User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36

Discussione: Padanogeni scatenati

  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Padanogeni scatenati

    Ex finanziere compie una strage e la filma
    L'ex comandante della Finanza di Reggio Emilia ha ferito gravemente il genero e ucciso la moglie e la figlia. Infine tentato di togliersi la vita. Il tutto sarebbe stato ripreso dalla videocamera che aveva azionato.


    REGGIO EMILIA – Ha sparato alla moglie, alla figlia e al futuro genero, poi ha cercato di uccidersi: vere e proprie esecuzioni, tutte riprese da una videocamera. Autore della strage è un ex colonnello della Guardia di finanza in pensione, ex comandante delle Fiamme gialle di Reggio Emilia. I carabinieri hanno trovato in un appartamento a Borzano di Albinea, nella zona pedemontana della provincia di Reggio Emilia, i cadaveri di due donne. Accanto c'erano due uomini, uno giovane e uno più anziano, entrambi gravemente feriti.

    Stando alla prima ricostruzione fatta dagli investigatori, è stato il più anziano, Renzo Finamore di 58 anni, a compiere la strage. Prima avrebbe sparato al fidanzato della figlia Fabrizio Naitana, 23 anni, colpendolo alla testa. Poi ucciso le due donne (la moglie Alberta Ratti, di 53 anni, e la figlia minore Valentina, di 17). Infine avrebbe rivolto l’arma contro se stesso, sparandosi alla testa. Prima di dare il via alla strage, evidentemente premeditata, il militare avrebbe posizionato la videocamera (era un grande appassionato di videoriprese) in modo da riprendere l'intera scena.

    A dare l'allarme è stato un altro figlio dell'ufficiale, Simone, 29 anni, che non abitava più con i genitori. Rientrando a casa, poiché nessuno apriva alla porta, si è arrampicato fino alla finestra e ha visto il corpo del fidanzato della sorella immerso nel sangue. Per lo spavento il giovane è caduto e si è anche leggermente contuso. I carabinieri sono subito arrivati e sono entrati nell'appartamento in via Luca da Reggio 10. e hanno fatto la tragica scoperta. I due uomini sono in gravissime condizioni, ricoverati all'ospedale di Reggio Emilia.

    Il finanziere, che ha altri tre figli più grandi, era regolarmente in possesso di un revolver 38 special, l'arma usata per compiere la strage. Si indaga ora sulle cause della folle azione. Il tenente colonnello, comandante del gruppo di Reggio Emilia della Guardia di Finanza per 5 anni, dal 1987 al '92, era passato attraverso un lungo procedimento giudiziario. Condannato a 3 anni e mezzo di reclusione per concussione in primo grado (ai danni di una cooperativa, in cambio della chiusura di un accertamento fiscale) nel gennaio del 1997 dal tribunale di Reggio Emilia: aveva visto la sentenza confermata in appello, ma la Cassazione aveva poi annullato senza rinvio.

    Sono passati due anni però dalla fine di quel procedimenti e secondo l'avvocato Giulio Bigi, che aveva difeso Finamore, il colonnello aveva ben sopportato la vicenda, che quindi potrebbe essere estranea all'esplosione di violenza di oggi. Si parla invece invece di dissapori in famiglia, accompagnati dalla depressione dell'ufficiale. Il fattore scatenante potrebbe essere stata anche la lite per la vendita della villa di famiglia, oppure la contrarietà dell'ufficiale al fidanzamento della figlia.

    (14 OTTOBRE 2002, ORE 170; ultimo aggiornamento alle 21:20)


    Prende due multe, brucia le vetture del comune
    Identificato l'uomo che il 5 ottobre, a Sassuolo, diede fuoco a cinque automezzi. Avrebbe agito per vendicarsi di due contravvenzioni.


    MILANO - Due multe nel giro di pochi giorni. E l’incontenibile rabbia del “multato” nei confronti della polizia municipale sarebbe così esplosa durante la notte del cinque ottobre, quando l’uomo diede fuoco a cinque automezzi del comune di Sassuolo, nella provincia di Modena.

    Ma ora il folle piromane, un giovane 35enne di origine meridionale, è stato identificato ed è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di incendio doloso. La vicenda è arrivata ad una prima soluzione quando gli agenti della polizia hanno ritrovato nell’appartamento dell’uomo alcune taniche contenenti liquido infiammabile.

