User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Una domanda

  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Oct 2002
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Una domanda

    Buongiorno a tutti,
    innanzitutto mi rivolgo al moderatore (e ideatore) di questo forum rivolgendogli i miei complimenti per l'opera che ha compiuto creando questo angolo nella grande rete.
    L'argomento di cui vorrei discutere non esattamente parte della dottrina.

    Mi riferisco a certe interpretazioni a mio parere errate che sono entrate nella vulgata anche a causa di certi sacerdoti.
    In particolare due
    1) La leggenda della "povertà di Cristo". Cristo è nato in una famiglia di artigiani: ceto medio, quindi. Dire che Cristo era povero, a mio modesto avviso, è un errore esegetico palese. Ciò chiaramente se si vuole indendere la povertà evangelica dal punto di vista schiettamente economico (il che, secondo me, è scorretto).

    2) La pretesa ostilità della religione cattolica contro la ricchezza. Entrata nella vulgata con l'espressione "Cristo era il primo socialista".
    Questo mi sembra un errore molto pesante. Innanzitutto Cristo non promette il paradiso in terra, non crea un filosofia con risvolti politico sociali. Basta leggere la risposta di Cristo quando gli fu chiesto di risolvere una controversia civile (ereditaria).
    IN secondo luogo è il concetto stesso di ricchezza evangelica che trascende ogni discorso meramente economico.
    Infatti, dopo il famoso passo del cammello e della cruna dell'ago, i discepoli chiesero preoccupati a Gesù: ma allora chi potrà entrare nel regno dei cieli?
    Ebbene: questa risposta è molto significativa. Se il senso dell'affermazione di Nostro Signore fosse stata riferita solo all'ambito economico la realzione dei discepoli avrebbe dovuto essere ben diversa: i ricchi sono (proporzionalmente) pochi. la conclusione logica sarebbe stata nel senso di una certa contentezza, perché la stragrande parte della popolazione avrebbe conseguito la vita eterna.
    Il fatto è che qui si fa riferimento a un concetto di ricchezza molto diverso e più profondo. Ricco è colui, a mio avviso, che non considera ogni cosa come un dono ricevuto.
    Così io posso essere ricchissimo anche se CONFIDO CIECAMENTE nella mia logica o nella mia intelligenza. E, magari, sono anche pecuniariamente povero....

    A questo punto vi chiedo: perché la Chiesa non approfondisce queste tematiche, concedendo, molto spesso (io litigo sempre col mio parroco), interpretazioni difficilmente sostenibili?

    Vi ringrazio per l'attenzione che mi avete prestato, a dispetto della lunghezza del messaggio.
    Arrivederci

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Oli
    Oli è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    24 Mar 2002
    Località
    Leno BS
    Messaggi
    32,487
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Credo ke tu arrivi tardi x queste domande....
    There are only 10 types of people in the world: those who understand binary and those who don't

    http://openflights.org/banner/f.pier.png

  3. #3
    membro
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    Como Muggiò
    Messaggi
    6,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Una domanda

    Originally posted by Aquila
    Buongiorno a tutti,
    innanzitutto mi rivolgo al moderatore (e ideatore) di questo forum rivolgendogli i miei complimenti per l'opera che ha compiuto creando questo angolo nella grande rete.
    L'argomento di cui vorrei discutere non esattamente parte della dottrina.

    Mi riferisco a certe interpretazioni a mio parere errate che sono entrate nella vulgata anche a causa di certi sacerdoti.
    In particolare due
    1) La leggenda della "povertà di Cristo". Cristo è nato in una famiglia di artigiani: ceto medio, quindi. Dire che Cristo era povero, a mio modesto avviso, è un errore esegetico palese. Ciò chiaramente se si vuole indendere la povertà evangelica dal punto di vista schiettamente economico (il che, secondo me, è scorretto).

    2) La pretesa ostilità della religione cattolica contro la ricchezza. Entrata nella vulgata con l'espressione "Cristo era il primo socialista".
    Questo mi sembra un errore molto pesante. Innanzitutto Cristo non promette il paradiso in terra, non crea un filosofia con risvolti politico sociali. Basta leggere la risposta di Cristo quando gli fu chiesto di risolvere una controversia civile (ereditaria).
    IN secondo luogo è il concetto stesso di ricchezza evangelica che trascende ogni discorso meramente economico.
    Infatti, dopo il famoso passo del cammello e della cruna dell'ago, i discepoli chiesero preoccupati a Gesù: ma allora chi potrà entrare nel regno dei cieli?
    Ebbene: questa risposta è molto significativa. Se il senso dell'affermazione di Nostro Signore fosse stata riferita solo all'ambito economico la realzione dei discepoli avrebbe dovuto essere ben diversa: i ricchi sono (proporzionalmente) pochi. la conclusione logica sarebbe stata nel senso di una certa contentezza, perché la stragrande parte della popolazione avrebbe conseguito la vita eterna.
    Il fatto è che qui si fa riferimento a un concetto di ricchezza molto diverso e più profondo. Ricco è colui, a mio avviso, che non considera ogni cosa come un dono ricevuto.
    Così io posso essere ricchissimo anche se CONFIDO CIECAMENTE nella mia logica o nella mia intelligenza. E, magari, sono anche pecuniariamente povero....

