Prova tv, due giornate di stop a Di Biagio

Il centrocampista dell'Inter punito per "atto violento nei confronti dello juventino Davids".

MILANO, 22 ottobre 2002 - E' proprio vero. La televisione fa male e questa volta a pagare il conto è stato Gigi Di Biagio. Avvalendosi infatti della prova tv, il giudice sportivo ha squalificato per due turni il centrocampista dell'Inter e della nazionale per "atto violento nei confronti dello juventino Davids". Di Biagio è stato squalificato per aver dato un calcio in faccia a Davids, non visto dall'arbitro Collina. Dalle immagini si evince che Davids e Di Biagio corrono entrambi verso il pallone in un normale contrasto di gioco e si scontrano fisicamente. Di Biagio cade a terra, ma mentre cade colpisce proditoriamente con le gambe alzate prima il mento di Davids e poi il basso ventre. Collina, che aveva già fermato il gioco, ammonisce Davids ritenendo fallosa la sua azione di gioco, ma non punisce, perchè non se ne accorge, la reazione di Di Biagio. Reazione evidenziata e punita dalla prova tv. Da considerare che se Collina avesse visto e valutato non punibile la scorrettezza a gioco fermo di Di Biagio la prova tv non sarebbe potuta scattare perché restava la discrezionalità dell'arbitro, ancora sovrana.

Seondo me o la si usa sempre o mai, a questo punto andrebbe scagionato Conte.