User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry Feroce razzismo antibianco in Zimbawe!!

    ZIMBABWE: FARMER BIANCHI BLOCCATI DA LEGGE

    (RadioRadicale.it) - Dalla mezzanotte di oggi 2.900 farmer bianchi dovranno cessare la loro attivita'. Se continueranno a produrre, rischieranno una condanna di due anni di prigione.

    La Commercial Farmers Union - scrive oggi il sito della Bbc - ha fatto sapere ai coltivatori bianchi che dovranno adeguarsi alle nuove leggi dello Zimbabwe che stabiliscono la fine dell'attivita'.

    La misura riguarda il 60% del totale dei farmer bianchi del paese. Lo scorso mese il governo di Harare aveva dato ai 2.900 agricoltori 45 giorni di tempo per cessare il lavoro di terreni che dovranno essere ridistribuiti.

    Il governo ha detto che l'esproprio dei farmer bianchi e
    l'assegnazione della terra ai contadini senza terra neri garantira' al paese una maggiore autosufficienza in futuro. Di diverso avviso gli agricoltori bianchi, sicuri che le espropriazioni acuiranno la crisi economica del paese. ''Se faranno veramente cio' che hanno detto, se ci toglieranno la terra, ben presto si accorgeranno di non aver fatto una mossa intelligente'', spiega Lindsay Campbell, farmer la cui proprieta' era gia' stata smembrata in passato. ''Ci vogliono togliere in 45 giorni cio' che abbiamo costruito in 50 anni'', denuncia un altro possidente bianco.

    Jenni Williams, portavoce dela Commercial Farmers Union, ha
    dichiarato che il ''provvedimento e' folle e incostituzionale''.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    8Ago - 16:06
    ZIMBABWE: FARMER BIANCHI FUORI ENTRO STANOTTE

    (RadioRadicale.it) - Migliaia di 'farmer' bianchi dovranno abbandonare le loro terre entro la mezzanotte di oggi, quando scadra' l'ultimatum imposto dal presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe. Una parte di loro ha gia' deciso di partire, ma altri intendono rimanere per vedere se la polizia verra' a scacciarli. Il vice presidente Joseph Msika ha promesso che la legge ''verra' messa in atto senza esitazioni'', e cio' vuol dire che i trasgressori saranno arrestati. Rischiano multe e una condanna fino a due anni di carcere.

    Il provvedimento riguarda 2900 dei 4500 farmer bianchi dello Zimbabwe, per la maggior parte discendenti dei coloni britannici. Una legge promulgata in maggio concedeva 45 giorni di tempo per chiudere la produzione e altri 45 per liberare le fattorie. Il tempo scade alla mezzanote di oggi.

    La Commercial Farmer Union (Cfu) che rappresentanta la maggior parte dei coltivatori bianchi, ha lavorato dietro le quinte nella speranza di ottenere un rinvio, ma al momento non vi sono stati segnali positivi in questo senso.

    Altri farmer hanno riposto le loro speranze nella giustizia e in loro aiuto e' giunta all'ultimo momento una sentenza dell'Alta Corte dello Zimbabwe.

    Il giudice Charles Hungwe ha infatti stabilito che lo stato non puo' confiscare le proprieta' sulle quali sono state stipulate ipoteche senza avvertire le banche interessate. Il caso preso in esame era quello di Andrew Kocket, un farmer indebitato con la National Merchant Bank, ma la sua situazione e' simile a quella di moltissimi altri suoi colleghi. Il governo di Harare non ha pero' finora dimostrato di rispettare le decisioni dei tribunali contrarie alla propria politica.
    ***RRAA
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La riforma agraria del leader Mugabe sta aggravando la carestia
    «Abbandonate le fattorie o sarete arrestati»
    Zimbabwe, scade alla mezzanotte l'ultimatum di Mugabe
    ai 3000 agricoltori bianchi che possiedono le terre più fertili
    HARARE - «Entro la mezzanotte di oggi, giovedì 8 agosto, tutti i farmers bianchi dello Zimbabwe dovranno abbandonare le loro

    Il leader dello Zimbabwe, Mugabe
    terre. Pena: l'arresto». Parla chiaro l'ultimatum imposto dal presidente Robert Mugabe. Il capo dello stato ha infatti avviato la riforma agraria che prevede la ridistribuzione della quasi totalità delle proprietà terriere ai neri. La minoranza bianca, in gran parte costituita da discendenti di coloni britannici, possiede però il 70 per cento degli appezzamenti più fertili del paese e non sembra disposta ad accettare passivamente la nuova legge.