    Fondamentale, poi, è stato il ritrovamento di un paio di scarpe da trekking, le cui impronte corrisponderebbero a quelle trovate vicino agli automezzi bruciati. Ora il pubblico ministero Mirko Margiocco ha disposto una perizia tecnica sul materiale sequestrato.

    (14 OTTOBRE 2002, ORE 155)


    Calabria, esplode bomba davanti a caserma carabinieri
    Un ordigno è esploso nella notte davanti al portone della caserma dei carabinieri di Decollatura, nel Catanzarese. Non ci sono feriti. L'attentato potrebbe essere una risposta di alcune famiglie malavitose


    DECOLLATURA (CATANZARO) - Un ordigno è esploso davanti al portone della caserma dei carabinieri di Decollatura, nel Catanzarese. La deflagrazione ha causato danni ingenti al portone ed allo stabile che ospita la sede dell' Arma, ma non ha provocato feriti. L' ordigno, secondo i primi rilievi, era composto da polvere pirica ed è stato posizionato all' angolo del portone, in modo che avesse un maggiore potere esplodente. Danni sono stati provocati anche all' interno della caserma.

    Per l' attentato sono stati usati tre chili di esplosivo che hanno divelto il portone blindato esterno della caserma. Danni sono stati provocati anche alle porte interne del primo piano, mentre alcuni vetri sono andati in frantumi. Lo stabile, comunque, dopo i rilievi fatti, è stato dichiarato agibile. Gli investigatori hanno fatto rilevare che solo per un caso fortuito non vi sono state vittime. L' ordigno, esploso nella notte, infatti, aveva una potenza tale da uccidere, ma fortunatamente, nessuno dei militari della caserma si trovava nei pressi del portone, così come nessun civile si è trovato a passare davanti alla caserma al momento dello scoppio. Secondo quanto si è appreso, l' attentato potrebbe essere una risposta di alcune famiglie malavitose della zona all' opera di controllo posta in essere dai militari. Nell' ultimo periodo,infatti, i carabinieri di Decollatura, nell' ambito dei servizi disposti dal Comando provinciale di Catanzaro, hanno sottoposto a ripetuti controlli vari pregiudicati della zona e persone sottoposte a misure di prevenzione.

    Sul luogo dell' attentato si è portato anche il procuratore capo della Repubblica di Lamezia, Raffaele Mazzotta, che ha coordinato l' attività di indagine ed i primi rilievi. I carabinieri, che stanno conducendo le indagini, starebbero lavorando su alcuni nomi precisi nella speranza di arrivare all' identificazione degli autori del gesto.

    (14 OTTOBRE 2002, ORE 120)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    flemma beat
    Data Registrazione
    26 Jun 2002
    Messaggi
    1,729
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non capisco, non potresti aspettare che si plachino gli echi di leno per postare queste notizie strumentali, palesemente parziali e di parte: cosa vuoi esprimere? che i non padani delinquono di più?
    a parte casi isolati hai dei dati verificabili e seri?
    ragioniamo su dati o preferisci che ti risponda postando articoli di padani che delinquono?

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ilgufo
    non capisco, non potresti aspettare che si plachino gli echi di leno per postare queste notizie strumentali, palesemente parziali e di parte: cosa vuoi esprimere? che i non padani delinquono di più?
    a parte casi isolati hai dei dati verificabili e seri?
    ragioniamo su dati o preferisci che ti risponda postando articoli di padani che delinquono?
    Che i non padani delinquano di più è fatto provato statisticamente (vedere le percentuali dei detenuti...), nonsi tratta di casi isolati nè di notizie "di parte".
    Se poi vuoi seguire la via di brukin attento alle figuracce...nel suo tentativo di evidenziare il tasso criminal edei padania inciampava 9 volte su dieci su persone di origine terronica, padani per modo di dire.

    Arrendetevi all'evidenza...è la realtà che è contro il vostro finto buonismo.

  4. #4
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Rinuncia Nanths.

    Non si arrenderanno mai alla cruda e nuda realtà.

    E quando anche prendono atto sai cosa rispondono ?

    Be ma chi vive in aree dove manca il lavoro è portato a delinquere in maniera molto maggiore.

    E noi li fottiamo anche in questo caso.

    Le valli bergamasche e alcune zone del Veneto erano posti poverissimi.Certo esistono alcuni criminali locali particolarmente pericolosi che hanno ammazzato, rubato, e quant'altro.

