User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Sindaci in gita

  1. #1
    VENETO LÌBARO
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    631
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Sindaci in gita

    incredibile....

    da aNordest.it

    ------------------------------------

    SINDACI IN GITA
    Da giovedì prossimo l'Unione industriali di Treviso offre a una ottantina di sindaci della provincia una gita gratis a Strasburgo. Scopo del week-end lungo europeo quello di far vedere con i propri occhi le buone pratiche di integrazione multietnica, dell'immigrazione e della gestione del territorio. L'invito è stato fatto a 95 sindaci e accolto da 79. Tra i rifiuti quello di Giancarlo Gentilini sindaco-sceriffo di Treviso noto per le sparate contro gli immigrati.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Sindaci in gita

    Originally posted by DVD
    incredibile....

    da aNordest.it

    ------------------------------------

    SINDACI IN GITA
    Da giovedì prossimo l'Unione industriali di Treviso offre a una ottantina di sindaci della provincia una gita gratis a Strasburgo. Scopo del week-end lungo europeo quello di far vedere con i propri occhi le buone pratiche di integrazione multietnica, dell'immigrazione e della gestione del territorio. L'invito è stato fatto a 95 sindaci e accolto da 79. Tra i rifiuti quello di Giancarlo Gentilini sindaco-sceriffo di Treviso noto per le sparate contro gli immigrati.
    Davide, ma ti rendi conto? nel Veneto.....!!!!!! , ma cazzo dobbiamo fare sempre noi da battistrada per le proposte più idiote di questo mondo?.........Che i 16 che mancano siano della Lega? ne sai qualcosa?.......Anzi ancora meglio....se si potesse sapere a che area appartengono i 79 non sarebbe male, guarda, a naso non ci giurerei che non ce ne sia qualcuno anche in quota Lega.....mah......

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    succedono tanti incidenti stradali, speriamo bene...

    saluti padani

  4. #4
    VENETO LÌBARO
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    631
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Eh Pensiero, la notizia è tanto assurda quanto triste

    La notizia è fresca di giornata e non conosco altri dettagli... sicuramente passerà in sordina.
    Se ci sono novità a riguardo ti saprò dire

    PS: al di là di tutto, Gentilini ha dimostrato un po' di coerenza

  5. #5
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by DVD
    Eh Pensiero, la notizia è tanto assurda quanto triste

    La notizia è fresca di giornata e non conosco altri dettagli... sicuramente passerà in sordina.
    Se ci sono novità a riguardo ti saprò dire

    PS: al di là di tutto, Gentilini ha dimostrato un po' di coerenza

    Si, va beh....ho capito, ma quegli idioti là forse pensano che a Strasburgo ci siano le frontiere colabrodo come da noi?......
    Ma e poi tutti quelli che adesso rimangono a casa dalla Fiat, senza contare l'indotto, ma dove li mandiamo? abbiamo bisogno di altri extracomunitari.......non c'è niente da fare....le studiano tutte......che Dio li maledica, auguro loro che tutti i profitti che ricavano dal lavoro degli extra, li spendano tutti in medicine.

  6. #6
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Treviso, martedì 22 ottobre 2002, S. Donato

    Reggono ancora le aziende di maggiori dimensioni ma le piccole e medie imprese sono sempre più in affanno
    Venti di crisi sulle industrie della Marca
    Sono più di mille i posti di lavoro persi dall'inizio dell'anno

    TREVISO.


