YAOUNDÉ, 2.
Ha pagato con la vita il suo impegno in favore dei più poveri e dei più deboli, Fratel Ivo Marie Dominique Lescanne, missionario francese, appartenente alla congregazione dei Piccoli Fratelli del Vangelo, barbaramente assassinato a Maroua, nell'estremo Nord del Camerun, dove svolgeva la sua opera.
Il corpo di Fratel Lescanne - secondo quanto ha ieri segnalato l'Agenzia internazionale delle Congregazioni missionarie "Misna" - è stato rinvenuto nella notte tra lunedì e martedì scorsi. Il missionario francese, di 62 anni, era particolarmente impegnato nel recupero e nell'accoglienza dei giovani senza famiglia, per i quali aveva tra l'altro fondato un centro nei pressi della Cattedrale di Maroua dedicata a Notre-Dame de l'Assomption. Al momento - come segnala ancora la "Misna - gli inquirenti non escludono nessuna pista, compresa quella legata proprio all'attività pastorale del missionario. Non viene nemmeno esclusa l'ipotesi di una rapina. Fratel Lescanne aveva infatti con sé un computer portatile e una piccola somma di denaro che gli sono stati sottratti dopo la violenta aggressione.

(©L'Osservatore Romano - 3 Agosto 2002)