare per meriti resistenziali, non può subire passivamente l’onta di vedere sfilare per le sue strade quelli che vi transitarono vergognosamente in rotta o prigionieri il 29 aprile del 1945».
    Replica la Fiamma tricolore: «Simini invita mezzo mondo a scendere in piazza per contromanifestare verso coloro che, con sottile quanto stupida ironia, definisce "residuati" di Salò e "ragazzotti" di Azione giovani - sostiene Luigi Tosin del Movimento sociale - Premesso che nessuno della Destra che lui definisce "becera" si è mai sognato di disturbare le loro commemorazioni e le adunate del 25 aprile, dove le bandiere rosse sventolano liberamente, mi auguro che la manifestazione di domenica non sia disturbata da azioni provocatorie, almeno per rispetto delle vittime che vogliamo onorare».

    (da IL GIORNALE DI VICENZA-Venerdì 5 Luglio 2002)



    Perché i comunisti di Rifondazione temono la manifestazione del 7 luglio?
    Temono forse di destare l'opinione pubblica su quello che avvenne a Schio a guerra ormai finita?
    Temono che gli Italiani aprano finalmente gli occhi su quello che fu la "Liberazione"?
    O forse temono l’apertura di nuove indagini che possano smascherare assassini rimasti finora nell’ombra?

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Messina
    Messaggi
    18,411
     Likes dati
    1,422
     Like avuti
    1,210
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusate... Finché si scherza va bene, ma vi renderete conto che questo non è il luogo per parlare, ancorché umoristicamente, di "gite" del genere... E' chiaro, tuttavia, che certe frasi disgustose riportate da Il Giornale facciano ribollire il sangue... A me, ad esempio, è venuto il vomito...

    Saluti.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 03-04-12, 13:10
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 15-03-12, 21:02
  3. Ingroia: "sono un partigiano". E il PDL attacca
    Di Eyes Only nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 03-11-11, 18:01
  4. Morto un altro partigiano, Arrigo Boldrini, il "comandante Bulow".
    Di are(a)zione nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 64
    Ultimo Messaggio: 25-01-08, 22:12
  5. Ne ho uccisi centinaia e sono contento"
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-07-02, 21:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
[Rilevato AdBlock]

Per accedere ai contenuti di questo Forum con AdBlock attivato
devi registrarti gratuitamente ed eseguire il login al Forum.

Per registrarti, disattiva temporaneamente l'AdBlock e dopo aver
fatto il login potrai riattivarlo senza problemi.

Se non ti interessa registrarti, puoi sempre accedere ai contenuti disattivando AdBlock per questo sito