User Tag List

Pagina 1 di 16 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 152

Discussione: Destra Libertaria

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    10,854
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Destra Libertaria

    Abbiamo scoperto attraverso questo sito Destra Libertaria - Home Page che nel PDL è sorta una corrente conservatrice, pan-europea e filo-russa.



    Si sono chiamati Destra Libertaria, questi sono i loro Principi:

    Una Destra che lotta per la sua libertà nel panorama politico italiano, il quale per continuare ad essere democratico, deve rimanere bi-polare e non bi-partitico;
    Una Destra che lotta per le sole e autentiche libertà a cui ogni essere umano e ogni società nazionale deve aspirare: quelle indicate dalla eterna sapienza di libertà del diritto naturale e della sua applicazione pratica che si realizza nella dottrina sociale proposta dal magistero di Papa Benedetto XVI, vera guida spirituale di una Europa agonizzante la quale rischia di perdere la sua vera anima e le sue storiche libertà;
    Una Destra delle libertà, che vuole lottare per una Europa libera, unita e indipendente nel quadro degli equilibri internazionali, capace di opporsi intelligentemente, di dirigere politicamente e di non subire storicamente:

    ▪ la incontrollata ideologia del multietnicismo;
    ▪ l'aggressione politico-economica della globalizzazione multinazionale anglo/americana e di quella commerciale estremo orientale;
    ▪ gli ultimi conati ideologici delle collassate ed implodenti rivoluzioni storiche “francese”, “americana” e “comunista”, che attraverso l’insulto alla sacralità della Madre Terra, della vita umana, all’unità monogamica ed eterosessuale della famiglia, alla libertà delle culture tradizionali dei popoli europei e dei loro Stati, attuano con violenza politico-mediatica sotto l’egida di organizzazioni supernazionali politiche antinaturali contro i “princìpi non negoziabili”, portando gli uomini, le società e gli Stati europei, occidentali e del terzo/quarto mondo verso il nichilismo più assoluto e verso l’autodistruzione totale.

    Il termine politico “destra”, traendo origine dal nuovo ordinamento politico nato dalla rivoluzione francese e inteso a scalzare l’ordinamento dei precedenti regimi politici monarchici e cristiani, rappresentava l’ala “liberale” di tale rivoluzione, come la “sinistra” ne indicava quella “socialista scientifica”. Tale terminologia nasce praticamente dal posto che tali correnti politiche occupavano negli scranni del nuovo parlamento rivoluzionario. Nonostante questo, a causa della libertà di stampa in auge nel 1800, il termine “destra” venne invece attribuito ai fieri oppositori del nuovo ordine rivoluzionario europeo e, storicamente, da allora tale denominazione è rimasta quella più prevalente nella coscienza europea.

    Destra Libertaria intende mantenere tale significato politico del termine “destra”, per continuare a porre in essere la tradizione spirituale dei nostri padri nella lotta contro il mondialismo:

    “Una sola è la Destra, e vi appartengono tutti coloro che la Religione, il bene e la gloria dello Stato hanno di mira” (Clemente Solaro della Margarita, ministro di Vittorio Emanuele I);

    “Essere di Destra significa, in primo luogo, riconoscere il carattere sovvertitore dei movimenti scaturiti dalla rivoluzione francese, siano essi il liberalismo o il socialismo. Essere di Destra significa, in secondo luogo, vedere la natura decadente dei miti razionalistici, progressistici, materialistici che preparano l’avvento della civiltà del regno della quantità, la tirannia delle masse anonime e mostruose. Essere di Destra significa in terzo luogo concepire lo Stato come una totalità organica dove i valori politici predominano sulle strutture economiche e dove il detto ‘a ciascuno il suo’ non significa uguaglianza, ma equa disuguaglianza qualitativa. Infine, essere di Destra significa accettare come propria quella spiritualità che ha improntato di sé la civiltà europea, e – in nome di questa spiritualità e dei suoi valori – accettare la lotta contro la decadenza dell’Europa” (Adriano Romualdi).

    In questa direzione, Destra Libertaria è conscia del suo percorso di maturazione storica e politico-dottrinale e, quindi, di appartenere ad una nuova maggioranza silenziosa, il grande popolo del diritto naturale/dottrina sociale nato e dilatato dal grande operato di nuova evangelizzazione dei papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, demolitore del comunismo europeo il primo, e coscienza critica per la costruzione di un mondo alternativo al capitalismo globalizzatore il secondo.