    --------------------------------------------------------------------------------
    Per ora sono solo spifferi, ma il vento di crisi che batte l'universo imprenditoriale di mezzo mondo, inizia a soffiare anche sulla Marca. Parte dai colli della sinistra Piave e arriva fin giù a Treviso, lasciando dietro di aziende chiuse, operai licenziati o quando va bene in cassa integrazione. Conti alla mano dall'inizio di quest'anno hanno perso il posto oltre mille lavoratori. La metà negli ultimi quattro mesi. Gli spifferi si sentono un po' in tutti i comparti dell'industria. Anche le imprese metalmeccaniche, che da almeno un decennio correvano senza mai rallentare, avvertono i primi scricchiolii. Per fortuna non le locomotive della Zanussi e della De' Longhi che continuano ad andare. Ma le imprese più piccole sono spesso in bilico e faticano a far quadrare i bilanci.
    C'è chi in attesa che il vento cambi, ha bloccato gli straordinari oppure ha messo in moto un piano di smaltimento di ferie arretrate, misure tampone che non sono altro che l'anticamera della cassa integrazione. Ma ci sono situazioni ben più pesanti. Prendi l' S-85 di Santa Lucia di Piave, che produce ferri da stiro. Lì sono da poco stati licenziati 80 dei 232 dipendenti. Una ristrutturazione che ha colpito in prevalenza giovani, donne ed immigrati. Adesso, sulla spinta dei nuovi soci svizzeri, l'azienda prova a ripartire. Anche l'Ilsa, la Tesa e la Blender, tre imprese legate a doppio filo l'una all'altra, sono passate da 200 a 150 dipendenti, attraverso il blocco del turn-over e il mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato.
    Drastica anche la ristrutturazione all'Eurostar di San Vendemiano, anch'essa produttrice di ferri da stiro: aveva 108 dipendenti, ne sono rimasti 35. Trentadue, i più specializzati, se ne sono andati «volontariamente», gli altri 41 sono stati messi in mobilità. Tradotto, sono stati licenziati. Alla Cad, sempre a Santa Lucia, produttrice di affettatrici erano in 45 sono rimasti in 15. Allo stabilimento di Zero Branco della Sistel International - produce macchine per tagliare ed imbustare fotografie -, l'organico è passato da 160 a 120 persone. meno 40. Mentre alla Tmc Padovan di Conegliano, azienda d'impianti di filtraggio per la lavorazione del vino, i dipendenti sono stati ridotti a 150. Ma non è tutto alla Conti di Crocetta - letti e attrezzature per ospedali - sono partite le prime settimane di cassa integrazione.
    Insomma tira una brutta aria, senza contare che i dati elencati finora non sono ancora pervenuti all'Inps, quindi non sono conteggiati nelle tabelle pubblicate. Lo stesso discorso vale per comparti come l'alimentare e il Tessile-abbigliamento che sono i primi a risentire della crisi dei consumi. Chi soffre di più è il tessile primario: l'Eft di Follina ha cessato l'attività. Alla Policarno sono rimaste a casa una trentina di persone, alla Tasca di San Zenone un'altra ventina ed è stata chiusa la linea produttiva. Mentre l'ex cotonificio di Conegliano del Gruppo Olcese, attua un programma di cassa integrazione a «sbalzi».
    Sul fronte dell'abbigliamento sono solo i colossi a reggere, solo perché scaricano i costi della crisi verso il basso, vale a dire sul sistema invisibile dei laboratori, disseminato su tutto il territorio.
    Non vanno meglio le cose nel Calzaturiero che si avvia a chiudere la stagione produttiva. Ma solo nei prossimi mesi si potranno quantificare gli effetti della crisi in quanto si tratta di un settore in cui pesa molto la «stagionalità» della produzione.
    La congiuntura negativa picchia duro anche nell'Alimentare. Situazione molto critica alla Funghi Montello di Pederobba, dove ci sono 100 posti a rischio. Alla Chiari & Forti sono previsti una settantina di esuberi. La Latte Bianchi di Mogliano potrebbe addirittura chiudere, mentre il caseificio Zarpellon di Castelcucco ha già chiuso.
    Anche per alcune aziende comprese nel settore chimico la situazione non è rosea. Su tutti l'Osram dove scatta la cassa integrazione e la Sev del gruppo Zoppas dove ci sono un centinaio di esuberi in vista.

