User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    R.i.P. quorthon
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Asa Bay
    Messaggi
    1,791
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Giovanardi: "Non possiamo più stare insieme"....seee...magari!

    Bossi apre il nuovo fronte: "Il Nord non dimentica chi l'ha derubato"
    il vice Speroni rincara: "Prima i loro vertici li convocavano i pm"
    I centristi replicano alla Lega
    "Ma c'è ancora un'alleanza?"
    Rissa nella maggioranza
    Giovanardi: "Non possiamo più stare insieme"


    ROMA - Rissa continua nella maggioranza. Non era bastata la bufera scatenata da La Russa la scorsa settimana con le accuse ai centristi "ex Dc" e poi il tentativo di recupero e le scuse venute da Fini e Berlusconi. Oggi tocca al leader della Lega Umberto Bossi ad aprire un nuovo fronte con un'intervista a Repubblica. "Il Nord non dimentica i ladri" dice il Senatùr rigirando il coltello nella piaga. E' l'inizio di un nuovo inferno. I ministri centristi rispondono a stretto giro di posta al leader leghista, l'Udc convoca per domani una "riunione urgente" dell'ufficio politico per discutere del caso scatenato da Ignazio La Russa in Parlamento e rilanciato dal ministro delle Riforme istituzionali. Bossi non fa in tempo a porre rimedio e correggere le sue dichiarazioni ("parlavo di storia io") che il suo braccio destro, l'europarlamentare leghista Francesco Speroni, sparge benzina sull'incendio: "Una volta erano i magistrati a convocare gli uffici politici della Dc. Ora se li convocano da soli...".

    - Pubblicità -

    Cronaca di ordinaria litigiosità, dentro una maggioranza che invece si dice da sempre "coesissima". L'ultima iniezione amara, appunto quella di Speroni: "Di ex Dc finiti in carcere per le loro malefatte ce ne sono stati tanti. E allora Bossi ha perfettamente ragione a fare le sue affermazioni. Se siamo in questa situazione lo dobbiamo agli ex democristiani. Lo dobbiamo ai signori Moro, Andreotti, Scalfaro e così via...".

    Speroni parla poco dopo che il suo 'capo' Bossi aveva tenatato di rimediare, sparando ancora sulla Dc: "Sono i democristiani che hanno portato l'Italia in questa situazione. Putroppo li abbiamo ancora oggi e hanno spazio politico". "Problemi per la tenuta della maggioranza? Sono i democristiani che fanno male al governo e non certo la Lega. Mi sembra - conclude Speroni - che i danni li facciano loro alla coalizione.

    Sulle dichiarazioni di Bossi a Repubblica in giornata s'era già scatenato un putiferio. "Se Bossi pensa che siamo ladri non possiamo stare allo stesso tavolo", firmato Carlo Giovanardi ministro, centrista, per i Rapporti con il Parlamento. "Bossi provi a toccarci e poi vedremo", minaccia il collega Rocco Buttiglione e il segretario dell'Udc Marco Follini si interroga: "Esiste ancora una maggioranza?". Non basta, di fronte allo scatenarsi delle reazioni, lo scatto del Senatùr per correggere e minimizzare: "Polemiche inutili, io parlavo di storia".

    Lette le dichiarazioni di Bossi Giovanardi ha subito ribattuto colpo su colpo e il suo messaggio è chiaro: "L'Udc non si siederà più allo stesso tavolo della Lega se Umberto Bossi continuerà a chiamarci ladri". "Dico all'amico Umberto Bossi, con la solita franchezza, che io non ho mai rubato né cento milioni, ne 2 milioni né una lira. Se davvero, al di fuori delle battute, il leader della Lega è convinto di poter risolvere i rapporti con l'Udc usando l'epiteto 'ladri' nei confronti nostri e della nostra storia, traiamone consensualmente le dovute conseguenze, essendo chiaro che in quel caso, allo stesso tavolo non potremmo più sederci".

    Ancora più infuriato Rocco Buttiglione. "Ci sono stati tanti processi e assoluzioni - spiega il ministro delle Politiche comunitarie - la Lega si dimostra un caso veramente unico di schizofrenia. E' garantista quando viene accusato Bossi e forcaiola e giustizialista quando viene accusata la Dc. La verità è che in questo governo i democristiani ci sono e sono una forza in crescita. Ci provino pure, quelli della Lega, a toccarci e poi vedremo cosa succede...". Cosa chiederà a Silvio Berlusconi, dopo questo nuovo attacco ai centristi? "Non lo so, decideremo domani nella riunione dell'Ufficio politico del partito".

    E il leader del partito Follini specifica: "Le parole dell'onorevole Bossi non meritano una risposta. Siamo un partito responsabile e garantiremo la governabilità in un momento difficile per il Paese. Tuttavia c'è da chiedersi, e io mi chiedo, se esista ancora una alleanza".

    E, a parte gli ex Dc della maggioranza, sull'onore ferito della Dc dall'altra parte della barricata ha qualcosa da dire anche Clemente Mastella. "Dietro gli insulti e il ricatto di Bossi - spiega il leader dell'Ueur - c'è il tentativo maldestro di spostare l'attenzione dell'opinione pubblica dalla drammaticità di una situazione economica ed occupazionale che il governo è incapace di controllare". "Il centrodestra sta affondando da solo - continua Mastella - e la Lega di Bossi e la destra di Fini e La Russa se ne rendono ben conto: sanno che il paese è allo sfascio e avvertono il distacco di una parte del loro elettorato".

    Nel tentativo di tamponare le polemiche, Bossi si erge a storiografo: "Ma che cosa c'entrano Ccd o Udc? Io quando parlo di Dc parlo di storia, di una esperienza che è morta per sempre ed è morta male, perché si dimostrarono schiavisti nei confronti del nord". Insomma, acqua passata perché per il leader della Lega "la Dc non può tornare. Magari qualcuno si illude, ma non può tornare perché al Nord basta una parola per rendere impossibile il ritorno, basta la parola 'ladri'". Poi, l'intervento di Speroni, e la rissa continua.

    (13 ottobre 2002)
    --------------
    The Warrior

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E i fatti caro Quorthon come volevasi dimostrare è bastato che il nano di Arcore alzasse un attimino la voce che il fido Umberto ha provveduto immediatamente a scusarsi confermando di essere stato frainteso........ah povera Lega........ormai siamo le marionette di fogna itaglia!
    Salucc e Secesiùn!

  3. #3
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi spiace ma devo proprio dissentire.

    Ho letto l' intervista del corriere a Bossi e i toni erano decisamente
    poco concilianti.

    Quindi ha detto e confermato esattamente ciò che voleva dire.

    Il rispetto per gli alleati finisce nel momento in cui non si rispettano i patti.

    Il resto è solo chiacchericcio da cortile.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 04-06-13, 23:19
  2. Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 21-04-09, 21:53
  3. Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 08-01-09, 11:52
  4. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 17-05-08, 14:45
  5. "Cavaliere, vorrebbe che fosse Prodi il suo sfidante?""Magari!"
    Di UgoDePayens nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 16-10-04, 01:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226