    Per meglio aderire a questa nuova maggioranza silenziosa e per continuare la sua opera di maturazione politica e dottrinale, nonchè per dare un significativo contributo di “valori” al POPOLO DELLA LIBERTA’, Destra Libertaria intende riportare in auge in modo moderno, attuale e contemporaneo i princìpi spirituali laici europei propri della Tradizione cristiana attraverso:

    ▪ l’allontanamento dal termine ideologico “rivoluzione” a favore di quello di “insurrezione” e “risurrezione politico-sociale”, come sinonimi di Tradizione europea;
    ▪ il distacco dalla dialettica destra/sinistra a favore di quelli verità/errore e bene/male, operando una politica trasversale sui “princìpi non negoziabili” e sulla nuova struttura federale-organica e presidenzialista da dare alla nostra amata Italia;
    ▪ il coraggio di piegare dignitosamente la “camicia nera” e affettuosamente consegnarla nell’armadio della storia, nella continuità ideale del “non rinnegare ma non restaurare” come ci ha insegnato Augusto de Marsanich, non mancando di analizzare e di rinunciare per sempre a ciò che nella nostra storia e nelle nostre idee si mutò in totalitarismo filosofico e politico figlio dell’ideologia hegeliana;

    La forza etico-spirituale di proclamare alla decadente cultura politica italiana ed europea la “risurrezione” della Tradizione Cristiana come modello moderno ed attuale di etica politica e di convivenza civile e meritocratica.

    Testimone di una visione del mondo spirituale, trascendente, organica e mutuata dall’insieme della Tradizione Cristiana, possiamo annoverare nei seguenti punti, i “princìpi primi” che vengono a formare l’eredità dottrinale della Destra Libertaria:
    ▪ Affermazione della spiritualità della Vita e della testimonianza dei valori e delle tradizioni Cristiane come valida alternativa ad ogni ateismo filosofico, politico, sociale e consumistico.
    ▪ Affermazione del Creazionismo e dell’ “Intelligent Design” antagonista allo pseudo darwinismo scientifico.
    ▪ Trascendenza della Vita umana contro ogni postulato materialista.
    ▪ Sacralità della Vita dal concepimento alla morte naturale e integrità della Famiglia fondata sul matrimonio.
    ▪ Libertà sociale ordinata al diritto naturale e contro le prevaricazioni di ogni casta e dei poteri trasversali.
    ▪ Promozione della dottrina sociale come giustizia sociale: capillarizzazione della proprietà privata; solidarietà interna e internazionale; superamento della globalizzazione del mercatismo attraverso la lotta contro il signoraggio finanziario delle banche e per un mercato equo-solidale; azionariato aziendale nella grande impresa e partecipazione tra proprietà aziendale e collaboratori alla gestione intelligente e non conflittuale dell’impresa,come affermato nella Costituzione.
    ▪ Promozione del diritto naturale come solidarietà nazionale: massima incentivazione dei corpi intermedi e dell’associazionismo; espansione di sussidiarietà e autonomie locali; affermazione di un federalismo organico e solidale avverso all’egoismo economico di un competitivo federalismo fiscale, antagonista dei riduttivismi del federalismo politico nonchè dei mini-nazionalismi proposti dal regionalismo; necessità di un ridisegno della Costituzione italiana in senso organico-federale coniugato ad un deciso Presidenzialismo in linea con i partner europei.
    ▪ Difesa e miglioramento dell’ordine storico e politico-sociale europeo, attraverso l’intelligente recupero dell’eredità culturale europea dell’antichità e del medioevo cristiano, nonchè di una struttura politico-sociale europea basata sulle libertà propugnate dal diritto naturale e su una reale giustizia sociale pronta a rafforzare i ceti deboli per inserirli nel ceto medio, attraverso una mirata politica atta a penalizzare e rendere illegale l’attuale usura bancaria.
    ▪ Dal Portogallo alla Russia: una nuova Europa, Libera Confederazione di Stati Sovrani e Indipendenti; un nuovo Presidenzialismo etico-politico per la nuova Europa, moderatore di saggezza e di equilibrio politico fra i vari Stati europei; parità, autonomia e possibilità di autodeterminazione per l’indipendenza o la pari dignità per tutti i popoli europei a cui è stata negata la storica libertà naturale di costituirsi come nazione, a causa delle guerre nazionalistiche del XIX e XX secolo.