    A questo punto vi chiedo: perché la Chiesa non approfondisce queste tematiche, concedendo, molto spesso (io litigo sempre col mio parroco), interpretazioni difficilmente sostenibili?

    Vi ringrazio per l'attenzione che mi avete prestato, a dispetto della lunghezza del messaggio.
    Arrivederci



    Ti consiglio di postare lo stesso messaggio anche sul forum tradizione cattolica.

    ciao

  4. #4
    Affus
    Ospite

    Predefinito Re: Una domanda

    Cara Aquila , purtroppo nella chiesa ha preso il sopravvento una concezione pauperistica del messaggio cristiano , influenzato in questo da una visione gnostico manichea , prima , e poi dall'influsso di alcune frange di francescanesimo ereticale che lo stesso magistero combattè enegicamente nel medioevo , tipo i fraticelli spirituali o i paolicisti , che volevano imporre con le armi una specie di comunismo ante litteram a tutti .
    Hai messo il dito sulla piaga .
    Per capire meglio l'inganno leggiti qualcosa di Olivejra .
    Molti vescovi oggi considerano poi le parole d'ordine della Rivoluzione Francese (fraternite, egalite' ,liberte ) come dei dogmi evangelici , ed ecco che il messaggio di Cristo non è piu un messagguio di salvezza , ma un messaggio "sociale".
    Cristo non è piu quindi il salvatore , ma un operatore sociale venuto a dirci come bisogna dividersi bene la torta .
    Per saperne di piu vai su :
    http://www.politicaonline.net/forum/...s=&forumid=109
    ciao




    Originally posted by Aquila
    Buongiorno a tutti,
    innanzitutto mi rivolgo al moderatore (e ideatore) di questo forum rivolgendogli i miei complimenti per l'opera che ha compiuto creando questo angolo nella grande rete.
    L'argomento di cui vorrei discutere non esattamente parte della dottrina.

    Mi riferisco a certe interpretazioni a mio parere errate che sono entrate nella vulgata anche a causa di certi sacerdoti.
    In particolare due
    1) La leggenda della "povertà di Cristo". Cristo è nato in una famiglia di artigiani: ceto medio, quindi. Dire che Cristo era povero, a mio modesto avviso, è un errore esegetico palese. Ciò chiaramente se si vuole indendere la povertà evangelica dal punto di vista schiettamente economico (il che, secondo me, è scorretto).

    2) La pretesa ostilità della religione cattolica contro la ricchezza. Entrata nella vulgata con l'espressione "Cristo era il primo socialista".
    Questo mi sembra un errore molto pesante. Innanzitutto Cristo non promette il paradiso in terra, non crea un filosofia con risvolti politico sociali. Basta leggere la risposta di Cristo quando gli fu chiesto di risolvere una controversia civile (ereditaria).
    IN secondo luogo è il concetto stesso di ricchezza evangelica che trascende ogni discorso meramente economico.
    Infatti, dopo il famoso passo del cammello e della cruna dell'ago, i discepoli chiesero preoccupati a Gesù: ma allora chi potrà entrare nel regno dei cieli?
    Ebbene: questa risposta è molto significativa. Se il senso dell'affermazione di Nostro Signore fosse stata riferita solo all'ambito economico la realzione dei discepoli avrebbe dovuto essere ben diversa: i ricchi sono (proporzionalmente) pochi. la conclusione logica sarebbe stata nel senso di una certa contentezza, perché la stragrande parte della popolazione avrebbe conseguito la vita eterna.
    Il fatto è che qui si fa riferimento a un concetto di ricchezza molto diverso e più profondo. Ricco è colui, a mio avviso, che non considera ogni cosa come un dono ricevuto.
    Così io posso essere ricchissimo anche se CONFIDO CIECAMENTE nella mia logica o nella mia intelligenza. E, magari, sono anche pecuniariamente povero....

    A questo punto vi chiedo: perché la Chiesa non approfondisce queste tematiche, concedendo, molto spesso (io litigo sempre col mio parroco), interpretazioni difficilmente sostenibili?

    Vi ringrazio per l'attenzione che mi avete prestato, a dispetto della lunghezza del messaggio.
    Arrivederci

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-11-12, 21:55
  2. Una domanda sulla domanda di laurea
    Di DrugoLebowsky nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 11-01-09, 21:14
  3. Perche' Gli Ebrei Rispondono Ad Una Domanda Con Un'altra Domanda?
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-10-06, 06:29
  4. Domanda...
    Di Illary (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 30-11-04, 16:49
  5. Domanda
    Di Gianmario nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-11-04, 19:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226