    Mi ricordo di un bergamasco (il cognome era un marchio di fabbrica) che aveva alle spalle diversi omicidi (11) e rapine o lo stesso Vallanzasca che ha decapitato Turatello in carcere.

    Ma sono una minoranza infima e isolata.

    I Padani sono come i mitteleuropei.Persone oneste e rispettose.

    Hanno solo una sfiga.Vivono in italia.

  5. #5
    R.i.P. quorthon
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Asa Bay
    Messaggi
    1,791
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by LosVonRom
    Rinuncia Nanths.

    Non si arrenderanno mai alla cruda e nuda realtà.

    E quando anche prendono atto sai cosa rispondono ?

    Be ma chi vive in aree dove manca il lavoro è portato a delinquere in maniera molto maggiore.

    E noi li fottiamo anche in questo caso.

    Le valli bergamasche e alcune zone del Veneto erano posti poverissimi.Certo esistono alcuni criminali locali particolarmente pericolosi che hanno ammazzato, rubato, e quant'altro.

    Mi ricordo di un bergamasco (il cognome era un marchio di fabbrica) che aveva alle spalle diversi omicidi (11) e rapine o lo stesso Vallanzasca che ha decapitato Turatello in carcere.

    Ma sono una minoranza infima e isolata.

    I Padani sono come i mitteleuropei.Persone oneste e rispettose.

    Hanno solo una sfiga.Vivono in italia.


    Parole sante...da sottoscrivere: solo i coglioni con le fette di melone sugli occhi possono negarlo.
    --------------
    The Warrior

  6. #6
    flemma beat
    Data Registrazione
    26 Jun 2002
    Messaggi
    1,729
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Nanths
    Arrendetevi all'evidenza...è la realtà che è contro il vostro finto buonismo.
    Ma io non sto dicendo che non sia così, chiedo solo dei dati reali su cui ragionare.
    Chiedo vengano postati dei dati perchè ritengo che alcuni articoli non rappresentino la complessità della realtà.
    Tempo fa chiesi su questo forum dei dati sul numero di extracomunitari regolari presenti in nord italia e su una stima degli irregolari. Nessuna risposta.
    Sono un convinto assertore che per ragionare sulle questioni sia necessario partire da dati e non impressioni.
    grazie.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ilgufo

    Ma io non sto dicendo che non sia così, chiedo solo dei dati reali su cui ragionare.
    Chiedo vengano postati dei dati perchè ritengo che alcuni articoli non rappresentino la complessità della realtà.
    Tempo fa chiesi su questo forum dei dati sul numero di extracomunitari regolari presenti in nord italia e su una stima degli irregolari. Nessuna risposta.
    Sono un convinto assertore che per ragionare sulle questioni sia necessario partire da dati e non impressioni.
    grazie.
    Ci sono due modi...la maniera scientifica sta nel procurarti i dati sulla popllazione carceraria della zona padana, la maniera empirica sta invece nell'analizzare le notizie sui crimini e vedere da dove vengono i sedicenti "milanesi", "bresciani" ecc. ecc.
    Emblematico il caso dell'imprenditore di "Gallarate" che bruciò un suo dipendente extra. Era un calabrese guardacaso...ma si è saputo solo mooooooolto dopo, una volta scoperto il cognome...

  8. #8
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ilgufo

    Ma io non sto dicendo che non sia così, chiedo solo dei dati reali su cui ragionare.
    Chiedo vengano postati dei dati perchè ritengo che alcuni articoli non rappresentino la complessità della realtà.
    Tempo fa chiesi su questo forum dei dati sul numero di extracomunitari regolari presenti in nord italia e su una stima degli irregolari. Nessuna risposta.
    Sono un convinto assertore che per ragionare sulle questioni sia necessario partire da dati e non impressioni.
    grazie.
    La stima degli irregolari è impossibile in italia.Chiedi alministero dell'interno.Per il resto le cifre sono assolutamente discordanti a seconda delle fonti.

    Per quanto riguarda i regolari (che lavorano) si parla di 1.400.000
    lavoratori di cui solo 400.000-500.000 sono iscritti alla previdenza sociale.

