I numerosi furti di oggetti dai bagagli denunciate da persone che erano transitate per l'aeroporto di Malpensa hanno fatto scattare le indagini.Gli investigatori, dopo uno screening delle denunce, hanno scoperto che i furti avvenivano in determinate fasce orarie. Nel settore smistamento bagagli hanno quindi piazzato telecamere e microfoni incastrando così i "topi d'aeroporto".Una notevole quantità di refurtiva è stata recuperata, tra cui dipinti, ceramiche, tappeti, cimeli e vari oggetti dell'artigianato etnico e tribale, ma anche snowboard, macchine fotografiche e altro ancora. Sono stati così denunciati per furto ben 37 dipendenti della Sea che pare agissero anche su commissione. Le indagini continuano.