Il governo britannico ha deciso di modificare dal
prossimo anno la propria legislazione in materia di lotta
alla droga in base ad un documento elaborato da una
commissione del ministero della Sanita' e degli Interni.
Le droghe leggere saranno depenalizzate, nel senso che
passeranno da essere considerate sostanze di fascia B a
sostanze di fascia C (come gli steroidi e gli anti
depressivi). Il loro consumo, in particolare quello della
cannabis, resta comunque un reato anche se non verra' piu'
punito col carcere, ma con l'adozione, ove necessario, di
misure alternative. Triplicate invece le pene per gli
spacciatori, che ora rischiano fino a 15 anni di prigione.
Questo per consentire alla polizia di concentrarsi nella
lotta contro gli stupefacenti di classi superiori, droghe
pesanti (eroina, cocaina, extasy) dall'impatto sociale
piu' forte. Su questo punto, il ministro Blunkett ha
annunciato un investimento di 183 milioni di sterline
(circa 290 milioni di euro) in tre anni per migliorare e
velocizzare il trattamento dei tossicodipendenti.

Cordialità.