    ------------------------------------------------


    Ecco qua, Davide.......se non sono balle, dimostrazione lampante di quanto siano in malafede una parte degli imprenditori Veneti..........

  7. #7
    El Venexian
    Ospite

    Predefinito

    bahhh io ho lavorato e abitato in francia (paris , etc) e onestamente a Strasburg non vedo questa "integrazione" di cui si vantano , anzi , vedo una folta frangia di votanti di LE PEN incazzati nerissimi con gli immigrati , senza aggiungere che strasburg e' una citta' estremamente borghese e mitteleuropea , molto diversa da paris e altre realta' sinistre e cosmopolite.

    too bad di leggere queste news su treviso , proprio in questi giorni sto informandomi accuratamente su dove e come aprire la mia attivita' , purtroppo da ovunque arrivano bad news , specie qui in ireland che dopo il boom degli anni 90 sta vivendo un grosso sboom specie a causa della pazzesca inflazione , costo della vita , casa , etc che sono esplosi rispetto a solo 3 anni fa.

    mi balenava quasi in mente l'idea di impiantare la mia attivita' nel trevigiano , MA :

    che benefici ci sono x i giovani imprenditori ??
    e il comune ti da' calci in culo o ci sono dei piccoli incentivi ?
    sgravi fiscali ? mutui tasso zero ? etc ?

    qui ad esempio ci sono un sacco di agevolazioni per gli under 30 ,
    solo che poi c'e' il rovescio della medaglia .. e' un isola , ovunque
    vai devi pagarti l'aereo o la nave , e un sacco di altre rogne , meno male che almeno c'e' l'euro e non piu' la fottuta sterlina.
    comunque la vedo acida per il momento , sia qui che in francia che in olanda , forse la germania est e l'est europeo sono paesi interessanti al momento attuale , ma fra 3-4 anni ? mahhh ...

  8. #8
    VENETO LÌBARO
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    631
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    dalla Tribuna di Treviso di oggi

    -----------------------------------------------

    Andranno in giro per Germania e Francia a studiare come sono stati affrontati i problemi dell'integrazione
    Tour dell'immigrazione per 80 sindaci
    Pochissimi gli assenti (16 su 95) e tra questi Gentilini e Zaia

    di Nicola Pellicani

    TREVISO. I sindaci della Marca in viaggio attraverso Francia e Germania per verificare sul campo come sono stati affrontati i problemi d'integrazione razziale, in Paesi che hanno vissuto ben prima di noi lo shock da immigrazione. Sono state Unindustria e Camera di Commercio di Treviso ad organizzare il «viaggio di formazione» che porterà un plotone di sindaci (79 su 95) prima a Strasburgo, quindi a Saarbrücken. Non ci saranno né Gentilini, né Provincia Zaia, che spediranno in trasferta a rappresentarli i loro vice, Giorgio Gaio e Leonardo Muraro. Ufficialmente sindaco e presidente della Provincia, sono impegnati altrove.