    Destra Libertaria - Chi Siamo


    carlomartello

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jun 2009
    Messaggi
    1,056
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    Buonocore è un ex MSI , gli altri non li conosco, c'è da vedere nonostante appaia Berlusconi un pò ovunque , quanto lui veramente sappia e condivida dello statuto:gratgrat:

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    10,854
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    «Mussolini non ha mai ammazzato nessuno. Non ci sono paragoni con Saddam. Il regime fascista non era così feroce. Il Duce mandava la gente in vacanza al confino. In posti che adesso sono luoghi di vacanze esclusivi.
    A parte questo, qui il discorso diventa più ampio: qui siamo di fronte ad un nuovo scenario mondiale. È finita la contrapposizione dell'Occidente con il patto di Varsavia. Ora la Federazione russa ha deciso, attraverso Putin, di far parte dell'Occidente, questo è un grande fatto...»

    Silvio Berlusconi, 11 settembre 2003


    «C'è chi vuole una società multicolore e multietnica, noi non siamo di questa opinione. Non è accettabile che talvolta in alcune parti di Milano ci sia un numero di presenze non italiane per cui non sembra di essere in una città italiana o europea, ma in una città africana. Questo non lo accettiamo»

    Silvio Berlusconi, 04 giugno 2009


    carlomartello

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jun 2009
    Messaggi
    1,056
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    mi hai frainteso... conosco le idee di B. , ma mi chiedevo quanto questo sito fosse emanazione di Silvio o più che altro una scelta privata di un gruppo che utilizza la sua conoscenza per mettersi sotto le insegne del presidente del consiglio

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    Citazione Originariamente Scritto da carlomartello Visualizza Messaggio




    «C'è chi vuole una società multicolore e multietnica, noi non siamo di questa opinione. Non è accettabile che talvolta in alcune parti di Milano ci sia un numero di presenze non italiane per cui non sembra di essere in una città italiana o europea, ma in una città africana. Questo non lo accettiamo»

    Silvio Berlusconi, 04 giugno 2009


    carlomartello
    Infatti ne ha regolarizzati a milioni,di extracomunitari s'intende.:sofico:

  6. #6
    Bello e dannato
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Parma - Milano Due - Roma Nord
    Messaggi
    17,506
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    PdL - Il Popolo della Libertà

    "Destra Libertaria" è riportata, nel sito ufficiale del PDL, tra i movimenti fondatori.
    Poi nessuno credo pretenda di dire che il suo peso sia pari alle vecchie AN o FI, però c'è, ed è una cosa ufficiale.
    L'arte di essere P.A.

  7. #7
    Reazionari dal 1789.
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Lecce, Respublica Christiana
    Messaggi
    5,433
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sticazzi!

    I PRINCIPI PRIMI DELLA DESTRA LIBERTARIA
    Languages: Languagege: Russian Languagege: Francais

    Una Destra che lotta per la sua libertà nel panorama politico italiano, il quale per continuare ad essere democratico, deve rimanere bi-polare e non bi-partitico;
    Una Destra che lotta per le sole e autentiche libertà a cui ogni essere umano e ogni società nazionale deve aspirare: quelle indicate dalla eterna sapienza di libertà del diritto naturale e della sua applicazione pratica che si realizza nella dottrina sociale proposta dal magistero di Papa Benedetto XVI, vera guida spirituale di una Europa agonizzante la quale rischia di perdere la sua vera anima e le sue storiche libertà;
    Una Destra delle libertà, che vuole lottare per una Europa libera, unita e indipendente nel quadro degli equilibri internazionali, capace di opporsi intelligentemente, di dirigere politicamente e di non subire storicamente:

    ▪ la incontrollata ideologia del multietnicismo;
    ▪ l'aggressione politico-economica della globalizzazione multinazionale anglo/americana e di quella commerciale estremo orientale;
    ▪ gli ultimi conati ideologici delle collassate ed implodenti rivoluzioni storiche “francese”, “americana” e “comunista”, che attraverso l’insulto alla sacralità della Madre Terra, della vita umana, all’unità monogamica ed eterosessuale della famiglia, alla libertà delle culture tradizionali dei popoli europei e dei loro Stati, attuano con violenza politico-mediatica sotto l’egida di organizzazioni supernazionali politiche antinaturali contro i “princìpi non negoziabili”, portando gli uomini, le società e gli Stati europei, occidentali e del terzo/quarto mondo verso il nichilismo più assoluto e verso l’autodistruzione totale.