    LE DUE PARTI - Il ministro per la Decentralizzazione Ignatius Chombo si è rifiutato di fornire cifre sul numero delle tenute agricole da ridistribuire. «Solo una parte della comunità agraria è interessata» ha affermato, cercando di minimizzare la portata della legge. Ma il sindacato dei farmers sostiene che queste misure colpiscono 2.900 proprietari, ovvero, il 60 per cento di quelli esistenti in Zimbabwe.

    LE CONSEGUENZE - L'equilibrio «apparente» del governo di Mugabe è ora seriamente compromesso. Il presidente, in 22 anni di governo, non ha mai voluto avviare la riforma agraria indispensabile per lo sviluppo del paese. Ora cerca di usarla a proprio vantaggio, per difendere la sua posizione. Questa, infatti, è seriamente compromessa da un'opposizione forte, per la prima volta in grado di togliere a lui e al suo partito il potere. La riforma agraria contribuisce peraltro ad aggravare la penuria alimentare che ha drammaticamente colpito lo stato africano. Le Nazioni Unite calcolano che per evitare la fame nei prossimi mesi sono necessari 1,8 milioni di tonnellate di cereali di base.
    IL PASSATO - Nel febbraio del 2000 scoppiarono disordini quando i veterani di guerra cominciarono a occupare le proprietà dei bianchi con l'approvazione del governo e di Mugabe, che fomentò gli
    espropri. Durante le invasioni di terre alcuni coloni vennero
    uccisi, altri feriti o malmenati.











    8 agosto 2002
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Zimbabwe, agricoltori costretti a lasciare le terre


    Scade oggi l'ultimatum del presidente Mugabe nei confronti dei coltivatori bianchi. L'obiettivo è ridistribuire ai neri le proprietà terriere in mano alla minoranza bianca. Coinvolti 2.900 farmers


    HARARE (ZIMBABWE) – In migliaia saranno costretti a lasciare le proprie terre entro la mezzanotte di oggi. La politica del presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe non ha lasciato spazio ai “farmers”, i coltivatori bianchi discendenti dei coloni britannici. L’ultimatum arriva dopo che, a maggio, il capo dello stato aveva dato 45 giorni di tempo agli agricoltori per chiudere la produzione e altri 45 per lo sgombero delle fattorie. Il tempo scade alla mezzanotte di oggi.

    IL presidente Mugabe ha bene in mente il programma che vuole applicare: ridistribuire ai neri la quasi totalità delle proprietà terriere che sono ora in mano alla minoranza bianca. Secondo il sindacato dei farmers sarebbero numerosissimi, circa 2.900, i proprietari “vittime” del provvedimento. Una misura che da tempo la “Commercial Farmer Union” ha tentato di ostacolare. Alcuni degli agricoltori si sono rivolti alla giustizia sulla base del principio che lo stato non può confiscare le proprietà sulle quali sono state stipulate ipoteche senza avvertire le banche interessate. Il governo di Harare non ha però dimostrato di rispettare le decisioni dei tribunali contrarie alla propria politica.

    (8 AGOSTO 2002; ORE 18:25)
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    2,808
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tempo pochi anni e lo Zimbawe andra' in rovina.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dove sono quelli che blaterano contro la legge Bossi?
    Andate in Zimbawe dove è in atto una vera e prorpia pulizia etnica!!
    ISLAMICI,EBREI,COMUNISTI,RADICALI,PRETI MASSONI,SIONISTI, AMERICANI,SOSTENITORI DELL'EUROPA MULTIRAZZIALE, MULTIETNICA E MULTIRELIGIOSA!
    MONDIALISTI E MASSONI.

    BUFFONI!!
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  7. #7
    Trad-Rad
    Data Registrazione
    03 Aug 2002
    Località
    Ultima Thule
    Messaggi
    323
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by WASP_
    Tempo pochi anni e lo Zimbawe andra' in rovina.
    E' già in rovina da diversi anni.