    TREVISO. I sindaci della Marca in viaggio attraverso Francia e Germania per verificare sul campo come sono stati affrontati i problemi d'integrazione razziale, in Paesi che hanno vissuto ben prima di noi lo shock da immigrazione. Sono state Unindustria e Camera di Commercio di Treviso ad organizzare il «viaggio di formazione» che porterà un plotone di sindaci (79 su 95) prima a Strasburgo, quindi a Saarbr´cken. Non ci saranno né Gentilini, né Zaia che spediranno in trasferta a rappresentarli i loro vice, Giorgio Gaio e Leonardo Muraro. Ufficialmente sindaco e presidente della Provincia, sono impegnati altrove.
    Ma i due leghisti hanno sempre dimostrato una certa riluttanza ad aderire alle iniziative di Unindustria in tema d'immigrazione. E' ancora troppo fresco lo scontro che è seguito all'occupazione del sagrato del duomo da parte di un gruppo di extracomunitari sfrattati.
    In verità Unindustria, da Castalbrando a Cison di Valmarino, dove non più tardi di un mese fa, ha svolto la sua assemblea annuale, ha teso la mano a Zaia. Anzi ha fatto qualcosa di più, proponendogli di prendere per mano la Marca, chiamando a raccolta Comuni e parti sociali, per progettare il futuro di una provincia che, dopo una lunga stagione di successi, inizia ad avvertire i primi scricchiolii. Eppure lui, pur dicendosi lusingato, ha finora sempre svicolato, preferendo andare per la sua strada che, solo nel maggio scorso l'ha portato alla riconferma alla guida della Provincia, con una percentuale superiore al 70 per cento.
    Domani il charter dei sindaci partirà senza di lui. Ma ci saranno moltissimi amministratori locali, tra cui i sindaci di Conegliano, Vittorio Veneto, Oderzo, Castelfranco, Mogliano. Saranno a bordo dell'aereo anche il vicepresidente della Regione, Fabio Gava e l'assessore regionale Antonio Padoin. Tutti a far rotta verso Strasburgo dove domani mattina è prevista una visista guidata ad un centro d'accoglienza per immigrati, considerato un esempio su base europea d'integrazione.
    Il tema forte del viaggio di studio, che durerà fino a sabato, resta l'immigrazione. Imprenditori e sindaci cercheranno spunti utili per avviare a risoluzione anzitutto il probema della casa, ma il viaggio sarà anche l'occasione per vedere da vicino come in Francia e Germania sono stati affrontati altri due temi qauntomai spinosi: la pianificazione del territorio e lo smaltimento dei rifiuti. Saturazione del territorio e delocalizzazione delle aziende sono due espressioni che fanno parte da tempo del vocabolario della Marca, ma ciò non significa che si tratti di un problema risolto. Meno di un anno fa, una nostra inchiesta sul campo, ha dimostrato come a fronte della spinta alla delocalizzazione delle produzioni a basso valore aggiunto, nella Marca erano pronti ad essere realizzati altri 10milioni di metri quadri di capannoni industriali. Il nodo è quindi tutt'altro che sciolto. Idem per la realizzazione di termovalorizzatore. A Montebelluna probabilmente non si farà. Ma sembra ormai assodato che si debba ricercare una soluzione che conduca alla realizzazione un impianto per la distruzione dei rifiuti.
    I sindaci vedranno l'esperienza di Saarbr´cken e chissà che porti consiglio.
    Guideranno la comitiva i presidenti di Unindustria Sergio Bellato e della Camera di Commercio Federico Tessari.
    «Ci proponiamo», dice Bellato, «anzitutto di avviare una collaborazione attiva con i sindaci della Marca, soprattutto in tema di immigrazione. Desideriamo sviluppare insieme alle istituzioni iniziative che portino ad una maggiore integrazione delle maestranze che si inseriscono nelle aziende ma spesso non nella vita sociale. L'immigrazione», insiste il presidente di Unindustria Treviso, «non è un tema che possa essere affrontato in un modo dalle imprese e in un altro dagli amministratori locali: occorre una visione unitaria, un progetto comune, che venga prima di tutto condiviso e poi realizzato con gli sforzi di tutte le parti sociali».


    ------------------------
    Ma come si fa' ad imparare ad integrare l'integrabile???

 

 

Discussioni Simili

  1. L'MRE in gita a Bruxelles
    Di McFly nel forum Repubblicani
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 10-05-07, 16:59
  2. Osho e la gità
    Di stuart mill nel forum Filosofie e Religioni d'Oriente
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 04-11-06, 13:26
  3. gita a Genova
    Di MazingaZ nel forum Liguria
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 02-11-06, 21:08
  4. bhagavad gità
    Di stuart mill nel forum Filosofie e Religioni d'Oriente
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13-05-06, 10:20
  5. Gita a Berlino
    Di Tango do Hermano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 15-04-05, 00:03

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226