    Il termine politico “destra”, traendo origine dal nuovo ordinamento politico nato dalla rivoluzione francese e inteso a scalzare l’ordinamento dei precedenti regimi politici monarchici e cristiani, rappresentava l’ala “liberale” di tale rivoluzione, come la “sinistra” ne indicava quella “socialista scientifica”. Tale terminologia nasce praticamente dal posto che tali correnti politiche occupavano negli scranni del nuovo parlamento rivoluzionario. Nonostante questo, a causa della libertà di stampa in auge nel 1800, il termine “destra” venne invece attribuito ai fieri oppositori del nuovo ordine rivoluzionario europeo e, storicamente, da allora tale denominazione è rimasta quella più prevalente nella coscienza europea.

    Destra Libertaria intende mantenere tale significato politico del termine “destra”, per continuare a porre in essere la tradizione spirituale dei nostri padri nella lotta contro il mondialismo:

    “Una sola è la Destra, e vi appartengono tutti coloro che la Religione, il bene e la gloria dello Stato hanno di mira” (Clemente Solaro della Margarita, ministro di Vittorio Emanuele I);

    “Essere di Destra significa, in primo luogo, riconoscere il carattere sovvertitore dei movimenti scaturiti dalla rivoluzione francese, siano essi il liberalismo o il socialismo. Essere di Destra significa, in secondo luogo, vedere la natura decadente dei miti razionalistici, progressistici, materialistici che preparano l’avvento della civiltà del regno della quantità, la tirannia delle masse anonime e mostruose. Essere di Destra significa in terzo luogo concepire lo Stato come una totalità organica dove i valori politici predominano sulle strutture economiche e dove il detto ‘a ciascuno il suo’ non significa uguaglianza, ma equa disuguaglianza qualitativa. Infine, essere di Destra significa accettare come propria quella spiritualità che ha improntato di sé la civiltà europea, e – in nome di questa spiritualità e dei suoi valori – accettare la lotta contro la decadenza dell’Europa” (Adriano Romualdi).

    In questa direzione, Destra Libertaria è conscia del suo percorso di maturazione storica e politico-dottrinale e, quindi, di appartenere ad una nuova maggioranza silenziosa, il grande popolo del diritto naturale/dottrina sociale nato e dilatato dal grande operato di nuova evangelizzazione dei papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, demolitore del comunismo europeo il primo, e coscienza critica per la costruzione di un mondo alternativo al capitalismo globalizzatore il secondo.

    Per meglio aderire a questa nuova maggioranza silenziosa e per continuare la sua opera di maturazione politica e dottrinale, nonchè per dare un significativo contributo di “valori” al POPOLO DELLA LIBERTA’, Destra Libertaria intende riportare in auge in modo moderno, attuale e contemporaneo i princìpi spirituali laici europei propri della Tradizione cristiana attraverso:

    ▪ l’allontanamento dal termine ideologico “rivoluzione” a favore di quello di “insurrezione” e “risurrezione politico-sociale”, come sinonimi di Tradizione europea;
    ▪ il distacco dalla dialettica destra/sinistra a favore di quelli verità/errore e bene/male, operando una politica trasversale sui “princìpi non negoziabili” e sulla nuova struttura federale-organica e presidenzialista da dare alla nostra amata Italia;
    ▪ il coraggio di piegare dignitosamente la “camicia nera” e affettuosamente consegnarla nell’armadio della storia, nella continuità ideale del “non rinnegare ma non restaurare” come ci ha insegnato Augusto de Marsanich, non mancando di analizzare e di rinunciare per sempre a ciò che nella nostra storia e nelle nostre idee si mutò in totalitarismo filosofico e politico figlio dell’ideologia hegeliana;

    La forza etico-spirituale di proclamare alla decadente cultura politica italiana ed europea la “risurrezione” della Tradizione Cristiana come modello moderno ed attuale di etica politica e di convivenza civile e meritocratica.

