27/10/2002 - di R ; Fonte: www.unionesarda.it

Palermo-Cagliari:La polizia spara in aria per respingere gli ultras sardi.
Fermati ventiquattro tifosi rossoblù: hanno trovato il loro settore già occupato.

PALERMO Un gruppo di ultras cagliaritani sono stati al centro di un movimentato episodio ieri a Palermo prima dell’inizio della partita allo stadio della Favorita. Secondo quanto riferito dalla polizia, i sostenitori della squadra rossoblù pretendevano di entrare allo stadio senza biglietto. Bloccati ai cancelli si sarebbero rifiutati di allontanarsi. Ne è nato un tafferuglio con la polizia durante il quale gli agenti addetti al servizio d’ordine sono stati costretti a sparare alcuni colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio. Ventiquattro tifosi cagliaritani sono stati fermati e condotti in questura per accertamenti e quindi rispediti a casa. Il questore Francesco Cirillo quasi certamente adotterà il provvedimento previsto in questi casi: il divieto di assistere alle partite di calcio per tre anni.La versione fornita dai tifosi organizzati cagliaritani è completamente diversa. Arrivati ai cancelli della Favorita con i biglietti della partita acquistati a Cagliari, avrebbero trovato il settore a loro riservato, già occupato dai tifosi del Palermo. Le proteste sono state vivaci e la polizia è intervenuta con la mano pesante.A sostegno dei tifosi rossoblù si schiera il presidente Cellino: «È un’assurdità, il Palermo ha venduto i posti riservati ai nostri sostenitori e ha di fatto impedito il loro ingresso allo stadio. Vuol dire che nella partita di ritorno a Cagliari non ci saranno biglietti per i tifosi del Palermo».
--------------------------------------

La disoccupazione ti ha dato un bel mestiere............