Su Cl cè poco da dir: tratasi di organizzazione mafiosa meridionale che nulla aha a che fare col rigore morale e l'onestà tipica delle genti veneto - lombarde.
Da un lato infatti c'è il cattolicesimo integro, asburgico, dei nostri padri basato sulla dedizione al lavoro, sull'adempimento dei propri doveri, sulla retta coscienza, dall'altra la mafiosità terronizzata e romana di certi ambienti curiali, in cui grufolano ciellini e bavosi vari.
A Formicone consiglio di trasferirsi a Bagdad, magari col Gobbo suo maestro ed amico, per vedere come si sta sotto zio Saddi.

Ricordo un amico ciellino che si vantava di essere amico di mafiosi siciliani, mostrano così la sua carità pelosa, sempre legata ai soldi...