    Testimone di una visione del mondo spirituale, trascendente, organica e mutuata dall’insieme della Tradizione Cristiana, possiamo annoverare nei seguenti punti, i “princìpi primi” che vengono a formare l’eredità dottrinale della Destra Libertaria:
    ▪ Affermazione della spiritualità della Vita e della testimonianza dei valori e delle tradizioni Cristiane come valida alternativa ad ogni ateismo filosofico, politico, sociale e consumistico.
    ▪ Affermazione del Creazionismo e dell’ “Intelligent Design” antagonista allo pseudo darwinismo scientifico.
    ▪ Trascendenza della Vita umana contro ogni postulato materialista.
    ▪ Sacralità della Vita dal concepimento alla morte naturale e integrità della Famiglia fondata sul matrimonio.
    ▪ Libertà sociale ordinata al diritto naturale e contro le prevaricazioni di ogni casta e dei poteri trasversali.
    ▪ Promozione della dottrina sociale come giustizia sociale: capillarizzazione della proprietà privata; solidarietà interna e internazionale; superamento della globalizzazione del mercatismo attraverso la lotta contro il signoraggio finanziario delle banche e per un mercato equo-solidale; azionariato aziendale nella grande impresa e partecipazione tra proprietà aziendale e collaboratori alla gestione intelligente e non conflittuale dell’impresa,come affermato nella Costituzione.
    ▪ Promozione del diritto naturale come solidarietà nazionale: massima incentivazione dei corpi intermedi e dell’associazionismo; espansione di sussidiarietà e autonomie locali; affermazione di un federalismo organico e solidale avverso all’egoismo economico di un competitivo federalismo fiscale, antagonista dei riduttivismi del federalismo politico nonchè dei mini-nazionalismi proposti dal regionalismo; necessità di un ridisegno della Costituzione italiana in senso organico-federale coniugato ad un deciso Presidenzialismo in linea con i partner europei.
    ▪ Difesa e miglioramento dell’ordine storico e politico-sociale europeo, attraverso l’intelligente recupero dell’eredità culturale europea dell’antichità e del medioevo cristiano, nonchè di una struttura politico-sociale europea basata sulle libertà propugnate dal diritto naturale e su una reale giustizia sociale pronta a rafforzare i ceti deboli per inserirli nel ceto medio, attraverso una mirata politica atta a penalizzare e rendere illegale l’attuale usura bancaria.
    Dal Portogallo alla Russia: una nuova Europa, Libera Confederazione di Stati Sovrani e Indipendenti; un nuovo Presidenzialismo etico-politico per la nuova Europa, moderatore di saggezza e di equilibrio politico fra i vari Stati europei; parità, autonomia e possibilità di autodeterminazione per l’indipendenza o la pari dignità per tutti i popoli europei a cui è stata negata la storica libertà naturale di costituirsi come nazione, a causa delle guerre nazionalistiche del XIX e XX secolo.



    minchia..pensavo fossero degli ultraliberisti...
    “... e dopo tutto questo inglese ripuliamoci un po’ la bocca con questo bel profumo di Toscano ...” (Giovannino Guareschi)

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,279
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sticazzi!

    A me me piace...
    Devo ammettere che non ero a consocenza di questa corrente del PDL e che il fatto mi rallegra e non poco, in quanto con questa corrente mi sembra anche se difficilmente possibile il noto condizionamento interno delle scelte.
    Questo moviemnto se crescesse sarebbe una gran cosa in quanto sembra molto putinista e di destra e comunque l'aquila bicipite nel simbolo fa sempre la sua figura.
    Naturalmente il capo di questa corrente non è un pezzo grosso e questo rende più difficili le cose l'etichetta ex-MSI vale poco in quanto anche personaggi come Fini sono ex-MSI ma comunque lo statuto lascia presagire buone cose poi se personaggi del calibro di La Russa o Gasparri si avvicinassero a questa corrente la cosa si farebbe sicuramente molto più interessante.
    Ultima modifica di Traumer; 12-09-09 alle 12:26

  9. #9
    Hic Sunt Leones
    Data Registrazione
    26 May 2009
    Località
    Soprattutto Italia
    Messaggi
    15,037
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    Dopo una veloce lettura (mi riprometto di rileggerlo più approfonditamente) mi pare che dicano cose abbastanza condivisibili per quanto riguarda la politica, mentre mi trovo più distante per tutta la parte etica (il Creazionismo, brrrrrrr)
    Passata la buriana, facciamo i conti

  10. #10
    Reazionari dal 1789.
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Lecce, Respublica Christiana
    Messaggi
    5,433
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Destra Libertaria

    unica nota negativa, si parla di riporre la camicia nera, si poteva semplicemente NON DIRE..
    “... e dopo tutto questo inglese ripuliamoci un po’ la bocca con questo bel profumo di Toscano ...” (Giovannino Guareschi)

 

 
Pagina 1 di 16 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La Destra Cristiana e la Destra Libertaria
    Di John Orr nel forum Conservatorismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-01-11, 14:58
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-11-09, 01:40
  3. Destra Libertaria
    Di Ferruccio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 13-09-08, 14:11
  4. "Destra Libertaria".......................
    Di Combat nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 03-07-08, 14:20
  5. Riformatori Liberali: "Diamo un'anima libertaria al centro-destra"
    Di Jerome nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-11-06, 11:50

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226