User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    FIAT VOLUNTAS TUA
    Data Registrazione
    11 Mar 2002
    Località
    Sacro Romano Impero
    Messaggi
    3,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Se Il Rock Non Tace Dio, I Critici Invece

    Ancora censure..... ancora. La musica può veicolare solo alcune idee politiche, non altre.... solo alcuni valori, non altri.... solo alcuni drammi (se tali sono), non altri.....

    dal sito di AVVENIRE


    CASO SPRINGSTEEN

    SE IL ROCK NON TACE DIO, I CRITICI INVECE

    Gigio Rancilio

    Acerto mondo che ruota attorno al rock Dio deve fare una strana impressione. Nonostante l’epoca della «musica rivoluzionaria», tutta fumi e ossessioni sia superata da un pezzo, c’è ancora chi non riesce a farsene una ragione. Passi che un artista tratti nelle sue canzoni temi prossimi alla dimensione – come dire? – spirituale, purché però sia molto soffice e «new age». Concesso che citi Budda o Allah, e racconti magari di Scientology. Ma se si azzarda a nominare addirittura Dio o a stillare una sua preghiera in musica, allora scattano l’ironia o – più sottilmente – la censura. Ne sa qualcosa Bob Dylan, che già all’inizio degli anni Ottanta fu sbeffeggiato dai critici nostrani per avere dato alle stampe album come «Saved» e «Shot of Love», nei quali raccontava senza giri di parole (lui, di tradizione ebraica) la sua adesione al cristianesimo. I più gentili vi videro «una sbornia». Come se si trattasse di una stravaganza totale, anzi dell’eccesso di un ubriaco. Poi Dylan tornò all’«ovile», e non si occupò più di religione. E i critici tornarono a incensarlo. Esercizio abbastanza facile, considerato che quegli album non erano dei capolavori. Stavolta, però, le cose sono più complicate. Perché a invocare Dio, per più volte, è Bruce Springsteen. Cioè l’artista del rock americano più amato in Italia. E lo fa in un album (il nuovo, intenso «The rising») incentrato sul mondo dopo l’11 settembre. L’esempio più eclatante si trova nella canzone che chiude il disco, intitolata «My city of ruins» (La mia città di rovine), dove l’idolo rock canta: «Con queste mani, Signore, prego di avere la forza/ Con queste mani, Signore, prego di avere la fede/ Signore preghiamo per i perduti/ Signore preghiamo per questo mondo». Parole impossibili da travisare. E che i giornali italiani, e persino un tg, recensendo ieri il disco, hanno stranamente omesso. Così come non si sono accorti di tutte le altre volte che Springsteen parla di Dio, di preghiera e di fede. Lui che in quasi trent’anni di musica (è in giro dal ’73) non l’aveva mai fatto, al punto da far credere a molti che, pur essendo nato in una famiglia cattolica di origini italiane, fosse agnostico. Comunque la si pensi al riguardo, era – ed è – una notizia. Che però è stata cancellata. Solo sul «Corriere» qualche riga. Una scelta mediatica così compatta può essere frutto del caso? E se non lo è, cosa l’ha scatenata? Un certo qual fastidio? Quell’insofferenza di pelle che si produce al contatto con situazioni inattese quanto scomode? Meglio ignorare la notizia, dunque, che scriverne: pur sapendo quanto è amato Springsteen in Italia, e pur intuendo forse lo spessore di questo disco. Il massimo dell’acribia l’ha toccato chi s’è concentrato sui riferimenti a Budda e Allah presenti (uno per parte) nell’album, o anche solo sulla canzone «Paradise», dove l’artista si mette nei panni di un giovane kamikaze. Un po’ poco, ammettiamolo come sforzo professionale. Qualcuno è arrivato a scrivere che «l’unica religione del disco è il rock». Insomma un depistaggio in piena regola, un esorcismo alla rovescia. Come se quelle invocazioni di Springsteen fossero dettagli senza importanza. Dispiace. Ancora una volta si è scelto la strada più semplice. Senza tener conto però che il silenzio talora provoca un urto maggiore di un torrente di parole.



    Carlo Magno Imperatore.
    "

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Iscritto
    Data Registrazione
    30 Dec 2004
    Messaggi
    55
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un disco molto intenso, anche se in alcuni brani un po' sovraprodotto.

 

 

Discussioni Simili

  1. Baricco vs critici
    Di ----- nel forum Hdemia
    Risposte: 78
    Ultimo Messaggio: 21-08-06, 14:37
  2. Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 25-11-04, 15:31
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 16:30
  4. Se Il Rock Non Tace Dio, I Critici Invece
    Di cm814 nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 14:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226