User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Lucius in fabula
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Località
    quasi milano
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down La storia la riscrivo io

    Baldassarre, la storia la riscrivo io e ve la insegno sulla Rai
    di Federica Fantozzi

    [ ] Sarà guerra alla storia «faziosa e ideologizzata», anzi alle
    «storielle» dei testi scolastici. Il presidente della Rai Antonio
    Baldassarre annuncia la sua rivoluzione «revisionista» in uno scenario
    per niente casuale: il convegno degli intellettuali di Alleanza
    Nazionale. Suscitando commenti entusiasti: «È musica per le nostre
    orecchie», dice il senatore Michele Bonatesta.
    Il progetto è affidato a Rai Educational e al suo nuovo direttore
    Giovanni Minoli. Che risponde con qualche imbarazzo: «Bella avventura,
    ma per ora abbiamo spazi e budget ridotti». Ma attorno alle frasi del
    presidente della Rai si scatena un vero e proprio caso politico.
    Prendono le distanze i consiglieri in quota all'opposizione Carmine
    Donzelli e Luigi Zanda: «Siamo certi che i presidenti di Senato e Camera
    vorranno considerare le dichiarazioni che ha reso in un crescendo di
    protagonismo, e valutare quanto si discostino dalla pacatezza e dall'
    equilibrio che sarebbe chiamato a garantire». Auspicano poi maggiore
    riservatezza da parte sua. «Non rappresenta il complesso di
    professionalità e di cultura della Rai e di chi vi lavora. Mai in
    passato vi è stato da parte di un presidente tanto disprezzo per la
    storia dell'azienda».
    La «battaglia» di Baldassarre è estesa alla Rai «romanocentrica» che fa
    piangere l'auditel e ai sindacati interni. Comincerà in autunno la
    campagna per riportare la tv di Stato alla «normalità democratica» e al
    «pluralismo».
    Tre i filoni di azione. A Rai Educational spetterà la missione
    culturale. Ambiziosa: riscrivere la storia d'Italia finora raccontata in
    modo «fazioso, unilaterale e ideologico», per colpa di libri di scuola
    che propinano «storielle». Segue il programma operativo: è possibile che
    la riforma provochi nei sindacati reazioni che potrebbero sfociare in
    scioperi, ma questo non fermerà il nuovo CdA. Avverte Baldassarre: «Temo
    reazioni da parte di quei sindacati che finora hanno gestito la Rai e
    costruito dei privilegi. Immagino che alcuni di loro temano di
    perderli...». Infine il filone della riorganizzazione aziendale: basta
    perdere audience al Nord e perpetuare l'«irrazionalità economica» della
    precedente gestione. Per tracciare questo percorso, Baldassarre sceglie
    la platea del convegno di An, che lo ricompensa per bocca di Bonatesta:
    «Musica per le nostre orecchie».
    Giovanna Melandri intende convocare il presidente della Rai in
    Vigilanza: «È certo che il compito affidatogli dalla legge sia di
    correggere "storielle"?». Il vicepresidente della Camera Mussi: «Usare
    la Rai per revisionismo storico e dichiarare guerra ai sindacati è un
    anuncio squadristico. Ma non è lui il proprietario del servizio
    pubblico». Vincenzo Vita: «Affermazioni inaudite»
    Da parte sua il presidente Rai sottolinea che la tv passata «garantiva
    solo una cultura e non altre» e che il nuovo CdA «ha posto fine a
    qualcosa che non può esistere in un Paese democratico». Attacca i testi
    non tanto universitari ma «soprattutto di liceo» che «spesso forniscono
    interpretazioni di parte dei fatti storici, distorcendoli e non
    raccontandoli come invece sono accaduti». Indica come obiettivi la
    riforma del servizio pubblico per liberarlo «da tutti i vincoli» e «la
    valorizzazione delle professionalità interne». Preconizza la fine delle
    divisioni sostituite da un coordinamento «orizzontale che farà capo
    direttamente ai vertici». Polemizza con il sindaco di Roma Veltroni
    secondo cui «la Rai ha trovato nella capitale il suo sviluppo perché qui
    si fa cinema e fiction. Roma è il bacino naturale della produzione
    culturale». Replica di Baldassarre: il servizio pubblico «è un'impresa
    nazionale e deve riflettere le differenze culturali del Paese. Al Nord
    perde quote di mercato con Mediaset perché il suo messaggio è troppo
    romano». Esempio pratico: «Un colonnello che faceva le previsioni del
    tempo con accento romanesco».
    Poi la requisitoria su eventuali scioperi che potrebbero essere decisi
    dai sindacati e sui loro «privilegi». Immediate le reazioni di Usigrai e
    Fnsi. Durissimo Roberto Natale: «Baldassarre è un irresponsabile, un
    incompetente e un ipocrita». D'accordo Serventi Longhi: «Il presidente
    Rai è un incosciente, incredibile quanto sta accadendo». In una
    successiva dichiarazione Baldassarre farà marcia indietro: che i
    sindacati possano reagire scioperando «è solo un'ipotesi.... certamente
    irrealistica» perché «sono convinto del loro senso di responsabilità.
    Ironizza il diessino Giulietti: «Ormai fa come Berlusconi: dichiarazioni
    con rettifica incorporata».

    Commenti?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    18 Mar 2002
    Messaggi
    377
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Privatizzare la Rai

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Free-Market
    Privatizzare la Rai
    OK

  4. #4
    Lucius in fabula
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Località
    quasi milano
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sì, si potrebbe vendere, chessò, a Berlusconi...

  5. #5
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Una Rai in mano a Berlusconi e pagata da Berlusconi è comunque meglio, e non poco, di una Rai in mano a Berlusconi e pagata da noi. Peraltro, in Italia il principale centro di diffusione delle idee becero-sinistrorse è Mediaset, quindi i progressisti hanno ben poco da lamentarsi...

  6. #6
    Lucius in fabula
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Località
    quasi milano
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Che mediaset propugni idee becero-sinistrorse non sono molto d'accordo. Becero sì, sinistrorse no. In effetti comunque forse hai ragione, anche se io spero di vedere ancora una rai pluralista statale. Saluti.

  7. #7
    Alessandra
    Ospite

    Predefinito

    Insomma si è capito che ne vuol fare troppe per non farne poi di niente. E' stato talmente *in sonno* per molti anni prima di esplodere che secondo me non si è ancora svegliato del tutto. Vedremo, per il momento l'unica cosa giusta che ha detto è che non è Roma il bacino naturale della cultura e che la RAI deve rispecchiare il Paese, ma anche questa è aria fritta.

  8. #8
    Lucius in fabula
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Località
    quasi milano
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Speriamo continui a dormire, molto, molto profondamente...

  9. #9
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La storia la riscrivo io

    Originally posted by lucius
    Il presidente della Rai Antonio
    Baldassarre annuncia la sua rivoluzione «revisionista» in uno scenario
    per niente casuale: il convegno degli intellettuali di Alleanza
    Nazionale.
    Dove è stato rifiutato il più fresco degli intellettuali invitati, Giordano Bruno Guerri, perchè non si è presentato in giacca e cravatta: che tristezza...

  10. #10
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Stonewall
    Una Rai in mano a Berlusconi e pagata da Berlusconi è comunque meglio, e non poco, di una Rai in mano a Berlusconi e pagata da noi.
    Direi che non fa una piega.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 12-09-12, 10:39
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-04-11, 19:55
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-04-11, 19:54
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-01-05, 00:25
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-05-04, 13:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226