Papa Giovanni Paolo II è rientrato ieri a Roma dopo un viaggio di 11 giorni attraverso Canada, Guatemala e Messico. All´aeroporto lo attendevano il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, il capo del cerimoniale diplomatico Giuseppe Balboni Acqua, il cardinale Camerlengo di Sacra Romana Chiesa Eduardo Martinez Somalo e monsignor Jean Louis Tauran. Terminati i saluti, l'auto con il Pontefice si è diretta a Castel Gandolfo. Il portavoce del Vaticano, Navarro Valls e il sottosegretario Gianni Letta hanno detto che «il Papa sta bene». Letta ha aggiunto «molto meglio di quando lo avevo visto alla partenza per questo viaggio. Ho voluto esprimerglielo di persona». Intanto sono in fase avanzata i preparativi del prossimo viaggio del Pontefice in Polonia, dopo Ferragosto. Giovanni Paolo II tornerà a pregare sulla tomba dei genitori Emilia ed Edmund, nel cimitero di Rakovice, passerà davanti alla chiesa di San Floriano dove un tempo lavorò come viceparroco, e visiterà la cattedrale di Wavel. A Lagiewniki, alle porte di Cracovia, il 17 agosto benedirà il nuovo santuario della Divina Misericordia.