  8. #8
    Il Patriota
    Ospite

    Predefinito

    ma perchè la nato non interviene?

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    MAH!!
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L’Uomo del Destino che affossò un Paese




    I più non se lo ricordano, o perchè sono nati dopo (come più della metà degli abitanti dello Zimbabwe) o perchè la memoria storica non è il loro forte, soprattutto all'estero. Quello che conta sono le angoscie del presente, il dramma e la farsa di una elezione presidenziale che in un Paese «normale» sarebbe scontato. I sondaggi danno al presidente in carica, Robert Mugade, tra il 15 e il 30 per cento dei voti, lasciando una «valanga» di consensi allo sfidante, Morgan Tsvangirai. Ma non sono i sondaggi a decidere chi comanda nella ex Rhodesia e neppure gli elettori: è, in larga misura, il potere a giudicare se stesso e il potere si manifesta nello Zimbawe con i suoi vari volti, tutti brutali. Una legge tenta di escludere dal voto tutti i cittadini che, nel corso di decenni di guerre e povertà, hanno cercato lavoro e pane all'estero. I candidati dell'opposizione possono «parlare liberamente»: tranne che dalla tv, che è monopolio dei sostenitori del governo; tranne che negli stadi dove si raccolgono le masse. Ma sono gli oratori a temere per la propria pelle: vengono quotidianamente attaccati da bande di «squadristi» di regime, percossi, fustigati, incarcerati senza mandato, talvolta assassinati. Gli esperti sono concordi: dalle urne può uscire qualsiasi risultato, ma Mugabe non lo riconoscerà se gli è sfavorevole. Mugabe ha deliberatamente fracassato la principale fonte di reddito, l'agricoltura scatenando una caccia all'uomo contro i farmer bianchi, proprietari delle terre più fertili, molti dei quali sono stati indotti o costretti ad espatriare. Qualla di Mugabe è una rivisitazione continua della antica era della dominazione coloniale europea. La colpa di tutto continua a essere degli «imperialisti di Londra».
    Mugabe arrivò al potere appellandosi alla concordia fra le razze e respingendo ogni tentazione di vendetta. Era un comunista dichiarato ma nelle scuole cattoliche aveva imparato a celare le parole dietro una cortina di miele. Suscitava molta speranza negli africani. Il suo insediamento, che segnò anche la proclamazione dell'indipendenza dello Zimbabwe, fu una festa popolare. Me la ricordo perchè c'ero, un giorno d'aprile di 22 anni fa. Arrivai in un Paese che si chiamava Rhodesia, la cui capitale si chiamava Salisbury, su di un aereo di linea della Air Rhodesia . Ripartii una settimana dopo con la Air Zimbabwe , dallo Zimbabwe e da una capitale ribatezzata Harare. L'indipendenza arrivò a mezzanotte, con l'impeccabile ammaina bandiera di due sergenti della polizia coloniale britannica.
    La gente danzò ma rispettando semafori, sensi unici e tutte le misure di una autorità patriarcale europea. Nel giardino che adorna la piazza centrale della capitale i custodi del parco continuavano a essere padroni incontrastati dei buoni costumi. Uno di questi avvistò un «combattente della libertà», un partigiano della guerriglia agli ordini di Mugabe, che, con uniforme e con il mitra, si era sdraiato per il lungo su di una delle confortevoli panchine. Apparve implacabile a fargli la predica e a obbligarlo a sedersi per occupare solo un quarto di quello «spazio pubblico». Egli raccolse il mitra ed obbedì. Quel giovane, forse è diventato davvero un civile, o è stato spinto a emigrare dalla fame. Ma è più probabile che sia diventanto un «picchiatore», mangiando il pane di una repressione che ha spento ogni ricordo di quella illusione e di quella gioia.
    di Alberto Pasolini Zanelli
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Esempio di razzismo antibianco
    Di RUS nel forum Destra Radicale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 30-03-08, 23:07
  2. Feroce razzismo antibianco in Zimbawe!!
    Di Der Wehrwolf nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 10-08-02, 00:16
  3. Feroce razzismo antibianco in Zimbawe!!
    Di Der Wehrwolf nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-08-02, 10:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226