Una struttura permanente per mentire meglio al mondo intero



Washington - La menzogna è fondamentale per governare più facilmente il mondo. Così dopo l'inedito ministero per la Sicurezza Interna, negli Stati Uniti l'emergenza terrorismo ha condotto alla nascita di una nuova entità istituzionale. Si chiamerà Ufficio per la Comunicazione Globale, sarà pienamente operativo dal prossimo autunno e avrà due compiti principali: modellare, o se del caso rimodellare, l'immagine dell'America da proporre all'estero, promuovendone gli interessi, i punti di vista e le iniziative; nonché coordinare le mosse e la strategia dell'amministrazione federale Usa in materia di politica estera, così da permettere alla Casa Bianca di esercitare un controllo più capillare ed efficiente sui messaggi che in tale settore saranno rivolti al resto del mondo. In pratica un Ufficio capace di veicolare al mondo intero notizie, se necessario false (come prospettò pubblicamente l'amministrazione Bush), per condizionare attivamente la politica internazionale.
La "geniale" idea è stata dello stesso George W. Bush, il quale ha deciso di sfruttare l'esperienza acquisita nella campagna informativa, a suo tempo lanciata in concomitanza con la lotta internazionale all'estremismo, per trasformarla in una vera e propria struttura permanente.
Fonti riservate della stessa amministrazione hanno precisato tuttavia che il nuovo Ufficio non soppianterà certo il Dipartimento di Stato. Fonti dell'amministrazione hanno assicurato infatti che lo stesso Dipartimento resterà il solo ad avere voce in capitolo, e ad avere la responsabilità di raccontare al mondo come la vede l'America.
Semplicemente, al lavoro della diplomazia propriamente detta il nuovo Ufficio per la Comunicazione Globale contribuirà in termini "strategici" e con indicazioni specifiche per quanto di sua competenza, oltre a farsi interprete delle posizioni di volta in volta prese da Bush.
A suggerire il concetto della nuova struttura al presidente è stata Karen Hughes, sua fedele assistente da molti anni.
All'inizio di luglio la donna è tornata alla vita privata in Texas, ma le fonti hanno indicato che resterà coinvolta nell'iniziativa. L'Ufficio sarà guidato da un funzionario con il rango di consigliere presidenziale; in sostanza costituirà un ampliamento dell'attuale Centro Informazioni della Casa Bianca per la Coalizione: entità con sedi a Londra e Islamabad, creata a fine ottobre per contrastare con la falsità durante la guerra afgana l'allora governo dei Talibani.