    Ben oltre il 50% sono in Padania

  9. #9
    flemma beat
    Data Registrazione
    26 Jun 2002
    Messaggi
    1,729
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Nanths
    Ci sono due modi...la maniera scientifica sta nel procurarti i dati sulla popllazione carceraria della zona padana, la maniera empirica sta invece nell'analizzare le notizie sui crimini e vedere da dove vengono i sedicenti "milanesi", "bresciani" ecc. ecc.
    Emblematico il caso dell'imprenditore di "Gallarate" che bruciò un suo dipendente extra. Era un calabrese guardacaso...ma si è saputo solo mooooooolto dopo, una volta scoperto il cognome...
    Ok.
    Però io non mi fido molto della maniera empirica.
    Sentendo i discorsi di questi giorni a leno a qualcuno sembra che tutti i 15 siano tutti dei criminali, per altri i tre sono un caso isolato e non rappresentano la realtà dei ragazzi di leno.
    io che ci vivo mi sono fatto un'idea, ma si tratta di un'impressione.

    le impressioni sono troppo mediate da idee e pregiudizi, l'unico approccio di cui mi fido sono i dati rilevati.

    tra l'altro, se i meridionali che delinquono al nord sono tanti non dovrebbe essere difficile reperire i dati che confermano questa IMPRESSIONE.
    infine: se ci si basa sulle notizie pubblicate dai quotidiani stiamo freschi! è chiaro e lapalissiano che la stessa notizia dell'extracomunitario pestato a sangue e l'altra del calabrese assassino hanno avuto spazio e risalto diverso su padania e unità. ergo è troppo facile per un quotidiano ENFATIZZARE una questione rispetto ad un'altra.

    se la repubblica vuole far passare l'idea che il razzismo a roma è diffusissimo inizia una campagnia stampa che enfatizzi la questione e l'impressione è che roma sia razzista. magari confrontando i dati di atti razzisti ci si accorge che c'è più razzismo a treviso (SONO ESEMPI A CASO!)

    lo stesso dicasi su una campagna della padania sulla delinquenza degli extracomunitari al nord: si fa una campagna stampa che enfatizzi tutti i crimini commessi dagli extracomunitari, dando poco spazio a quelli commessi dagli indigeni.
    NON DICO CHE SIA COSI', DICO CHE POTREBBE ESSERE COSI', il modo per dimostrare che questa mia congettura sia una stronzata è quello di fornirmi dei dati che dimostrino che non si tratta di una campagna stampa strumentale, ma della realtà dei fatti. Oppure continuate a insultarmi gratuitamente e ognuno resta sulle proprie posizioni.
    vorrei solo capire, farmi un'idea più precisa. grazie.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Guarda che si è capita la tua tattica del ciurlare nel manico...il fatto che tu abbia qualche punto di Q.I. in più di gente come paladino e matteoli1 (i quali fanno fatica a mettere insieme una frase di senso compiuto) non ti autorizza ap ensare di venire qua a prenderci per il culo. Per i dati statistici te l'ho detto...cercati le statistiche della popolazione carceraria. Per i dati "empirici" invece è ovvio che non ci si deve riferire alla "grande" cronaca (specialmente in modo acritico) ma approfondire el notizie locali, dai tg regionali ai giornali del territorio ad esempio. quella dell'imprenditore "di gallarate" l'aveva poi riportata il TG3 rosso, per tua informazione (hai toppato anche qui, attribuendola a una campagna de La Padania...)

    La regola è semplice, servono fonti eterogenee e uno spirito di analisi e critica, altrimenti il cervello vi va all'ammasso e i trevigiani diventano tutti pericolosi criminali razzisti mentre i terroni e gli extra sono povera gente maltrattata...col cazzo che è così.
    D'altronde volenti o nolenti, i caratteri etnici della gente originaria della Padania hanno con sè una storia e una evoluzione socio-culturale profondamente diversa da quella dei vari allogeni (terroni o afro-arabi in genere).

    Se fino ad ora non te ne sei accorto o dormivi, o vivevi da una altra parte, oppure, come penso io sei inmalafede, e ho perso due minuti di pausa pranzo inutilmente.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ancora padanogeni!
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 24-10-02, 15:19
  2. Padanogeni di Seregno(MI)
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-10-02, 18:04
  3. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 15-10-02, 13:40
  4. Padanogeni
    Di Donald 2 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-08-02, 23:27
  5. I vandali padanogeni non si fermano mai
    Di brunik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 07-08-02, 23:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226