ANCHE LE CANDIDATE A MISS MONDO A TIRANA, AL CONGRESSO DEL PRT DAL 31 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE 2002
Mentre Sergio D’Elia e Elisabetta Zamparutti, accompagnati da Benedetto Della Vedova e Roberto Giachetti, perfezionano in Nigeria la campagna per salvare Amina Lawal dalla lapidazione, con incontri con il Presidente della Repubblica, autorità ed esponenti politici e religiosi, “Nessuno Tocchi Caino” e Partito Radicale Trasnazionale annunciano il prossimo evento per battere la ‘sharia’ e salvare dalla lapidazione Amina come già accaduto per Safiya Hussaine.
Assieme a Emma Bonino, alle rappresentanti delle organizzazioni che si sono mobilitate, in Africa e nel mondo, in difesa della vita, della dignità, dei diritti umani negati alle donne del fondamentalismo di ogni colore, alcune candidate alle elezioni a Miss Mondo (fra le quali Miss Italia, Pamela Camassa e Miss Svezia, Sofia Hedmark) rivolgeranno un appello perché vengano battute le opposte e convergenti campagne volte, l’una, a “boicottare” l’elezione di Miss Mondo che dovrebbe avvenire il 7 dicembre in Nigeria a Abuja per protestare contro la condanna alla lapidazione, l’altra volta ad ottenerne la proibizione perché “espressione oscena dell’immoralità occidentale”.
L’appello sarà fatto nel contesto del congresso del Partito Radicale Trasnazionale che si terrà a Tirana dal 31 ottobre al 3 novembre.
Roma, 18 ottobre 2002

Wolare
informato privilegiato da www.radicali.it